Beverfood.com
| Categoria Documenti | 3928 letture

DAVIDE CAMPARI -MILANO SPA: RISULTATI PRIMO TRIMESTRE 2010

Campari Milano Davide

Davide Campari Milano

comunicato stampa
pubblicato dal gruppo Campari
il 13.05.2010
www.camparigroup.cpm

SOMMARIO:
…Vendite: € 233,6 milioni (+22,9%, crescita organica +14,5%)
…Margine di contribuzione: € 93,7 milioni (+17,3%, crescita organica +11,5%, 40,1% delle vendite)
…EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 59,1 milioni (+22,6%, crescita organica +18,7%, 25,3% delle vendite)
…EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 52,3 milioni (+21,3%, crescita organica +19,0%, 22,4% delle vendite)
…Utile prima delle imposte: € 43,3 milioni (+12,7%)
…Debito finanziario netto: in calo a € 593,4 milioni

Periodo di riferimento: maggio 2010

…Nel primo trimestre del 2010 il Gruppo Campari ha conseguito risultati molto positivi con tutti gli indicatori di performance in crescita a doppia cifra anche a livello organico. L’andamento del business è stato positivamente influenzato dall’andamento molto buono delle principali combinazioni di prodotto e mercato, e, in misura minore, da un confronto favorevole con il primo trimestre del 2009, che era stato negativamente condizionato dalla crisi finanziaria e dal fenomeno di destocking. Inoltre, alla crescita ha significativamente contribuito l’acquisizione di WildTurkey, consolidata da giugno 2009. Anche tutti gli indicatori di performance operativa organica sono risultati in crescita a doppia cifra, grazie al mix positivo delle vendite e nonostante il consistente incremento degli investimenti di marketing.

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: ”La nostra performance nel primo trimestre del 2010 è stata molto positiva, con tutti gli indicatori in forte crescita. Questo risultato ci ha permesso di incrementare considerevolmente gli investimenti di marketing senza impattare negativamente la marginalità. I risultati sono stati favoriti da un ritorno a un trend più normalizzato nelle Americhe e dagli effetti dell’acquisizione di Wild Turkey; ma soprattutto la nostra performance complessiva è stata sostenuta dall’andamento dei consumi delle nostre principali combinazioni di prodotto e mercato, in particolare del nostro business chiave degli aperitivi in Europa. Per il futuro, riteniamo che il persistere della volatilità possa impattare l’andamento dei risultati nei vari trimestri, ma continuiamo a guardare con cauto ottimismo alle prospettive complessive per il 2010f.

Nel primo trimestre 2010 le vendite del Gruppo sono state pari a € 233,6 milioni (+22,9%;+14,5% crescita organica, +0,2% effetto cambi e +8,2% effetto perimetro, quest’ultimo principalmente dovuto all’acquisizione di Wild Turkey). Il margine lordo è stato € 133,6 milioni, in crescita del +27,9%, principalmente grazie al mix favorevole delle vendite dovuto alla crescita a doppia cifra del segmento spirit. Le spese per pubblicità e promozioni sono state € 39,9 milioni, in crescita del +62,3% e pari al 17,1% delle vendite. Il margine di contribuzione, ovvero il margine lordo dopo le spese per pubblicità e promozioni, è stato € 93,7 milioni, in crescita del +17,3% (+11,5% crescita organica) e pari al 40,1% delle vendite.

