Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Dopo un anno brillante nel 2019, il 2020 è stato un anno molto impegnativo per Royal Swinkels Family Brewers, il secondo più grande gruppo birrario in Olanda, dopo Heineken.  Il birrificio è stato duramente colpito dalla pandemia di COVID-19. Le misure per ridurre il COVID-19 hanno fatto evaporare parte del fatturato. Nonostante gli eventi critici, l’azienda ha continuato a mostrare il suo spirito imprenditoriale anche in questi tempi di crisi.

 

CIS ora sai a chi affidarti se spilli birra - E-Commerce con più di 5000 prodotti - Supporto Online - Evasione in 24h
CIS ora sai a chi affidarti se spilli birra - E-Commerce con più di 5000 prodotti - Supporto Online - Evasione in 24h

 

RISULTATI FINANZIARI

Il gruppo Swinkels Family Brewers ha registrato vendite nette pari a € 773 Milioni nel 2020, con un decremento del 14% rispetto al 2019. Il margine operativo lordo è diminuito da € 94,2 milioni nel 2019 a € 70 milioni nel 2020. Swinkels Family Brewers ha visto un impatto variabile nelle varie unità aziendali in tutto il mondo a causa del virus. Nei Paesi Bassi e in Belgio, dove la divisione è più attiva nel settore dell’ospitalità, si sono fatte sentire le conseguenze di blocchi e chiusure. In altri paesi europei, come Francia e Italia, il retail è un importante canale di vendita. Di conseguenza, il produttore di birra ha ottenuto risultati relativamente buoni in questi mercati. Poiché i governi asiatico e nordamericano hanno fatto scelte diverse rispetto a molti governi europei, qui l’impatto della pandemia è stato limitato e le vendite sono addirittura aumentate rispetto al 2019.

Il produttore di birra olandese è entrato nel mercato degli hard seltzer con Spijked& e, dopo un intenso processo di produzione di birre analcoliche ancora migliori, è stato utilizzato un nuovo impianto di produzione della birra 0.0. La nuova Palm 0,0%, Swinckels 0,0% e Bavaria 0,0% ne sono stati il ​​diretto risultato. Poiché il passaggio all’online ha significato un’enorme accelerazione a causa del COVID-19, Swinkels Family Brewers ha assicurato che si espandesse anche su questo canale. Il risultato: le vendite online sono quintuplicate. Anche la divisione produttiva del malto (Holland Malt) ha subito gli effetti della pandemia. Il calo del consumo di birra ha influito sul fabbisogno di malto in tutto il mondo. Tuttavia, a causa di precedenti scelte strategiche, come la decisione di operare in molte parti del mondo e in diversi segmenti di mercato, Holland Malt è riuscita a ridurre al minimo la perdita di volume.

Peer Swinkels, CEO di Royal Swinkels Family Brewers

Peer Swinkels, CEO di Swinkels Family Brewers: “La pandemia ha avuto un impatto enorme sui nostri dipendenti, sulle nostre relazioni commerciali e sulla nostra azienda. Il nostro più grande successo di quest’anno è che siamo riusciti a superare la crisi senza perdere di vista il lungo termine. Ciò è dovuto principalmente alle drastiche misure di riduzione dei costi che abbiamo dovuto adottare. Come azienda a conduzione familiare, abbiamo sempre mantenuto la nostra attenzione sulla continuità e sul lungo termine. Insieme ai nostri dipendenti, abbiamo lavorato molto sulle innovazioni, spesso a distanza l’una dall’altra, abbiamo colto le opportunità nel canale online e apportato modifiche al mercato”.

ACQUISIZIONE DEL BIRRIFICIO UILTJE BREWING COMPANY

Nel maggio scorso Swinkels Family Brewers ha annunciato l’acquisizione di Uiltje Brewing Company, un piccolo birrificio con 10.000 hl di birra prodotti in un anno, ma con un marchio forte, molto noto per le sue straordinarie illustrazioni sulle lattine. Per Swinkels Family Brewers, l’acquisizione rappresenta un’ulteriore implementazione della sua strategia di crescita. L’aggiunta di questo moderno e creativo birrificio artigianale rafforza ulteriormente il portafoglio di birra totale di Swinkels Family Brewers che,  dopo questa acquisizione,  può contare oggi sui seguenti marchi birrari di base:  Swinkels, Bavaria, 8.6, LaTrappe, Rodenbach, Palm, Cornet, Habesha. Uiltje

Peer Swinkels, ceo di Swinkels Family Brewers: “Con la Uiltje Brewing Company aggiungeremo un interessante birrificio artigianale alla nostra famiglia di birrifici. Non vediamo l’ora di lavorare insieme alla rivoluzione della birra artigianale nei Paesi Bassi e oltre. Come birrai di famiglia, riconosciamo la passione e la spinta per produrre una birra davvero buona come nessun’altra. La Uiltje Brewing Company è nota per le sue fantastiche birre e le giocose illustrazioni sulle lattine. È un marchio incredibilmente forte, pieno di ambizione, creatività e ancora più potenziale. L’acquisizione di Uiltje Brewing Company significa che aggiungeremo un attore distintivo nel moderno mercato della birra artigianale alla nostra gamma di marchi propri. Con le nostre conoscenze e capacità combinate, possiamo rendere la generazione di birra di oggi ancora più entusiasta”.

+ Info: www.swinkelsfamilybrewers.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

14 − 14 =