Tag

vini sicilia

Browsing

Lutto nel mondo del vino con la scomparsa di Silvia Maestrelli, pioniera tra i produttori che hanno dato nuovo slancio all’enologia sull’Etna, un nome legato in maniera indelebile a Tenuta di Fessina. Il desiderio di Silvia Maestrelli è stato sin dall’inizio creare un luogo di bellezza e di incontro, più che una cantina uno spazio tra terra e spirito dove fondere competenze ed energie, relazioni e scambi di idee intorno alla cultura del vino e del buon vivere.

Sicilia Doc non è solo vino, ma è a tutti gli effetti una celebrazione del made in Italy, dell’originalità dei prodotti provenienti da questo territorio e della loro unicità. Quanto è forte infatti il nome Sicilia nel mondo? In realtà molto meno di quanto si possa immaginare. In un panorama internazionale dove regna sovrana l’ignoranza geografica, far diventare popolari i vini di Sicilia è un’impresa non da poco. Per questo si fa affidamento sulla forza dell’intera regione e non della singola varietà piuttosto che singolo territorio. Una scelta ponderata da parte dei produttori che, nonostante le critiche mosse nei confronti della Doc che in quanto regionale sarebbe troppo dispersiva, fanno invece presente quanto possa essere valorizzante a livello globale.

I locals lo chiamano semplicemente A’ muntagna”, il gigante Etna che in questi giorni sta  brontolando, con un’eruzione spettacolare con le immagini che hanno fatto il giro del mondo. A parte qualche disagio sembra che non ci siano problemi con persone e colture del luogo, nemmeno tra i filari delle vigne che da quelle parti stanno dando vita a una Doc Etna davvero scoppiettante. Un boom del vino dell’Etna che da anni sta dettando i trend del gusto non solo in Sicilia, ma in Italia e nel mondo. 133 le Contrade che compongono un puzzle territoriale ai piedi del vulcano alto 3.340 mt. Proprio nella toponomastica delle Contrade, con nomi ricchi di fascino e storia, c’è l’essenza dell’Etna e la riscoperta di antiche tradizioni rurali.

Si arriva ad un certo punto della vita – professionale e non – che il piacere si mischia con la personale visione del mondo. Con il proprio percorso di vita, nel mondo. Le sensazioni di intera compiutezza non ci sono ma il giudizio del bello – quello, sì – è chiaro. Come un cristallo. E gli stimoli esterni per migliorare un progetto rischiano di diventare solo un contorno. Ci riferiamo al nostro personale confronto con le nuove contrade a firma di Alberto Tasca, “art & executive director” della storica azienda siciliana Tasca d’Almerita.

E’ un Open Day all’insegna del buon vino e cibo del territorio marsalese, quello in programma domenica 28 maggio presso le cantine storiche della Pellegrino a Marsala. Questa area è, infatti, il cuore di produzioni d’eccellenza, come il sale che si estrae dalle acque del mare nelle saline secolari, esempio straordinario di come il lavoro dell’uomo possa ancora andare d’accordo con la tutela della natura, del tonno rosso di Favignana e di presidi slow food come il pane nero di Castelvetrano, ottenuto dai grani antichi siciliani.

Arianna Occhipinti

è la Natural Woman del vino italiano, secondo una definizione del giornalista eno-gastronomico del New York Times Todd Selby. Un nomignolo diventato anche il titolo del suo libro biografia. Una donna del vino naturale con radici solide nella sua Sicilia, l’amore e la passione per un territorio. Siamo a Vittoria, nella zona del ragusano, vitigni lavorati il Cerasuolo di Vittoria e il Nero d’Avola, interpretati da Arianna Occhipinti con una filosofia al naturale seguendo anche le regole di produzione del protocollo Triple ‘A’.

I vini dell’Erice Doc sbarcano a Verona per la cinquantesima edizione del Vinitaly. Anche quest’anno Casa vinicola Fazio sarà presente dal 10 al 13 aprile al principale appuntamento dedicato al mondo del vino in Italia. Lo spazio dedicato all’azienda vinicola della Sicilia occidentale sarà lo Stand 81, corridoio F, del Padiglione 2 Sicilia. Qui sarà possibile degustare le nuove annate dei bianchi, dei rossi e degli spumanti a marchio Erice Doc e Doc Sicilia e conoscere le caratteristiche del territorio ericino, dove la viticoltura ha radici millenarie.

Siamo lieti di rinnovarVi l’appuntamento con il Vinitaly 2016, la più grande manifestazione dedicata al mondo del vino, che festeggia quest’anno la sua cinquantesima edizione.
Dal 10 al 13 aprile nella sede di Verona Fiere, la storia, i profumi e i sapori dei più pregiati vitigni siciliani saranno a Vostra disposizione all’interno del nostro Stand n. G 99 Padiglione 2 Sicilia.

La vendemmia è l’occasione più suggestiva per scoprire i vini di un territorio così importante e vitale per la civiltà della vite e la produzione del vino di qualità in Sicilia. Mandrarossa a Menfi ha realizzato un progetto produttivo centrato sull’innovazione enologica e la valorizzazione dei diversi terroir. Protagonisti assoluti del Mandrarossa Vineyard Tour sono i vini, i vigneti e i viticoltori che li coltivano con immutata passione. Nei tre giorni di degustazione, dal 29 al 31 agosto, tante le occasioni offerte ai winelovers per degustare l’intera gamma dei Vini Mandrarossa e scoprirne la qualità e la storia.