Archivi

Ottobre 2012

Browsing

Al 34° SIGEP, Salone internazionale gelateria, pasticceria e panificazione artigianali (Rimini Fiera 19-23 gennaio 2013), il caffè si confermerà uno dei protagonisti della kermesse sul mondo del dolciario artigianale. SIGEP Coffee (al padiglione A1) è l’evento riservato alla promozione della cultura del caffè e della sua intera filiera, dalla pianta al prodotto servito, che sarà animato dai migliori baristi del mondo. Questo spazio diverrà un punto di riferimento per gli operatori del settore per apprendere ed elevare la propria professionalità. E soprattutto sarà un palcoscenico in cui il caffè darà spettacolo attraverso competizioni tra baristi uniche nel loro genere: IBC/Campionato Italiano Baristi Caffetteria (da sabato 19 a lunedì 21 gennaio 2013), a cui parteciperanno 12 professionisti selezionati in concorsi svolti in tutta Italia nel corso dell’ultimo anno. La competizione, che è valida per l’ammissione al World Barista Championship, consiste nel preparare, in un tempo massimo di 15 minuti, 4 espressi, 4 cappuccini e 4 bevande analcoliche personalizzate a base espresso, da servire ad una giuria formata da esperti giudici degustatori. L’appuntamento gode del patrocinio di SCAE (Speciality Coffee Association of Europe) e SCAA (Speciality Coffee Association of America), ed è organizzato da Rimini Fiera in collaborazione di A.C.I.B, Associazione Campionati Italiani Baristi.

L’estate è finita, il Natale è ancora lontano, ma la redazione di Cucina & Vini non si ferma! Infatti tutta la redazione è impegnata a lavorare sull’organizzazione di Sparkle 2013 che si terrà il prossimo 1 Dicembre ancora una volta nel cuore di Roma nella bellissima location del Grand Hotel Excelsior di Via Veneto. Negli ultimi anni Sparkle – l’evento più atteso della capitale interamente dedicato alle bollcine italiane – sta riscuotendo un successo senza precedenti, registrando dei numeri assolutamente inattesi di pubblico e di coinvolgimento mediatico. Nella fantastica edizione dell’anno scorso hanno preso parte all’evento ben 3500 persone e più di 80 aziende produttrici di bollicine italiane. “Il vino spumante italiano continua a riscuotere successo presso il pubblico italiano e straniero – dichiara Francesco D’Agostino, Direttore di Cucina & Vini e curatore di Sparkle Bere spumante -, risentendo molto meno di altre tipologie della generale riduzione dei consumi. In un contesto del genere una guida diventa uno strumento sempre più utile per discernere tra prodotti di qualità e non”.

Rimini, 31 ottobre 2012 – RHEX Rimini Horeca Expo, il nuovo evento di Rimini Fiera nato per esaltare le esperienze degli ex SIA Guest e Sapore, in collaborazione con Reed Gourmet e la rivista Grande Cucina, allestiranno, dal 23 al 26 febbraio 2013, “Ristorazione a cinque stelle” – gourmet Global experience – una coinvolgente quattro giorni all’insegna di show cooking curati dagli chef di ristoranti collocati all’interno dei più prestigiosi hotel. I sei chef chiamati a raccolta, appartenenti al gotha della ristorazione made in Italy, mostreranno ai visitatori di Rhex la propria personale idea di ospitalità, servizio e cucina. Partendo dalla convinzione che l’ospitalità di eccellenza sia il mix di grandi piatti, mise en place, qualità del servizio e atmosfera, ogni chef affiancherà allo show cooking una mostra permanente con la riproduzione di due tavoli del proprio locale, uno per l’esposizione e uno per il servizio del piatto.

Le dolcezze della tradizione incontrano l’inconfondibile gusto delle mitiche bibite Spumador, per un abbinamento che appassiona da sempre i gourmet toscani. L’appuntamento è sabato 3 e domenica 4 novembre a Pisa, dove andrà in scena la settima edizione di Dolcemente Pisa, la kermesse gastronomica dedicata ai dolci artigianali della Toscana. Dal cioccolato al panforte, dai cantucci alle torte, i sapori dei dolci tipici della regione verranno esaltati dalle bevande di Spumador, offerte per l’occasione agli ospiti presenti alla Casa della Città Leopolda. Prodotta ancora oggi con una ricetta segreta a base di 17 erbe officinali, gli “ingredienti” della spuma sono da sempre passione, originalità e tradizione e rappresentano così il perfetto connubio alle creazioni in degustazione a Dolcemente Pisa, frutto della fantasia secolare dei pasticceri toscani.

Dopo il successo della scorsa edizione infatti, anche per la stagione 2012–2013, i varietali Settesoli sono in Product Placement nella trasmissione “I menù di Benedetta” di Benedetta Parodi che vanta una share media del 3,80% ed è in onda su La7 da lunedì a venerdì alle 12:30 e alle 18:25 (ed in replica su La7d).Tutti i giorni Benedetta Parodi prepara un menù completo di cinque portate, con una ricetta speciale dedicata ai bambini. Il vino di Cantine Settesoli, ben in evidenza nella cucina di Benedetta, viene offerto agli ospiti vip in studio nel corso della preparazione delle succulenti portate. I vini presenti in trasmissione (nero d’Avola, merlot, cabernet sauvignon, syrah per i rossi, il syrah rosato ed inzolia, grillo, chardonnay e grecanico per i bianchi) sono disponibili nei migliori supermercati d’Italia. Dal 28 ottobre, inoltre, lo spot “Gocce di Sicilia” sarà di nuovo on air sulle reti Mediaset. Una campagna di successo firmata Lowe Pirella Fronzoni che racconta il brand attraverso l’esaltazione dei valori su cui si fonda (comunità, sicilianità e qualità) e l’introduzione del pay off “Vite di Sicilia” come sintesi del nuovo posizionamento.
+info: http://www.mediakey.tv/index.php?id=leggi-news&tx_ttnews[tt_news]=32018&cHash=2c29274817795ebcfdfc5f45a028186b

Stretta tra le Alpi e il mare, la Liguria è una straordinaria terra da vino: bellissima, suggestiva, con le sue vigne a picco sul Tirreno, ma davvero poco generosa. Ogni fazzoletto di terra deve essere strappato alla montagna, terrazzato, le zone pianeggianti sono davvero poche. E’ un peccato perché in questi ultimi anni i bianchi (ma anche i rossi, in seconda battuta) di questa terra stanno guadagnando una grande popolarità. Piace il loro stile, sapido e fruttato, ricco di note d’erbe aromatiche e di iodio, di mare, quel carattere così decisamente mediterraneo che si ritrova nei buoni Pigato, nei Vermentino e anche nei rossi come Rossese di Dolceacqua o Ormeasco… E poi gli straordinari (e introvabili) vini dolci, come il leggendario Cinque Terre Sciachetrà.

Circa 32 mila metri quadri venduti a un milione e 370 mila euro: i succhi di frutta della Pfanner saranno realizzati a Policoro. Questa mattina l’Amministratore Unico della Soc. Jonica Juice, l’austriaco Hermann Pfanner, ha firmato l’atto di compravendita dell’area dell’ex Mercato Ortofrutticolo di Policoro, situato alla fine di via Puglia, angolo via Santa Croce, per realizzare un grande impianto di lavorazione e trasformazione della frutta in succhi.Leader internazionale nel settore della trasformazione della frutta, la Pfanner, che ha la sua sede principale in Austria e ben 5 succursali nel resto d’Europa, si appresta ad aprire la seconda sede italiana (la prima è a Bolzano), proprio nella Città di Policoro.

In molti Paesi, il caffè espresso è un “ingrediente” irrinunciabile della vita quotidiana: le diverse specialità della tradizionale caffetteria italiana, tra cui il cappuccino e il latte macchiato, sono infatti sempre più amate e richieste dai consumatori. Da oggi sarà semplicissimo prepararli comodamente a casa grazie a Favola™Cappuccino, la nuova macchina del sistema A Modo Mio che Lavazza ed Electrolux lanciano per Natale 2012. Basterà versare il latte fresco nell’apposito bicchiere e premere un pulsante per ottenere, in un minuto, una crema di latte dalla texture compatta e vellutata come quella del bar. La garanzia di un perfetto risultato è data dalla qualità superiore e dal gusto autentico dell’espresso A Modo Mio, e dalla tecnologia Click’n Cappuccino brevettata da Lavazza, che combina l’azione del getto di vapore, a temperatura ottimale, e il movimento del frullino, che si sostituisce alla mano del barista italiano più esperto.

L’associazione turistica di Tirolo, assieme ai rappresentanti del Merano Wine Festival, ad albergatori, sommeliers ed enologi, che costituivano i 16 giurati del premio “Dolcissimo 2012”, lo scorso 19 ottobre si sono radunati nella splendida cornice di Castel Tirolo, in Alto Adige, ed hanno così decretato, dopo averli degustati e selezionati, i migliori 10 vini dolci delle aziende altoatesine partecipanti. Tra i premiati della 7ª edizione di “Dolcissimo”, nella categoria moscati rosa, il Moscato Rosa 2009 del Podere Provinciale Cantina Laimburg. Il Moscato Rosa 2009 della Cantina Laimburg è un vino dolce dal colore rosso rubino chiaro. L’intenso e fragrante profumo di rose conferisce a questo passito dolce il suo particolare carattere: è un vino rotondo, elegante, voluttuoso e dal retrogusto persistente. La vendemmia delle uve che producono questo particolare vino moscato viene effettuata a mano a metà settembre, solo quando i grappoli sono ben maturi e successivamente vengono lasciati ad appassire su delle stuoie. Gli acini così appassiti vengono pigiati a fine novembre – inizio dicembre e il mosto prodotto viene messo a fermentare in botti d’acciaio e lasciato maturare per almeno 6 mesi, affinché mantenga l’aroma primario delle rose.

Per baristi e ristoratori che vogliono mantenere alta la qualità in tazza ma hanno ridotti consumi di caffè, La Spaziale ha pensato a una macchina ad hoc che consenta di rispondere alle esigenze di questa specifica nicchia di mercato: la nuova S1 Armonia. Questa macchina ha già riscontrato apprezzamento da parte di torrefattori italiani e stranieri che forniscono la S1 Armonia ai locali che vogliono erogare un ottimo espresso nonostante la quantità delle erogazioni quotidiane sia limitata. Piccola e versatile consente di usare sia polvere che cialde e capsule; è una macchina molto compatta, con un peso di 30 kg., che non necessita di rete idrica, basta solo il collegamento elettrico per installarla. Nonostante questa agilità e versatilità, S1 Armonia è una macchina per caffè professionale in tutto per tutto, vediamone le caratteristiche principali: è dotata di 2 gruppi erogatori professionali e due pompe a vibrazione (una per ciascun gruppo), ha inoltre 3 caldaie -una per il latte e i cappuccini, le altre due dedicate all’erogazione dell’espresso per ciascun gruppo-, queste ultime con regolazione indipendente delle temperature.

La tramoggia (la campana) che contiene il caffè in chicchi e il dosatore richiedono interventi di pulizia periodici, perché non si formino al loro interno depositi di grassi che irrancidiscono e danno al prodotto un gusto sgradevole. Chi è avvezzo alla pulizia – e numerosi clienti lo sono, e molto! – sa che l’alone iridescente che spesso contraddistingue questi contenitori è un segno di scarsa pulizia. Per detergere e igienizzare rapidamente questi componenti del macinadosatore, Asachimici ha realizzato un nuovo e praticissimo prodotto: puly Barsteryl. È facilissimo da usare: dopo aver tolto con uno strofinaccio o una spazzola i residui solidi, si spruzza distribuendolo uniformemente sulla superficie: una rapida passata con un panno o con carta in rotoli per la pulizia e in 30 secondi il prodotto svolge la sua azione sanificante, si volatilizza e non lascia odori.

