Pinterest LinkedIn

Si è concluso con successo il BRAU Beviale 2006 dal 15 al 17 novembre nel Centro Esposizioni di Norimberga, con un bilancio finale di 1.436 espositori e 36.358 visitatori provenienti da tutti i paesi europei

I visitatori esperti provenienti da birrifici e maltifici (48 %) nonché da aziende produttrici di bevande analcoliche (oltre il 12 %), i produttori e gli imbottigliatori di bevande di altro tipo (5 %) ed i fornitori dell’industria delle bevande (17 %) sono rimasti pienamente soddisfatti della proposta merceologica (più del 97 %). Un visitatore su quattro ha raggiunto il salone dall’estero, soprattutto dall’Austria, dalla Svizzera, dal Belgio, dai Paesi Bassi, dalla Gran Bretagna, dalla Francia e dalla Danimarca, nonché dai mercati in crescita dell’Europa orientale e centro-orientale. Da anni gli specialisti cechi, polacchi, russi, sloveni, ucraini e ungheresi frequentano in modo particolarmente intenso il salone norimberghese per fare acquisti e procurarsi informazioni.

Gli espositori hanno raggiunto Norimberga da 45 nazioni. In testa a tutte la Germania con 867 aziende, seguita da Italia (74 espositori), Austria (61) e Gran Bretagna (56). Finalmente la Divisione macchine per l’industria alimentare e il confezionamento in seno al VDMA (Associazione tedesca dei costruttori di macchinari e impianti) segnala di nuovo una crescente disposizione a investire anche nella patria della BRAU Beviale. Una netta ripresa della domanda interna e uno scambio con l’estero che gira immutato a pieno regime hanno fatto registrare un aumento delle commesse di quasi il 14 % nei primi nove mesi del 2006. “Un’ottima disposizione agli investimenti (tornata finalmente anche in Germania) e temperature primaverili in occasione della festa d’autunno dell’industria delle bevande e dei rispettivi fornitori hanno fatto in modo che in fiera regnasse un clima fantastico “, commenta compiaciuto ROLAND KAST , responsabile di progetto per la BRAU Beviale presso la NürnbergMesse. “Grazie a una proposta completa di materie prime, tecnologie, logistica e idee per la commercializzazione, aD un’affluenza stabile di pubblico altamente qualificato e aD un’atmosfera unica, la BRAU Beviale ha confermato ancora una volta la propria eccellente fama di fiera dei beni d’investimento più importante di quest’anno per l’industria europea delle bevande.”

Durante la fiera soddisfazione sulla crescente disponibilità agli investimenti in Germania e sulle numerose visite di operatori giunti in parte da molto lontano anche alla KRONES AG . Volker Kronseder, presidente del consiglio direttivo: “Ancora una volta la BRAU Beviale ha reso pienamente onore all’espresso proposito di essere una borsa di contatti internazionale con un pubblico di alta qualità”.

Durante le tre giornate di fiera non ci sono state pause per i 50 collaboratori allo stand della SIDEL, in questo concordano Fabio Bertolini, Executive Sales Vice President, e Cristina Magri, Business Communication, della Sidel. “Siamo soddisfatti. In fondo molti dei nostri clienti (ad es. dalla Russia, dall’Europa centro-orientale, dalla Francia, dalla Germania e perfino dalla Cina e dal Brasile) si sono serviti della BRAU Beviale per pianificare i propri investimenti”.

Allo stand della Brauereimaschinenfabrik KASPAR SCHULZ si possono ancora ammirare: caldaie dagli splendidi riflessi ramati. La tecnologia delle bevande gioca sicuramente un ruolo importante alla BRAU Beviale. Il salone presenta tuttavia una proposta merceologica completa per la produzione e la commercializzazione delle bevande stesse: dalle materie prime e le tecnologie fino a idee originali per la pubblicizzazione dei prodotti e la promozione delle vendite nonché le rispettive soluzioni logistiche necessarie. Anche in questi comparti le opinioni sono unanimi: “Veniamo sempre volentieri a Norimberga, anche questa volta siamo assolutamente soddisfatti della nostra presenza in fiera e ci ha fatto particolare piacere ricevere un numero così grande di visite dalla Germania e dall’Europa dell’est”, sintetizza Horst Bussien, amministratore della RUDOLF WILD GmbH , il maggiore produttore mondiale di ingredienti naturali per l’industria alimentare e delle bevande.

