0
Pinterest LinkedIn

“La bottiglia adornata è meglio di una bottiglia non adornata, come una bella donna quando indossa un gioiello è ancora più bella. Il vino è una questione di passione, nella mia vita è stata una cosa molto importante, più di semplice lavoro, anche grazie al vino ho fatto molta strada e credo che bevendo i miei vini mi si possa conoscere meglio”. Così ha esordito Joe Bastianich al lancio ufficiale delle Capsule Collection “WineJewels” di Bianca D’Aniello, prima di scaldare i presenti con una sessione live.

Joe Batianich Suona la chitarra e canta

All’evento “WineMusic&Jewels” il 15 dicembre 2015, nel cuore di Brera nell’Atelier Bianca D’Aniello in Via Formentini, è stato proprio l’italo americano il grande protagonista. Oltre ad essere uno dei volti noti di Master Chef 5 tra poco su Sky, un imprenditore di successo nel mondo del vino e nella ristorazione, Joe Bastianich ha anche la musica tra le sue corde. Un Bastianich mai visto, si è esibito in una performance musicale dal vivo assieme a Vittoria Hyde, bellissima voce di VirginRadio ed il suo gruppoVittoriaandthehydepark, con pezzi e cover del repertorio classico. Musica e Creatività sotto il segno di una grande passione comune: il vino.

Joe Bastianich spega i Wine Jewels e canta dal vivo:

 

WINE JEWELS

Ispirata da Joe Bastianich e dalle note intense dei suoi vini, debutta “WineJewels“, la prima Capsule Collection Bianca D’Aniello di accessori gioiello pensati per impreziosire calici e bottiglie. La capsule “WineJewels” si compone principalmente di una serie di “BottleNecklaces“, vere e proprie miniature di preziose collane nate per adornare un collo sensuale, ma questa volta non di una donna, bensì di una bottiglia di vino.

È proprio in un gioco di parallelismi e simbolismi tra la forza e la sensualità di una donna e le caratteristiche forti e seducenti di un buon vino che nasce questa nuova opera artigianale tutta italiana, una Limited Edition realizzata a mano in ottone. Nella collezione anche “DripCatchersJewels“, eleganti salvagoccia composti da nastri di raso o seta con dettaglio gioiello, e “WineGlassJewels“, originali ornamenti da calice con pietre semipreziose che grazie ai diversi colori rappresentano una variante più che mai ricercata di segna calice.

Un concept creativo scaturito da un incontro speciale, come racconta la designer Bianca D’Aniello. “Ho conosciuto Joe Bastianich per caso, in occasione di un evento, si degustava il suo vino, davvero ottimo. Abbiamo iniziato a parlare di creatività e musica, sua grande passione, ho scoperto con sorpresa un lato artistico e sensibile di musicista che non immaginavo. Poi Joe ha improvvisamente notato e apprezzato i gioielli che indossavo, alcune delle mie creazioni, e così per gioco abbiamo iniziato a ingioiellare una sua bottiglia con le mie collane. Un gioco’ che subito si è rivelato ‘illuminante’. Così Joe mi ha lanciato una sfida, quella di creare dei gioielli ispirandomi al suo vino, così è nato Wine Jewels. Del resto gustare un buon vino è come esser sedotto da una bella donna, parola di Joe Bastianich”.

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


1 Commento

Scrivi un commento

15 − 14 =