Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Distillati, Liquori | 434 letture

Whisky a prova di futuro: individuato il gene dell’orzo che resiste alla siccità

Gene Orzo Malto Produzione Orzo Whisky Individuato Scotch Siccità Resiste Whiskey Futuro

Resiste Orzo Individuato Gene Produzione Orzo Siccità Whisky Malto Futuro Scotch Whiskey

A cura di

© Riproduzione riservata

Bevitori di tutto il mondo, gioite! Se proprio dovesse andare male, con il cambiamento climatico ormai in atto, sappiate di poter contare su una certezza: il whisky sarà salvo. Un gruppo di ricercatori scozzesi ha infatti individuato il gene dell’orzo responsabile della resistenza alla siccità, così da permettere allo Scotch (e certo, anche all’industria dei cereali in generale) di reagire al surriscaldamento globale.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

CAMBIAMENTO CLIMATICO – L’orzo è uno dei tre ingredienti chiave (insieme ad acqua e lievito) dello Scotch whisky, oltre a essere uno dei cereali più presenti e consumati nella generale categoria del food. La ricerca darà il via a una serie di esperimenti, che comprenderanno il piantare capostipiti di piantagioni, per analizzare le varie caratteristiche di crescita del gene e individuare in quali specie esso si esprime meglio naturalmente. Lo studio condotto dalla Heriot-Watt University è durato cinque anni e ha dimostrato per la prima volta che il gene HvMBY1 controlla la tolleranza allo stress in cereali come l’orzo, e di conseguenza gioca un ruolo fondamentale nella sopravvivenza in tempi di siccità. L’orzo ha più di 39.000 geni, quasi il doppio del corredo umano, per cui individuarne uno è stata di fatto un’impresa. Peter Morris, il leader del team scientifico: “La siccità sta già avendo un grosso impatto sui raccolti, il 2018 è stato durissimo per l’Europa, con un’estate caldissima e prolungata che ha danneggiato buona parte del patrimonio”.

VARIAZIONE GENETICA – Con l’acuirsi del riscaldamento globale e l’aumento di intensità di stagioni estreme, è fondamentale impegnarsi per mantenere una continuità di approvvigionamento: “La variazione genetica è fondamentale per la resilienza e la resistenza delle varie specie vegetali. Speriamo quindi che questa ricerca si riveli un’arma per i coltivatori contro il clima estremo, e permetta di analizzare meglio le varietà di orzo più forti. In questo modo potrebbero crearsi varietà ibride ancora più resistenti”.

LAVORO DI SQUADRA – Lo Scotch whisky è una delle voci di punta dell’export della Gran Bretagna. L’orzo è uno dei suoi tre elementi fondamentali, e il 90% di esso viene raccolto in Scozia. La Heriot-Watt University è stata sostenuta economicamente dalla Scotch Whisky Association, che si occupa della promozione del prodotto sia entro che fuori dai confini nazionali. Dagmar Droogsma, direttore dell’associazione: “L’industria dello Scotch si basa su materie prime di gran qualità e sostenibilità, oggi come in futuro. La SWA lavora al fianco degli specialisti dell’università e in altri settori, per far sì che l’intera dimensione dello Scotch sia preparata a qualsiasi evenienza dovesse presentarsi in futuro a causa del cambiamento climatico”. La ricerca, pubblicata sul Journal of Plant Physiology and Biochemistry, avrà grosso impatto sul mondo dei cereali in generale, come grano, mais e riso.

 

fonte: beveragedaily.com

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Whiskey Siccità Individuato Orzo Whisky Futuro Scotch Produzione Orzo Gene Resiste Malto

ARTICOLI COLLEGATI:

Come e perché l’Europa è la mecca del rum

Come e perché l’Europa è la mecca del rum

03/09/2019 - Cuba, Haiti, Jamaica. Paradisi caraibici, e produttori principali di rum, che galleggiano sul ballatoio degli Stati Uniti, a poche ore di viaggio. Eppure nonostante la vi...

Pernod Ricard punta sui whiskey artigianali: dopo Rabbit Hole compra anche TX

Pernod Ricard punta sui whiskey artigianali: dopo Rabbit Hole compra anche TX

23/08/2019 - Il gruppo Pernod Ricard, attraverso la sua controllata Pernod Ricard USA, ha annunciato all'inizio di agosto l'acquisizione della distilleria Firestone & Robertson, p...

“Whisky for Breakfast” il primo format di video-educational sui mondi del Whisky

“Whisky for Breakfast” il primo format di video-educational sui mondi del Whisky

09/08/2019 - Il mondo del Whisky è tanto affascinante quanto le volte poco conosciuto. Se infatti questo nobile distillato gode di moltissimi appassionati, dall'altro lato molti aspet...

Compass Box The Circle: Sacha Mecocci è il vincitore Italiano, con un highball che lo porta a Londra

Compass Box The Circle: Sacha Mecocci è il vincitore Italiano, con un highball che lo porta a Londra

16/07/2019 - Quando l’evento è di questa portata, pure il meteo pare diventare complice. Sotto un cielo scozzese, che ha interrotto l’arsura opprimente delle ultime settimane, a Firen...

Diageo lancia Talisker 41yo: il carattere selvaggio di Skye incontra il calore della Spagna

Diageo lancia Talisker 41yo: il carattere selvaggio di Skye incontra il calore della Spagna

04/07/2019 - A partire da agosto, Talisker Single Malt Scotch Whisky svelerà la seconda edizione della serie Talisker Bodega, limitata a sole 2.000 bottiglie: un prezioso 41 anni 1978...

Jack Daniel’s presenta lo Special Pack Bbq

Jack Daniel’s presenta lo Special Pack Bbq

04/07/2019 - Per Jack Daniel’s l’amicizia è un valore unico e insostituibile: i momenti passati con le persone a cui più si vuol bene sono alla base della convivialità che è propria d...

Orzo e luppolo da birra: filiere virtuose, verso uno sviluppo sostenibile

Orzo e luppolo da birra: filiere virtuose, verso uno sviluppo sostenibile

26/06/2019 - L’Italia oggi importa dall’estero il 60% del suo fabbisogno di malto da orzo: una situazione che espone il comparto birrario nazionale a rischi di volatilità dei prezzi d...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

cinque × 4 =