Al via il nuovo evento dedicato al mondo del caffè e della caffetteria italiana. Le più importanti associazioni del settore in collaborazione con aziende che gravitano intorno al mondo dell’espresso italiano daranno vita alla prima manifestazione – show room rivolto a tutti coloro che operano nella filerà del caffè. In un’unica giornata sarà possibile partecipare ad una serie di eventi e conoscere le aziende e i prodotti di maggior rilievo del mondo del caffè. L’evento si svolgerà nel cuore di Milano all’interno della prestigiosa Sala Giuseppe Orlando, (presso la sede Confcommercio Milano . Corso Venezia, 49 – Milano). Di seguito il programma delle realzioni.

DM Italia, distributore ufficiale delle attrezzature Ditting e Mahlkönig in Italia, partecipa a TriestEspresso Expo 2012, presentando le linee di macinacaffè professionali grind-on-demand più interessanti per il settore Ho.re.ca e per l’uso domestico. Oltre alle costanti innovazioni tecnologiche promosse da Mahlkönig, DM Italia presenta una novità importante: nelle scorse settimane, infatti, è stato siglato l’accordo di collaborazione commerciale tra Mahlkönig e ANFIM.

Il Montepulciano d’Abruzzo e’ molto noto tra gli italiani: nove su dieci dichiarano di conoscerlo, tre su dieci affermano di berlo spesso e quasi quattro su dieci dicono di degustarlo almeno raramente per un complessivo 72 per cento di bevitori. E’ uno dei risultati che emergono dalla ricerca ”Vini di qualita’ abruzzesi: percezioni e mercato” realizzata da Renato Mannheimer presentata a Chieti presso il teatro Marrucino in occasione della illustrazione delle strategie di comunicazione e della nuova immagine per la valorizzazione dei vini di qualità della Regione Abruzzo, una campagna curata da Pomilio Blumm per la quale e’ stato scelto lo slogan ”Montepulciano, piacere d’Abruzzo”. Una campagna che punta molto sul web, oltre sui tradizionali mezzi quali radio e televisione, e che vuol raggiungere i mercati del Nord Europa.

Si avvicina velocemente il Natale, periodo che tradizionalmente vede molti birrifici creare birre speciali per festeggiare nel migliore dei modi. Interbrau ha raccolto le proprie specialità invernali in un catalogo dedicato, “Winterbrau” 2012. Il movimento della birra ha sempre vissuto il periodo delle feste natalizie con una certa effervescenza. È ormai diventata usanza per molti birrifici creare specialità dedicate a festeggiare il Natale, riprendendo una tradizione affermatasi negli anni soprattutto nei paesi del nord Europa. Il freddo infatti spinge a cercare prodotti specifici, spesso più corposi e di maggior tenore alcolico, ma la gioia di brindare alla feste con una buona birra non ha paragoni.

I produttori italiani aderenti ad Assofoodtec/UCIMAC hanno promosso l’introduzione della nuova norma UNI 11460, che regolamenta – per la prima volta in Italia – i metodi di prova e i limiti di migrazione di piombo e nichel negli apparecchi destinati alla preparazione e alla distribuzione di bevande calde utilizzati negli esercizi commerciali e nelle comunità. Il nostro Paese può vantare esperienze professionali centenarie in tema di produzione di macchine per caffè, con un’attenzione unica alla qualità e alla sicurezza. Per ribadire la propria posizione di eccellenza, i costruttori italiani aderenti ad Assofoodtec/UCIMAC, l’associazione di categoria che raggruppa le maggiori aziende italiane produttrici di macchine professionali per caffè, hanno deciso di dotarsi di uno standard capace di valutare sia le macchine di nuova produzione che quelle già in uso.

Dal 1960 Bosco produce artigianalmente, nel cuore di Napoli, macchine da caffè professionali a leva da 1 a 5 gruppi. La nuova linea Posillipo, con le sue finiture in oro, rende inoltre la macchina da caffè un complemento d’arredo da ammirare, donando ulteriore fascino a qualsiasi locale. Bar, ristoranti e hotel desiderano offrire ai propri clienti caffè eccellenti utilizzando macchine semplici e affidabili. Dal 1960 Bosco sposa integralmente questa filosofia producendo artigianalmente, nel cuore di Napoli, macchine da caffè professionali a leva da 1 a 5 gruppi, riscuotendo un crescente successo internazionale. La tecnologia a leva assicura un’impareggiabile qualità in tazza grazie a numerosi fattori, tra i quali il naturale sistema di preinfusione. La qualità dei materiali e l’estrema robustezza delle componenti utilizzate, senza delicate pompe e sofisticati circuiti elettronici, garantiscono elevata affidabilità e performance stabili per decenni anche sotto l’utilizzo professionale più intensivo, mantenendo al contempo costi e tempi di manutenzione ridotti al minimo. La nuova linea Posillipo, con le sue finiture in oro, rende inoltre la macchina da caffè un complemento d’arredo da ammirare, donando ulteriore fascino a qualsiasi locale.

Secondo la Cia, dopo il picco produttivo toccato nel 2002 c’è stata una continua flessione, complice il cambiamento dei gusti dei consumatori.. Il vino novello continua a perdere fascino e fan. Ma meno ammiratori vuol dire meno produzione sui campi e meno bottiglie in vendita sugli scaffali. E infatti in dieci anni si sono perse per strada ben 14 milioni di bottiglie, passando dal picco storico di 18 milioni raggiunto nel 2002 fino ad arrivare a 4 milioni scarsi del 2012, con un crollo che si avvicina all’80 per cento. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, alla vigilia dell’apertura della stagione del “novello”.In realtà l’ennesimo calo di quest’anno non avrà effetti pesanti sul “pianeta vino” e sui vitivinicoltori -osserva la Cia- visti i bassi volumi di questo prodotto che oggi incide con lo 0,2 per cento sulla produzione enologica nazionale.

Veronafiere con Vinitaly in the World promuove l’eccellenza dei vini italiani nel mondo. Un progetto che mira a supportare i produttori nel presidio di mercati differenti, regolati da una notevole complessità di passaggi e interlocutori, oltre che da svariate dinamiche di importazione. Il vino traina il comparto agroalimentare, saldamente presidiato da Veronafiere che detiene il 45% per cento dell’intera offerta fieristica nazionale e, grazie a un know how sviluppato in 114 anni di attività, rappresenta una piattaforma privilegiata per il business delle aziende e per la promozione del made in Italy sui mercati consolidati ed emergenti. Un mercato quello dell’export enologico italiano che non conosce battute d’arresto e che nel 2011 ha superato i 4,4 miliardi in valore in aumento del 12,4%, derivanti da oltre 23 milioni di ettolitri (+9,4%). Numeri che acquistano maggiore valore alla luce della crisi economica mondiale.

Arriva il primo “social cocktail” ovvero il drink creato direttamente dal popolo di Facebook, e che farà parte della lista di uno dei locali più prestigiosi al Mondo, il Diana Majestic di Milano. Tutto ciò grazie a Perrier, il colosso dell’acqua francese, che ha lanciato sulla piattaforma social più popolata del Pianeta, una vera e propria gara, aperta a tutti, per selezionare il primo “Social Master-Barman” italiano. Tutti i Facebook-Makers potranno quindi partecipare al “Contest Mixology by Perrier”, l’esclusiva competizione che permette di poter diventare autore di un cocktail dove chiunque potrà vestire i panni di barman e dare sfogo alla propria creatività in fatto di “miscelazione”. Giudice d’eccezione di questa esclusiva “competizione social” il Master-Barman David Ferdani, genio della “mixability” e assoluto protagonista del Bar del Diana Majestic.

OnestiGroup S.p.A., azienda leader della distribuzione intermedia in Italia e specializzata nel comparto bevande, è il nuovo distributore per il mercato nazionale di Bicerin di Giandujotto e dei prodotti della gamma Nuove Distillerie Vincenzi. Un ulteriore passo avanti nel consolidamento del portafoglio prodotti in esclusiva che viene compiuto grazie all’acquisizione della distribuzione di un brand storico e di prodotti di elevata qualità.

La DOC Colli del Trasimeno cresce. In tutti i sensi. Crescono gli ettolitri di vino DOC imbottigliato, così come le bottiglie e il numero degli imbottigliatori. E cresce soprattutto il vino certificato, quello che ha chiesto e ottenuto la DOC, negli ultimi tre anni. A fornire i dati relativi all’evoluzione nell’ultimo triennio della DOC Trasimeno è una ricerca condotta dal Parco Tecnologico dell’Agroalimentare dell’Umbria 3A che ha partecipato con uno dei suoi ricercatori alla tavola rotonda “La DOC Trasimeno guarda al futuro: evoluzioni e prospettive” organizzata al Relais La Fattoria di Castel Rigone (Passignano sul Trasimeno) dalla Strada del Vino Colli del Trasimeno con il contributo del FEASR-Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale e della Regione Umbria nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2007-2013.

Un giro attorno al mondo, seguendo l’aroma del caffè. Il convegno d’apertura di TriestEspresso, la più importante fiera dedicata esclusivamente all’espresso organizzata da Aries in collaborazione con Associazione Caffè Trieste e Trieste Coffee Cluster, ha condotto lungo molti tra i principali paesi produttori di caffè. Il viaggio è iniziato in Indonesia, per muoversi verso Guatemala, India, Brasile, El Salvador, Tanzania e Burundi: tappa dopo tappa sono stati messi in evidenza i trend che stanno caratterizzando maggiormente ciascuno di questo mercati, con i loro punti di forza e le prospettive future. Una dinamica che sempre più sta contagiando questi mercati è quella della costante crescita dei consumi interni.

Fra gli appuntamenti in calendario al Salone del Gusto di Torino, si è svolto questa mattina il Convegno internazionale “Partners for Sustainability”, organizzato da Lavazza, partner storico del Salone del Gusto, per celebrare i 25 anni di attività della ONG Rainforest Alliance ed i 10 anni dalla nascita del Progetto ¡Tierra!. ¡Tierra! nasce nel 2002, quando Lavazza decide di avviare un progetto di sviluppo sostenibile in tre comunità caffeicole dell’Honduras, della Colombia e del Perù. Non solo coltivazione del caffè quindi, ma anche istruzione, salute, microcredito, formazione e qualità della vita, sono fra gli interventi effettuati all’interno delle comunità caffeicole coinvolte.

«10mila operatori professionali in visita, più 10% sul 2010, quando il mercato dimostra delle sofferenze: TriestEspresso Expo è la risposta del mondo del caffè alla sfida globale dei mercati. Si riconferma un evento internazionale che coinvolge ben 85 Paesi capace di convogliare a Trieste i maggiori player del comparto – commenta Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio e di Aries, organizzatrice dell’evento -. Dalla prossima edizione una nuova e prestigiosa sede in centro città, tra Stazione Marittima e Magazzino 42. Il caffè si ritroverà nel suo vero e autentico habitat, su un molo circondato da quel mare attraverso il quale il caffè arriva in una città che è unanimemente riconosciuta punto di riferimento per il suo commercio, per le sue aziende, per una filiera del caffè autentica eccellenza e vanto del made in Italy nel mondo». Massimiliano Fabian (cfr fotto a lato), presidente dell’Associazione Caffè Trieste, non ha dubbi su TriestEspresso Expo: «È stato un successo. Trieste è la capitale mondiale del caffè, lo dicono tutti e lo hanno dimostrato con la loro presenza gli attori del settore provenienti da tutto il globo. Ora guardiamo all’edizione 2014, ovviamente a Trieste».

Cliccate sul seguente link www.brau-beviale.de/floorplans e potrete visionare le ultime notizie, scaricare la lista degli espositori e le planimetrie dei padiglioni aggiornate. Una descrizione e informazione sui prodotti sono visibili on line: www.ask-Brau-Beviale.de Ricerca semplice e veloce nella piattaforma di settore. Tutti gli espositori, i prodotti e le novità con un solo clic: sempre attuali, 365 giorni all‘anno.

