Mariapia De Nicola
| Categoria Notizie Birra | 945 letture

Birrificio Amarcord lancia la sua IGA che profuma di Romagna e Sangiovese

Birrificio Cooperativa Luppoli Italiani Podere Vecciano Browar Pinta Profuma Collaborazione Iga - Italian Grape Ale Romagna Sangiovese Birra Artigianale Amarcord

Birrificio Amarcord Iga - Italian Grape Ale Birra Artigianale Collaborazione Profuma Browar Pinta Podere Vecciano Romagna Sangiovese Cooperativa Luppoli Italiani

È pronta la IGA di Birra Amarcord, la nostra Romagna in un bicchiere. Birra Amarcord, Podere Vecciano e Cooperativa Luppoli Italiani sono le tre eccellenze della Romagna che hanno realizzato questa nuova birra in edizione limitata, che unisce l’arte birraria e la tradizione enologica.

La Amarcord IGA è una collaboration brew in edizione limitata in Italia, che potrete gustare in fusto nei nostri due locali (Riccione e Forlì) e distribuita invece in Polonia da Pinta.
È stata infatti pensata con il birrificio polacco Pinta, con il quale avevamo già fatto un’altra favolosa birra, la Baltyk Adriatico Porter, che univa Browar Pinta e Birra Amarcord: il Mar Baltico ed il Mare Adriatico.

 

 

Ma la Amarcord IGA non è una storia che si racconta a due, anzi, è la vera e grande unione tra tre differenti professionalità della Romagna: i luppoli di Cooperativa Luppoli Italiani di Ravenna, il vino di Podere Vecciano, ma soprattutto una consulenza incredibile del vignaiolo di Podere Vecciano Davide Bigucci che ha scelto per noi l’uva perfetta e il momento ideale per raccoglierla. Senza Davide non sarebbe mai stato possibile tutto ciò e ora vi spiegheremo perché.

Per questo progetto sono stati rispettati i tempi del vigneto, attese le condizioni climatiche ideali e l’adeguata maturazione dei grappoli. Il mosto d’uva è stato portato rapidamente in birrificio e aggiunto a freddo al mosto di birra, per poter mantenere le caratteristiche organolettiche e la fragranza di un prodotto agricolo così delicato.

 

Scarica gratis Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

 

“Ho selezionato la stessa uva che utilizziamo per fare il nostro Sangiovese Rosé Brut (bio)”, ha spiegato Davide Bigucci“Era l’uva migliore per questo progetto. La mia idea era quella di impiegare un vitigno autoctono, per una birra fortemente legata al nostro territorio, ma al tempo stesso volevo la sicurezza di un’uva che avrebbe potuto dare una certa fragranza e morbidezza. Un’uva dalla buona maturazione e buon equilibrio, con una determinata freschezza che si potesse esprimere e abbracciare pienamente nel mosto di birra”.

“Dopo la soffice pigiatura, il mosto è stato subito aggiunto a freddo al mosto di birra, per poter mantenere i profumi e la fragranza di un prodotto agricolo così delicato” aggiunge Andrea Pausler.

Mosto di birra e mosto di vino freschi, hanno subito una lenta metamorfosi ad opera dei lieviti. Una fermentazione ibrida con un ceppo enologico e successivamente con uno selezionato nel nostro birrificio, che ha dato origine alla Amarcord IGA, una birra per noi unica e sorprendente.

Inoltre, una selezione di luppoli coltivati direttamente dalla Cooperativa Luppoli Italiani di Ravenna, ha regalato aromi fini ed eleganti. È stata per noi una grande fortuna poter conoscere i ragazzi della Cooperativa Luppoli Italiani, che dal 2016 lavora ad un ambizioso progetto sul luppolo italiano di qualità, del quale secondo noi il territorio della Romagna si può fare grande vanto.

 

 

Chiediamo ora ad Andrea Pausler, il nostro mastro birraio, qual è secondo lui la grande particolarità di questa birra.

“Sicuramente il mosto di uva che arriva tale quale dal Podere Vecciano. È stato impiegato un mosto freschissimo raccolto il Venerdì e usato il Sabato, per sfruttarne tutti gli aromi. Inoltre, non è stata messa anidride solforosa, che a volte invece viene utilizzata per interrompere l’ammostamento. Per questo è stata un’operazione molto veloce e delicata!”

Andrea, com’è possibile pianificare una cotta del genere?

“Bisogna avere un’azienda viticola disponibile e che voglia collaborare come è stato per noi con Podere Vecciano, che ha fatto il ciclo completo in soli tre giorni: solo tre giorni prima della cotta il vino era ancora un chicco attaccato alla pianta!”

“Amarcord IGA è ancora una volta la manifestazione del nostro amore per la Romagna”, ci racconta Andrea Bagli“Rappresenta il legame con le nostre radici e le eccellenze del territorio, che siano tradizionali mestieri o i frutti di quel mestiere. C’è in questa produzione, oltre alla passione, anche la competenza, quella del nostro birraio Andrea Pausler e dell’enologo Davide Bigucci, che insieme a noi hanno scelto di celebrare la Romagna. Abbiamo deciso inoltre di avere dei compagni di viaggio che portassero poi questa produzione lontano. Ecco perché, per la seconda volta, abbiamo deciso di creare una collaborazione con il Birrificio polacco Pinta”.

In poche parole, Amarcord Italian Grape Ale è una dichiarazione d’amore per la Romagna. Una birra che celebra il legame con le nostre radici, le eccellenze e i mestieri tradizionali del territorio. È la nostra terra in un bicchiere.

