Pinterest LinkedIn

Nel centro storico di Firenze, giovedì 13 e venerdì 14 giugno, si svolgerà la seconda edizione del festival dedicato alla cultura del caffè di qualità e del made in Italy. Si intitola “Pausa Caffè Festival”, ed è una due giorni a 360°, tra degustazioni, concerti, installazioni d’arte, reading, laboratori e gare baristi che dalla biblioteca delle Oblate (cuore della manifestazione, situata in via dell’Oriuolo 26) si dirama in maniera itinerante tra lo IED – Istituto Europeo di Design (via Bufalini 6 R), Le Murate (piazza Madonna della Neve) e l’Istituto Agronomico per l’Oltremare (via A.Cocchi n.4). Un festival dedicato a tutti, dagli appassionati ai professionisti, ai cultori dell’universo caffè, con la direzione artistica del campione italiano di caffetteria 2013 Francesco Sanapo e del coffee expert Andrej Godina.

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF
In collaborazione con Regione Toscana e Comune di Firenze, il programma si sviluppa in un cartellone fitto di eventi; al centro del programma, sia giovedì che venerdì, nel chiostro della biblioteca, dalle ore 15.30 alle ore 18.30, i Percorsi del gusto, un viaggio sensoriale gratuito tra oltre otto postazioni di assaggi di caffè specialty, monorigine, decaffeinati; ospiti speciali, venerdì, Benjamin Monje e Oscar Balmoris del Consejo Salvadoreño del Café. A queste si affiancheranno le gare baristi, quali le semifinali (giovedì alle ore 10 in caffetteria) e finali (venerdì alle ore 10) italiane del 6° Campionato Cup Tasters 2013 (assaggiatori di caffè), e della 2° edizione di Latte Challenge (decorazioni di cappuccini con latte art).
Molte le iniziative culturali di musica, arte, letteratura, cinema, seguendo la suggestione del caffè quale momento di approfondimento, come nei celebri caffè letterari di Parigi, luoghi d’incontro e formazione. Nel programma presentazioni di libri (giovedì 13 alle ore 21 anteprima nazionale del nuovo libro dei Wu Ming 1 ispirato al Kenya, con degustazione tematica); concerti, come la nuova produzione dei NEM – Nuovi Eventi Musicali, la Cantata del Caffè di Bach (giovedì alle ore 19 nella sala grande): cantata profana, nota anche come Kaffee-kantate, è stata composta tra il 1732 e il 1734 prendendo spunto da eventi mondani, quale la moda del caffè che nel Settecento si diffuse in Germania ed altrove. Con la direzione musicale del pianista Marco Gaggini, tra gli interpreti figurano il soprano Silvia Lombardi, il tenore Claudio Giovani, il basso Andrea D’Amelio. A Pausa Caffè protagonista anche il cinema legato al caffè in maniera suggestiva e innovativa, nell’evento speciale che chiude il festival, venerdì 14 alle ore 21 presso la terrazza della caffetteria, con la cinecena al caffè dal titolo Cinegustologia – Se il caffè fosse un film, con il critico cine-gastronomico Marco Lombardi.

gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS
gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS

Grande spazio all’arte, con l’esposizione di opere dedicate al caffè di 10 giovani emergenti del mondo dell’arte contemporanea, provenienti da tutto il mondo e selezionati dalla storica dell’arte Francesca Merz. La mostra, allestita negli spazi della biblioteca, dalla terrazza alla caffetteria, e visitabile gratuitamente dalle ore 9 alle ore 24, si intitola Re-think your coffee e sarà presentata giovedì alle ore 17, con una performance dell’artista boliviano Giovanni Manzoni Piazzalunga, che si esibirà live utilizzando come medium pittorico il caffè per creare una gigantesca opera d’arte. L’incontro sarà musicato dal musicista Alberto Tucci e dei dj dell’etichetta Elastica Records. La selezione d’arte declina il caffè nelle accezioni artistiche più disparate, dalla video art site specific dell’artista Gianni Ricci, alla pittura naive dell’artista brasiliana Dirce de Lourdes Romao; dalle fotografie di Giulia Tolleretti allo scultore e creativo Leonardo Bossio; dalle opere di Alessio Blanco alla fumettista Valentina Raddi. Insieme ad artisti giovani, i nomi di quelli più affermati, come i collage di Monica Fossi Giannozzi e il suo “Caffè Rinascimentale”; i volti di popoli lontani dell’artista rumena Mirum Almasan e le tazzine dipinte di Bety Avila.

Il programma è consultabile sul sito www.lospaziochesperavi.it e sui social di Pausa Caffè Festival.

+info: Sara Chiarello esse.chiarello@gmail.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

dieci − sette =