Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

D’accordo, non sarà mai la stessa cosa. Chiunque sia o sia mai stato appassionato del buon bere potrà dire che una soluzione analcolica non darà mai la stessa soddisfazione di un cocktail vero e proprio. Ma il trend del ber responsabile sta fortunatamente prendendo piede, e di conseguenza ecco solo alcuni dei migliori mocktails che potrete fare anche a casa.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

LIMEATA MENTA E BASILICO – In pratica un Mojito senza rum. Menta fresca e basilico da pestare dolcemente in un bicchiere alto (Collins) con dello zucchero e del succo di lime: aggiungere ghiaccio e riempire con la vostra soda preferita. Il risultato è un drink rinfrescante, erbaceo, pulito e perfetto per darvi una spinta analcolica.

SHIRLEY TEMPLE – Classicone statunitense, forse il primo drink miscelato concesso ai bambini delle famiglie USA, peraltro tranquillamente adatto anche a un consumatore adulto che non vuole bere con troppo impegno. La variante più comune è composta da semplice Sprite mista a granatina: più bello che buono. Qui proponiamo invece una ricetta più bilanciata e soddisfacente, con granatina, succo di lime e ginger ale, per un tocco di spezia in più e una sensazione di maggiore qualità.

GINE FREE & TONIC – Per gli amanti del gin tonic che stanno cercando una soluzione meno aggressiva dal punto di vista alcolico: acqua tonica, limone e un semplice sciroppo di ginepro vi faranno sentire a casa, con la coscienza più pulita. Se, giustamente, non voleste investire del tempo a creare lo sciroppo da voi, esistono distillati di ginepro analcolici perfetti per lo scopo: Seedlip o JNPR.

SALTY GINGERADE – Per sentirvi acculturati, oltre che in salute, un drink che si ispira alla jaljeera, speziatissima e rinfrescante bevanda indiana. Alla base della ricetta tradizionale c’è tutta una serie di erbe e profumi strepitosi: cumino, sale nero, zenzero, menta, frutta disidratata, spesso macerata insieme a datteri o tamarindo. Voi potete limitarvi a questi ultimi per avere dolcezza (vanno bene anche i fichi), da pestare con cumino, sale e lime, prima di aggiungere la ginger beer che darà profondità e complessità.

ROSEMARY-POMEGRANATE SODA – Creazione di Nic Sims, chef che dopo esperienze non troppo positive con l’alcool è oggi sobrio da circa vent’anni, ma ancora può godersi un drink miscelato e soddisfacente, senza cadere in tentazione. Bilanciamento semplicissimo tra succo di melograno, sciroppo al rosmarino e soda, con un rametto profumato a fare da garnish: facilissimo e delizioso.

STRAWBERRY CRUSH – Segnatevelo sul calendario, per quando sarà la stagione giusta: il segreto è nelle fragole fresche, da pestare con menta e zucchero prima di unire il succo di lime e la ginger beer. Profumo da giardino estivo, un drink che berrete per pomeriggi interi. Perché potrete esagerare.

 

fonte: liquor.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

due × uno =