Tag

Carpenè Malvolti

Browsing

La Carpenè-Malvolti celebra il 120° anniversario dell’istituzione della “Medaglia d’Oro Antonio Carpenè” con una suggestiva cerimonia nell’Aula Magna del CIRVE – Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Padova presso il Campus Viticolo ed Enologico di Conegliano – svoltasi questa mattina alla presenza delle Istituzioni e dei vincitori dei due riconoscimenti attribuiti dalla stessa Carpenè-Malvolti agli Studenti più virtuosi dell’Istituto Cerletti e della Fondazione ITS Academy: la stessa “Medaglia d’Oro Antonio Carpenè” e la “Borsa di Studio Internazionale Etilia Carpenè Larivera.

È stato il finlandese Ville Niemi, con “I, The Wine”, a vincere la seconda edizione del “Carpenè-Malvolti Script Contest” – il concorso promosso dalla storica Impresa di Conegliano, da sempre attenta ai nuovi linguaggi comunicativi ed alle dinamiche contemporanee- in occasione della XII edizione drl “Ca’ Foscari Short Film Festival 2022”.

Un Premio di Laurea rivolto agli Studenti dell’Ateneo di Parma per la migliore tesi incentrata sul tema “Le Imprese Centenarie come patrimonio culturale Italiano”. Si è svolta sabato 20 Novembre nell’Aula Magna dell’Università di Parma, alla presenza dei massimi rappresentanti delle Istituzioni universitarie e cittadine, la consegna del primo “Premio di Laurea Carpenè-Malvolti”, istituito dalla Unione Imprese Centenarie Italiane in collaborazione con l’Università di Parma.

Valorizzare e premiare gli Studenti più virtuosi della Scuola Enologica e della Fondazione ITS Academy, investendo sul futuro delle nuove generazioni e creando un simbolico ponte tra passato e futuro del Territorio e dell’Impresa. Sull’assunto di questo impegno etico la Carpenè Malvolti ha consegnato lo scorso sabato 19 Ottobre, presso la sede del CIRVE – UniPD di Conegliano, le “Medaglie d’Oro Antonio Carpenè” e la Borsa di Studio Internazionale “Etilia Carpenè Larivera”.

Si chiama “SABI Collection” ed è dedicata a Sandro Bidasio degli Imberti – in arte SABI – la limited edition della Carpenè Malvolti. Quattro Magnum di Prosecco Superiore, identificate ciascuna con un numero di serie, quattro etichette che rappresentano ciascuna un decennio del lungo sodalizio che ha unito il celebre grafico di Conegliano alla storica Cantina.

Se oggi tutto il mondo parla e beve Prosecco bisogna darne atto alla Carpenè Malvolti, la prima storica cantina che a Vinitaly ha festeggiato 150 anni. Al cospetto della storia del Prosecco, come raccontato dal Direttore Generale di Carpenè Malvolti Domenico Scimone, in uno dei momenti di festeggiamenti che caratterizzano questo anno importante. Ma non solo passato, perché Carpenè Malvolti guarda anche al futuro, con la collaborazione con la scuole di enologia di Conegliano.

L’edizione numero “50+1” della più importante manifestazione internazionale di settore è ormai alle porte. Sarà l’edizione che di fatto avvierà il count down verso le celebrazioni del 150° anniversario dalla fondazione dell’attività d’Impresa – che ricorre nell’ormai prossimo 2018 – ed altresì l’occasione per Carpenè Malvolti di accendere i riflettori sulle sue selezioni enologiche.

Si tinge di oro, argento e bronzo l’estate di Carpenè Malvolti. Una lunga serie di riconoscimenti nazionali e internazionali ha inaugurato la stagione per la storica Casa Spumantistica di Conegliano, dopo le importanti affermazioni al Berliner Wine Trophy, in cui il 1868 Extra Dry Prosecco Superiore DOCG si è aggiudicato la medaglia d’oro, e il Concours International de Bruxelles, in cui il 1868 Cartizze ha ottenuto un argento.