Il Piemonte enologico, così ricco di storia e tradizione, si presenta, per buona parte dell’immaginario collettivo, come una regione abbastanza statica e poco incline ai cambiamenti. Invece, dopo le tante degustazioni effettuate quest’anno nei vari distretti piemontesi, ci sentiamo di affermare, una volta di più, il dinamismo e l’effervescenza stilistica e culturale che contraddistinguono l’intero territorio. L’importante numero totale di Tre Bicchieri conseguito in questa edizione, 75 contro i 72 dell’anno passato, rivela un ottimo stato di forma generale.

La Calabria del vino cresce veloce in termini qualitativi, e aumenta il numero delle aziende che inviano i loro campioni. Al punto che iniziamo a pensare che le pagine della Guida a nostra disposizione per questa regione siano diventate ormai poche. Per motivi di spazio, infatti, siamo stati costretti a non inserire diverse cantine che, altrimenti, avrebbero meritato un posto in Guida. Ne sono un esempio la cantina Capo Zefirio di Bianco che ha presentato una splendida versione del suo Mantonico Passito ’05, ma anche Pandolfi di Saracena e Nino Pichilli di Palizzi. A loro diamo appuntamento alla prossima edizione.

In Italia, e soprattutto a Nordest, nella storia di un’azienda si riflettono spesso i valori, i sogni, gli ideali e le realizzazioni concrete di una famiglia e di chi ne sta a capo. È questo il caso del commendator Enrico Zoppas, presidente di Acqua Minerale San Benedetto Spa, la cui esperienza di capitano d’azienda si rispecchia nella vita dell’azienda con sede a Scorzè (Venezia), che è oggi il gruppo a capitale italiano più importante nel panorama del beverage analcolico ed è presente in tutti i più importanti segmenti del mercato. Nel dna di San Benedetto e in testa ai pensieri di Enrico Zoppas c’è, da sempre, l’attenzione all’ambiente, culminata nell’accordo siglato nel 2009 e rinnovato nel 2011 con il Ministero italiano dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, volto a promuovere iniziative dedicate alla valorizzazione della sostenibilità nella produzione di acque minerali e bevande analcoliche.

TriestEspresso e Fipe nazionale: una partnership che punta l’attenzione sulla qualità al bar e su dinamiche di prima attualità per il settore. Il convegno “Caffè, pagamenti e buoni pasto: croce e delizia degli esercenti”, nella giornata inaugurale, e l’iniziativa “Tasting&Testing” per coinvolgere pubblico specializzato in fiera e consumatori del centro sulla loro abilità di giudicare un buon espresso.«Sono particolarmente lieto di questa collaborazione con la FIPE nell’ambito di “TriestEspresso Expo”, organizzata da Aries in collaborazione con Assocaffè Trieste e Trieste Coffee Cluster – esordisce Antonio Paoletti, presidente Camera di Commercio di Trieste – L’argomento trattato nel corso del convegno è particolarmente importante e di grande attualità: l’articolo 62 del decreto sulla disciplina delle relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli e agroalimentari rischia di avere effetti pesantissimi sulle imprese del settore distributivo e produttivo, dai piccoli imprenditori esercenti alle più consolidate realtà della ristorazione collettiva».

Il nuovo prodotto, frutto della collaborazione tra due aziende reatine, la Cioccolateria Napoleone di Rieti ed il Birrificio Alta Quota di Cittareale, e’ stato presentato al Salone del Gusto Terra Madre di Torino. La ”birra spalmabile” sembra essere destinata a rivoluzionare il tradizionale ambito enogastronomico che viene associato alla birra. ”Non e’ la prima volta in Italia ed in Europa che si tenta di realizzare una birra non liquida – spiega Claudio Lorenzini del birrificio Alta Quota di Cittareale – ma i test realizzati non sono andati a buon fine in quanto l’abbinamento tra gli ingredienti non era vincente. Noi riteniamo di aver trovato la formula giusta con l’utilizzo di prodotti di eccellente qualita’, che per quanto riguarda la birra prevede l’utilizzo delle nostre varieta’ Omid e Greta”.

Fipe si presenta per la prima volta alla Fiera del Caffè di Trieste e il suo ingresso è in grande stile. Nei giorni precedenti la rassegna ha coinvolto i cittadini proponendo loro una singolare e quanto mai simpatica e divertente iniziativa: “Tasting&Testing”. In pratica, dopo aver bevuto un espresso, per ‘giocare’ su quanto fossero veri intenditori, è stato chiesto ai consumatori di compilare un questionario, i cui risultati saranno resi noti il 27 ottobre, ultimo giorno di Triestespresso. Ma la vera novità riguarda – e non poteva essere altrimenti – gli esercenti. Fipe offre loro l’ingresso gratis in Fiera.

La formazione professionale targata Scae approda per la prima volta a TriestEspresso Expo: dal 25 al 27 ottobre troveranno spazio anche i workshop certificati e le educational session della Speciality Coffee Association Europe. Un calendario serrato, che propone per ogni data della tre-giorni triestina proposte formative ritagliate sulle esigenze degli operatori del settore, siano essi torrefattori, buyer, baristi o altre figure che ruotano attorno alla filiera dell’espresso. Si inizia già dalla mattina di giovedì 25 ottobre con un approfondimento su come avviare il proprio espresso bar, per proseguire con 5 ore di “cuptasting”: ovvero gettare le basi per l’assaggio, percepire differenze qualitative e quantitative in differenti tipi di caffè ed essere in grado di descriverle.

Negli ultimi anni, le acque minerali e le bibite in Pet nel settore Vending hanno conosciuto uno sviluppo sempre maggiore. Con una quota di mercato del 4% , e a volumi di 200 mln di litri, il settore Vending risulta un mercato con ampi margini di crescita, dove attualmente sono presenti pochi competitors. In quest’ottica, DEMO Design and Moulds, da sempre azienda votata all’innovazione, ha sviluppato nell’ultimo periodo nuovi contenitori in Pet dalle altre prestazioni tecniche e dalle elevate caratteristiche estetiche per acqua minerale e bevande, per offrire ai propri clienti soluzioni all’avanguardia in questo settore.

Alla presentazione del Rapporto di Sostenibilità 2011-2012 di birra Peroni intervengono il Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, Andrea Riccardi, e il vice ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Michel Martone, per affrontare il tema “In quale Italia credere”, svolto in questo primo appuntamento sulle politiche di Welfare. Cosa significa credere nell’Italia? “Per noi significa credere in una storia, la nostra, iniziata nel 1846, e nelle nostre tradizioni produttive di qualità. E ancora, significa credere nel nostro capitale umano e nella catena del valore che la nostra attività crea, contribuendo alla crescita economica e restituendo ricchezza alle comunità locali in cui operiamo”. Così, Federico Sannella, Direttore delle Relazioni Esterne di Birra Peroni azienda alimentare da oltre 160 anni fortemente legata alla tradizione produttiva italiana

TriesteEspresso Expo è Trieste. Trieste è TriesteEspresso Expo. Tagliato il nastro inaugurale, il pensiero del presidente della Camera di Commercio di Trieste, Antonio Paoletti, va immediatamente al lungo termine per confermare che la manifestazione è un patrimonio della città su cui si vuole continuare a scommettere e a investire: «Questo è l’ultimo anno per il comprensorio di Montebello, nel 2014 TriestEspresso Expo scenderà in città, nell’incantevole scenario della Stazione Marittima, di cui si sta ristrutturando l’ampio magazzino 42. Il caffè si ritroverà nel suo vero e autentico habitat, su un molo circondato da quel mare attraverso il quale il caffè arriva in una città che è unanimemente riconosciuta punto di riferimento per il suo commercio, per le sue aziende, per una filiera del caffè autentica eccellenza e vanto del made in Italy nel mondo».

Di fronte ad un’importazione globale in Italia di 7.619.104 sacchi nel 2011, attraverso la dogana di Trieste sono stati importati circa il 26,5 %. Dalle statistiche sull’importazione si rileva che primo fornitore di caffè all’Italia è da sempre il Brasile con il 32%, seguito dal Vietnam con il 13% e dall’India che è all’11%. Nel 2011 il nostro Paese si colloca al terzo posto, alle spalle della Germania e del Belgio, nella graduatoria dei maggiori esportatori di caffè. In questo periodo le esportazioni italiane di caffè tostato sono ammontate a oltre 2.500.000, con un incremento del 9,78% sull’anno precedente. Si deve inoltre considerare che le esportazioni di caffè torrefatto sono praticamente raddoppiate dal 2000. Gli sbocchi più importanti per le esportazioni sono, oltre ai Paesi comunitari che assorbono il 70 % delle nostre esportazioni, gli Stati Uniti e l’Australia.

Acqua Minerale San Benedetto continua ad associare il suo nome allo sport e a sposare i più importanti eventi podistici italiani come la Venicemarathon, giunta alla 27esima edizione che avrà luogo domenica 28 ottobre. La Maratona di Venezia, la prima maratona italiana riconosciuta dalla Association of International Marathons and Road Races (AIMS), inserita nel calendario internazionale della IAAF, ogni anno vede aumentare la partecipazione di pubblico e coinvolge tutta la città. Con partenza da Stra e arrivo nel centro storico di Venezia, gli atleti attraversano uno dei luoghi più ricchi al mondo di suggestioni storiche, culturali e paesaggistiche.Anche quest’anno San Benedetto sarà presente alla Maratona di Venezia in veste di Fornitore Ufficiale per reidratare i partecipanti, professionisti e non, con l’Acqua Minerale Naturale nei formati da mezzo litro e Libera, la bottiglia studiata su misura per gli sportivi grazie al tappo Pull&Push ed alla presa squeezable.

Daniele Nicolini è il nuovo direttore di AssoDistil, l’Associazione Nazionale degli Industriali distillatori. Sostituisce Lara Sanfrancesco, che ha diretto l’organizzazione aderente a Confindustria dal 2009 e ora si accinge a ricoprire un importante incarico in una diversa realtà associativa.Trentenne, avvocato, un master in Relazioni diplomatiche, Nicolini, che ha svolto finora le funzioni di vicedirettore, si impegnerà ufficialmente nel suo nuovo ruolo a partire dal 1° novembre. Entrato a far parte dello staff di AssoDistil nel 2009, si è occupato soprattutto del settore internazionale e delle attività legali dell’Associazione. Attualmente è anche segretario della Cedivi, la Confederazione europea delle distillerie vinicole. Con la nomina, sancita dall’ultimo Consiglio direttivo di AssoDistil, è divenuto il più giovane direttore dell’intera compagine confindustriale.

Giovedì 25 ottobre lo Stand Bazzara, allestito in occasione della prestigiosa fiera di settore Triesespresso, ha ospitato la conferenza di presentazione di “Cappuccino italiano Latte Art”, l’ultimo volume appartenente alla saga dell’espresso firmato da Franco e Mauro Bazzara. Un’opera in grado di appassionare il lettore nonostante le molte informazioni tecniche e l’approccio rigorosamente scientifico, dedicata pertanto a tutti gli appassionati del mondo caffeicolo così come che agli operatori di settore. Mauro Bazzara ha fornito una panoramica generale delle 500 pagine a colori – ricche di fotografie e illustrazioni e impreziosite da numerosi interventi di alcuni fra i più grandi esperti a livello mondiale -, cedendo poi la parola ad Andrea Lattuada – trainer autorizzato dell’associazione SCAE (Speciality Coffee Association of Europe) e socio fondatore dell’ACIB (Associazione Campionati Italiani Barist -), vero e proprio “padrino” della pubblicazione: le 111 serie di decori di Latte Arte illustrate nella spettacolare sezione conclusiva sono infatti opera sua.

