0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Mancano poche ore all’inizio della fase finale della Campari Barman Competition. Come noto quest’anno la manifestazione ha un valore del tutto speciale, visto che celebrerà  tramite le ricette dei concorrenti il centenario della nascita del cocktail Negroni. Per questo per la prima volta l’atto finale della gara targata Campari avrà luogo lontano da Milano, approdando a Firenze, la città del Conte, a poche strade di distanza da dove è nato questo cocktail che potremmo definire una “Leggenda Italiana” prendendo in prestito  il titolo del libro più famoso in materia, ovvero quello di Luca Picchi. Per i pochi che non lo conoscessero, Luca oltre ad essere uno dei migliori bartender italiani è anche uno dei più autorevoli storici del bar del nostro paese. Il suo lavoro di ricerca sul cocktail Negroni (che lo ha portato a diverse pubblicazioni, tra cui quella sopracitata) ha permesso al mondo intero di saperne di più su l’uomo che diede il nome al cocktail rosso. A poche ore dall’inizio della fase finale del contest prevista il 14 e 15 gennaio, Picchi ci ha tenuto a far arrivare il suo in bocca al lupo a tutti i giovani in gara, abbiamo raccolto per voi le sue parole in esclusiva:

“Innanzi tutto ci tengo a dire che è un onore per la città di Firenze e per la comunità dei bartender fiorentini poter ospitare una finale così importante, occasione unica per far rivivere il binomio Campari- Negroni che da 100 anni a questa parte ci fa sentire orgogliosi. Il Negroni ne ha fatta tanta di strada durante questo secolo, ed è bello che simbolicamente torni a casa” ha raccontato Luca Picchi ai microfoni di Beverfood.

“Ci tengo ad augurare un forte in bocca al lupo ai ragazzi finalisti! Sembrano frasi di rito ma il mio pensiero è che -vinca il migliore– sia la frase più bella da dire in questi casi, perché rende giustizia a tutto il lavoro fatto da ognuno di loro per arrivare fino a qui”.

Un ultimo consiglio? “ Non sentire il peso della gara, la vita è fatta di sfide e già arrivare qui vuol dire saper far bene il proprio lavoro. Sono le loro mani e la loro fantasia ad averli portati fino alla finale, e nonostante la voglia di vincere sia tanta bisogna sapersi godere il momento senza essere spaventati o esagerati”.

il “Negroni Sparko” di Luca Picchi

Nessuno sa ancora come finirà la gara, immancabili i pronostici della vigilia tra i bookmakers di mixology,  il conto alla rovescia è iniziato. Firenze aspetta ancora una volta di diventare la capitale del Negroni,  i concorrenti, 9 barman in lizza per il podio, di giocarsi le proprie carte in questa magnifica finale della sesta edizione della Campari Barman Competition. E che vinca il migliore!

SEMIFINALISTI CAMPARI BARMAN COMPETITION 2018

campariacademy.it/camparibarmancompetition/2018/

Ph. Martino Dini

© Riproduzione riservata

Scheda e news: DAVIDE CAMPARI-MILANO S.p.A.