Pinterest LinkedIn

Mamma butta la pasta! Si celebra oggi lunedì 25 ottobre il World Pasta Day, tante le iniziative dall’Italia al mondo per il cibo simbolo del made in Italy. Una pasta sempre più conosciuta con un settore dei pastai italiani che registra circa 120 imprese, oltre 10.200 addetti e un business globale dal valore di 5,6 miliardi di euro. Giunto alla sua 23^ edizione, il World Pasta Day è una manifestazione ideata e curata da Unione Italiana Food e IPO – International Pasta Organisation, che ogni anno racconta il piatto simbolo della dieta mediterranea.

Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

Pasta sempre più verso l’estero, circa il 63% della produzione italiana pari a 2,4 milioni di tonnellate esce dai confini italiani. In cima alla graduatoria dei paesi dove si esporta in testa la Germania, seguita da Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Giappone. L’export di pasta dei primi 7 mesi del nuovo anno segna un calo del 9,4% a valore, ma il confronto con i valori “pre-Covid” dello stesso periodo del 2019 evidenzia un +13%. Analizzando i 5 mercati più strategici Germania (+6%), Francia (+2%), Giappone (+4%) e soprattutto Usa (+10%), mentre l’unico valore di segno negativo rispetto al 2019 arriva dal Regno Unito (-4%), come conseguenza della Brexit. A livello di consumi pro-capite ogni italiano consuma oltre 23 kg all’anno di pasta. Seguono Tunisia, 17 kg, Venezuela, 15 kg e Grecia, 12,2 kg.

“World Pasta Day” 2021 che guarda anche ai meno fortunati, secondo OXFAM, nel 2021 20 milioni di persone hanno raggiunto livelli estremi di insicurezza alimentare, portando il totale a 155 milioni di persone in 55 Paesi. Mentre in Italia, sono 27 milioni gli italiani che ancora nel 2021 sono stati costretti a fare delle rinunce vivendo situazioni di disagio quotidiano (dati Rapporto Coop 2021). Da segnalare l’iniziativa di beneficenza dei pastai italiani in sostegno delle mense Caritas. Fino al 25 ottobre si potrà postare sui social lo scatto di un piatto di pasta con l’hashtag #Haveagoodpasta, che verrà pubblicato sul sito dedicato “Al Dente”, dove sarà attivo un contatore online fino al raggiungimento di 300mila piatti di pasta donati alle mense Caritas di quattro grandi città italiane: Milano, Roma, Napoli e Palermo. Mentre invece sono 150 i ristoranti italiani e internazionali che hanno già aderito con menu speciali e una ricetta di pasta solidale ispirata al tema #haveagoodpasta che verrà proposta in carta fino al 25 ottobre e condivisa sui propri canali social per coinvolgere la propria community.

Focus sulla pasta anche a Tuttofood, con il giorno delle sfogline, le artiste del mattarello che in tutta Italia impastano con la forza delle braccia e poi creano sui tavoli delle cucine i diversi formati di pasta, semplice o ripiena. Un racconto della pasta italiana per vedere in diretta come nasce dalle sapienti mani delle sfogline, l’appuntamento è per lunedì 25 ottobre dalle ore 9,30 allo stand di Coldiretti e Filiera Italia alla Fiera di Milano a Rho. Verrà sarà presentato anche il rapporto della Coldiretti “Dal grano alla pasta, attacco al Made in Italy” con un’analisi sulle nuove tendenze di consumo e produzione in Italia e all’estero. Sempre 25 ottobre alle ore 15,00 nello spazio incontri, padiglione 14, Coldiretti e Filiera Italia organizzano l’incontro “La filiera agroalimentare, un traino per la ripartenza del Paese”, con la presenza di Stefano Patuanelli, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e l’intervento conclusivo Ettore Prandini, Presidente Nazionale Coldiretti.

INFO aldente.worldpastaday.org/al-dente/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Luksusowa Vodka - When Life Gives You Potatoes - importata e distribuita da Pallini SpA

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

7 + 6 =