Malastrana Bohemian Beer debutta nel nuovo formato, la bottiglia da 33 cl. Già degustata alla spina in numerosi pub della Penisola, la bionda ceca arriva così anche alla portata dei consumatori che cercano la tradizionale pils boema nei beer shop o nei locali che completano la propria carta delle birre con bottiglie provenienti da diverse culture birraie.Nel podio delle birre di ogni locale, infatti, non può mancare la birra ceca, capostipite di una tradizione birraia, quella delle pils, che ha influenzato quasi tutte le produzioni del mondo. Malastrana Bohemian Beer rappresenta questa storia, fatta di malto ceco, luppolo tra i più caratteristici e ricercati, acqua purissima delle risorgive boeme.

Nella campagna toscana, è ancora possibile scoprire perle nascoste tra i tanti celebri nomi dell’enologia, realtà che puntano sulla semplice ma non scontata qualità. Tra queste spicca la Fattoria di Montemaggio che si trova nel Comune di Radda in Chianti, nel cuore del Chianti Classico, sulla strada romana fra Siena e Firenze dove si ergeva una torre del XIV secolo. Montemaggio figura su una mappa dei ”Capitani di parte Guelfa” risalente al 1560, conservata nella Podesteria di Radda. Il toponimo deriva da Monte Maggiore riferito alla posizione elevata della località: intorno ai 600 metri sul livello del mare. La speciale posizione data dall’altitudine unita al microclima, fanno sì che Montemaggio possa offrire una vasta gamma di prodotti, partendo da un grande e accurato lavoro in vigna, oltre che da quello in cantina, da cui hanno origine: Chianti Classico, Riserva, Igt (Merlot), Igt (Merlot e Sangiovese), Rosé di Sangiovese, Chardonnay, Grappa, Grappa Riserva e infine l’Olio Extra Vergine di oliva.

Legame con il territorio, esperienzialità dei luoghi di vendita e di consumo, capacità di comunicare e fare marketing, giusto rapporto qualità-prezzo: sono alcune delle parole chiave emerse lunedì 22 ottobre all’Alma Graduate School di Bologna, in occasione del secondo appuntamento di “Vino e Giovani”. Una sessantina di ragazzi provenienti dai 5 continenti (Europa, Asia, Africa, America, Oceania) si sono confrontati e hanno potuto apprezzare il valore del vino italiano, grazie anche al diretto coinvolgimento di tre giovani produttori italiani, in rappresentanza di altrettante cantine di eccellenza di tre diverse realtà vitivinicole nazionali: Veneto, Emilia Romagna e Toscana.

Il vino simbolo dell’Emilia raccontato dai suoi produttori in una degustazione speciale che inaugura il calendario della Biennale Enogastronomica Fiorentina: ad affiancarlo specialità gastronomiche della tradizione emiliana Il gemellaggio con l’Emilia Romagna, regione ospite della terza Biennale Enogastronomica Fiorentina (www.biennaleenogastronomica.it) in programma dal 3 al 18 novembre, porta a Firenze SABATO 3 NOVEMBRE (dalle 14 alle 22) uno dei prodotti simbolo della tradizione vinicola emiliana: il Lambrusco. Un protagonista famoso in tutto il mondo ma che pochi conoscono davvero, capace di raccontare luoghi, territori e vitigni, e dunque vini, sorprendentemente differenti gli uni dagli altri.

Il credito è considerato un problema da oltre l’80% degli imprenditori della distribuzione. Allo stesso tempo generare il cash flow necessario per la presenza sul mercato e lo sviluppo commerciale dell’attività è preoccupazione comune a tutti gli imprenditori del fuori casa: gestori, ristoratori, albergatori, manager f&b. Questi i temi attorno ai quali ruoterà la terza edizione del Summit Horeca organizzato dal Gruppo 24 ORE in collaborazione con le riviste Bargiornale, Pianetahotel, Ristoranti Imprese del Gusto e Ristorazione Collettiva. E per la prima volta i nostri esperti siederanno sul palco per rispondere in diretta alla domande dal pubblico: da come gestire i rapporti con le banche alle opportunità legate ai micropagamenti fino alle formule di successo per un marketing a misura di horeca. La partecipazione all’evento è libera e gratuita fino ad esaurimento posti.

La Marzocco è lieta di annunciare l’apertura di una filiale a Londra, UK. La nuova filiale punta a dare supporto sia commerciale che tecnico al mercato crescente nel settore del caffè sia in Gran Bretagna che in Irlanda. La Marzocco UK, Ltd, che avrà sede a 14 C Shepherdess Walk (T. +44 7831 732475 oppure +39 349 8572101). Il nuovo ufficio aprirà le sue porte per le imprese il Mercoledì, 24 ottobre. Lorenzo Carboni assume la responsabilità della filiale e coordinerà tutti i dettagli relativi alla nuova filiale.

Il consorzio Ricrea è partner ambientale della manifestazione. Realizzati 1500 salvadanai in acciaio riciclato per aiutare il progetto “Mille Orti per l’Africa” Scatole per prodotti ittici o carne, barattoli per pomodori o vegetali, bombolette spray, tappi e coperchi: gli imballaggi in acciaio, ideali per conservare i prodotti alimentari in modo pratico e sicuro e riciclabili al 100% all’infinito, tornano protagonisti al Salone del Gusto di Torino.Alla sua terza partecipazione consecutiva, RICREA, il consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in acciaio, quest’anno è partner ambientale della manifestazione. Il consorzio è ideatore e organizzatore, insieme a Slow Food, di un’altra iniziativa che si svilupperà nei giorni della kermesse torinese a sostegno del progetto “Mille Orti in Africa”, che ha come obiettivo quello di realizzare per il continente africano la sovranità alimentare e l’aiuto ai contadini locali a riprendere le loro tradizioni agricole attraverso la realizzazione appunto di 1000 orti che verranno creati nelle scuole, nelle comunità locali, sia in ambiente urbano che rurale.

Levissima, l’acqua minerale simbolo di purezza che sgorga dai ghiacciai di alta montagna, da sempre porta nel quotidiano degli italiani la natura incontaminata da cui ha origine e oggi lo fa anche tramite il web. Dopo il lancio della pagina Facebook, del widget “The Wild Purity Button” e del nuovo sito, Levissima dà il via ad un lungo viaggio attraverso i luoghi più incontaminati e selvaggi d’Italia, per portare una nuova ventata di purezza, e lancia The Wild Purity Projetc, un’avventura raccontata nell’inedito blog wildpurityproject.it. Il desiderio di Levissima è rendere vicina e tangibile quella natura incontaminata e quella purezza, spesso estranee alla vita di tutti i giorni, attraverso l’esplorazione con immagini suggestive di paesaggi idilliaci e poco conosciuti del nostro paese.

Passione e creatività saranno i temi conduttori dell’esclusivo laboratorio di Fabbrica di Pedavena al Salone Internazionale del Gusto di Torino , all’interno della Piazza della Pizza, che si svolgerà venerdì 26 Ottobre.
Fabbrica di Pedavena è sponsor ufficiale con Birra Superior e Birra Dolomiti delle aree istituzionali di Slow Food dedicate al cibo, Piazza della Pizza e Cucine di Strada. Birra Superior, progetto birrario di eccellenza della Fabbrica di Pedavena, accompagnerà i 23 innovativi laboratori di sperimentazione della pizza napolatena, interpretata dai migliori pizzaioli al mondo. A guidare il laboratorio dedicato a Fabbrica di Pedavena, oltre all’immancabile presenza del mastro birrario, storica figura di riferimento della fabbrica, ci sarà Claudia Tosello, unica pizzaiola donna selezionata tra i 100 migliori pizzaioli di Italia dall’Università della Pizza di Molino Quaglia e Slow Food.

Panino salsiccia e ricotta di latte ovino con Valverde frizzante, risotto mantecato alla robiola di Roccaverano con Valverde naturale, Pizza con zucca e formaggio Monte Veronese con Valverde leggermente frizzante. I sapori del Monferrato insieme alla leggerezza dell’acqua Valverde saranno presentati durante il Monferrato Circus (c\o Salone del Gusto di Torino 25-29 ottobre) per una cinque giorni dedicata all’alta gastronomia regionale. La creatività di cinque chef stellati appartenenti all’associazione CHIC (Charming Italian Chef) presenterà, nell’ambito dell’evento patrocinato da Slow Food, i prodotti tipici del Monferrato in chiave street food, in un perfetto connubio tra innovazione e tradizione. Il tutto accompagnato dalla leggerezza di Valverde, in grado di esaltare il gusto di qualsiasi piatto.

600 birre hanno partecipato ai “World Beer Awards”, svoltisi in Inghilterra alla fine di settembre, che hanno premiato le migliori birre del mondo. Come l’anno passato, anche nel 2012 la Vitus è riuscita a convincere la giuria con il suo straordinario sapore speziato aggiudicandosi i primi posti nelle categorie „World’s Best Wheat Beer“ e „World’s Best Strong Wheat Beer“. Anche la Hefeweißbier dunkel è riuscita a convincere la giuria aggiudicandosi il titolo di „World’s Best Dark Wheat Beer“. Ha riscontrato anche un grande successo la Weihenstephaner Kristallweißbier, che si può fregiare del titolo di „World’s Best Bavarian Kristall“. La Weihenstephaner Hefeweißbier ha lasciato alle spalle tutti i concorrenti europei vincendo nella categoria „Europe’s Best Bavarian Wheat Beer“.

Quest’anno la Sandalj Trading Company promuove la pubblicazione di un nuovo libro fotografico, frutto dei viaggi del grande fotografo, oltre che collaboratore e amico, Fulvio Eccardi. Caffè, Meraviglia del Chiapas, Messico è un’opera che offrirà la possibilità di scoprire i grandi segreti della maggiore regione caffearia del Paese. A un decennio dall’uscita del volume Il Caffè, Territori e Diversità di Vincenzo Sandalj e dello stesso Fulvio Eccardi, tradotto in otto lingue e con una tiratura complessiva di 20.000 copie, nasce questa matura riflessione sulla coltivazione del caffè nello Stato messicano del Chiapas, meta alla quale l’autore è tornato innumerevoli volte per scoprire e far conoscere le sue bellezze naturali. La presentazione ufficiale del libro avverrà Giovedì 25 ottobre 2012 ore 15.00, Fiera Triestespresso Expo Padiglione A, Stand n.3

La “mappa” ad alta risoluzione del genoma dell’orzo contribuirà a produrre varietà nuove e migliori di orzo, essenziali per la produzione di birra e whisky. La nuova mappatura genetica del cereale è stata ottenuta da un gruppo di ricerca internazionale, comprendente anche scienziati italiani. E’ quanto riporta un articolo in data odierna di Massimo Spampani sul Corriere della Sera e che fa riferimento ai risultati della ricerca (pubblicata dalla rivista Nature) condotta dal professor Robbie Waugh del James Hutton Institute, in Scozia, in collaborazione con il centro di analisi del genoma di Norwich.

Alcuni dei più autorevoli istituti di ricerca internazionali hanno rilevato che nei punti di vendita al dettaglio della grande distribuzione organizzata molte scelte d’acquisto del consumatore sono guidate da impulsi emotivi; quindi, un packaging innovativo e particolarmente attento alle dinamiche logistiche risulta un valido supporto commerciale, perché contribuisce ad attirare l’attenzione del consumatore occasionale verso un prodotto specifico. SMI è ben consapevole di questa realtà e offre ai propri clienti un’ampia gamma di confezionatrici ad alta tecnologia in grado di realizzare confezioni molto versatili, innovative e personalizzate, come, ad esempio, il nuovo “Bee-hive Pack”, che consente di disporre i contenitori a nido d’api.

