Pinterest LinkedIn

La statunitense “Wine Enthusiast“, tra le più autorevoli riviste internazionali del vino, dopo aver scelto il Trentino quale regione vitivinicola del 2020, ha indicato il Lambrusco come perfetto per una cena di Capodanno.

Al numero 21 della sua classifica 2020 c’è il Lambrusco di Sorbara – Paltrinieri 2019 Radice – che ottiene 95 punti. La notizia del 2021 è che ai primi posti della categoria c’è un’azienda vinicola di Cavezzo, Villa di Corlo che ha ottenuto infatti i seguenti punteggi:

  • 92 “Editors’ Choice” Villa di Corlo NV Metodo Classico Elettra Brut Rosé Lambrusco di Sorbara
  • 91 Villa di Corlo 2019 Primevo Lambrusco di Sorbara
  • 89 Villa di Corlo 2019 Corleto Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

Si tratta di una tendenza che riguarda un vino di cui si è parlato spesso per l’apporto quantitativo, mentre esprime un connotato di qualità riconoscibile e funzionale: al contrario di molti altri vini rossi, il Lambrusco si sposa perfettamente con un tagliere di salumi o di formaggi, cibo sempre molto esportato dal nostro Paese anche nel mondo anglosassone. Elettra Brut Rosé 2018 Lambrusco di Sorbara nel 2020 è stato premiato con il The Wine Hunter Award ROSSO e con 92 punti da Decanter. Ci sono questi e molti altri allori nella bacheca di Maria Antonietta Munari che guida l’azienda Villa di Corlo, come i 93 e 92 punti sulle guide internazionali James Suckling, Falstaff, Wine Enthusiast, Vinous, oltre al premio sulla Guida Berebene 2020 ottenuto dal CORLETO Grasparossa di Castelvetro DOC.

La residenza Villa di Corlo risale alla fine del 17° secolo. Si trova su un terreno di circa 100 ettari. La tenuta è di proprietà della famiglia Munari-Giacobazzi da oltre un secolo.

Munari ha nel corso degli anni aumentato gli investimenti tecnologici: per esempio l’impianto fotovoltaico da dieci anni consente di ottenere – da gennaio a dicembre – l’energia necessaria per garantire la tecnologia del freddo nella vinificazione che mantiene la dolcezza dei mosti e dunque consolida la qualità del lambrusco nel tempo.

Antonia Munari, proprietaria di Villa di Corlo

Naturalmente i vitigni sono di ottima qualità: per i lambruschi vengono lavorati su 18,5 ettari che si estendono tra Corlo di Formigine, nella fascia pedecollinare, un terroir sciolto, un metro di terra e sotto la ghiaia; e su 3 ettari a San Venanzio di Maranello, un terroir argilloso di medio impasto tendente al calcareo. Tra le punte di diamante – vendute in maniera importante anche all’estero grazie al referente commerciale Glauco Malagoli – compaiono Olimpia (Grasparossa di Castelvetro DOC biologico) ed Elettra (Spumante Brut Rosè Metodo Classico), dai nomi delle nipotine di Maria Antonietta.

Nei solai della antica dimora si produce inoltre il pregiato ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI MODENA DOP, quello nella caratteristica bottiglietta di Giugiaro.

Per il fatturato sviluppato in Italia è coinvolto lo sforzo distributivo di Rinaldi 1957, che vanta oltre a un ricco portafoglio di distillati e liquori, un importante portafoglio vini (pari al 45% del fatturato).

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

RINALDI 1957

Rinaldi oggi ha superato i 61 anni di storia e rappresenta una società di sviluppo di Brand e di distribuzione specializzata nel canale On Trade, a cui si affidano oltre novemila clienti che ricercano qualità e servizio d’eccellenza.

Giuseppe Tamburi, Marcello de Vito Piscicelli, Valerio Alzani, Gabriele Rondani sono alla guida della società che, oltre a un ricco portafoglio di distillati e liquori, vanta un ingente portafoglio vini pari al 40% del fatturato.

Tra gli spirits che meglio rappresentano Rinaldi 1957, non mancano autentici leader internazionali d’immagine, quali i rum Don Papa, Centenario; il Brandy spagnolo di lusso Cardenal Mendoza, Porto Taylor’s, Cognac Hine, Armagnac Janneau, Calvados Boulard, Whisky Teeling, Glenfarclas, Douglas Laing, Batida de coco Mangaroca.  Negli ultimi anni a fianco delle pluripremiate grappe Nannoni e Pilzer, si sono aggiunti il gin Ginepraio, Amaro Formidabile, il Vermouth OSCAR.697 che compongono il “Negroni Formidabile”, un intramontabile cocktail rivisitato da Rinaldi. Kamiki, Kura Kirin Fuji Sonroku, Vodka Imperial Gold (la più venduta in Russia nel segmento premium), Tequila Viviana e Los Tres Tonos, mezcal Tier.

Dal 1999 l’azienda Rinaldi commercializza direttamente un qualificatissimo assortimento di vini italiani e stranieri, di medio-alto profilo ma anche di grande bevibilità, capaci di rappresentare il loro territorio, tra cui lo Champagne Jacquart, gli Spumanti Franciacorta La Montina e il Prosecco Valdobbiadene e DOC “Serre di Pederiva” e un ricco portafoglio di prodotti italiani d’eccellenza, tra cui si possono trovare i vini dell’azienda H.Lun, la più antica cantina privata dell’Alto Adige, i vini del cuore del Chianti di Castello Vicchiomaggio, il Verdicchio di Matelica della cantina Belisario, o il Barolo Monvigliero della cantina di Pietro Rinaldi. Questi sono solo alcuni dei preziosi prodotti distribuiti in Italia da questa importante realtà e se ne possono trovare molti altri consultando la parte dedicata del sito web dell’azienda: Concilio, Branko, Valpantena, Gaggioli, Villa di Corlo, Celli, Le Lupinaie, Poggio Rubino, Casa di Terra, Contesa, Marianna, Poderi Parpinello e le birre artigianali Apec.

L’azienda è presente su Facebook e Instagram dal 2017 proprio come “Rinaldi 1957”, nome che è stato poi è andato sempre più a identificare la nuova realtà societaria.

+Info: www.rinaldi1957.it
www.facebook.com/Rinaldi1957
www.instagram.com/Rinaldi_1957

Scheda e news: Rinaldi 1957 S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

7 + diciannove =