L’EBITDA prima di proventi e oneri non ricorrenti è stato € 59,1 milioni, in crescita del +22,6% (+18,7% crescita organica) e pari al 25,3% delle vendite. L’EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti è stato € 52,3 milioni, in crescita del +21,3%(+19,0% crescita organica) e pari al 22,4% delle vendite. L’ EBITDA è stato € 58,6 milioni, in crescita del +22,9%. L’EBIT è stato € 51,8 milioni, in crescita del +21,5%. L’utile prima delle imposte è stato € 43,3m.ni (+12,7%; +12,8% a cambi costanti). Al 31 marzo 2010, l’indebitamento finanziario netto era pari a € 593,4 milioni (€ 630,8 milioni al 31 dicembre 2009), a conferma dell’ottima capacità del Gruppo di continuare a generare cassa (pari a € 37,4 milioni nel primo trimestre, nonostante un impatto negativo sulla posizione finanziaria netta da oscillazione dei cambi pari a € 17,9 milioni). Gli spirit, che rappresentano il 76,2% del business (in crescita rispetto a 70,5% nel primo trimestre 2009), hanno registrato una variazione delle vendite del +33,0%, determinata da unacrescita organica del +22,2%, da un impatto positivo dei cambi del +0,2% e da un effetto perimetro del +10,6%.

Databank excel xls grossisti

Il brand Campari ha registrato una crescita del +18,2% a cambi costanti (+20,8% a cambi effettivi), grazie a una forte ripresa delle vendite in particolare sul mercato brasiliano. Le vendite di SKYY sono cresciute del +17,9% a cambi costanti (+12,4% a cambi effettivi), grazie al favorevole confronto con il dato del 2009, al buon andamento dei consumi di SKYY Infusion negli Stati Uniti e a unfaccelerazione della crescita nei principali mercati internazionali. Aperol ha confermato l’andamento molto sostenuto dei consumi (+36,4% a cambi costanti) in Italia e allfestero, con particolare riferimento al mercato tedesco e austriaco. Campari Soda ha registrato un andamento in linea con il corrispondente periodo dell’anno scorso. Le vendite dei brand brasiliani hanno segnato una crescita delle vendite a tripla cifra, grazie al successo dell’implementazione della nuova politica commerciale e a un confronto favorevole rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso. Il primo trimestre 2010 è stato positivo anche per GlenGrant (+50,7% a cambi costanti) e Cynar (+3,5% a cambi costanti).

Databank Database Tabella csv excel xls Case Vinicole Cantine

Gli wine, che rappresentano il 11,1% del fatturato, hanno registrato una crescita del +7,4%, determinata da una variazione positiva del business organico del +2,6%, da una variazione positiva di perimetro del +4,6% e da un impatto positivo dei cambi del +0,2%. La performance positiva del segmento è da attribuirsi principalmente agli spumanti Cinzano (+17,5% a cambi costanti), grazie al buon andamento dei mercati italiano e tedesco, e ai vermouth Cinzano (+3,2% a cambi costanti), in particolare grazie a una ripresa nel mercato russo, chiave per il brand. Le vendite di Sella & Mosca sono invariate rispetto al corrispondente periodo dell’ anno scorso, mentre Riccadonna ha segnato una momentanea contrazione dovuta al passaggio sulla nuova piattaforma distributiva del Gruppo nell’importante mercato australiano. I soft drink, che rappresentano il 11,9% del fatturato, hanno registrato una variazione negativa del -6,1%, determinata dalla contrazione di bibite analcoliche e acque minerali e da Crodino (-4,8%) dovuta alla mutata pianificazione temporale dell’attività promozionale nel canale moderno.

