Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Appuntamento da segnare sul calendario. Ponti permettendo. Dal quartier generale dell’Associazione Italiana Sommelier, sembra che la data del 29 ottobre 2016 per la presentazione della Guida Vitae 2017 al TheMall nel cuore di Milano, sia stata scelta per favorire l’arrivo dei sommelier da tutto lo stivale, gli stessi che hanno curato buona parte delle degustazioni.

INVITO_Presentazione_Guida_Vitae_2017

Terza edizione della Guida Vitae, una fotografia istantanea dello stato (di salute) del vino italiano. Sintesi accurata della migliore produzione vinicola italiana, frutto del lavoro complessivo di circa mille degustatori suddivisi in 22 commissioni regionali. Confermata la location a Milano, nella zona di Porta Nuova. Diamond Tower, con l’area eventi TheMall, che già lo scorso anno aveva ospitato le degustazioni. “Dedichiamo questa edizione a Jean Valenti – dichiara Antonello Maiettail nostro Socio fondatore recentemente scomparso, tessera numero 1, che sarebbe stato orgoglioso dell’ennesima testimonianza dell’Associazione da lui creata nel lontano 7 luglio 1965″. Alle ore 11 del 29 ottobre in programma la conferenza stampa, dove il Presidente Nazionale AIS Maietta, insieme ai vertici istituzionali dell’Associazione, premieranno i 22 produttori che hanno meritato l’ambito Tastevin AIS, premio attribuito a chi si è particolarmente distinto nella propria regione di appartenenza.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

I TASTEVIN AIS AI VINI SIMBOLO DI OGNI REGIONE

Sono 22 i vini che il 29 ottobre riceveranno a Milano l’ambito Tastevin AIS come etichetta più rappresentativa del proprio territorio. Dalla Valle d’Aosta all’Alto Adige, fino a Sicilia e Sardegna, sono 22 i vini che, tra quelli con la valutazione d’eccellenza delle 4 Viti, hanno rivelato un pregio esclusivo. Vini che hanno contribuito a far riscoprire vitigni dimenticati, che hanno rappresentato una svolta innovativa, o che hanno saputo guadagnarsi un ruolo di riferimento per il proprio territorio di origine. Un riconoscimento attribuito indipendentemente dalle dimensioni dell’azienda o dalla referenza consolidata del produttore. Novità di questa edizione è la valutazione intermedia fra le tre e le quattro Viti, che si è resa necessaria con l’innalzamento del punteggio per raggiungere la soglia massima. Il livello qualitativo dei vini italiani continua a crescere e le sfumature che fanno la differenza diventano sempre più sottili. Il giudizio delle tre Viti e mezzo può quindi ben rappresentare i vini che si collocano a un passo dall’eccellenza.

CUPIDO E SALVADANAIO

Questa edizione della Guida, ancora più fruibile e dinamica, si arricchisce di due nuovi simboli: la Freccia di Cupido e il Salvadanaio. Il primo indica quei vini che hanno creato amore al primo sorso, indipendentemente dalla fascia di valutazione, mentre il secondo rappresenta, oltre all’imprescindibile qualità, un valore aggiunto rapportato non solo al prezzo, ma anche alla capacità di espressione del territorio di provenienza.” Alle ore 15 apertura al pubblico della grande sala da degustazione all’interno del The Mall, con la consegna degli attestati ai produttori i cui vini si sono guadagnati le quattro Viti, massimo punteggio di valutazione in guida. In arrivo anche la nuova edizione della Guida Vitae in versione digitale, che apre nuovi scenari interessanti grazie alla versatilità di questo strumento. Gli utenti della App di Vitae 2017, oltre a tutti i vini, i produttori e le informazioni riportate nella pubblicazione, potranno consultare anche le recensioni sulle aziende che per limiti di spazio non hanno trovato posto nella versione cartacea. Sono previsti inoltre aggiornamenti continui durante i 12 mesi successivi.

Contatti email Aziende Beverage And Food Distribuzione Ingrosso Alimentari Banchedati CSV Excel

TASTEVIN VITAE 2017

  • Valle d’Aosta: VALLE D’AOSTA VUILLERMIN 2014 – Feudo di San Maurizio
  • Piemonte: BOCA 2011 – Le Piane
  • Lombardia: FRANCIACORTA EXTRA BRUT CUVÉE LUCREZIA ETICHETTA NERA 2006 – Castello Bonomi
  • Veneto: VALDADIGE TERRADEIFORTI CASETTA FOJA TONDA 2012 – Albino Armani
  • Trentino: GRANATO 2013 – Foradori
  • Alto Adige: ALTO ADIGE BIANCO APPIUS 2011 – Cantina San Michele Appiano
  • Friuli Venezia Giulia: TAL LÙC SPECIAL CUVÉE – Lis Neris
  • Liguria: RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO LE RUSSEGHINE 2015 – Bruna
  • Emilia: COLLI BOLOGNESI CABERNET SAUVIGNON BONZARONE 2013 – Tenuta Bonzara
  • Romagna: ROMAGNA SANGIOVESE VIGNA DEL GENERALE RISERVA 2013 – Fattoria Nicolucci
  • Toscana: CHIANTI CLASSICO IL POGGIO RISERVA 2011 – Castello Monsanto
  • Umbria: TORGIANO ROSSO RUBESCO VIGNA MONTICCHIO RISERVA 2011 – Lungarotti
  • Marche: PELAGO 2012 – Umani Ronchi
  • Lazio: BRECCETO 2015 – Trappolini
  • Abruzzo: MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COLLINE TERAMANE NEROMORO RISERVA 2012 – Nicodemi
  • Molise: TINTILIA DEL MOLISE 2013 – Terresacre
  • Campania: COSTA D’AMALFI FURORE BIANCO FIORDUVA 2015 – Marisa Cuomo
  • Puglia: GRATICCIAIA 2012 – Vallone
  • Basilicata: AGLIANICO DEL VULTURE DON ANSELMO 2012 – Paternoster
  • Calabria: PETELIA 2015 – Ceraudo
  • Sicilia: MARSALA SUPERIORE SEMISECCO AMBRA DONNA FRANCA RISERVA – Florio
  • Sardegna: ANTONIO ARGIOLAS 100 2012 – Argiolas

© Riproduzione riservata

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

12 − sette =