Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Per la prima volta nel settore, sono state sviluppate bottiglie di plastica PET per alimenti, prodotte da plastica riciclata, per i marchi Perrier, Orangina e Pepsi Max.

Globalmente, circa 70 milioni di tonnellate di plastica di polietilene tereftalato (PET) sono prodotte ogni anno, equivalente a circa il 20% di tutta la plastica prodotta.
Tuttavia, la plastica utilizzata negli imballaggi si degrada nel tempo attraverso ripetuti processi termomeccanici convenzionali, quindi è necessaria nuova plastica per mantenere la sua qualità.

A produrre  le “prime” bottiglie di plastica PET, è stato il consorzio fondato nel 2019 da Carbios L’Oréal, a cui hanno preso parte Nestlé Waters, PepsiCo e Suntory Beverage & Food Europe.

L’obiettivo del consorzio è quello di industrializzare la tecnologia di riciclaggio progettata e sviluppata da Carbios e, così facendo, promuovere l’economia circolare della plastica.

Avendo prodotto con successo bottiglie dei marchi del consorzio Biotherm, Perrier, Pepsi Max e Orangina, le aziende stanno ora lavorando per aiutare a soddisfare la domanda globale di soluzioni di imballaggio sostenibili.

L’obiettivo del consorzio è di fornire questa soluzione ecologica su scala commerciale ai consumatori e di informarli che questo prodotto può essere completamente e infinitamente riciclato una volta depositato“, ha detto un portavoce di Carbios a questa pubblicazione.

Cos’è la plastica riciclata enzimaticamente?

“L’ enzima – cutinasi – si trova naturalmente nei cumuli di concime, aiutando a rompere le membrane fogliari delle piante morte. Ottimizzando questo enzima, gli scienziati di Carbios, in collaborazione con l’Istituto di biotecnologia di Tolosa, hanno usato la tecnologia per scomporre qualsiasi tipo di plastica PET nei suoi elementi costitutivi originali, che possono poi essere ritrasformati in plastica come nuova, di qualità “vergine” (senza la necessità di aggiungere vera plastica vergine)”.

Un enzima è una proteina naturale che accelera la velocità delle reazioni chimiche. Essenzialmente, è un catalizzatore fatto mettendo in fila gli aminoacidi in un ordine molto specifico e unico creando così una catena che poi si ripiega in forma specifica.

Carbios sostiene che il nuovo processo enzimatico è 10.000 volte più efficiente di qualsiasi altra prova di riciclaggio biologico della plastica fino ad oggi, distruggendo il 97% della plastica PET in sole 16 ore. “Produce materia prima, fatta interamente di rifiuti di plastica PET post-consumo riciclati enzimaticamente che le aziende possono utilizzare per produrre nuove bottiglie di plastica, che sono riciclabili all’infinito“, è stato detto.

 

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

Ambizioni di sostenibilità

I marchi di consumo che sostengono lo sviluppo dicono che le nuove bottiglie riciclate enzimaticamente sono in linea con le loro strategie di sostenibilità.

Nestlé Waters, per esempio, ha detto che è stato entusiasmante vedere che la qualità del prototipo delle bottiglie fatte con materiali PET riciclati colorati è “praticamente identica” al PET originale trasparente. “Quando raggiungeremo la scala industriale, questa tecnologia di riciclaggio enzimatico ci permetterà di produrre bottiglie in PET di alta qualità e aiuterà Nestlé Waters nel nostro viaggio verso l’economia circolare e la riduzione dell’uso della plastica vergine“, ha osservato il responsabile della scienza dei materiali da imballaggio e della sostenibilità ambientale Jean-Francois Briois.

Anche Suntory Beverage & Food Europe ha associato lo sviluppo al suo obiettivo di plastica sostenibile. “Il problema globale dei rifiuti di plastica richiede un pensiero trasformativo, partnership creative e marchi innovativi che si uniscono per cercare nuove soluzioni”, ha detto il Chief R&D Officer Roberto Vanin.

PepsiCo ha detto di essere impegnata a costruire un’economia circolare per raggiungere la sua visione: “il packaging non diventa mai un rifiuto”.

Siamo impegnati a ridurre la plastica vergine che usiamo e con la rivoluzionaria tecnologia di riciclo enzimatico di Carbios, possiamo contribuire a mantenere materiale nell’economia circolare, ridurre i rifiuti e fare un altro passo verso un sistema a ciclo veramente chiuso“, ha notato Ron Khan, Global VP of Packaging, Beverages.

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Sigep 2022 - Rimini Expo Center - 22-26 Gennaio 2022 - The Italian Way to Dolce Vita

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Acquitalia Acque Minerali Acquista

Scrivi un commento

dieci − due =