0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Un’ opportunità da cogliere. Il vestito che indossa la grappa oggi è attraente ed elegante, forte di tradizione secolare e duttilità moderna. I mercati indicano segnali di cambiamento nei consumi del mangiarbere, in Italia come nel mondo, ed è fondamentale tenere gli occhi puntati su come e cosa potrebbe cambiare nel mercato del food and beverage. La grappa si conferma protagonista importante, grazie a un player d’eccezione che ancora una volta si pone come paladino del movimento: Castagner, che ospiterà il Forum 2020 in Distilleria, il 31 gennaio. 

Una tavola rotonda volta all’analisi della situazione generale dell’universo grappa, con picchi di focus sulla grande distribuzione e sull’Horeca, per trarre spunti d’interesse che aiutino a realizzare un tracciato dei consumi, e di conseguenza approfondirli e sostenerli. Uditori e contributors, oltre ai relatori, saranno in gran parte membri di spicco dell’Horeca italiana e non: si ripropone il palinsesto classico del Forum, da anni punto di riferimento per informazione e divulgazione della grappa, con l’analisi del mercato e le possibilità di miglioramento. A seguire una serie di interventi, moderati dal giornalista Luca Pinzi e introdotti da Roberto Castagner, deus ex machina dell’azienda, pioniere “della generazione 0” come ama definirsi: un fuoriclasse della grappa che ha rivoluzionato il mondo della distilleria, puntando su lunghi invecchiamenti e sulla mixology.

Non solo mercato, ovviamente. Sarà interessante approfondire tematiche come la grappa nella ristorazione, e soprattutto quali potranno essere gli accorgimenti di comunicazione da adottare per poter rafforzare il brand grappa in assoluto. Inizialmente nato come occasione di formazione per il team di agenti Castagner, il Forum si è poi evoluto come momento fondamentale d’incontro tra produzione e distribuzione, specialmente alla luce della velocità frenetica a cui il mercato dei distillati e del bere si sta evolvendo attualmente.

Importanti i nomi che interverranno: oltre a Roberto Castagner stesso sul tema della grappa come distillato più venduto in Italia, Stefano Paolillo di I.R.I discuterà dei dati di mercato e di consumo, aprendo la strada ai successivi argomenti e relatori, di più varia natura. Tra gli altri, Riccardo Breveglieri, Responsabile Acquisi Conad, racconterà le strategie del futuro per grappa e superalcolici, mentre Sandro Lorenzet, Responsabile Commerciale di Acquavite SPA, discuterà della modernizzazione della grappa anche e soprattutto sugli scaffali. E ancora Bruno Berni, Managing Director CFI analizzerà il consumo del food&beverage in casa e fuori casa; Lucio Roncoroni, Direttore Gruppo Grossisti CDA parlerà invece dei cambiamenti affrontati dal mondo dell’Horeca. Ottavio Cagiano De Azevedo, Direttore Federvini, approfondirà l’indicazione geografica della grappa, e non poteva mancare un’immersione nel profilo sensoriale della grappa, curata dalla sommelier professionista FIS Sara Tosti. Tutto lo studio, la passione e lo scambio di idee che vivono dietro un prodotto senza tempo.

 

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

dodici + venti =