Pinterest LinkedIn

La bella stagione è finalmente sbocciata, è tempo di brindare con una dissetante birra di frumento! Dalle Weizen bavaresi alle Blanche in stile belga, il frumento dimostra di combinarsi perfettamente con il malto d’orzo, dando vita a specialità diverse tra loro eppure accomunate da una straordinaria freschezza. Interbrau ha messo assieme le migliori nel progetto “Viva il Grano”.

bottiglieAcqua, malto d’orzo, luppolo e lievito. Sono queste le quattro materie prime fondamentali di ogni birra, alle quali però spesso si aggiunge il frumento o grano. Il quale, miscelato sapientemente con l’orzo, diventa l’ingrediente imprescindibile per dare vita ad esempio alle Weizen tedesche o alle Blanche belghe.
Due stili diversi tra loro anche e soprattutto nel modo di utilizzare il frumento: maltato nelle birre bavaresi, rigorosamente non maltato in quelle di ispirazione belga.
Riferendoci alle prime e solo alla grande scuola bavarese, possiamo dire che esistono tantissime sottotipologie di Weizen o Weissbier, cioè “birra bianca”. Dalle chiare, filtrate o meno, alle più scure, alcoliche e corpose, le Weizen che fanno bella mostra nel catalogo di Interbrau sono tante e rappresentano più o meno tutte le declinazioni della categoria.
In primis con la grande famiglia Schneider Weisse, composta da ben sette referenze “perenni” alle quali si aggiungono le varie TAP X in edizione limitata. Ma anche altri birrifici bavaresi si sono imposti all’attenzione mondiale per la qualità delle loro Weissbier: nell’ordine – in rigoroso ordine alfabetico – Augustiner Bräu, Benediktiner e Wieninger.
Spostandoci invece verso nord entriamo nel territorio delle Blanche o Witbier (a seconda che preferiate la pronuncia francese o fiamminga). Quindi come dicevamo frumento non maltato, al quale si aggiungono spesso avena e spezie come il cordiandolo ed i curaçao. In questo caso Interbrau ha scelto una “trilogia” di diamanti: la pluripremiata Blanche de Namur, la St. Bernardus Wit e la trappista olandese La Trappe Witte.
A questo punto non rimane che scegliere: preferite gli aromi di frutta matura e chiodi di garofano delle Weizen o quelli speziati ed agrumati delle Blanche? Qualsiasi sia la risposta, il motto dell’estate sarà “Viva il Grano”!

www.interbrau.it/viva-il-grano

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

INFOFLASH/INTERBRAU

Interbrau è l’azienda italiana di riferimento per le specialità birraie di qualità. La società padovana è stata fondata nel primo dopoguerra da Luigi Vecchiato, successivamente affiancato dai figli Sandro e Michele che hanno sviluppato nel tempo l’azienda, portandola a coprire tutte le regioni d’Italia, con un ricco portafoglio di specialità birraie provenienti da tutto il mondo.. Distinte dal carattere e dall’unicità, le birre che Interbrau propone sono frutto di un’attenta attività di ricerca e selezione, animata da un lungo know-how e da una passione birraia responsabile, che vuole dare continuità alle più antiche e sapienti tradizioni artigianali dei mastri birrai. Le nobili degustazioni di queste birre offrono infatti ai sensi emozioni ataviche nella cui profondità si ritrovano i tratti originali del colore, della pienezza gustativa e della ricchezza olfattiva che il mastro birraio ha originariamente concepito, facendo rivivere intatta la bontà, la naturalità, la sicurezza e la lavorazione di un tempo. Sandro e Michele Vecchiato, che oggi dirigono l’azienda, sono coadiuvati da un team professionale di collaboratori, tutti orientati verso un’autentica “passione per la birra”.

+Info: www.interbrau.it – info@interbrau.it – comunicazioni@interbrau.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

3 × tre =