Pinterest LinkedIn

Una partnership consolidata da tre lustri quella delle bollicine franciacortine di Bellavista insieme al Teatro alla Scala. La prima volta il 2004, quindici anni dopo sono ancora insieme a festeggiare a suon di lirica e di brindisi la Prima della Scala. Il prossimo 7 dicembre 2019 alla Prima di Milano con la Tosca ci sarà il Brut Millesimato Bellavista come wine official del Teatro. Un nuovo vintage per ogni stagione teatrale, la stagione 2019-2020, fortemente incentrata sulla tradizione italiana, avrà nel Brut 2014 il suo vino d’onore attraverso uno speciale tributo alle origini del Teatro e ai simboli che ne rappresentano l’essenza.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

“Ogni anno è una gioia e una grande emozione prendere parte a questo progetto di alta cultura con un vino che rappresenta l’unione tra mondi diversi: quello vitivinicolo, quello teatrale, musicale e storico. Inserirsi in questo contesto significa sentirsi parte della storia e noi traiamo ispirazione dalla creatività e dal talento che rendono unico il Teatro alla Scala nel mondo. Una soddisfazione e un privilegio, ma anche uno stimolo che ci sprona ancora di più a dare sempre il meglio, perché la consapevolezza di essere il vino ufficiale di questo teatro è anche una responsabilità di fronte al mondo dell’enologia mondiale”, dichiara Francesca Moretti, CEO del gruppo vino TERRA MORETTI – “Come ogni rappresentazione che si svolge in Teatro, il millesimato è un vino sempre unico e sempre diverso e iI Brut 2014 rappresenta tutto il «saper fare» di Bellavista. C’è l’intensità dell’inverno, i profumi di fiori bianchi di una primavera fresca, e c’è tutto il sole e la morbidezza della luce estiva. Ci sono anni di lavoro e, insieme al piacere di fare ogni cosa al meglio, c’è il sentimento. Come alla Scala, dove più che essere «primi della classe» conta essere grandi interpreti e quindi dei fuoriclasse”. I vini della famiglia Moretti firmeranno anche il menù della cena gourmet della Prima firmata dallo chef Enrico Bartolini. Si inizierà con il brindisi, nei due intervalli, con ALMA GRANDE CUVÉE BRUT per proseguire con ALMA GRANDE CUVÉE NON DOSATO come aperitivo e finalmente scoprire il TEATRO ALLA SCALA BRUT 2014. Durante la cena saranno serviti anche PETRA TOSCANA ROSSO 2015 e il FRANCIACORTA NECTAR DEMI SEC in abbinamento al dolce.

Bellavista alla Scala 2014
Bellavista alla Scala 2014

Il Bellavista Franciacorta Teatro alla Scala Brut 2014, tutto è stato immaginato nel rispetto della tradizione con una fedeltà estrema all’identità del Teatro e al contempo con il desiderio di portare innovazione e di suggerire nuovi percorsi visivi. L’etichetta riprende i motivi dei decori tessili e viene rifinita nel suo bordo con lo stesso fregio che troviamo nello stemma del Teatro e in molte delle sue decorazioni. L’astuccio giustappone l’austerità della facciata dell’edificio, costruito nel 1788 dall’architetto Giuseppe Piermarini, alla vivacità del motivo decorativo del tessuto che ricopre le pareti e i soffitti dei palchi. Sull’etichetta troviamo quattro figure inserite negli affacci del Teatro: sono tratte dai bozzetti di due tra i più apprezzati direttori di scena della storia della Scala: Luigi Sapelli con le sue Maschere destinate all’Ernani di Giuseppe Verdi e Umberto Brunelleschi con una magnifica Tourandot creata per l’omonima opera di Giacomo Puccini. L’omaggio è pressoché completo e viene offerto come guida al piacere di un ascolto gioioso e consapevole. L’assemblaggio, composto dal 75% di chardonnay e dal 25% di pinot nero, affina sui lieviti per più di 4 anni. L’armonia dell’insieme conferisce a questo vino ampiezza, profondità, intensità ed eleganza.

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

10 − sette =