Pinterest LinkedIn

Ci prepariamo a festeggiare in questo 2020 un Natale non convenzionale e fuori dagli schemi: il periodo storico che stiamo vivendo ha modificato in maniera importante la nostra routine. In tale contesto, il momento delle feste natalizie è visto come un punto di riferimento per ricreare una piacevole sensazione di relax e armonia. Tra luci, pacchetti regalo, addobbi ogni momento è fondamentale per portare l’atmosfera festosa del Natale nelle nostre case.

Ma non ci sono preparativi che possano dirsi completi se non si fa mente locale sul menù delle feste. Stupire i propri cari è sempre più una prerogativa assoluta del momento conviviale – sia a pranzo che a cena – un appuntamento a tavola nel nome dei prodotti del Made in Italy. Scegliere cibi dei nostri territori è davvero il trend del 2020: i prodotti regionali (sia nel campo food che beverage) sono tra i più apprezzati durante le festività, un vero must have da inserire nel menù natalizio.

Antipasti e primi piatti nel nome della tradizione e della territorialità
Nel momento stesso in cui arrivano gli antipasti in tavola il giorno di Natale ha inizio la parte più bella della festa, tutta da condividere in famiglia. Ad “aprire le danze” troviamo il tagliere di affettati e formaggi, accompagnati da salse e finger food.

Per rispecchiare pienamente il trend dei prodotti Made in Italy non potrà mancare sulle vostre tavole il Prosciutto di San Daniele, alfiere del gusto italiano. Questo Prosciutto viene prodotto a San Daniele del Friuli, nel cuore del Friuli-Venezia Giulia: le tecniche di lavorazione del San Daniele sono opera della sapienza artigianale dei mastri prosciuttai, veri custodi di una tradizione secolare. La materia prima del San Daniele DOP è interamente prodotta e lavorata in un’area specifica dell’Italia: i suini provengono infatti da allevamenti altamente selezionati in 10 regioni italiane. Gli altri ingredienti di questo speciale prodotto sono: sale marino e il microclima peculiare della zona di San Daniele del Friuli che rende perfetta la stagionatura delle cosce.

Prosciutto di San Daniele Tavola di Natale

Gli antipasti del menù di Natale 2020 sono dunque all’insegna della territorialità: oltre al San Daniele DOP non possiamo non citare l’Asiago, ma anche un’ottima forma di Parmigiano Reggiano. Confetture, miele e olio EVO di qualità, purché Made in Italy, fanno anch’essi – sempre più spesso – bella mostra di sé fin dalle prime fasi del momento conviviale.

Anche i primi piatti sono espressione dei sapori regionali: in Piemonte troviamo gli agnolotti, in Liguria i pansoti, in Friuli-Venezia Giulia la tradizione del Prosciutto di San Daniele incontra gli gnocchi con fonduta di formaggio, mentre in Emilia-Romagna largo ai tortelli di erbe o di zucca. Per quanto riguarda il centro-sud Italia troviamo il tradizionale caciucco alla livornese in Toscana, mentre nel Lazio è il momento dei cannelloni ripieni o della pasta ai broccoli. In Campania è possibile gustare un ottimo piatto di spaghetti alle vongole, mentre in Sicilia troviamo il timballo di anellini e la pasta con le sarde.
Secondi piatti, dolci e bollicine.

Per quanto riguarda i secondi piatti la tendenza – al netto dell’impiego per le diverse ricette regionali tipiche – è quella di rivolgersi direttamente agli agricoltori per tutto ciò che concerne le verdure e i contorni di stagione. Un modo per sostenere la filiera e per essere sempre sicuri di mangiare sano (oltre che a km zero). Un’idea sfiziosa per un secondo piatto? Sicuramente il filetto alla Wellington con il San Daniele DOP, una ricetta sfiziosa da inserire nel menù delle feste.

Per quanto riguarda le bollicine, il trend parla di una preferenza negli ultimi anni da parte degli italiani nei confronti dello spumante (anziché per le bollicine francesi). Spazio alla regionalità infine anche per quanto riguarda i dolci. Con alcuni punti fermi e trasversali, che restano – e sono da sempre – più che gettonatissimi: stiamo parlando di pandoro e panettone (con o senza uvetta), che tutti amano. Senza dimenticare i datteri essiccati così come una selezione di frutta secca: sempre pronti a rappresentare la conclusione perfetta di un pranzo o di una cena natalizia in puro stile italiano.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

2 × 4 =