Pinterest LinkedIn

Simbolo per eccellenza del made in Italy nel mondo, la pizza viene celebrata oggi martedì 17 gennaio con il World Pizza Day. Non un giorno a caso, ma si tratta della ricorrenza di Sant’Antonio Abate, santo patrono dei fornai e dei pizzaioli. Tante le iniziative in tutte le latitudini del globo, per un business globale come quello della pizza che vale 15 miliardi l’anno, con gli italiani che ne consumano quasi 8 chili a testa ogni anno. Un cibo simbolo dell’italianità del mondo ma anche best seller tra i prodotti di delivery, come testimoniano i dati di Deliveroo. Dal 2015 ad oggi sulla App, è stato ordinato un n. di pizze che, se messe una di fianco all’altra, arrivano a coprire una distanza di più di 3.000 km: un viaggio ideale che da Napoli arriva fino a Bruxelles, passando per Parigi e Londra. La Margherita in cima alle preferenze, davanti alla Diavola e alla Bufala. Per il World Pizza Day 2023 ecco cinque proposte da altrettanti locali tra Milano, Roma e Napoli.

 

Giolina

Giolina, seconda di una famiglia di locali che negli ultimi anni hanno cambiato il volto della pizzeria a Milano, nota per le sue pizze dal cornicione croccante e soffice e per le sue materie prime di nicchia, festeggia la Giornata Mondiale della Pizza con una rivisitazione della pizza al padellino. Questa declinazione speciale è fatta con crema di datterini rossi arrostiti, stracciatella pugliese, pomodorini ciliegino rossi semidry, parmigiano reggiano 30 mesi, basilico fresco e olio Monocultivar Coratina.

 

Extremis

Una pizzeria “non convenzionale” quella di Extremis che mette insieme unicità, ricerca e divertimento. Ed ecco che alcune ricette vengono estremizzate. Il Raviolo al Vapore Cinese, ad esempio, è al massimo della sua destrutturazione, il tutto, concentrato in un’Extremis dalle sfumature orientali e dal sapore impattante. Come un raviolo al vapore: fior di latte artigianale di Gragnano, collo di maiale laziale, stufato, zenzero, dressing all’aceto nero cinese e sesamo, porro croccante, funghi shitake infornati e chips di pasta fillo.

 

Vurria

Da Vurria nelle pizzerie che utilizzano l’impasto a base di Aloe, tra le proposte per il World Pizza Day troviamo la Bolognese farcita con fior di latte, burratina, mortadella al pistacchio e granella di pistacchio. Rigorosamente da gustare in abbinamento con un calice di rosso Ottouve Gragnano della Penisola Sorrentina, considerato il “vino da pizza” per eccellenza.

 

Pizzeria Salvo

Le due pizzerie dei fratelli Salvo, a San Giorgio Cremano e Napoli, celebrano il World Pizza Day con una delle loro ultime creazioni: L’Alchimista. Fior di latte, baccalà arrosto, mela annurca fermentata, puntarelle e anice stellato sono gli ingredienti di questa innovativa proposta che rispetta completamente la loro filosofia di andare oltre la tradizione, attraverso tecnica ed equilibrio.

 

Pizzeria Mosso

La pizza mosso d’inverno è vegana, con crema di zucca mantovana cotta al forno, hummus di ceci, funghi spadellati, pomodori gialli semi-dry, nocciole tostate e olio EVO.  In carta nel locale di Milano sempre presente una pizza mosso vegana e stagionale, una pizza che si ispira ai colori e sapori delle stagioni, creata con i prodotti dell’Alveare di via Padova, che è appunto l’Alveare di mosso. Una pizza che cambia ogni tre mesi, ideata per la promozione della filiera corta, frutto dell’incontro con i piccoli produttori locali.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Scrivi un commento

sei + tredici =