Pinterest LinkedIn

Coca-Cola Hellenic, uno dei più grandi imbottigliatori delle bevande Coca-Cola nel mondo, che controlla tra l’altro l’italiana Coca- Cola HBC Italia, ha comunicato i principali risultati di chiusura dell’esercizio 2010. Grazie ad un brillante ultimo trimestre, il gruppo è riuscito a chiudere in positivo nei volumi, nel fatturati e nei profitti. I volumi annuali delle vendite si sono portati a 2.100 milioni di casse (ca. 12 miliardi di litri) con una crescita dell’1%, mentre il fatturato annuale si è portato a 6.794 milioni di euro (4% in più rispetto al 2009). In relazione ai risultati sul piano dei ricavi e alle performance migliorative sul piano dei costi, il gruppo chiude con un utile netto di 450 milioni di euro, con un miglioramento dell’8% sul 2009. Ciò consentirà di assegnare un dividendo di 1,24 euro per azione (+9% rispetto all’anno scorso).


Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood 2008/09

Doros Constantinou, Amministratore Delegato di Coca-Cola Hellenic (cfr foto), ha commentato: “Siamo lieti di comunicare una solida performance nel 2010, nonostante le persistenti difficoltà macro economiche in tutta la nostra area geografica di competenza. Abbiamo continuato a vincere sul mercato, migliorando l’efficienza operativa e mantenendo una forte generazione di cassa. Allo stesso tempo la diversità geografica dei mercati in cui opera Coca-Cola Hellenic ci ha consentito di fornire una serie di risultati forti. Guardando l’anno in corso, siamo incoraggiati dal fatto che alcuni dei nostri Paesi chiave hanno mostrato segni di miglioramento economico. Tuttavia, rimaniamo prudenti dato che siamo di fronte a forti pressioni esercitate dall’industria sui prezzi delle materie prime. Sul lungo termine aumenteremo le spese in c/capitale e nel contempo rimarremo focalizzati sul miglioramento dell’efficienza delle nostre imprese, rafforzando i modi in cui serviamo i nostri clienti. Siamo fiduciosi che continueremo a generare flussi di cassa significativi, portandoci al traguardo di € 1,6 miliardi alla fine del triennio 2011-2013”.

Guida Bevande Frutta Beverfood Il gruppo ha migliorato la propria quota di mercato in diversi mercati chiave e mantenuto la quota di mercato nella maggior parte degli altri mercati, nonostante un calo generale della categoria delle bevande analcoliche in molti paesi. La strategia basata su “marchio giusto, confezione giusta, giusto formato per la giusta occasione di consumo” ha portato al reclutamento di nuovi consumatori e ad una maggiore frequenza consumo dei prodotti. Allo stesso tempo, il gruppo ha utilizzato risparmi attraverso iniziative di ristrutturazione per finanziare gli investimenti in programmi di marketing e promozioni. I volumi delle bevande gassate sono cresciuti del 2% su base annua a seguito di un aumento del 4% nelle vendite del marchio Coca-Cola e un calo del 5% delle vendite di Fanta. I Volumi sono aumentati del 2% nella categoria di acque e dell’8% per la categoria tè freddi, mentre la categoria succhi hanno registrato volumi in calo del 3%.

guida vending beverfood guidaonline vending italia Scarica Ora!! Il gruppo opera su 28 mercati nazionali (in gran parte dell’Europa mediterranea e orientale) suddivisi in “mercati consolidati” (718 milioni di casse), mercati in sviluppo (392 milioni di casse) e mercati emergenti (990 milioni di casse) .Il mercato italiano, dove il gruppo opera attraverso la controllata Coca-Cola HBC Italia, fa parte dei mercati consolidati. Nel 2009 l’Italia si era portata in testa tra tutti i mercati nazionali con 330 milioni di casse vendute (ca. 1.900 milioini di litri), ma nel 2010 i volumi sono diminuiti a 323 milioni di casse e il mercato italiano ha così ceduto la posizione di testa a volume al mercato russo che è invece cresciuto del 14%. Con riferimento al mercato italiano la nota del gruppo precisa che il calo dei volumi è dovuto alle condizioni economiche difficili e al calo della fiducia dei consumatori. Nell’ultimo trimestre, grazie anche ad una forte pressione promozionale. I miglioramenti di efficienza nella distribuzione e nella produzione hanno portato a notevoli risparmi sui costi con benefici sui flussi reddituali

Databank excel xls grossisti

INFOFLASH/COCA-COLA HELLENIC

Coca-Cola Hellenic è uno dei più grandi imbottigliatori al mondo dei prodotti di The Coca-Cola Company con fatturato annuo di oltre 2 miliardi di casse. Ha un’ampia copertura geografica con operazioni in 28 Paesi e serve una popolazione di circa 560 milioni di persone. Coca-Cola Hellenic offre una diversificata gamma di bevande non alcoliche ready-to-drink (pronti da bere) nei comparti bibite gassate, succhi, acque confezionate, sport & energy drink, tè e caffè freddi. Il gruppo si dichiara impegnato a promuovere lo sviluppo sostenibile, al fine di creare valore per la sua attività e per la società; ciò comprende la fornitura di prodotti che soddisfano le esigenze dei consumatori, la promozione di un ambiente di lavoro aperto e inclusivo, conducendo il proprio business in modo da proteggere e preservare l’ambiente e contribuire allo sviluppo socio-economico delle comunità locali. Il gruppo ellenico opera Italia attraverso la controllata Coca-Cola HBC Italia +info. www.coca-colahellenic.com per l’Italia: www.coca-colahellenic.it/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

due × 5 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina