Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Sarebbe stato fedifrago, verso se stesso, se non si fosse sfidato, se non si fosse interrogato sui suoi veri gusti e su quelle contaminazioni alle quali ci ha sempre abituati nei suoi menu. Stiamo parlando di Marcello Trentini alias Magorabin che nella sua personale visione di cucina mostra tratteggi o accenti più marcati dall’acidità o dai sapori forti.

 

 

La sua è una mano calcificata dai contrasti insomma, esplicati in piatti creativi fatti di pungenze, riflessioni di intuizioni mentali che partono da rappresentazioni più tipiche e si trasformano in un gusto identitario, in uno stile. In piatti per cosi dire meno tipici, come può essere il Ramen, Trenitini, con una magia, lo fa diventare piemontese. O l’Albese non è carne cruda, ma una tartare “di Tonno”.
D’altra parte la sua cucina è sempre stata catalogata come coraggiosa, contemporanea, ambiziosa, in cerca di confronti o esempio per altri chef nazionali e non. Questa cessione di creatività si è nel tempo equilibrata, smorzata, privilegiando un equilibrio sempre al limine, con incursioni orientali o mescolanze di sapori tra terra e mare.

 

 

Eppure mancava qualcosa, non bastava CasaMago, il cocktail bar all’interno del ristorante stellato dal 2013, quella sua passione per la mixology doveva entrare nei piatti, affiancarli, doveva diventare un complemento, anzi no, un ingrediente, un’idea. Ecco, alla fine è nato un gin. Il gin del Mago, uno spirito assoluto o meglio dire uno spirito magico, prodotto a Casale Monferrato, in Piemonte.
L’energia proveniente da una espressività infuocata, l’attenzione si è spostata dunque all’idea di genesi  per realizzare una linea di prodotti che fossero il più possibile vicini alla sua confort zone in un definitivo matrimonio per i sensi, tra acidità, durezze e rotondità.
Per realizzare DelMago Drinks, Marcello Trentini  si è affidato al The Spiritual Machine, la giovane azienda piemontese che, su commissione, produce linee personalizzate di Gin, Vermouth, Bitter, Amari e New Spirit.

Gin del Mago, uno spirito assoluto

È gin, senza compromessi, cristallino e delicato; la spruzzata di cedro al naso promette di essere fresco, definitivo. D’ispirazione inglese, come detto è prodotto in Piemonte e il ginepro – ingrediente alla base del gin – viene distillato in corrente di vapore così da esaltare i tratti balsamici. L’aggiunta di ghiaccio scioglie quel mantello di agrumi lasciando alle spezie, al pomelo ed alla noce moscata di unirsi e trasportare il gusto verso una tessitura morbida al centro ma decisamente più incisiva in chiusura per un soffio più piccante e salato. Un giusto compromesso che si fa apprezzare in miscelazione ma anche tal quale con solo ghiaccio.

 

www.delmagodrinks.com
www.magorabin.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

2 × 5 =