Federico Bellanca
| Categoria Notizie Distillati, Liquori | 1166 letture

Il cocktail che racconta Trump viene da Grosseto, tra Cina, Messico e Cannabis

Donaldo Trump Cocktail

Messico Viene Trump Sparkling American Bar Cannabis Donald Trump Florence Cocktail Week Grosseto Simone Alocci Cina Cocktail

© Riproduzione riservata

Se in una settimana all’interno della vostra regione venissero proposti praticamente 300 signature cocktail differenti, riuscireste a distinguervi con la vostra creazione?  Questi sono infatti i numeri dell’ultima Florece Cocktail Week, che tra i quattro drink proposti dai cocktail bar fiorentini (30 in tutto) ed i tre dei 59 bar delle provincie, ha creato abbastanza ricette da riempire un libro. Spiccare in questa folla pare difficile, quasi impossibile, eppure c’è una creazione che ha colpito la nostra immaginazione, e che vi vogliamo raccontare.

Prescindendo dal cocktail del vincitore Nicolò Pedreschi infatti, c’è un altro drink che merita di essere ricordato non tanto (o non solo) per la sua ricetta, ma soprattutto per la fantasia con cui è stato creato, e per il messaggio socio-politico (d’altronde siamo proprio in giorni d’elezioni) che si porta dietro. Si tratta di Single U.S.(E) il signature cocktail di Simone Alocci dello Sparkling American Bar di Porto Santo Stefano, finalista per la provincia di Grosseto.

Partendo dalla domanda “cosa passa per la testa di Donald Trump?” il bartender dell’argentario è riuscito ad andare anche oltre, riassumendo in pieno tutte le tematiche della politica estera ed interna del discusso leader statunitense.

In una Mug Made in China (paese con cui il buon Donald non riesce a far pace) raffigurante il volto iracondo di Trump ha unito Mezcal Messicano con l’americanissimo Rye Whiskye (al burro d’arachidi, per dargli quel tocco in più), un po’ di IPA dal Nevada e per finire un’essenza alla cannabis light per enfatizzare le politiche di proibizionismo di Trump a discapito dei suoi predecessori.

Ma il vero tocco in più lo da la Garnisch, un ananas essiccato che taglia in due il drink per simboleggiare il famoso muro con il Messico. Un cocktail fantasioso e di successo, anche se con un piccolo inconveniente come ci raconta Simone: “ quando nel mio locale alzo la testa dal bancone e vedo un’esercito di faccioni arrabiati che mi scrutano da tutti i tavolini, devo dire che quasi mi inquieto…Ma significa che ai clienti l’idea piace, e allora perché no! Sopporteremo un po’ di ciuffi arancioni pur di farli divertire!”

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Distillerie, Fabbrica della Birra, Tenute Collesi

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Sparkling American Bar Grosseto Cina Donald Trump Trump Viene Cannabis Florence Cocktail Week Cocktail Simone Alocci Messico

ARTICOLI COLLEGATI:

La nuova Lady Amarena Italia incanta Host con la Lupa

La nuova Lady Amarena Italia incanta Host con la Lupa

21/10/2019 - Appena due giorni fa era a Bologna, prima ha vinto il titolo di Lady Amarena Italia e poi ha difeso il tricolore alla finale mondiale arrivando terza al concorso internaz...

Drink salutisti a base vino? Negli USA hanno aperto la strada…

Drink salutisti a base vino? Negli USA hanno aperto la strada…

17/10/2019 - Il produttore di vino americano Vintage Wine Estates ha presentato una nuova bevanda innovativa al Food and Wine Classic di Aspen, il principale evento enogastronomico am...

Angelo Sparvoli: il trampolino di lancio del Savoy per il golden boy del bartending italiano

Angelo Sparvoli: il trampolino di lancio del Savoy per il golden boy del bartending italiano

16/10/2019 - Il ragazzo d’oro del bartending italiano ha un nome e un cognome. Angelo Sparvoli, classe ‘93, marchigiano di Camerino, da un paio di anni trapiantato a Londra niente men...

Mixology avanzata e prodotti locali: il binomio vincente di “Sketch” a Livorno

Mixology avanzata e prodotti locali: il binomio vincente di “Sketch” a Livorno

16/10/2019 - Mixology avanzata, prodotti del territorio, cocktail di alto livello... Si può spiegare essenzialmente così il gran successo ottenuto da "Sketch" in questi ultimi tre ann...

ShowRum Cocktail Week: vince il Julep, trionfa il rum e la miscelazione italiana guarda avanti

ShowRum Cocktail Week: vince il Julep, trionfa il rum e la miscelazione italiana guarda avanti

14/10/2019 - Daiquiri Da Queen: un autentico inno alle colonie caraibiche e a un classico intramontabile del rum in miscelazione. Il Julep Herbal & Vermouth Bar Hotel de la Ville ...

ShowRum 2019 al via: quanta passione in sette anni che hanno fatto scuola

ShowRum 2019 al via: quanta passione in sette anni che hanno fatto scuola

13/10/2019 - "Ti ricordi come eravamo piccoli sette anni fa?". La domanda è un sorriso che si allarga, un po' rivolta a se stessi, un po' ripensando a quanta poca presa (forse) avesse...

La forza delle donne: Marco Tavernese celebra Coqtail Milano

La forza delle donne: Marco Tavernese celebra Coqtail Milano

09/10/2019 - Fresco, equilibrato, con una punta di spezia che vuol dire carattere, e un tono rosa tenue che richiama grazia ed eleganza. Si chiama Voi Due, ed è il drink con cui Marco...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

sette + uno =