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood 2008/09

Relativamente alla ripartizione geografica, le vendite del primo trimestre 2010 sul mercato italiano, pari al 44,6% del totale (53,0% nel primo trimestre del 2009), hanno registrato unacrescita del +3,4%, determinata dal positivo contributo della crescita organica (+4,0%), in parte compensata da un effetto perimetro negativo del -0,6%. Le vendite in Europa (esclusa l’Italia), pari al 18,8% delle vendite consolidate, hanno segnato una crescita del +18,9%, determinata da una crescita del business organico del +15,7%, grazie a una buona performance di tutti i mercati principali dell’Europa occidentale e orientale, da una variazione di perimetro positiva del +2,9% e da un effetto cambi del +0,3%. Le vendite nell’area Americhe, pari al 30,9% del totale, hanno registrato una crescita complessiva del +66,5%, determinata da una variazione organica positiva del +42,3%, un effetto cambi positivo del +0,7% e un effetto perimetro positivo del +23,5%, questfultimo dovuto all’acquisizione di Wild Turkey. Nell’area Americhe, il business organico del mercato USA ha registrato una crescita del +18,7%, principalmente grazie al confronto favorevole con il primo trimestre dello scorso anno e un effetto perimetro positivo del +28,4%, controbilanciato da un effetto cambi negativo del -7,0%. In Brasile, le vendite hanno registrato a livello organico una crescita a tripla cifra, grazie al ritorno a un andamento normalizzato dopo l’introduzione della nuova politica commerciale e a un confronto favorevole rispetto all’anno scorso. Alla performance dell’area brasiliana hanno positivamente contribuito anche l’effetto perimetro (+1,3%) e un significativo effetto cambi. L’area resto del mondo (che include anche le vendite duty free), pari al 5,8% del fatturato totale, è cresciuta complessivamente del +47,3%, trainata da una crescita di perimetro del +55,0%, da un effetto cambi del -0,1% e da una variazione negativa organica del -7,6%.
………..

per il comunicato completo si rimanda a:
www.camparigroup.com/it/press_media/press_releases/comunicato283148.jsp

+ COMMENTI (0)

Founders All Day IPA Session Ale - Birra distribuita da Brewrise

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Campari Davide Milano

Tags/Argomenti: ,

ARTICOLI COLLEGATI:

Caffè Ottolina torna protagonista a Host 2019

Caffè Ottolina torna protagonista a Host 2019

26/07/2019 - Caffè Ottolina partecipa anche quest’anno ad Host, la più importante fiera dedicata all’Ospitalità Professionale, a Milano dal 18 al 22 ottobre. Durante i cinque giorni d...

Nel mirino di Campari: il rum. Aperta la trattativa con la francese Rhumantilles

Nel mirino di Campari: il rum. Aperta la trattativa con la francese Rhumantilles

24/07/2019 - Nel mirino di Campari: il rum. Avviata una negoziazione esclusiva tra la società italiana, leader mondiale nella produzione di bevande alcoliche, e Financière Chevrillon,...

Negroni e Campari: un legame speciale visto dalla prospettiva globale di Andrea Neri

Negroni e Campari: un legame speciale visto dalla prospettiva globale di Andrea Neri

15/07/2019 - Locale, Firenze. Anche per chi lo frequenta spesso, per una sera il Locale in via delle Seggiole è difficilmente riconoscibile. Un’aura rossa Campari pervade gli spiriti ...

Pizzium: il ritorno delle pizze Regionali con un tocco di umanità

Pizzium: il ritorno delle pizze Regionali con un tocco di umanità

14/07/2019 - Di pizzerie buone con ingredienti di qualità e un modello che funziona ce ne sono molte. La differenza anche in questo campo la fa il fattore umano. Siamo stati da Pizziu...

Amaury Guichon il grande maître chocolatier internazionale a Milano al Chocolate Academy Center

Amaury Guichon il grande maître chocolatier internazionale a Milano al Chocolate Academy Center

11/07/2019 - Il prossimo settembre il famoso maître chocolatier internazionale Amaury Guichon sarà a Milano per tenere un corso/evento esclusivo presso Chocolate Academy Center Milano...

Starbucks, due nuove aperture a Milano

Starbucks, due nuove aperture a Milano

08/07/2019 - Starbucks ha deciso di aprire due nuovi punti vendita a Milano, per portare la propria coffee experience in altri quartieri della città. Già aperto il nuovo core s...

101Caffè debutta nel travel retail a Milano Centrale e Roma Termini

101Caffè debutta nel travel retail a Milano Centrale e Roma Termini

04/07/2019 - 101CAFFE’ ha di recente inaugurato l’apertura di un punto vendita nella stazione Termini di Roma e, nel dicembre dello scorso anno, nella stazione Centrale di Milano. Le ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

5 × uno =