“Cibi che cambiano il mondo”: questo è lo slogan che accompagna l’edizione 2012 del Salone del Gusto, che si svolgerà dal 25 al 29 Ottobre presso il Lingotto Fiere di Torino. Caffè Haiti Roma, presso l’area di Slow Food Lazio al padiglione 3 stand 111, nella sua mission è vicina a questi ideali, avendo alle spalle una storia lunga decenni fatta di passione, qualità e attenzione alla salute. Infatti le miscele Haiti Roma racchiudono in sé tutta l’esperienza dei migliori maestri torrefattori, ma con un occhio al sociale, alle condizioni dei lavoratori, al benessere umano ma anche ambientale.

Federalimentare, l’associazione delle industrie alimentari italiane, e Fiere di Parma hanno presentato “Cibus 2014” a stampa ed operatori della fiera “Sial” di Parigi, ieri notte presso l’Ambasciata Italiana in Francia. “La nostra attività culmina nel momento espositivo – ha precisato Antonio Cellie, amministratore delegato di Fiere di Parma – ma nasce e si sviluppa nel supporto delle relazioni di lungo periodo che l’industria alimentare italiana ha imparato a trattenere con i diversi universi di relazione nei vari mercati e assume forme diverse: dagli educational alle visite guidate delle reti distributive dei mercati esteri più interessanti; dall’aggiornamento delle banche dati agli eventi overseas in collaborazione con Anuga. ….”

Ramazzotti partecipa alla prima edizione di un evento che riunisce in un unico appuntamento il Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre. Lo fa coerentemente con le finalità di questa importante manifestazione: promuovere un modello alimentare rispettoso dell’ambiente, delle tradizioni e delle identità culturali. Ramazzotti, icona del gusto italiano, nato all’ombra della Madonnina nel 1815, custodisce in sé la ricetta a base di 33 erbe e spezie che lo hanno reso l’amaro più noto al mondo e che indissolubilmente lo avvicinano all’oriente. Un legame che, unitamente ai valori del marchio, ha dato vita ad un progetto di fair trade dedicato a favorire l’imprenditorialità, rafforzare le capacità produttive e migliorare le competenze finanziarie dei coltivatori di spezie nella regione indiana del Kerala.

Tanti vini premiati anche quest’anno in Veneto, con alcune denominazioni che stupiscono in virtù di un livello sempre più convincente. Se questi risultati sono ormai normali per l’Amarone della Valpolicella, rappresentano una novità sia per il Custoza che per il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, due denominazioni in grande spolvero che negli ultimi anni hanno saputo conquistare uno spazio sempre più importante nel panorama dell’enologia regionale e italiana. Accanto a esse rimangono dei capisaldi come il comprensorio euganeo, patria delle varietà bordolesi, e naturalmente il Soave, dove possiamo trovare alcuni dei bianchi più convincenti d’Italia.

Estathé parteciperà all’edizione 2012 del Salone Internazionale del Gusto di Slow Food, il più importante appuntamento mondiale dedicato al cibo, al Lingotto Fiere di Torino dal 25 al 29 ottobre. Il Salone del Gusto, che quest’anno sarà interamente aperto al pubblico, offrirà a tutti i visitatori la possibilità di scoprire i sapori enogastronomici delle regioni italiane, le comunità del cibo europee, asiatiche, africane e americane, i Presìdi di tutto il mondo. Sono sempre più numerosi gli amanti, gli appassionati ed i semplici “golosi” del cibo – i cosiddetti “foodies” – che si avvicinano in modo più o meno professionale al mondo dell’enogastronomia di qualità.

Per smascherare sul mercato gli inganni del finto Made in Italy arriva il primo latte Uht a lunga conservazione proveniente al cento per cento da allevamenti nazionali e Firmato dagli Agricoltori Italiani (Fai). E’ stato presentato dal presidente della Coldiretti Sergio Marini nel corso del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato dalla Coldiretti a Villa d’Este di Cernobbio e sarà distribuito presso supermercati, negozi e Botteghe di Campagna Amica.L’iniziativa degli allevatori italiani vuole riportare trasparenza in un settore dove viene “spacciato” come nazionale il latte importato da Paesi comunitari ed extracomunitari perché non è ancora obbligatorio indicare in etichetta la provenienza, nonostante la legge approvata all’unanimità dal Parlamento all’inizio della legislatura. Secondo l’indagine Coldiretti/Swg quasi due italiani su tre (65 per cento) si sentono garantiti da un marchio degli agricoltori italiani che batte nettamente quello della distribuzione commerciale (15 per cento) e quello industriale (11 per cento).

Le regate tenutesi dal 20 al 29 settembre scorso nelle acque di Newport, Rhode Island (USA), hanno decretato la classifica finale del Melges 32 World Championship, classe velica di eccellenza internazionale. L’imbarcazione italiana Torpyone del team “Lupi di mare”, guidata da Edoardo Lupi e Massimo Pessina, ha ottenuto una posizione prestigiosa e invidiabile nel campionato velico più blasonato al mondo: il nono posto assoluto, risultato di grande soddisfazione per l’imbarcazione che difende i colori Norda. L‘intero sport velico italiano ha onorato il Tricolore in questa manifestazione, considerando anche un settimo posto (primo fra gli equipaggi Made in Italy) di Mascalzone Latino, destinato nuovamente a rinvigorire i fasti azzurri nella Coppa America.

Uno degli appuntamenti più importanti per il mondo del beverfood, il Salone Internazionale del Gusto di Torino, si terrà dal 25 al 29 ottobre presso Lingotto Fiere. Sarà presente anche Interbrau con un proprio stand. Il Salone del Gusto di Torino si sta ritagliando un posto sempre più importante a livello internazionale. L’evento si terrà presso il centro Lingotto Fiere di Torino da giovedì 25 a lunedì 29 ottobre, e sarà un’occasione ideale per conoscere i prodotti dell’eccellenza italiana, anche grazie alle collaborazione con Slowfood. E quando si parla di eccellenze italiane, non possono mancare le migliori birre del belpaese, che nel corso degli ultimi anni stanno avendo uno sviluppo sempre più importante.

Venerdì 26 ottobre 2012, il Grand hotel Santa Lucia sul lungomare di Napoli accoglie la grande serata degustazione organizzata da Vitignoitalia per festeggiare le aziende vincitrici dell’VIII Concorso Enologico di Vitignoitalia. Qualità, cultura del territorio e nuove idee uniscono con un filo ideale tutte le aziende e i vini premiati nel maggio scorso nell’ambito dell’ottavo Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani. Da Nord a Sud disegnano l’Italia del buon bere, del fare viticoltura in modo sano e innovativo: sono aziende importanti e piccole realtà in crescita, grandi nomi nazionali e produttori di nicchia.Alla serata di venerdì 26 ottobre interverranno i produttori e sui banchi da degustazione ci saranno tutte le etichette premiate: rossi, bianchi, rosati, bollicine e passiti. Dal Testamatta 2009 dell’azienda agricola Bibi Graetz di Fiesole, speciale Miglior rosso assoluto 2012, al Ben Rye 2009 di Donnafugata Gran Medaglia d’oro ex aequo con Franciacorta Docg Riserva Francesco Iacono 2004 dei Fratelli Muratori.

ENERGY è la soluzione software ideale per le Società di Torrefazione. Si tratta di un prodotto modulare che sfrutta i principali moduli dell’ ERP ALISEO, integrandoli con le tematiche specifiche del settore, e risolvendo quindi in modo ideale le tematiche di Produzione, Vendita, Comodato d’ uso delle medie e grandi Torrefazioni. Negli ultimi anni, ENERGY (unica soluzione software costantemente presente al SIC Salone Internazionale del caffè e a Trieste Espresso) si è diffusa su tutto il territorio italiano, ed è presente nella quasi totalità delle nostre Regioni Encodata, già da anni, propone un offerta in modalità Cloud per le realtà di piccole e medie dimensioni a cui è possibile accedere usufruendo di servizi e moduli aggiuntivi quali la tentata vendita e la business intelligence.

È questa la novità targata Jacquart per le prossime festività di fine anno. Un elegante astuccio singolo con rivestimento termico e un prestigioso cofanetto regalo (contenente una bottiglia e due ampi flûte) che riprendono i colori del recentissimo restyling aziendale: il color bruno “terra d’ombra”, che esprime tutti i valori dell’incomparabile terroir della Champagne; il color verde chiaro, a simboleggiare lo Chardonnay, il vitigno presente (e la “cifra” stilistica determinante) in tutte le cuvée della Jacquart. Lo Champagne Jacquart è distribuito in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna

E’ on air da domenica 21 ottobre il nuovo spot Fernet-Branca firmato Ogilvy & Mather Advertising. Uno spot emozionale, accattivante e coinvolgente, che punta a conquistare anche un consumatore meno senior e che vuole comunicare i valori del brand e non solo gli aspetti funzionali. Un’evoluzione rispetto alle comunicazioni del passato. Lo spot, infatti, ripercorre alcune tra le tappe fondamentali della vita di ognuno – come il rito di iniziazione del gruppo di amici, il grande impegno di studio o di lavoro affrontato con successo, il primo grande amore o il viaggio della vita: tappe che segnano il percorso di chi le affronta per la loro unicità e che rimangono nella memoria perché sono momenti che vengono vissuti nella loro pienezza solo quando si è in grado di gestirli e affrontarli. Proprio come Fernet-Branca, l’amaro per eccellenza, dal gusto unico, forte e deciso, che sa conquistare dopo un percorso che permette di comprenderlo appieno e scoprirne e apprezzarne tutte le sue caratteristiche distintive. Il consumo di Fernet-Branca è da vivere passo dopo passo, sorso dopo sorso: perché “quando arriva il momento, capisci Fernet-Branca”, come viene svelato alla fine del film.

“E’ necessario attuare un’alleanza delle eccellenze del made in Italy per accrescere il valore del vino italiano nell’immaginario dei turisti stranieri che vengono a visitarci”. Così la presidente del Movimento Turismo Vino, Daniela Mastroberardino (vedi foto a lato) a “Puglia Wine & Land”, il workshop internazionale organizzato da MTV Puglia in corso in questi giorni alla Masseria Torre Coccaro di Savelletri di Fasano (Br), che vede presente, tra gli altri, il giornalista e critico Antonio Galloni (The Wine Advocate). “Arte, moda, design, cucina: sono tutti simboli dell’Italia nel mondo – ha detto Mastroberardino – che ancora fatichiamo a mettere in sinergia per promuovere i nostri territori sia sul piano nazionale, che locale. Ogni distretto del Belpaese possiede caratteristiche peculiari e irripetibili, che dovrebbero essere valorizzate all’interno di un sistema territoriale dove i singoli elementi si rafforzano l’un l’altro e in cui il vino può svolgere un ruolo da protagonista.

Portare la natura incontaminata nella vita di tutti giorni. Questa è la missione che Levissima porta avanti con i suoi prodotti e, da oggi, con il Wild Purity Project, un’idea ambiziosa, nata dalla collaborazione con National Geographic Channel. Si tratta di un lungo viaggio alla ricerca di tutti quei luoghi d’Italia ancora incontaminati, raccontato in tempo reale da due protagonisti d’eccezione: Chiara Cecilia Santamaria, seguitissima blogger e mamma, e Nanni Fontana, fotografo del team National Geographic. Attraverso parole e immagini spettacolari, condivideranno le emozioni di quest’avventura con gli utenti della rete.

Porsi al servizio delle aziende clienti di RHEX – Rimini Horeca Expo – offrendogli visibilità e nuovi pubblici. Con questo obiettivo, Rimini Fiera ha lanciato un’articolata promozione sui media per un forte segnale di sostegno dei mercati di riferimento di RHEX (Rimini Fiera 23-26 febbraio 2013), la manifestazione che fonde in un unico, innovativo evento le precedenti esperienze di SIA Guest e Sapore. Articolata su due step – espositori e visitatori – la campagna raggiungerà complessivamente oltre 100 milioni di contatti lordi. E’ già “on air” sui principali media specializzati con il coinvolgimento dei più grandi Gruppi editoriali, tra gli altri, Bema Editrice, Beverfood.com, DDA, Edifis, Edinterni, Global Trade Media,Il Sole 24 Ore, Mida, Reedbusiness, Tecniche Nuove, TTG Italia, Tuttopress, , autentici partner di RHEX. Vedrà poi il prezioso supporto dei media specializzarti di riferimento delle più autorevoli associazioni di settore (da Ehma a Federalberghi, a Fipe, Fic, Italgrob, solo per citarne alcune).

