Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Se vi dicessi che ci sono parole che si pronunciano uguali in ogni paese del mondo a cosa pensereste? A parole moderne, magari in Inglese, che nel XXI Secolo non vengono più declinate in nessuna lingua locale. Forse pensereste a quelle legate al mondo dei Social (partendo proprio da quest’ultima) che sicuramente non si traducono mai. Influencer, istagrammer, youtuber…Così sono e così restano!

Eppure la parola più intraducibile del mondo, per quanto strano possa sembrare, non è in Inglese, ma in Italiano. In qualsiasi paese infatti Pizza si dice Pizza, ed il nome originale del piatto più amato sul pianeta è sempre lo stesso ad ogni latitudine.

Lo sa bene Michele Tamasco, in arte e sui social meglio conosciuto come Mad Mike, pizzaiolo di mestiere, che la passione ha portato davanti al forno della prima vera Pizzeria Napoletata di tutta l’Islanda.

Scarica gratis l'Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

Il giovane chef dell’arte bianca ha avuto l’arduo compito durante l’ultimo anno di tenere alta la bandiera della cucina Italiana alle porte del Polo Nord, andando in competizione con le catene di Fast Food Made in USA che proponevano una pizza decisamente diversa da quella del nostro paese.

Una guerra? Forse no! Per andare incontro alle abitudini degli Islandesi, Michele ha scelto la diplomazia. Vista l’alta richiesta locale di pizza con l’Ananas, ordinazione che avrebbe fatto impallidire o tremare di rabbia molti dei suoi colleghi, il giovane pizzaiolo invece di rifiutare si è adoperato per reinventare in chiave gourmet la stessa ricetta.

Scarica gratis l'Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

Questa sua piccola rivoluzione lo ha messo sotto i riflettori della stampa internazionale su, e in breve tempo il suo stile è stato raccontato in interviste (queste si!) in molte lingue diverse.

Visto che la sua visione veniva spesso travisata, e non compresa propio in patria il giovane pizzaiolo ha deciso di realizzare in esclusiva per Beverfood.com un video in cui dare finalmente la ricetta della sua creazione. Eccolo qui:

Una curiosità: Nel video Michele beve spesso Birra Morena, gliene abbiamo chiesto il motivo:

“ Ho scoperto le birre Artigianali di Morena durante il mio ultimo viaggio in Italia, e mi hanno conquistato sia per il gusto, sia per la visione che il birrificio propone, ovvero di ricreare degli stili anche esteri (come nella IPA) mantenendo la qualità Italiana e il nostro savoir-faire. Visto che condividiamo la stessa mentalità, ho deciso di portarmene una piccola scorta fino a qui e di gustarmele quando cerco ispirazione”

© Riproduzione riservata

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

6 Commenti

  1. Non gli credete e un bugiardo e attacca brighe e stato licenziato dalla flatey in Reykjavík
    dopo che mi a fatto licenziare a me con un complotto e un falso lui non e un pizzaiolo sono solo foto io sono quello alle spalle

    • Micele Tamasco Reply

      Ciao Giuseppe, quanto tempo. Purtroppo l’invidia è davvero una brutta bestia, ma non credo che affossare una persona come me che ha lavorato sodo ed onestamente e si è fatto amici in ogni posto possa portarti a migliorare, nel lavoro e nella vita in generale. In ogni settore nel quale ho svolto il mio lavoro (qualunque esso fosse) ho sempre aspirato a migliorare, a confrontarmi e ad imparare dalle persone con le quali lavoravo, da te purtroppo non ho potuto imparare granchè, data la tua scarsa ed ottusa visione per ciò che riguarda il mondo della panificazione con le sue nuove tecniche. Ho imparato dai migliori maestri napoletani e ho condiviso con loro parte del mio percorso e ancora oggi ci sentiamo quotidianamente. Da te, a mie spese, ho imparato il significato di slealtà e come costruire grandi piani machiavellici per sminuire le persone che ti stanno accanto, ma non metterò mai a frutto questi insegnamenti. Non ho nient’altro da aggiungere, se non buona ricerca per il tuo prossimo nuovo lavoro, io il mio posto l’ho già trovato.

      • Allora se guardi bene la tua pizza non a cornicione la pa sta delle pizze quando ero li io a lavorare alla flatey ai imparato cosa significa fare la pasta a mastello fatta e mangiata dopo 56 ore di lievitazione in 2 tempi sei totalmente falso e lo diro sempre quello che ti serve e ascoltare piu la gente che e piu grande di te perche a piu esperienza tu di esperienza non ne ai soltanto facendo un corso di pizza di un mese CAMBIA MESTIERE -_-

        • Te dovresti tornare a scuola fra, guarda come scrivi, non si capisce niente! E comunque non sapevo che di secondo nome facessi Alessanndro!

    • alessandro Reply

      conosco michele da poco tempo ! per quale motivo lo chiamano il pazzo ?
      parlami di lui e delle sue pizze speciali !! grazie

    • alessanndro Reply

      raccontami di come lavora michele ! sono curioso xke lo conoscevo , ma non credevo che potesse andare cosi’ lontano !
      per quale motivo ?scappava da qualcuno forse ?
      alessandro

Scrivi un commento

3 + quindici =