Pinterest LinkedIn

È stata presentata a BEER ATTRACTION stamattina la “Guida all’Export per la birra italiana”, strumento lanciato da AssoBirra pensato per i produttori di birra che intendono allargare il proprio mercato all’estero. Il convegno, organizzato da “Il Mondo della Birra”, in collaborazione con Rimini Fiera, ha costituito un’importante occasione di confronto tra le principali associazioni del settore, da Assobirra ad Unionbirrai, fino a Italgrob.

Banner

“Siamo molto soddisfatti del successo che ha riscosso la prima edizione della nostra “Guida all’Export”, ha dichiarato il direttore di AssoBirra Filippo Terzaghi (nella foto in occhiello), “tanto che nei prossimi mesi – presumibilmente ad aprile – dovremmo lanciare la nuova edizione alla quale stiamo lavorando e che vedrà il coinvolgimento di altri nuovi partner. Questa semplice ma utilissima guida rappresenta un modo concreto per ribadire il supporto di AssoBirra ai produttori, che sono costretti ormai da 10 anni a confrontarsi con un mercato interno sostanzialmente piatto e che quindi vedono proprio nelle esportazioni una importante occasione di business”.“Guardare all’estero è importante per i microbirrifici”, ha sottolineato il direttore di Unionbirrai Simone Monetti, “e lo stato si deve rendere conto che è importante semplificare le regole per favorire l’export”.

Home-Brewing

“HOME BREWING CONTEST”: È di Cristiano Parasecoli, di Monzano in provincia di Ancona, la migliore birra ‘home made’ 2016. La premiazione del primo “Home Brewing Contest” organizzato da Rimini Fiera, in collaborazione con Unionbirrai e Simatec come partner tecnico, si è tenuta ieri pomeriggio nel corso di BEER ATTRACTION. Parasecoli si aggiudica così un vero e proprio impianto per la produzione, di grande valore, messo in palio dall’azienda piemontese, impianto che è già stato presentato e ‘testato’ nel corso della scorsa edizione della manifestazione.

 

birranoglutine

BIRRE ARTIGIANALI ITALIANE A BASSO CONTENUTO DI GLUTINE: Gusto si, ma con un occhio di riguardo anche per chi è intollerante al glutine. Ieri a BEER ATTRACTION la Onlus NONSOLOGLUTINE ha incoronato la migliore birra artigianale italiana a basso contenuto di glutine durante la 2° edizione dell’Italian Low Gluten Beer Award patrocinata da UNIONBIRRAI. Il primo premio va alla GASSA D’AMANTE (nella foto) del Birrificio del Forte, seguita da RIVERSIDE di AMMER e, dalle terze ex aequo AMERICAN MAGUT di Lambrate, WAVE RUNNER di Hammer e BLONDE di Birrificio dell’Aspide. Oltre all’attestato i vincitori si aggiudicano un LADYBUG BEER, il nuovo sistema ideato dalla Onlus per identificare il livello di glutine contenuto nelle birre e varie altre informazioni riguardo al prodotto (caratteristiche organolettiche) e del produttore.

Ben-VinkenBIRRE ITALIANE VS BELGHE: CHI VINCE? Un confronto tra birre belghe e Italiane. Tra la tradizione di etichette con centinaia d’anni di storia alle spalle e quelle di un movimento giovane e in piena crescita e sviluppo. Questo il tema della degustazione “Belgian vs Italian Craft Beers”, tenuto oggi dal belga Ben Vinken, l’inventore della figura del beer sommelier e tra le più appreazzate firme del giornalismo brassicolo e gastronomico. Nessun vincitore secondo Vinken: “Le birre italiane propongono un loro stile e una loro novità. Certo il peso della tradizione e della storia delle birre speciali belghe, le pone sempre come un riferimento assoluto per ogni produttore”.

 

COLPO D’OCCHIO SU BEER ATTRACTION 2016:
direttore business unit: Patrizia Cecchi;
project manager: Flavia Morelli;

info visitatori: www.beerattraction.it/visitatori mail: infovisitatori@riminifiera.it; website: www.beerattraction.it #BA2016 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

diciannove + otto =