Birra Moretti vestirà i Navigli di Milano con una maxi-affissione collocata lungo Alzaia Naviglio Grande, in prossimità della Darsena, cuore della movida milanese.
I tre maxi-pannelli – che complessivamente coprono una superficie di 320 mq – rappresentano tre (dei 17) soggetti Ricette dello spot Elogio di Birra Moretti:
– Maialino veloce veloce alla Lino — Birra Moretti Baffo d’Oro
– Fusilli al sugo di Valentina — Birra Moretti
– Pollo senza Fronzoli alla Dario — Birra Moretti La Rossa
La maxi affissione inizia sabato 20 ottobre e proseguirà fino alla fine del mese.

La viticoltura rimane un settore secondario per la Regione Valle d’Aosta. Qui la ricchezza nasce soprattutto dal turismo, che ogni anno porta diverse decine di migliaia di persone su queste montagne, e non solo d’inverno. A cascata i soldi arrivano quindi alla popolazione tutta intera passando, in primis, da alberghi e ristoranti, poi da negozi e punti vendita e infine dalle casse dei comuni attraverso i numerosi servizi erogati. Operatori turistici e commessi non sono certamente dei fannulloni, ma in queste condizioni estreme serve coraggio per intraprendere il lavoro di vignaiolo. L’asprezza del territorio rende infatti questo lavoro piuttosto difficoltoso. I vigneti occupano i versanti più soleggiati, quasi sempre sulla sponda sinistra della Dora Baltea, alla ricerca del sole necessario alla buona maturazione dell’uva in questo rigido clima di montagna. La vite cresce in Valle da circa 350 a 1200 metri, spesso su pendii ripidi e impervi.

Giovedì 25 ottobre alle ore 17,30 presso la Camera di Commercio di Trieste di piazza della Borsa n.14, si svolgerà una partnership fra “Musei europei dedicati al Caffè”. Ad esserne coinvolti il “Museo del Caffè” di Trieste (sito internet: http://goo.gl/MCCM) curato dal triestino Gianni Pistrini (una sezione è attualmente presente al Museo Commerciale di Trieste, via S. Nicolò 7, secondo piano) e il Magyar Kereskedelmi és Vendéglátóipari Múzeum – Museo Ungherese del Commercio e della Ristorazione (sito internet www.mkvm.hu ) di Budapest, diretto dal dottor Imre Kiss. L’iniziativa, a carattere culturale, si svolge con il patrocinio dell’Associazione Italo-Ungherese del FVG ‘P.P. Vergerio’, presieduta da Adriano Papo.

Il gusto dei consumatori sta cambiando: nel mondo sono sempre più richiesti i vini leggeri e a bassa gradazione alcolica: lo dimostra il grande successo degli spumanti e dei rosati, le cui vendite hanno registrato rispettivamente un incremento in volume del 31% e del 20%. È una delle novità emerse dall’Assemblea del settore vitivinicolo di Fedagri-Confcooperative che si è conclusa oggi a Rauscedo (Pordenone).“Dal predominio dell’offerta si è passati al predominio della domanda intermediata”, ha commentato il Presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini. “Oggi sono i gusti dei consumatori a prevalere, anche se essi alla fine scelgono ciò che viene proposto dagli intermediari e dalla distribuzione. In tale ambito, fondamentale è il ruolo svolto dalla cooperazione agroalimentare, che è l’elemento centrale tra la componente produttiva e i consumatori in virtù della sua capacità di concentrare l’offerta e interloquire con la distribuzione organizzata”.

Il Gruppo Campari oggi completato con successo il collocamento di un senza rating di sette anni emissione Eurobond destinata a investitori istituzionali. L’offerta è di € 400 milioni di quota capitale e paga una cedola annua del 4,5% , il prezzo di emissione è 99,068 % corrispondente ad un rendimento lordo effettivo a scadenza del 4,659% . Le note sono da versare in data 25 Ottobre 2019 e sarà rilasciato con tagli da € 100.000 e multipli interi di € 1.000 fino al € 199.000. Sarà presentata domanda per le note per essere ammessi alla negoziazione sul mercato regolamentato della Borsa di Lussemburgo.Regolamento è previsto per il 25 ottobre 2012.

Ancor più internazionale, ancora più prestigiosa: TriesteEspresso Expo continua a crescere. La più importante fiera business to business a livello internazionale focalizzata esclusivamente sul caffè espresso, presentata questa mattina nella camera di Commercio di Trieste, torna dal 25 al 27 ottobre 2012 nel comprensorio fieristico di Montebello, grazie all’organizzazione di Aries – Camera di Commercio di Trieste in collaborazione con Assocaffè Trieste e Trieste Coffee Cluster. Punto d’incontro a livello internazionale con visitatori attesi da 85 Paesi , portati in città anche grazie alla speciale partnership con Lufthansa , official carrier dell’evento, TriestEspresso è prima di tutto l’appuntamento per affermare la qualità dell’espresso e del prodotto Made in Italy: tra i 230 espositori si contano, infatti, molti brand simbolo della qualità italiana. Ma sarà anche l’edizione dei Paesi produttori , mai così numerosi e proprio a loro sarà dedicato il convegno d’apertura.

Cynar dà il benvenuto all’autunno con un originale concorso, che mette in palio premi eccezionali per dimenticare la fatica e lo stress quotidiani ed assaporare qualche momento di relax con leggerezza. Cynar, l’amaro adatto a tutti gli italiani moderni, mette a disposizione una possibilità unica ed imperdibile. Sei fortunati consumatori vinceranno un esperto a propria disposizione per un anno, a scelta tra: Personal Trainer, Colf, Giardiniere, Cuoco, Dog Sitter, Autista.Al momento della vincita il consumatore potrà scegliere i servizi che preferisce per alleggerire le sue fatiche quotidiane per un anno intero! In palio anche in modalità instant win 3 amache UNOPIU’ a settimana, per gustarsi appieno il proprio momento di relax.

Quest’anno la Sandalj Trading Company sarà orgogliosa di presentare il Jamaica Blue Mountain, forse il miglior caffè del mondo, presso l’Expo Triestespresso. Il CEO di Coffee Traders Ltd & Clifton Monte Estate, Jason Sharp, e caffè Blue Mountain (Europa), i loro agenti europei, sarà presente la mostra presso lo stand del Sandalj Trading Company con sede a Trieste, il loro rappresentante ufficiale e distributore italiano. Per la prima volta al mondo, l’azienda ha certificato il pregiato Jamaica Blue Mountain avvalendosi dell’analisi del DNA del caffè condotta dal prof Giorgio Graziosi dell’Università di Trieste.

Nuova Simonelli sbarca a Trieste, città simbolo, storicamente legata al mondo del caffè con i suoi traffici portuali e i caffè storici, locali dal fascino antico in cui amavano incontrarsi e lavorare illustri letterati quali Svevo, Saba e Joyce. Una tradizione che si rinnova ancora oggi con il Triestespresso Expo, dove tutto il mondo del caffè si incontra dal 25 al 27 ottobre per questo imperdibile appuntamento del settore. Alla fiera espositiva, presso lo Stand N. A11 – Padiglione A, Nuova Simonelli presenta la sua tecnologia per una nuova ed affascinante coffee experience. In vetrina le nuove macchine per caffè espresso, a partire da “Aurelia II” in versione T3, protagonista assoluta della tredicesima edizione del World Barista Championship, quale attrezzatura ufficiale del campionato mondiale dei baristi.

Dal 1° gennaio 2013 entra in Interdis Gambardella, azienda campana che nel 2011 ha realizzato un fatturato pari a oltre 170 milioni di euro. Il nuovo ingresso segue quello di Diveal, avvenuto a luglio 2012 e porta così a 16 il numero delle imprese socie di Interdis. Il gruppo, attivo con oltre 2mila punti di vendita nei canali dettaglio e cash & carry, consolida ulteriormente il proprio presidio nelle aree Nielsen 3 e 4 e la posizione complessiva rivestita nell’ambito della gdo italiana. “L’ingresso – come specifica un comunicato aziendale – s’inserisce nella strategia di sviluppo avviata nel 2012, basata sul rafforzamento dei servizi commerciali e di vendita proposti dalla sede alle imprese associate”.

È ufficialmente in distribuzione il nuovo ACE TO 32, nella versione da 250 ml. Asso nella manica di 32, così come recita il gioco di parole in italiano e in inglese tra ACETO e ACE TO 32 (letteralmente Asso a 32″). Gli ingredienti? Solo la Birra “Audace”, così come audace è il progetto di questo aceto. Il Birrificio 32 Via dei birrai presenta inoltre la nuova Glacette 32, Un’idea originale e unica nel suo genere, concepita in linea con la filosofia del riutilizzo e a basso costo ambientale. La glacette è infatti realizzata in cartone e “gli scarti” diventano una nuova collezione di bottiglie o inedite soluzioni decorative. L’interno è in polistirolo, resistente all’acqua, il cui dispendio energetico, sia nella produzione che nel riciclo, è inferiore a quello del cartone stesso.

Sarà la sesta edizione di TriestEspresso, il più importante evento italiano “business to business” riservato agli operatori internazionali del settore del caffè espresso, ad ospitare la presentazione ufficiale del restyling di Sphera, uno dei modelli storici e di maggior successo di WEGA MACCHINE PER CAFFÉ. Dal 25 al 27 ottobre a Trieste tutto il mondo del caffè potrà quindi vedere dal vivo l’ultima novità firmata Wega, una macchina che tra i vari optional può essere dotata anche del dispositivo autosteamer: una lancia vapore che permette di scaldare e schiumare il latte simultaneamente.

E’ ormai consolidata la formula delle tre aziende per un’unica squadra: Il Gusto al Cubo. Con la sua formazione “a tre punte” con Birra Menabrea, Botalla Formaggi e Capanna Prosciutti, Il Gusto al Cubo torna protagonista al Salone del Gusto, fiera internazionale dell’enogastronomia in programma dal 25 al 29 ottobre a Torino. Dopo Cibus e TuttoFood, dunque, le tre aziende si presentano ancora una volta insieme con l’obiettivo di mettere a fattor comune l’attenzione all’artigianalità e l’alta qualità dei prodotti, riuscendo ad esaltarne le singole peculiarità proprio attraverso gli abbinamenti golosi di birre, formaggi e prosciutti. Per la prima volta in un salone aperto al pubblico, Il Gusto al Cubo propone degustazioni speciali dei prodotti di Birra Menabrea, Botalla Formaggi e Capanna Prosciutti

Sotto l’albero Cantina Tollo propone il meglio dell’Abruzzo: un intenso vino rosso da non perdere e la seconda bottiglia da collezione. “C’è crisi ma non è la fine del mondo!”. Con questo slogan Cantina Tollo ripropone la speciale bottiglia natalizia con etichetta personalizzata in ceramica firmata dall’artista Giuseppe Liberati. Un’etichetta che trasformerà le magnum di Montepulciano 2010 di Cantina Tollo in una vera e propria opera d’arte. Sullo sfondo della profezia Maya e della difficile congiuntura economica, la frase propone una via d’uscita ‘collaterale’, ironica ed ottimistica per lasciarci alle spalle un anno difficile ed aprire con un messaggio positivo quello in arrivo. Questa originale magnum, che vuole essere anche un omaggio alla tradizione della lavorazione artistica della ceramica d’Abruzzo, è un’ottima idea regalo, ma anche un prezioso oggetto da collezione.

