Tag

vini Italia

Browsing

Uno su cinque ce la fa, potrebbe essere questo il leit-motive dei vini italiani nella Top 100 di Wine Spectator svelata oggi per intero. Ogni anno i redattori di Wine Spectator, uno dei mezzi di informazione più influenti nel mondo del vino, elabora i risultati dei vini recensiti nei 12 mesi precedenti e selezionano la Top 100. I criteri guida sono qualità, valore, disponibilità ed entusiasmo, per una graduatoria annuale che celebra le cantine, le regioni e le annate di successo in tutto il mondo. Una classifica nata nel 1988 che ancora oggi è in grado di orientare le preferenze globali dei wine lovers, visto che oggi come allora, uvaggi e stili che sono apparsi nella lista hanno dettato i gusti dei consumatori enoici, in un mix dove i classici stanno ancora andando forte insieme a nuove scoperte.

RistorExpo è il salone professionale dedicato al settore HORECA, frutto della collaborazione fra Lariofiere e Confcommercio. La manifestazione, espressione e sintesi delle dinamiche che caratterizzano il mondo del fuori casa, dal 1998 a oggi è diventata un brand consolidato e ha saputo guadagnare un posto privilegiato fra gli eventi di settore con un pubblico specializzato di oltre 20.000 operatori.

Quando si parla di abbazie, la prima cosa cui si pensa non è probabilmente il vino ma sono forse le birre e i liquori che tutt’ora si possono trovare in molti conventi. Ma sono molte le abbazie che hanno una cultura e una storia del vino così intensa che merita di essere svelata. È questo lo scopo di “Vini d’Abbazia”, la manifestazione che si svolgerà dal 2 al 4 settembre prossimi nello splendido scenario del Borgo di Fossanova a Priverno (Latina).

Grazie a un sostanziale miglioramento della situazione sanitaria a livello nazionale l’attività fieristica sta lentamente riprendendo, anche se con nuove modalità legate alla contingenza del periodo. Ecco allora che a Parma dal 31 agosto al 3 settembre si svolgerà la ventesima edizione del Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione. Uno dei primi appuntamenti di business “dal vivo” dopo oltre un anno e mezzo.

Non è la prima volta: la lista di località italiane che hanno messo in vendita le proprie abitazioni per il valore nominale di un euro è ormai lunga, e va crescendo. Si tratta di villaggi da pochissimi abitanti che per rinverdire la propria popolazione hanno aderito a un programma di riqualificazione, attirando l’attenzione di investitori soprattutto stranieri. Stavolta, però, l’asta riguarda una località con secoli di vino alle spalle. 

Si è tenuta oggi l’assemblea di Terre Cevico per presentare i risultati della gestione 2019/2020 (1 agosto 2019 – 31 luglio 2020). Oltre alla presentazione dei dati d’esercizio e agli sviluppi del nuovo piano industriale, Terre Cevico comunica il rinnovo delle cariche che vede confermato Marco Nannetti alla Presidenza, Vicepresidenti del gruppo Franco Donati (Presidente Le Romagnole) e Maddalena Zortea (Presidente Colli Romagnoli).

Parola d’ordine terroir. Così avevamo presentato il catalogo vini introdotto da Ghilardi Selezioni nel 2018 con un’importante selezione di vini esteri. Il 2020 si è aperto all’insegna del terroir e dell’italian wine style, con l’introduzione di tre cantine italiane: Azienda Agricola Boccella e Ventritrè Filari, entrambe in Irpinia e Castello La Leccia a Castellina in Chianti.

Così un’azienda storica si regala un nuovo respiro. Terra Moretti cambia pelle a Bellavista, proponendo un’ode all’Italia che vive attraverso bottiglie e immagini come mai prima d’ora. Un ulteriore passo verso il futuro per la creazione del patron Vittorio Moretti, pur conservando il fascino d’altri tempi da sempre contenuto nelle bollicine di qualità assoluta.

La storia di una civiltà antica che già aveva intuito potenzialità e valore del vino. Il territorio, uno dei più legati alla vigna e alla produzione, che per natura accoglie e riscalda. La mente geniale di due personalità di spicco nel mondo dell’enologia, che si sono fuse in un progetto innovativo e di respiro internazionale. Tutto, e molto di più, nella rincorsa  di Rigoloccio verso una nuova strada, che sta già riscuotendo successi e consensi.

A pochi metri dal cuore della movida milanese, spingendo naso e gambe oltre i locali dei Navigli, ha aperto una piccola oasi enologica, figlia di passione e lungimiranza. La Cantina Urbana di Michele Rimpici si ritaglia infatti uno spazio nel cuore, letteralmente, di Milano e dei milanesi, con un’atmosfera familiare e un progetto che farà sentire chiunque a casa propria.

Spumanti italiani protagonisti a Natale: durante le prossime festività, nel nostro Paese verranno stappate 66 milioni di bottiglie di spumanti italiani (+6% sul 2016; bottiglie da 0,75l)  mentre all’estero 174 milioni (+11%). Dai dati dell’Osservatorio del Vino, su stime Ismea, emerge che il comparto nazionale dei vini spumanti chiuderà il 2017 con una produzione di circa 671 milioni di bottiglie (5,032 mln di hl, +9% sul 2016) ed un export di 3,7 milioni di ettolitri (quasi 500 milioni; bottiglie da 0,75l) se fosse confermato il trend gennaio-settembre dell’anno.

Il Gruppo Italiano Vini si presenta per la prima volta con le sue punte di diamante, con quei vini che hanno ottenuto premi e riconoscimenti, mettendo insieme i nomi delle aziende che lo compongono. Anteprima andata in scena il 14 ottobre a Milano nel corso di un banco d’assaggio al Westin Palace in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Milano. Una formidabile selezione di etichette e di vini che qualunque appassionato vedrebbe con soddisfazione nella propria cantina.