Tag

ipack-ima

Browsing

Con oltre 74.000 visitatori, IPACK-IMA è la fiera specializzata nel processing e packaging alimentare e non, l’evento internazionale di riferimento per gli operatori del mercato e un punto di incontro privilegiato per i buyer del settore. Svoltasi dal 3 al 6 maggio 2022 a Fiera Milano, ha attirato migliaia di interessati da ogni parte del mondo e riscosso un incredibile successo. Beverfood.com ha intervistato alcune tra le più importanti aziende di packaging, imballaggi e macchinari per l’etichettatura e il confezionamento: Acmi S.p.A., Antares Vision S.p.A., Arol S.P.A., Eredi Caimi s.r.l., Goglio S.p.A., IMA Coffee S.P.A., P.E. Labellers S.p.A, Sidel e OCME – Robopac.

“Qui a Ipack-Ima presentiamo una soluzione dedicata all’ispezione delle etichette e della vestizione dei contenitori che possono essere di vetro, plastica, metallo e andiamo ad analizzare con un sistema che ricostruisce tridimensionalmente l’aspetto esteriore di tutto il contenitore la conformità con standard di etichettatura, posizionamento delle etichette e corretta codifica” ha spiegato Fabio Marezza, Key Account Manager di Antares Vision S.p.A. . + info: www.antaresvision.com

“Abbiamo scelto Ipack-Ima per ridare la possibilità di toccare con mano le nostre macchine, abbiamo portato soluzioni di alta, media e bassa gamma che vanno a soddisfare le esigenze di un grande numero di clienti. Legato al mondo del Beverage abbiamo qui Dimac Nova, è la prima volta che la portiamo sul mercato: è una macchina di media gamma per soddisfare le esigenze del mondo Beverage, legata a un Fine Linea compatto” ha dichiarato…

IRPLAST accelera verso il futuro e vince l’Oscar dell’Imballaggio – Best Packaging 2022, nella categoria Premio Speciale Carta Etica del Packaging, con l’etichetta PREGLUED4CANS. Lo storico premio – promosso dall’Istituto Italiano dell’Imballaggio che dal 1957 premia i migliori Packaging italiani – è stato conferito all’Azienda oggi a Milano, nel corso di una cerimonia organizzata nell’ambito della Fiera “Ipack-Ima”.

Goglio, uno dei principali player al mondo nel packaging flessibile, rivoluziona il mondo del confezionamento alimentare presentando GStar, la prima macchina per il packaging sia sottovuoto che soft in grado di produrre fino a 200 confezioni al minuto, una velocità doppia rispetto alle più performanti macchine attualmente sul mercato. La GStar, che sarà in mostra da domani presso lo stand Goglio ad IPACK-IMA (Padiglione 7, Stand A10-B13), è stata testata con successo per un anno da Lavazza, che ha poi scelto di acquistarla.

Goglio sarà protagonista ad IPACK-IMA, evento di riferimento per il comparto del confezionamento che si svolgerà in Fieramilano Rho dal 3 al 6 maggio 2022. All’interno della propria area espositiva – situata presso il Padiglione 7, Stand A10-B13 – Goglio, uno dei principali player al mondo nel packaging flessibile e unica azienda ad essere stata sempre presente a IPACK-IMA sin dalla prima edizione del 1961, metterà in mostra le più avanzate e sostenibili soluzioni per il confezionamento. In particolare, presenterà delle assolute novità: la GStar, rivoluzionaria macchina per il confezionamento del caffè che garantisce una velocità e una versatilità senza eguali sul mercato, e alcuni nuovi applicativi della piattaforma IoT Goglio MIND.

Ottimo andamento della campagna vendite di IPACK-IMA – la fiera triennale della filiera del processing e packaging in ambito food e non-food in programma a Milano dal 4 al 7 maggio 2021 – con numeri molto positivi già ad ottobre 2019, che prefigurano un percorso di ulteriore crescita.

Tecnologie di ultima generazione, macchine sempre più connesse e fattore umano. Soluzioni attente al risparmio energetico, progettate per realizzare con la massima efficienza prodotti confezionati…

Secondo i termini dell’accordo, interpack e Ipack-Ima (una joint venture tra UCIMA e Fiera Milano) si daranno reciproco supporto per le proprie fiere dedicate al packaging tenute a Düsseldorf e Milano, mentre UCIMA fornirà sostegno alle manifestazioni internazionali di Messe Düsseldorf organizzate nell’ambito dell’interpack alliance. L’obiettivo della partnership è quello di offrire un network di riferimento alle aziende che operano nel settore del processing e packaging. I partner hanno ora firmato specifici accordi che definiscono i dettagli della partnership, già annunciata in anteprima in occasione di interpack 2017.

Con 2,3 miliardi di giro d’affari in Italia (oltre 10 in Europa) e una crescita dall’aprile 2014 al marzo 2015 del 7,6%, il mercato degli alimenti speciali (integratori alimentari, alimenti arricchiti, prodotti dietetici, probiotici e functional foods) ha superato i 170 milioni di confezioni vendute, mentre hanno raggiunto quota 1.800 le aziende che operano nel settore. E’ una locomotiva in corsa, frenata però da un mosaico europeo di normative, definizioni e regole disomogenee, che ostacolano export e libera diffusione dei prodotti.