Pinterest LinkedIn

Secondo i dati Nielsen dal 22 al 28 giugno le vendite della distribuzione moderna (iper + super + superette + discount) sono calate del 2,55%. Tuttavia, il mese riesce a chiudere ancora in positivo (+0,29%) e il primo semestre pure (+3,14%), ma luglio si prospetta difficile

Il dato relativo al periodo 22-28 giugno conferma l’inversione di trend emersa nelle due settimane precedenti. Dopo la grande corsa ai supermercati verificatisi durante il lockdown e nel mese di maggio, la cosiddetta fase 2, con il progressivo ritorno alla normalità i consumatori frequentano sempre meno i punti vendita della distribuzione moderna.

 

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Nei sette giorni in esame il calo delle vendite è stato nell’ordine del 2,55%, il più ampio da quando gli italiani possono muoversi liberamente su tutto il territorio nazionale. Il mese di giugno si è chiuso con un piccolo progresso (+0,29%), dovuto esclusivamente al buon andamento delle prime settimane. Senza dubbio, però, luglio andrà incontro a non poche difficoltà. Il calo degli acquisti è un fenomeno che riguarda tutto lo stivale.

L’unico dato che resta ampiamente positivo è quello dall’inizio dell’anno: dopo i primi sei mesi il progresso rispetto al 2019 è del 3,14%. Ma solo grazie alle ottime performance del tre mesi marzo-aprile-maggio.

+info: www.nielsen.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

3 × cinque =