Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Un altro passo verso un momento che potrebbe cambiare per sempre la vita di un bartender. Dai venticinque semifinalisti si è passati ai dieci che si giocheranno tutto: la Diageo World Class ora entra davvero nel vivo. 

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

Il tema di quest’anno (che in realtà si è esteso ormai dal 2019 fino a questi primi mesi del 2021, a causa del Coronavirus) è incentrato sulla sostenibilità e sul chilometro zero, argomenti che negli ultimi tempi hanno scalato le classifiche d’attenzione nel mondo dell’ospitalità. Diageo ha quindi chiesto ai partecipanti di formarsi e informarsi in particolare sulla problematica della salvaguardia delle api, elementi fondamentali per l’intero ecosistema e sempre più in pericolo. Da qui sono derivati i requisiti dei cocktail che i semifinalisti erano tenuti a creare, necessariamente composti con almeno una dose di miele e ingredienti raccolti o prodotti in un raggio circoscritto alla località di residenza di ciascun bartender.

Le selezioni sono proseguite per forza di cose online: su una piattaforma di streaming i concorrenti hanno creato in diretta le proprie proposte, per poi dedicarsi a una prova di storytelling che avesse al centro un particolare drink o evento. Giudici esterni della gara (quelli interni fanno parte del board di Diageo) sono stati Francesco Galdi, Beverage Manager del gruppo Buddha Bar in collegamento da Duabi, e Flavio Angiolillo, patròn del gruppo Farmily che tra gli altri conta anche il 1930 Secret Bar di Milano, 22esimo al mondo nell’ultima lista dei 50 Best Bars nel mondo.

La finalissima con i dieci bartender rimasti in gara (una sola donna, Haneul Lee) si terrà a Roma: modalità e date sono ancora da definirsi a seconda degli sviluppi sociopolitici dettati dall’emergenza COVID-19. Chiunque vincerà, in ogni caso, sarà il miglior bartender d’Italia e volerà a Madrid per la finale nazionale. 

I finalisti della Diageo World Class 2021

Haneul Lee – Hagakure Noh Samba – Bari
Vincenzo Pagliara – Laboratorio Folkloristico – Pomigliano d’Arco (NA)
Marco Dongi – Barrel – Milano
Riccardo Cerboneschi – Locale – Firenze
Luca Granero – Dash Kitchen – Torino
Matteo Ciampicali
Simone Molè – NEO – Cefalù
Alessandro Zampieri – Il Mercante – Venezia
Gabriele Tammaro – Octavius Bar at The Stage – Milano
Federico Ercolino

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Vuoi un caffè sostenibile? Scegli Fairtrade!

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

18 − diciotto =