Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Di passione e sofferenza, di tango e desaparecidos; di Maradona e Pelè, dell’Amazzonia e della Pampa, ma anche di samba, piantagioni e conquistatori. Terra da sogno, un continente dall’anima ricchissima e i capelli scompigliati, che scoprire varrebbe la pena di qualsiasi viaggio. Per sei mesi sarà per fortuna possibile farlo al 1930, lo speakeasy di Milano, che ha presentato la nuova drink list ispirata al Sud America.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

Quindici proposte che ricalcano i profumi delle domeniche in famiglia, i colori delle corse scalze dei ragazzini e i suoni delle avventure in foresta con machete alla mano. Il bar segreto, classificatosi 44esimo bar del mondo nel 2019, si è riaddobbato per la nuova drink list, sposando una linea green che permette agli ospiti di decollare per una sera verso i ritmi latini d’oltreoceano. Arbusti e parole in dialetto, con la strepitosa idea di un menu ecologico e fedele alle idee artistiche del team Farmily, capitanato da Flavio Angiolillo: i cocktail disponibili sono infatti marchiati a fuoco sulle foglie di piante artificiali recuperate per l’occasione. Un omaggio alla praticità del popolo sudamericano, al suo istinto selvaggio e al polmone naturale del mondo, la Foresta Amazzonica (oltre che un’ottima soluzione in ottica Covid-19).

Marco Russo e Benjamin Cavagna – 1930

Le note degustative dei drink sono specchio delle abitudini e dei gusti del Sud America, che parlano di rum aromatici, carezze di frutta e spezie d’impatto. Si parla di pomeriggi infiniti al churrasco, con le note di carne affumicata dell’Hecho Asadoa base whiskey e con distillato di pulled pork; oppure di fascino sexy in palafitte sulla spiaggia, assaggiando il Cacaocon due proposte di rum, frutto della passione e i toni caldi del cioccolato. Anche il lato food e i sandwich in menu sono un biglietto per i mari del sud, con tartare di gambero e spinacino liquido, o per le praterie dell’entroterra, con carne di cavallo e misticanza. Pronti a partire? Ricordatevi che serve la parola d’ordine… 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

16 + quattro =