A partire da domani venerdì 19 ottobre si svolgeranno ogni giorno presso il Centro Servizi G. Alessi di Perugia delle degustazioni guidate dalla famosa choco taster Monica Meschini, di caffè Omukwano in abbinamento con il cioccolato Vanini. Monica Meschini, esperta in Food&Beverage e Chocolate Tasting, giudice della London Academy of Chocolate, ha collaborato con la BBC Good Food Show a Londra, SIA e la catena HYATT a Parigi. Monica guiderà i fortunati partecipanti che riusciranno a prenotarsi per l’appuntamento, nell’esperienza gustativa del caffè Omukwano, 100% arabica, dalla moderata acidità e dai morbidi sentori di frutta secca, in abbinamento al gusto amabile e deciso del cioccolato Vanini.

“La Camera, con il voto di fiducia, ha approvato l’aumento della percentuale di succo dal 12 al 20% nelle bevande a base di frutta (tra cui rientrano le c.d. Aranciate) estendendolo anche ad alcune bevande senza succo (quali acque toniche e aperitivi analcolici aromatizzati al limone). Le imprese che operano in Italia, rappresentate da ASSOBIBE e MINERACQUA, sono allibite ed indignate che un provvedimento, inutile sotto il profilo sanitario e dannoso per le conseguenze sull’economia e sull’occupazione, sia stato assunto senza tener conto delle esigenze più volte rappresentate. Di fatto una ennesima tassa occulta con, inoltre, serie limitazioni alla produzione, alla competitività, alla crescita, e che favorisce fenomeni di importazione da altri Paesi non assoggettati a tali vincoli.

E’ ai nastri di partenza la promozione pubblicitaria che lo studio di design Tassinari/Vetta, in partnership con l’Agenzia Relè, ha ideato per RHEX Rimini Horeca Expo, il nuovo evento voluto da Rimini Fiera per esaltare le esperienze di SIA GUEST e SAPORE. Declinata su stampa, Tv e web, la campagna è stata firmata dallo studio Tassinari/Vetta in collaborazione con l’Agenzia Relè e pianificata da Barabino & Partners. Alla base della promozione la creatività ideata da Leonardo Sonnoli, designer di fama internazionale e art director di Relè-Tassinari/Vetta, una creatività suggestiva, in grado di esaltare al meglio le diverse anime di RHEX.

“Birra, e sai cosa bevi!” Recitava un famoso spot degli anni ‘80. “BirrArt, e sai cosa gusti!” Potremmo dire oggi a consuntivo della quarta edizione della rassegna di birra artigianale che si è chiusa domenica scorsa a Casteggio dopo quattro giorni all’insegna dei sapori, della genuinità e dell’eccellenza. Organizzata dall’Associazione Pavese Amici della Birra con il patrocinio della città di Casteggio, Regione Lombardia, Provincia di Pavia, Camera di Commercio di Pavia, Conferesercenti, Unionbirrai e la collaborazione di Slow Food Oltrepò, al quarto anno BirrArt ha confermato il suo appeal verso il pubblico mantenendo costanti i dati di affluenza rispetto all’anno passato che già si era chiuso con soddisfazione.

L’ultima parte dell’anno 2012 segna un momento importante per la cantina toscana Ruffino. Dopo oltre vent’anni dall’ultima bottiglia prodotta, infatti, è in uscita una nuova edizione di una bottiglia speciale che ha accompagnato e sostenuto la crescita di Ruffino e il nome del Chianti in Italia e nel mondo: il fiasco. Il nuovo fiasco Ruffino mantiene le linee iconiche e senza tempo che ci hanno accarezzato e che tutti abbiamo nel nostro immaginario visivo: una forma panciuta abbracciata dall’impagliatura. Si presenta però in una rinnovata immagine contemporanea, che richiama gli storici colori di Ruffino, nel formato di 1 litro, e con un vino Chianti DOGC nella sua specifica dicitura “Superiore”, al fine di rispettare lo storico binomio Chianti – fiasco e di elevarlo in complessità e piacevolezza.

“I mercati scandinavi sono molto diversi tra loro in termini di preferenze dei consumatori. Il mercato svedese è dominato dal bag-in-box di vini provenienti da tutto il mondo, il mercato danese predilige i cileni (ma con una simpatia enorme e strana per i vini stile ripasso), mentre il mercato norvegese è più eterogeneo, forse con una leggera dominanza di vini italiani e un mercato sorprendentemente grande per i vini bianchi tedeschi di alta qualità”. Lo dice Ole Udsen, giornalista e blogger danese impegnato dal 12 al 16 novembre come giudice del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly. A lui e agli altri giornalisti chiamati nella giuria della competizione più selettiva del mondo Vinitaly ha posto tre domande, per interpretare il mercato del vino nei più importanti Paesi di consumo o in quelli emergenti. Una serie di interviste settimanali che rappresentano un’occasione di confronto e che è possibile leggere e commentare sul sito della manifestazione al link http://aspettando.vinitaly.it, mentre alla pagina www.vinitaly.com/areaEspositori/giuria-concorso-enologico è possibile trovare i curricula di tutti i giurati.

Il campo della birra è spesso associato a grandi quantitativi per le produzioni di massa a velocità record, ma non solo, anche le micro-birrerie, che producono birra artigianale, necessitano di particolare attenzione. E’ vero infatti che le produzioni limitate “top quality” non vengono imbottigliate ad alta velocità ma devono comunque essere presentate ai consumatori in modo impeccabile, e per farlo l’etichetta deve avere un’applicazione veramente perfetta. E’ qui che trova spazio la tecnologia P.E. LABELLERS, che si presenta al Brau 2012 con un’etichettatrice autoadesiva per velocità medio-basse in grado di garantire gli stessi elevati standard qualitativi delle proprie etichettatrici top di gamma. P.E. LABELLERS sarà presente sullo stand n. 7-815 assieme a Procme Gmbh, suo agente esclusivo per la Germania.

Con un fatturato annuo di circa 8 milioni di Euro nel settore Vending, Mokador è sicuramente un punto di riferimento nel mercato italiano. Una posizione conquistata grazie all’alta qualità delle sue miscele che garantiscono il gusto sempre unico e inconfondibile del vero espresso italiano. La medesima cura e meticolosità che Mokador dedica alla produzione delle sue pregiate miscele da bar, sono riservate anche ai prodotti per il Vending: solo caffè selezionati per un’inimitabile resa in tazza. Una costanza qualitativa che premia la storica torrefazione faentina con una crescita importante nei volumi del mercato vending, testimoniato dall’andamento positivo dell’ultimo mese di agosto che, nonostante la non facile congiuntura economica che interessa ormai molti settori prodottivi e la contrazione dei consumi, ha fatto registrare per Mokador una crescita del 25% rispetto al mese di agosto dello scorso anno.

La regione bianchista per eccellenza, il Friuli Venezia Giulia, anche quest’anno ci ha regalato grandi emozioni. Le nostre degustazioni hanno dato risultati eccellenti, e ben 27 vini salgono sul podio, uno in più dello scorso anno. Tra questi, come accadde lo scorso anno, solo un vino è rosso. Ed è ancora lo straordinario Cof Sacrisassi Rosso ’10 de Le Due Terre di Flavio e Silvana Basilicata, che si conferma uno dei nomi di punta della scena friulana, veri artigiani della vigna, capaci di emozionare anche con eccellenti bianchi. E’ stato un lavoro incredibile, quello portato avanti dalle nostre commissioni ospitate a Villa Sabbatini di Pozzuolo presso l’ERSA. Oltre 1500 vini degustati anonimamente, per 215 aziende valutate, 194 delle quali hanno poi trovato spazio nelle pagine che seguono.

Che cos’hanno in comune l’Amaro Bràulio e le caramelle Ricola? Le erbe con cui i 2 prodotti vengono realizzati. Tra le 13 piante aromatiche ed erbe officinali messe in infusione per creare la caratteristica miscela di Bràulio, numerose ne ritroviamo, infatti, nelle freschissime Ricola Erbe Alpine. La purezza dell’acqua di sorgente, il brivido ghiacciato delle Alpi innevate e del Parco Nazionale dello Stelvio fanno da cornice a uno special pack in cui il profumo della montagna è l’assoluto protagonista. È partita, infatti, la promozione più balsamica dell’autunno. Da ottobre fino a Natale, 70 mila confezioni di Bràulio, contenenti un astuccio di caramelle Ricola Erbe Alpine, saranno disponibili sugli scaffali dei supermercati per esaltare gli elementi che accomunano i due prodotti: la naturalità delle materie prime utilizzate e il profumo intenso ed inconfondibile delle erbe. Le piante aromatiche sono, dunque, il trait d’union che rende naturalmente perfetto questo abbinamento fra i due prodotti. La confezione proposta, di particolare eleganza e di grande impatto, permette da subito di sentire i profumi e gli aromi dell’ incontaminata natura alpina.

Life, Longari & Loman, che è da poco partner di Dispensa Emilia, primo vero esempio italiano di catena di ristorazione Fast Casual, per tutti gli aspetti della comunicazione. Il Fast Casual è un nuovo approccio alla ristorazione. Unisce la rapidità e la praticità del servizio fast, a una qualità di cibi e a un servizio molto premianti. Permette una pausa veloce e di costo contenuto, con cibi preparati al momento utilizzando ingredienti di alta qualità e serviti al tavolo.È Alfiero Fucelli l’imprenditore che con i suoi locali Dispensa Emilia – Tigelleria Tradizionale ha saputo portare in Italia questa formula che ha debuttato con successo alcuni anni fa in USA e UK.ì Insieme ad alcuni piatti della tradizione emiliana, il punto forte di Dispensa Emilia è la tigella, un pane sottile e rotondo cotto sulla pietra, tipico dell’Appennino Emiliano, che viene arricchito con formaggi, verdure, aceto balsamico, e molti altri ingredienti genuini in ricette dal gusto davvero straordinario.

La fiera, organizzata da TirrenoTrade negli spazi del Complesso fieristico Carrara Fiere e dedicata alle ultime novità nel settore delle forniture per alberghi, ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie e in generale strutture ricettive, rappresenta ogni anno a maggior titolo un appuntamento unico nel suo genere. A conferma di questo i numeri di Tirreno C.T. che con oltre 50 mila operatori del settore che ogni anno visitano la fiera e i circa 300 espositori in rappresentanza di oltre 600 marchi commerciali nei circa 30 mila metri quadrati espositivi può affermarsi come uno degli eventi più importanti del settore. Vero cuore della manifestazione, anche segreto del suo ripetuto successo, l’incontro qualificato tra domanda e offerta di questo settore che è sempre più in divenire: uno scambio commerciale che crea importanti giri d’affari per gli operatori del centro e nord Italia.

Il fenomeno della private label nel vino al centro dell’Assemblea del Settore vino di Fedagri che si apre oggi. Il Presidente Orsi: “La marca privata toglie valore a quella dei singoli produttori, che corrono in tal modo il rischio di diventare semplici riempitori di bottiglie”. “Nell’ultimo anno i vini venduti a marca privata hanno registrato un incremento del 6%, attestandosi oggi su di una quota pari all’8,3% in valore. Si tratta di un trend che abbiamo il dovere di osservare e studiare da vicino, ma che non ci vede affatto entusiasti, poiché la marca privata toglie valore a quella dei singoli produttori, che corrono in tal modo il rischio di diventare semplici riempitori di bottiglie”. Lo ha dichiarato Adriano Orsi (vedi foto), Presidente del settore vitivinicolo di Fedagri-Confcooperative nel suo intervento all’Assemblea delle 400 cantine aderenti che si è riunita oggi presso la cantina Viticoltori Friulani La Delizia.

