Pinterest LinkedIn

Potrebbero sembrare regole d’altri tempi quelle che coinvolgono bon ton, galateo, buone maniere ed educazione a tavola.

Considerando che spesso era la nonna a insegnarci come disporre i bicchieri e le posate a tavola, quale il vino perfetto da servire, oggi avere ben chiare queste nozioni può sembrare anacronistico. In realtà, bon ton e galateo, soprattutto a tavola, sono ancora attuali e assegnando loro tinte un po’ rétro si è completamente fuoristrada.

Le buone maniere non passano mai di moda, a tavola così come nel rapporto con gli altri: un rapporto leale e civile con i nostri simili è indice di evoluzione e l’educazione e la gentilezza si misurano anche a tavola. Ritrovarsi per pasteggiare è un momento sociale, è tradizione, cultura e storia. Tenerlo a mente è importante, ma spesso non abbiamo un’idea precisa di quali siano i comportamenti corretti, per questo può rivelarsi fondamentale dedicare tempo ed energie all’apprendimento delle nozioni base.

Scegliere di partecipare al corso di estetica del cibo con Simonetta Agnello Hornby è un’idea eccellente per intraprendere un viaggio alla scoperta del cibo, della cucina e dello stare bene a tavola.

Dentro ogni piatto si celano misteri, incontri, scoperte e Simonetta Agnello-Hornby, scrittrice e cuoca, ci invita a tavola per un viaggio davvero sorprendente.

Quello dell’autrice del corso è un punto di vista inconsueto. Con passaggi precisi attraverso la memoria e il nostro modo di stare insieme, ci permette inoltre di scoprire chi siamo come persone e come società.

Strutturato in tre lezioni distinte, il corso stimola la mente e ci fa guardare alla cucina con uno sguardo nuovo.

La prima lezione ci riporta al passato con ‘la cucina della memoria’. Non sempre può essere così facile e immediato intuire che gusto e memoria vantano un legame forte e inossidabile, ma Simonetta Agnello-Hornby offre tutto l’aiuto necessario per far luce su questo risvolto, e lo fa non solo idealmente, facendoci viaggiare nel tempo. Tutto sembrerà più chiaro, scoprendo che certe ricette e alcuni sapori sono in grado di farci rivivere il passato.

Il secondo step del corso ci introduce ‘alle regole a tavola’. Le buone maniere a tavola non sono soltanto una questione di etichetta – ci spiega l’autrice -. È corretto infatti considerarle attraverso una prospettiva più ampia, che coinvolge tutta un’altra serie di aspetti. Le buone maniere a tavola sono espressione della  cultura e segno identitario di una società. Per questo è importante capirle e rispettarle e, quando serve, infrangerle – sostiene Simonetta Agnello-Hornby.

Passato e presente, ma soprattutto futuro. Il corso non lascia nulla d’intentato e il viaggio prosegue dritto verso il domani.  La terza lezione dedicata alla ‘cucina nel mondo del futuro’ consente di entrare in contatto con le tante realtà presenti nel mondo, osservare da vicino usi e costumi dei cittadini seduti a tavola alle diverse latitudini. Il viaggio ci accompagna alla scoperta di storie millenarie, ma soprattutto ci proietta verso quello che potrebbe succedere.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Castagner Grappa invecchiata in Barrique di Ciliegio - Solo Legno di Ciliegio per un gusto unico

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

4 × quattro =