“Non abbiamo mai avuto un afflusso di pubblico così forte come quest’anno”, commenta entusiasta Stephan Barth, socio gerente della JOH. BARTH & SOHN GMBH, l’azienda commerciale specializzata nella vendita del luppolo più importante a livello internazionale che a Norimberga gioca in casa. “Per noi la BRAU Beviale è un pilastro della commercializzazione”.

Oltre il 92 % degli espositori si è detto soddisfatto del successo generale della propria presenza al salone. Più del 96 % ha raggiunto i rispettivi gruppi target di maggiore importanza eD il 94 % è riuscito ad allacciare nuove relazioni d’affari. Non c’è quindi da meravigliarsi se, in seguito a detti contatti, ben oltre l’82 % degli intervistati si attende riscontri positivi post fiera.

Lodi per la “loro” BRAU Beviale anche da parte dei 36.358 visitatori: quasi un operatore su due è venuto a Norimberga per informarsi sulle novità e non è rimasto deluso. Infatti in oltre il 90 % degli stand sono stati presentati prodotti nuovi o perfezionati. A sua volta il 70 % dei visitatori si ripropone di utilizzare anche nella propria azienda le innovazioni viste a Norimberga.

La mostra speciale di quest’edizione della BRAU Beviale era dedicata alla logistica nel campo delle bevande. Nei 300 m² riservati al LOGISTIC SOLUTIONS CENTER gli espositori hanno proposto prodotti innovativi per ottimizzare la filiera logistica dal fornitore fino al punto vendita, il tutto sia nei propri stand sia nel corso di conferenze specialistiche e gruppi di discussione. Il 36 % dei visitatori ha sfruttato con intensità quest’offerta informandosi su tematiche come, ad esempio, le pianificazione dei tour, il management del parco macchine, la gestione di magazzino e la tracciabilità delle partite per mezzo dell’identificazione a radio frequenza.

La stella dell’EUROPEAN BEER STAR 2006 , nato dall’iniziativa comune dell’Associazione dei birrifici privati della Baviera (ente promotore del salone), della federazione centrale tedesca e di quella europea, ha “brillato” più vivida che mai. In concorso per il conferimento dell’ambito riconoscimento ben 440 birre da tutto il globo. Una voce non trascurabile in capitolo l’hanno avuta anche gli espositori e i visitatori della BRAU Beviale 2006 conoscitori e amanti della birra di razza dal sapore autentico. Il primo giorno di fiera essi hanno infatti assaggiato le birre candidate alla medaglia d’oro in degustazioni cieche eleggendo i loro “Consumers‘ Favourites”:

>oro alla Kitzmann Bräu KG di Erlangen (D) per la Kitzmann Weißbier,
>argento alla Hirschbrauerei Honer di Wurmlingen (D) per la Hirsch Dunkle Weiße,
>bronzo alla Boston Beer Co. di Boston (USA) per la Samuel Adams Black Lager.
La BRAU Beviale 2006: ancora una volta un mix perfetto di business efficiente e piacevole incontro di settore. La BRAU Beviale 2007 si terrà dal 14 al 16 novembre, naturalmente nel Centro Esposizioni di Norimberga.

 

Brau BivalleFonte: C.S. della fiera
+INFO:www.brau-beviale.de
Contatto per la stampa e i media: Petra Trommer, Ellen Rascher –

Tel. +49 (0) 9 11. 86 06-83 28 -Fax +49 (0) 9 11. 86 06-82 56

ellen.rascher@nuernbergmesse.de

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

venti − 3 =