Federico Bellanca
| Categoria Notizie Vino | 923 letture

Dievole mira al cielo; tra ulivi vecchi e vini nuovi nasce in Chianti il nuovo Tocca Stelle

Stelle Tocca Stelle Dievole Vini Ulivi Tocca Vecchi Chianti Cielo Consorzio Olio Chianti Classico Mira

Consorzio Olio Chianti Classico Stelle Vecchi Tocca Chianti Vini Dievole Cielo Ulivi Mira Tocca Stelle

© Riproduzione riservata

Lavorare la terra è da sempre, e per sempre sarà una grande scommessa. Il clima, le problematiche dovute agli insetti o alle malattie delle piante…nonostante ci possa piacere pensare che la modernità ci aiuti a controllare gli elementi e a domare la natura, purtroppo così non è, e mai lo sarà.

Eppure la meravigliosa contraddizione è che anni difficili spesso danno grandi prodotti, da ricordare e da apprezzare più degli altri. Non sembra un caso dunque che una realtà secolare (quasi millenaria) come Dievole, sappia convivere con le proprie piante più che provare a domare, e riesca sempre ad individuare e creare perle anche dove gli altri non vedono che sassi.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Ne è ottimo esempio il caso di alcuni anni fa quando l’azienda decise di puntare su un’Olio di Coratina 100% italiano, visto all’epoca come una scommessa ed oggi segno tra i più distintivi della produzione della Maison Toscana. Ed è forse proprio per questo che non può passare inosservato agli appassionati un nome che comincia a farsi strada tra le ulivete e le vigne. Un nome nuovo, che trae origine da uno stemma antico: Tocca Stelle. L’araldo è stato infatti riscoperto durante i lavori di ristrutturazione del Wine Resort, e ricostruita la storia che ci si celava dietro, è in breve tempo divenuto il simbolo del futuro di Dievole.

 

 

Un Olio ed un Vino firmati Tocca Stelle; Il primo nasce dai terreni circostanti Catignano, nel cuore del Chianti Classico senese, dove da metà ottobre a inizio novembre le olive vengono raccolte a mano dai rami di piante antiche, per poi essere portate e pressate nel frantoio di proprietà. Ogni passagio è seguito con cura quasi maniacale, ed il risultato lo si può apprezzare dal primo assaggio:Un EVO estremamente equilibrato, con note di mandorla, frutta secca ed erba tagliata, con un leggero sentore di carciofo finale.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Lo stesso recupero è stato fatto anche con le antiche viti che sorgono nella stessa zona delle olivete da cui prende vita il nuovo vino omonimo, un vino genuino, che rispecchia a pieno le caratteristiche del territorio da cui prende vita. Un’eccellenza che per il momento si può gustare solo nell’esclusivo Wine Club interno alla struttura Toscana (motivo in più per visitare il Chianti e per fermarsi a Dievole).

 

 

Due realtà contraddistinte da un nome comune e dalla medesima filosofia: come dimostra la mano sull’araldo, l’obbiettivo è ben chiaro: mirare sempre in alto per poter eccellere e toccare il cielo.

 

+info: www.dievole.it

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Chianti Dievole Cielo Stelle Mira Vini Vecchi Tocca Stelle Consorzio Olio Chianti Classico Ulivi Tocca


ARTICOLI COLLEGATI:

Maestro di Cava: a Vinitaly in anteprima il progetto di Dievole della cantina in una cava dismessa

Maestro di Cava: a Vinitaly in anteprima il progetto di Dievole della cantina in una cava dismessa

12/04/2019 - Grande attenzione alla gamma dei vini toscani di qualità a Vinitaly allo stand Dievole. Giulia Preziosi, Marketing Manager Dievole, ci porta alla scoperta del gruppo Alej...

Da cava dismessa a cantina del futuro, il nuovo progetto di Alejandro Bulgheroni

Da cava dismessa a cantina del futuro, il nuovo progetto di Alejandro Bulgheroni

07/03/2019 - Quando il punto di partenza è una delle terre più rinomate per il vino italiano d'eccellenza italiano, difficilmente ci si potrebbe aspettare svolte decisive o soluzioni ...

Dai Navigli milanesi al “Barrier” di Bergamo: così DìWine ha conquistato la Lombardia

Dai Navigli milanesi al “Barrier” di Bergamo: così DìWine ha conquistato la Lombardia

19/12/2018 - Dopo il grande evento sui Navigli milanesi e l'accordo col barman Alex Siliberto, nuovo testimonial brand, continua il viaggio di DìWine alla conquista della Lombardia. D...

Nasce “Amici del Chianti Classico”: il Consorzio lancia la sua nuova ambiziosa wine community

Nasce “Amici del Chianti Classico”: il Consorzio lancia la sua nuova ambiziosa wine community

15/12/2018 - Nuove sfide, nuove ambizioni, nuovi obiettivi. Mercoledì, con un ricco pranzo conviviale presso una location a dir poco suggestiva come il “Golden View Open Bar” di Firen...

Giovanni Manetti Nuovo Presidente del Consorzio Chianti Classico

Giovanni Manetti Nuovo Presidente del Consorzio Chianti Classico

31/08/2018 - Cinquantacinquenne, chiantigiano DOC, Giovanni Manetti è il nuovo presidente del Consorzio Vino Chianti Classico. La nomina è avvenuta oggi da parte del nuovo Consiglio d...

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

21/06/2018 - Il 19 giugno 2018 Tenute Piccini, la storica azienda vinicola toscana, proprietaria di sei tenute in diversi territori italiani, ha siglato una convenzione con la sezione...

Vino italiano, dramma all’orizzonte: a rischio i fondi OCM

Vino italiano, dramma all’orizzonte: a rischio i fondi OCM

11/05/2018 - "Una follia, un’assurdità. Tutti gli amministratori e i politici dovrebbero alzare la voce e tutelare gli interessi del vino italiano". Sono le parole di Giovanni Busi, p...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

1 × quattro =