Pinterest LinkedIn

Dopo 2 anni di attesa ecco tornare alla Bloom Coffee School a Trieste i corsi CQI che certificano figure professionali impiegate nel controllo qualità e nell’assaggio. Saper riconoscere la qualità di un caffè, sia esso arabica o robusta, è fondamentale per poter lavorare in modo professionale all’interno della filiera. Con questo scopo preciso sono stati ideati i moduli del CQI, Coffee Quality Institute, ovvero dare gli strumenti per poter essere in grado di valutare in maniera oggettiva un campione di caffè (rappresentativo di un determinato lotto).

 

 

Q Robusta grader, la nuova figura di assaggiatori, per poter classificare e riconoscere i Fine Robusta

I caffè robusta costituiscono oggi il 40% del caffè esportato a livello mondiale, secondo i dati dell’ICO, con proiezioni che danno questa specie in crescita nei prossimi 20/30 anni. Diventa di conseguenza molto importante saper valutare in maniera oggettiva e chiara anche questa tipologia di caffè, di cui conosciamo ancora molto poco e nei confronti della quale spesso esistono preconcetti e alcune false informazioni. Per questo motivo, nel 2010 in collaborazione con l’Autorità dello sviluppo del caffè in Uganda (UCDA), CQI ha ideato un protocollo di assaggio rivisto e adattato per la specie robusta.

Il corso e gli esami sono strutturati sulla falsariga del programma Q Arabica, ovvero tre giorni di corso e tre giorni di test, 22 in totale. Tra questi ci sono esami di classificazione del caffè verde, prove sensoriali utilizzando il kit completo degli aromi Le Nez du Vin, triangolazioni e prove di assaggio.  Il corso alla Bloom Coffee School si svolgerà dal 6 all’11 di giugno con Joel Schuler, abilitato anche come istruttore per il Q Arabica e il Q Processing.

A chi è rivolto? A tutti i professionisti del settore che vogliano approcciarsi alla gestione qualitativa anche per la robusta o che abbiano già a che fare con questo tipo di valutazione ma desiderano farlo seguendo un protocollo internazionalmente accettato. Superate tutte le prove, per le quali è possibile effettuare dei retake entro 18 mesi dal primo esame, si ottiene una certificazione valida per 3 anni, da rinnovare attraverso una calibrazione (in programma il 13 giugno presso la scuola per chi avesse la licenza in scadenza).

Q Arabica calibration, per la prima volta in italiano

Parlando di calibrazione, siamo orgogliosi di poter dire di aver svolto la prima, rivolta in questo caso ai Q Arabica grader, in lingua italiana presso la nostra scuola il 20 maggio scorso. A condurre la giornata Alberto Polojac, direttore di Bloom Coffee School e Q Assistant Instructor, che così commenta: “Dopo esser stato il primo nel 2012 ad ottenere la licenza di Q grader – che all’epoca si chiamava così ed era l’unico programma previsto da CQI – sono molto orgoglioso di poter dire di aver condotto per la prima volta nella mia scuola un corso CQI interamente in italiano. Normalmente questi corsi, infatti, si svolgono in lingua inglese o spagnola a seconda della composizione della classe, che normalmente è molto variegata”.

Il fatto di avere, nel corso di questi 10 anni, incrementato il numero di Q Arabica grader, fino ad arrivare a comporre un’intera classe di 10 persone, è testimonianza inequivocabile dell’evoluzione del nostro mercato orientato sempre più al riconoscimento della qualità.

Fino a 10 anni fa infatti – prosegue Polojac – non si era quasi a conoscenza dell’importanza e del riconoscimento che poteva avere a livello professionale, l’ottenimento della licenza come Q grader. Ora invece solo in Italia, tra Q Arabica e Q Robusta, siamo quasi a 50 in totale. Un segnale di progresso evidente e un riconoscimento anche per il CQI che in questi anni ha dimostrato di essere sempre davanti al carro dell’innovazione e della qualità, ampliando sempre più la propria offerta formativa.

 

 

Di recente infatti sono stati lanciati anche i corsi Post Harvest Processing (PHP), a cui ho preso parte in Brasile assieme a un nutrito gruppo di italiani, attraverso i quali si imparano i principi delle fermentazioni e le lavorazioni dopo la raccolta. Sul sito www.coffeeinstitute.org sono poi stati implementati dei contenuti di alto livello su tematiche che riguardano metodi di lavorazione, botanica e agronomia.

Insomma programmi e corsi da non farsi sfuggire se si vuole restare al passo!

Per informazioni sui prossimi corsi consultate il nostro calendario su www.bloom.coffee

Queste le prossime date dei corsi CQI alla Bloom Coffee School
•      Q Robusta course & exams: dal 6 all’11 giugno

•      Q Robusta calibration: 13 giugno

•      Q Arabica course & exams: dal 18 al 23 luglio

 

+ info: www.bloom.coffee/it

Scheda e news:
Imperator Srl

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo No. 3 London Dry Gin - Food is the Key - importato e distribuito da Pallini

Scrivi un commento

12 + quattordici =