Tag

Flavio Angiolillo

Browsing

Nel segno della dualità come ormai succede da qualche tempo, la nuova drink list del Mag Cafè è ormai un appuntamento fisso per gli habitué dei due locali e per gli appassionati di mixology. Baddy vs Goody, ancora una volta i ragazzi del Mag si sono superati con la nuova drink list che mette in scena una duplice personalità. Una lotta eterna tra il bene e il male, declinato ai giorni nostri in fatto di food&beverage tra healthy e unhealthy .

Estate tempo di partenze, in molti utilizzeranno anche il treno come mezzo di trasporto per le proprie vacanze. In tanti passeranno dal capoluogo lombardo, dove adiacente alla stazione c’è anche il Mercato Centrale Milano che può contare su un inedito cocktail bar sotto il segno della miscelazione d’eccellenza. La Bottega dei Cocktail di Flavio Angiolillo, gestita da Loris Melis, un altro tassello della grande famiglia del Gruppo Farmily composta da Carlo Dall’Asta, Marco Russo, Francesco Bonazzi, Benjamin Fabio Cavagna e Lorenzo Raimondi.

In questo momento drammatico, Farmily, il Gruppo  imprenditoriale milanese che, tra le proprie attività, annovera alcuni dei locali più in voga di  Milano (MAG Navigli, 1930 Cocktail Bar, Backdoor 43, Iter, MAG La Pusterla, Animo e La  Bottega dei Cocktail di Flavio Angiolillo) sostiene l’Ucraina, manifestando la propria  solidarietà con un cocktail esclusivo – solo per oggi – sarà servito presso il MAG Navigli, il  MAG La Pusterla, Iter e il rinomato speakeasy 1930 Cocktail Bar. L’intero ricavato delle  vendite sarà devoluto all’Unicef Charity for Ukraine Children. 

Mette la sesta la Florence Cocktail Week, si scaldano i motori nel capoluogo toscano per l’edizione n.6 della rassegna della ripresa. “Quest’anno la Cocktail Week è un segnale di ripresa per un settore che è stato duramente colpito- racconta l’ideatrice Paola Mencarelli– Il momento storico non è facile ma ce l’abbiamo messa tutta per regalare alla bar industry toscana ed italiana una sferzata di energia positiva”.

Per gli altri, come sempre. La vita di un oste gira intorno alla serenità e allo star bene altrui, da stimolare e celebrare in un caffè o in un bicchiere. La pandemia è arrivata a stravolgere le vite di tutti, speronando pericolosamente il settore dell’hospitality; chiusure e riprese faticose, nessuno indenne. Anche uno dei gruppi più forti di Milano ha rischiato grosso. Flavio Angiolillo e la sua famiglia Farmily, che oltre all’omonima produzione di bevande contempla i locali MAG, 1930 (44° miglior bar del mondo 2019 nella 50 World’s Best Bars), Iter e Backdoor43, era stato costretto a contemplare l’idea di licenziamenti e addii, alla luce degli incassi ridotti dal lockdown. Per salvaguardare dipendenti e clienti, invece, è venuta fuori la fame di imprenditorialità e di accoglienza: Flavio insieme ai soci storici ha appena aperto il MAG La Pusterla a Milano.

La cucina ricomincia dalla A di Academia si legge nel claim della scuola digitale realizzata dalla media company Chef in Camicia specializzata in food. In un periodo in cui l’online sta tirando forte, i ragazzi di Chef in Camicia hanno deciso di uscire allo scoperto e di lanciare Acadèmia, una piattaforma di e-learning con 96 video-lezioni dallo stile informale e coinvolgente, obbiettivo imparare e migliorarsi.

Il Calendario dell’avvento con i cocktail di Beverfood.com sforna una chicca dopo l’altra, con una proposta di drink che ci portano dritti in atmosfera natalizia, un regalo per tutti gli amanti della Mixology pensato da alcuni tra i più importanti Bartender a colpi di shaker e strainer.

Oh bej! Oh bej! A Milano i festeggiamenti del Natale si aprono idealmente il 7 dicembre, giorno in cui si festeggia Sant’Ambrogio. Tra la Prima della Scala e appuntamenti mondani, tanti saranno gli avventori nei bar di una città che sta diventando sempre più una tappa imperdibile per gli amanti dei cocktail.

Milano da bere, con questa espressione inflazionata che tutti ripetono ma in pochissimi capiscono. Milano che ha spaccato in due l’Italia, precorrendo tempi e mentalità, nel business come nella miscelazione, strappando lo scettro di capitale del beverage (e non solo). Milano storica, nei musei come nei bar, quelli che da locali di strada sono passati allo status di templi del cocktail, e che troppo spesso non vengono celebrati come si dovrebbe. Ci hanno pensato al MaG, a proposito di storia, con la nuova drink list che è un viaggio trai banconi sacri meneghini.

Niente ponti per noi quest’anno, siamo rimasti a Milano. Ne è valsa la pena, perché andando da Iter abbiamo viaggiato lo stesso. E come noi devono averla pensata anche in molti. E’ domenica, una Milano tranquilla, il metro di paragone è che troviamo parcheggio facilmente dovunque. Andiamo da Iter in via Fusetti in fondo ai Navigli, pieno di gente, un trend apparentemente in contrasto con le strade più vuote del solito.