 

 

Podere Vecciano

Podere Vecciano ama la natura, ama la sua terra, con cui ricerca una continua sintonia con l’adozione di tecniche di coltivazione biologica: seguire i cicli naturali dei vigneti, curare la qualità delle uve, vinificare con la massima attenzione. Davide Bigucci ha investito tutte le sue competenze per creare vini che raccontino l’anima, sprigionino tutto il sapore del territorio di questo luogo della Romagna, anche per i palati più esigenti. Per Podere Vecciano, la scelta di praticare un’agricoltura organica e sostenibile che non utilizza concimi, antiparassitari e diserbanti chimici, escludendo ogni tipo di forzatura, non solo rende i vini di migliore qualità, più sani e privi di residui chimici, ma fa parte di un’etica che vogliono condividere con i loro clienti e con chi li visita.

Browar Pinta

Il birrificio Pinta è un birrificio molto amato in Polonia e considerato uno dei pionieri della “renaissance brassicola artigianale” polacca. Con sede nella città di Zywiec, nel Sud-Est della Polonia, i fondatori sono Ziemowit Falat, Grzegorzem Zwierzyna e Marka Semle. La prima birra prodotta, risalente al 2010, fu una Grodziskie (storico stile polacco): a Pinta è riconosciuto il merito di aver realizzato la “prima” IPA polacca in stile americano.

Cooperativa Luppoli Italiani (Ravenna)

La Cooperativa Terremerse, attiva nel settore agroalimentare su tutto il territorio italiano, ha lanciato nel 2016 un progetto di coltivazione e trasformazione della coltura del luppolo, che ha visto nel corso del 2018 la messa a dimora di oltre 7 ettari di luppolo italiano. Non solo un progetto, ma una Cooperativa a tuttotondo, Cooperativa Luppoli Italiani di Ravenna.
Le caratteristiche del territorio dove viene prodotto il luppolo permettono di ottenere un luppolo di qualità; le principali tipologie di luppolo coltivate sono Cascade, Nugget e Centennial.

Per maggiori informazioni:

www.birraamarcord.it
Facebook: Birra Amarcord
Twitter: Birra Amarcord
Instagram: Birra Amarcord

+ COMMENTI (1)

Recoaro Bio: quando la purezza del bio incontra il lato ribelle del frizzante

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Amarcord Iga - Italian Grape Ale Cooperativa Luppoli Italiani Profuma Birra Artigianale Sangiovese Browar Pinta Birrificio Collaborazione Podere Vecciano Romagna

San Miguel Tour 2019 - 21 Luglio: Lido Leucasia - Porto Cesareo

ARTICOLI COLLEGATI:

Si inaugura a Forlì un nuovo locale targato Birra Amarcord

Si inaugura a Forlì un nuovo locale targato Birra Amarcord

20/11/2018 - Si inaugura a Forlì un nuovo locale targato Birra Amarcord. Nel cuore del centro storico della città, in via Torelli 3, nella cantina di un palazzo antico che già storica...

All’Amarcord Italian Gourmet Pub arrivano i Beer Cocktails firmati da Charles Flamminio

All’Amarcord Italian Gourmet Pub arrivano i Beer Cocktails firmati da Charles Flamminio

13/10/2018 - Come molti sapranno, ha aperto a Riccione nel 2016 il primo Gourmet Pub firmato Birra Amarcord: l'Amarcord Italian Gourmet Pub. È il nostro gioiellino, il primo luogo dov...

Birra Amarcord e il contest fotografico che racconta la Romagna su instagram

Birra Amarcord e il contest fotografico che racconta la Romagna su instagram

26/06/2018 - Tra i valori ai quali Birra Amarcord è legato, ci sono l'arte che è nel nostro DNA e la terra dalla quale proveniamo: la Romagna. Per celebrare questi due valori molto i...

Tutta la linea classica di Birra Amarcord in bottiglia da 33cl

Tutta la linea classica di Birra Amarcord in bottiglia da 33cl

20/03/2018 - Se 3 è considerato il numero perfetto, che dire del multiplo 33? Lo sarà 11 volte di più! Del resto la perfezione è quello a cui punta fin dalla sua nascita, nel 1997, Bi...

Pitti Taste: La birra protagonista del mondo della mixology grazie ad Amarcord

Pitti Taste: La birra protagonista del mondo della mixology grazie ad Amarcord

18/03/2018 - Non chiamateli più cocktail a base birra. Questa definizione contiene in se un giudizio morale, un abbassamento di rango o una specifica superflua. Quando la birra ha qua...

La novità nella linea Bad Brewer di Birra Amarcord spopola a Beer Attraction: Mr. White Blanche

La novità nella linea Bad Brewer di Birra Amarcord spopola a Beer Attraction: Mr. White Blanche

22/02/2018 - Birra Amarcord, presente a Beer Attraction di Rimini che ha da poco chiuso i battenti, ha proposto come sempre uno stand di grande fascino, con molte novità.   ...

Da Amarcord la nuova AMA Pilsner, nata per sedurre

Da Amarcord la nuova AMA Pilsner, nata per sedurre

19/06/2017 - La AMA Pilsner è la quarta specialità della linea AMA, il progetto birrario dal respiro internazionale firmato Birra Amarcord.     Riflessi dorati,...

Un Commento

  1. Diva

    Da amante di birre artigianali, conosco la birra Amarcord da tempo ormai e sono sempre rimasto soddisfatto dalla sua offerta. Sono molto curioso di provare questa nuova creazione! Credo che ci siano molti birrifici italiani degni di considerazione. L’ultima birra artigianale che ho provato è del birrificio Rocca dei Conti. Ho scelto di provarla tra una selezione di proposte su un sito che in realtà è un’enoteca online ma vende anche ottime birre artigianali; si chiama Enoteca d’Autore, se qualcuno fosse interessato a dare un’occhiata 😉

Rispondere a Diva Annullare la risposta

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

13 − sette =