0
Pinterest LinkedIn

Nel 2009 la crescita del mercato mondiale della birra si era arrestata, risentendo negativamente della crisi finanziaria ed economica generale. I volumi produttivi e di consumo si erano mantenuti sostanzialmente allo stesso livello dell’anno precedente. Per il 2010 i dati riportati dall’ultimo Barth Report indicano una leggera ripresa della produzione mondiale di birra che si è ora portata a 1.846 milioni di ettolitri, contro i 1.818 milioni del 2009, segnando quindi un leggero incremento intorno all’1.5%. I consumi medi pro-capite si mantengono intorno ai 27 litri/anno. Secondo l’ultimo rapporto Global Beer Trends della Canadean il mercato mondiale della birra crescerà fino al 2015 ad una tasso medio annuo intorno al 2,8%


Annuario Birritalia Birre Italia Beverfood

Consumi Birra Per Continente
In Asia il consumo di birra è cresciuto in maniera più accelerata rispetto agli altri continenti ed ora l’Asia ha già conquistato la leadership mondiale con ca. 630 milioni di hl prodotti, anche se il pro-capite resta ancora compresso a livello di 15 litri/anno. Si tenga conto che l’elemento frenante fondamentale dei consumi in questo continente deriva dalla numerosa popolazione a religione musulmana, poco orientata a consumare bevande alcoliche. L’Europa (nel suo complesso) ha ormai perso il primato storico nella produzione e consumi di birre , e dovrebbe aver accusato un calo del consumo anche nel corso del 2010, secondo le indicazioni dell’ultimo Barth Report. In termini produttivi il vecchio continente si è ora portato a 541 milioni di ettolitri con una perdita del 2,4% rispetto al 2009. Nel continente americano la realtà è bifacciale. Mercato maturo, in crisi di crescita, nella parte settentrionale e crescita, invece, nei paesi dell’America Latina, dove i consumi globali hanno ormai superato quelli dell’America del Nord.

I primi 10 paesi produttori di birra, pur rappresentando ca. un terzo della popolazione mondiale, assorbono i due terzi della produzione globale di birra. Al comando di questa classifica si riconferma la Cina con ben 448 milioni di hl di birra prodotta nel 2010 . La Cina, pur disponendo di un pro-capite di solo 33 litri annui, ha ormai superato, grazie all’enorme popolazione e ad un tasso di sviluppo più vivace, il primato storico del mercato statunitense. Al secondo posto nella classifica delle potenze mondiali della birra si colloca il mercato statunitense con 228 milioni di hl di produzione nel 2010. Fino agli inizi del nuovo secolo gli USA detenevano il primato produttivo tra i vari mercati nazionali, perso, poi, a favore della Cina in considerazione del più alto tasso di sviluppo del mercato asiatico. Al terzo posto si colloca il mercato brasiliano, con 114 milioni di ettolitri prodotti nel 2010. In Europa il primato della produzione e dei consumi appartiene alla Russia, che oggi, con 103 milioni di ettolitri di birra prodotti, rappresenta la quarta più grande potenza birraria nel mondo, superando la Germania che, con 96 milioni di hl prodotti nel 2010, si pone al quinto posto nella classifica mondiale.

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

13 + otto =