Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Rilancio, economia, sostenibilità: le tre parole d’ordine della ventesima edizione del Sirha Lyon, tra i principali appuntamenti mondiali incentrati sulla ristorazione, fondato da Marie Odile. Dal 23 al 27 settembre si affronteranno le conseguenze della crisi sanitaria e del suo impatto sul settore del Food Service.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

Il Sirha Lyon si è dimostrato flessibile e ha adattato la sua programmazione, arrivando a proporre momenti d’incontro per ispirare, condividere e rispondere alle aspettative dei professionisti di un settore martoriato, ma sempre in piena evoluzione. Gli appuntamenti chiave spazieranno in tutta la dimensione della ristorazione: in primis, lo sviluppo e il consolidamento di nuove tendenze. La crisi sanitaria ha accelerato la comparsa di trend destinati probabilmente a rimanere, come la crescita dei circuiti brevi e il consumo di
prodotti bio, il binomio consegna e asporto, l’ecoresponsabilità, tutti temi che verranno sviscerati nella tre giorni francese.

Il Sirha Lyon si conferma come maggiore appuntamento e opportunità di business per espositori e visitatori, puntando anche ad aiutare i professionisti a riformulare le loro offerte e adattarsi alle aspettative dei consumatori: si terranno sette masterclass tenute da chef sensibili al raccolto di prodotti locali e di stagione, nomi di grido come Morgane Raimbaud, Cyril Attrazic o Maxime Dubois, in coppia con i produttori; si creeranno tavole rotonde dedicate alle professioni di sala, per discutere dell’evoluzione del ristorante e affrontare il tema degli oltre centomila posti di lavoro da riallocare dopo la pandemia; e ancora panetteria, pasticceria, un focus specifico sul delivery.

Marie Odile – Fondatrice Sirha Lyon

Il filo conduttore sarà il coraggio, che insieme al cambiamento sarà uno dei principali driver dell’economia del futuro prossimo. Il Sirha Lyon si propone quindi di ispirare i professionisti e proporre esperienze stimolanti ai visitatori, valorizzando la creatività di entrambi. È il caso della Chefs Revolution(s), un’esposizione inedita proprio all’ingresso del salone, che ripercorre un secolo di emancipazione della cucina attraverso sette grandi pannelli e collezioni di pregio; o dei Sirha Innovation Awards, dodici premi che verranno omaggiati per segnalare le innovazioni presentate dagli espositori nelle categorie prodotti/bevande/ingredienti per la ristorazione, materiali/attrezzature/tecnologie e
servizi ed eco-responsabilità.

Spazio anche a competizioni creative come quella dedicata allo zucchero artistico, oppure il World Burger Contest per sensibilizzare i presenti sul difficile tema dello spreco alimentare, o ancora il tentativo di Guinness World Record con la Pizza ai 1000 formaggi, per valorizzare il patrimonio caseario francese. Iniziative ludiche e leggere, che possano comunque dare risalto alle pratiche sostenibili e virtuose che portano la cultura del “mangiare meglio” a radicarsi. E ovviamente, sperando di ripartire a pieno ritmo. 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Ice Cube - Made of Coolness - Ghiaccio alimentare

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

quindici − 10 =