Si svolgerà il prossimo 19 Ottobre la XXXIII edizione di “Medaglie d’Oro – Una Vita per il Cinema”, l’esclusiva cena di gala frutto di un’intuizione geniale del giornalista Alessandro Ferraù, che avrà luogo nella bellissima location di Spazio Novecento all’EUR. Durante la cena verrà servito il caffè Haiti Roma, e nel corso della serata, che ha all’attivo trentadue memorabili edizioni – le ultime rese possibili grazie alla collaborazione con il Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema e di A.P.S. Advertising, verranno assegnati premi e riconoscimenti a tutti coloro che hanno contribuito a rendere il cinema italiano quell’identità artistica, imprenditoriale e tecnica ancora oggi riconoscibile anche all’estero: non solo attori, produttori e registi, ma anche tutti coloro che hanno lavorato nel cinema e per il cinema, con passione e dedizione, come sarti, elettricisti, parrucchieri, tecnici ecc. che compongono quel microcosmo, cuore pulsante del cinema italiano.

La nuova business unit si occupa della promozione e vendita della IV gamma (insalate in busta), dei frullati di pura frutta e delle polpe di frutta. Novità organizzativa per il gruppo Conserve Italia, leader europeo nel settore delle conserve ortofrutticole con 51 cooperative associate, 13 stabilimenti produttivi, 22.000 ettari di superficie coltivata, 500.000 tonnellate di materie prime trasformate e 1.000 milioni di euro di fatturato consolidato. Il colosso cooperativo, al quale fanno capo i marchi Valfrutta, Yoga, DerbyBlue, Cirio e De Rica, ha infatti tenuto a battesimo recentemente la nuova divisione Fresco di Valfrutta che ha in programma una serie di importanti azioni per accrescere il peso e la penetrazione del marchio nei mercati di riferimento.

Dal 25 al 29 ottobre 2012, Birra FORST attende allo stand nel Padiglione 1 – stand D 101 tutti gli amanti della birra, con la sua vasta gamma di specialità ed un concorso a premi, dove saranno in palio fantastici premi. Birra FORST – membro dal 2000 di Slow Food ed unica rappresentante a livello industriale nel campo birraio italiano presente nell’associazione – partecipa per la 6a volta al Salone del Gusto, il più importante palco per produttori e artigiani dell’agroalimentare di qualità provenienti da tutto il mondo. Per l’occasione, Birra FORST mette in palio oltre 300 biglietti per visitare gratuitamente la fiera. Partecipare al concorso è semplice e veloce.

Oltre 5mila metri quadrati, con 100 produttori di cose buone recensiti sul Golosario 2013 di Paolo Massobrio e 100 produttori di vino scelti fra i mille del libro L’Ascolto del Vino. Golosaria, la manifestazione di cultura e gusto dunque raddoppia e sul sito www.golosaria.it è già possibile scaricare l’invito per i giorni 17-18-19 novembre a Milano al Palazzo del Ghiaccio – Frigoferi Milanesi. “Golosaria – dice l’ideatore Paolo Massobrio, che firma l’evento per il settimo anno – rappresenta un laboratorio che quest’anno si animerà intorno al tema dell’irrinunciabile qualità”. Quindi i piatti della tradizione rivisitati secondo l’esigenza di gusto e stili di vita, ma anche la tendenza del barbecue, i corsi di cucina, la pizza secondo i principi della qualità e tanto altro ancora.

Parmalat ha studiato appositamente per chi ama volersi bene la linea Il Latte del Benessere: tre latti funzionali per mantenere l’equilibrio naturale del corpo, che verranno promossi con il Parmalat Fitness Tour 2012 – Ricordati di volerti bene. L’iniziativa prenderà vita presso palestre e centri fitness, ovvero il tempio di tutti gli amanti della forma fisica e del benessere. Da Milano a Genova, da Roma a Bologna tutti gli appassionati di sport attenti alla propria salute scopriranno i pregi dei latte Parmalat. Il latte del Benessere Parmalat è una linea composta da tre latti funzionali studiati appositamente per un consumatore consapevole. Il Latte Omega3 Plus è ricco di omega3, che aiutano a mantenere la salute del cuore; Calcium Plus è il latte con più calcio e vitamina D ideato per la salute di ossa e denti; mentre il latte Fibresse è ricco di fibre e favorisce la naturale regolarità del corpo.

Dal 25 al 29 ottobre a Torino, siamo presenti al Salone del Gusto come Main Sponsor. Perché ciò che è buono, pulito e giusto sono valori che Lurisia e Slow Food condividono e portano avanti da sempre. Per Lurisia, in particolare, c’è il buono della nostra straordinaria acqua minerale e quello delle grandi bibite della tradizione; il pulito di una realtà che opera in modo sostenibile per rispettare l’ambiente dal quale nasce l’acqua, elemento primo della nostra produzione; e infine il giusto di una gestione efficace di ogni tipo di problematica di impatto sociale ed etico all’interno dell’azienda e nelle aree in cui opera. A cominciare dal rispetto per le persone che lavorano per noi e per la loro sicurezza. Vi aspettiamo allo stand Lurisia, pad. 2 – stand 2A063-2B063!

Nel 2013, il salone Millésime Bio festeggia 20 anni! Organizzato nel cuore della Languedoc-Roussillon, nella più importante regione per la coltivazione delle viti biologiche di Francia, Millésime Bio è diventato nel corso degli anni un evento internazionale irrinunciabile del settore della viticoltura biologica, in Francia e nel mondo. Per questa XX edizione, sono attesi 700 espositori, provenienti da tutti i Paesi o Regioni di produzione, e circa 3.500 visitatori. Un successo che conferma il crescente interesse generale per i prodotti biologici. Per il ventesimo anno consecutivo, MILLESIME BIO riunisce tutta la “biosfera” del vino: produttori certificati bio provenienti da 11 Paesi d’Europa, del Nord e Sud America, ma anche dall’Africa. Creato da un gruppo di viticoltori del Languedoc-Roussillon, MILLESIME BIO riunisce ogni anno i principali operatori mondiali del vino: commercianti, distributori, cantinieri, sommelier, responsabili di bar, alberghi e ristoranti, importatori originari dei 5 continenti…

A Rimini dal 23 al 26 febbraio 2013, contestualmente a RHEX Rimini Horeca Expo (il nuovo evento di Rimini Fiera nato dalle esperienze degli ex SIA Guest e Sapore e che in un solo appuntamento raccogliere innovazioni, soluzioni e tendenze del mercato del “fuori casa”, offrendo una formidabile vetrina per gli espositori dell’industria alberghiera, dell’ospitalità, della ristorazione e dell’intrattenimento) andrà in scena la prima edizione di “Rhex Innovation Award”, concorso che premierà il tasso di innovazione delle novità del comparto Horeca presenti nella manifestazione. Il concorso, che ha alle spalle (nell’ex Sapore), quattro edizioni con oltre cento aziende coinvolte, dal 2013 assumerà non soltanto la nuova denominazione di “Rhex Innovation Award” ma anche un nuovo format, allargando i propri orizzonti al contract, al design e all’alberghiero.

Dopo la partnership con eventi legati al mondo del golf quali l’European Tour e il Sicilian Open della scorsa primavera, Warsteiner invita i propri consumatori a provare il gioco e l’atmosfera del golf in prima persona grazie al nuovo grande concorso “Vinci Premi Strabilianti!”. Durante le 10 settimane della promozione – dal 22 ottobre al 30 dicembre 2012 – Warsteiner mette in palio prestigiosi premi, quali: tre weekend in un elegante golf resort in Toscana, due weekend in un golf resort in Spagna e cinque nuove smart TV personalizzabili Loewe Connect ID 32, nonché, all’estrazione finale, un esclusivo viaggio per due persone a Miami con un soggiorno di una settimana in un lussuoso golf resort, compresi golf clinique e una visita guidata privata della città.

Sierra Nevada, uno dei marchi di culto per gli appassionati di birre di qualità, propone Tumbler, la propria specialità autunnale. Distribuita in Italia dalla veneta Interbrau. Sierra Nevada è uno dei birrifici più apprezzati dagli amanti delle birre speciali. L’azienda americana nata nei primi anni Ottanta, è riuscita in pochi anni a farsi apprezzare per i suoi prodotti, assolutamente caratteristici e sempre riconoscibili. La sua Pale Ale, il prodotto di punta, è tra le birre speciali più vendute negli USA, ed in costante crescita nel resto del mondo. La gamma poi si completa con altre specialità, dalla IPA Torpedo fino alle scure Porter e Stout. Oltre a questa gamma di riferimento, Sierra Nevada è solita proporre delle birre stagionali, pensate per adattarsi e rispondere alle diverse esigenze che il variare del clima comporta.

Petainer uno dei più importanti produttori cechi di imballaggi in PET, ha sviluppato una gamma altamente innovativa e di successo di fusti in PET (da 15 a 30 litri) per l’industria delle bevande. La società ceca ha ora annunciato un’alleanza strategica in Italia con la Società Eminence con sede a Treviso, per la commercializzazione di questi contenitori nel settore della birra e in quello del vino in Italia. Eminenza srl, ben nota nel settore vinicolo, assicurerà la commercializzazione del prodotto nel territorio italiano con una la rete di agenti e organizzerà una base logistica nel nord Italia per i fusti PETAINER. Secondo il titolare di Eminence, Diego Pistellato, c’è un forte interesse verso vini bianchi, rossi, spumanti e birra confezionati nei fusti Petainer; domanda che riguarda soprattutto i prodotti destinati all’esportazione, oltre ad alcuni settori di nicchia per il mercato nazionale.

Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. e Virtus Pallacanestro Bologna hanno siglato un importante accordo di partnership che legherà l’Azienda italiana ai vertici del mercato del beverage analcolico ad una della più importanti e prestigiose società di pallacanestro in Italia e in Europa per la stagione cestistica 2012/2013. San Benedetto disseterà i campioni delle V Nere durante tutto il campionato di serie A1 con la purezza e la leggerezza dell’Acqua Minerale San Benedetto e con Aquavitamin, l’innovativa bevanda a base di acqua minerale, vitamine e altre sostanze nutritive in grado di apportare vitalità ed energia al nostro organismo. San Benedetto, in qualità di Partner Ufficiale della Virtus Bologna, sarà anche fornitore di acqua minerale e bibite dei punti di ristoro all’interno dell’Unipol Arena e il suo logo farà bella mostra di sé in tutti gli spazi pubblicitari e sul mitico parquet che ha visto andare a canestro le più grandi leggende della pallacanestro italiana e non solo.

L’austriaco Felix Baumgartner è entrato nei libri di storia saltando dalla stratosfera e raggiungendo la velocità stimata di 1342 km/h, la quale, una volta certificata, lo renderà il primo uomo ad aver infranto la barriera del suono, stabilendo nuovi record* e avendo nel contempo raccolto dati utili per la futura esplorazione spaziale. Baumgartner, grazie al suo paracadute, è atterrato senza rischi nel deserto del New Mexico dopo essere saltato dalla capsula spaziale da 39.045 metri ed essere precipitato verso la terra, toccando la velocità di 1342 km/h nel quasi vuoto della stratosfera prima di essere rallentato dall’impatto con l’atmosfera durante la caduta libera da 4 minuti e 20 secondi. Il salto di Baumgartner è durato in tutto 9 minuti e 3 secondi. Innumerevoli persone in tutto il mondo hanno seguito in diretta, attraverso la TV ed internet, l’ascesa e il salto. Ad un certo punto, durante la caduta libera, Baumgartner ha cominciato a roteare vorticosamente, ma poi ha riacquistato prontamente il controllo del volo e poco dopo ha aperto il paracadute, facendo tirare un sospiro di sollievo ai membri della squadra a terra e ai milioni di spettatori di tutto il mondo.

Bollicino è la nuova proposta di Donelli Vini, storica cantina emiliana, che arricchisce la gamma della GDO con un piacevole bianco frizzante DOC, estremamente versatile e ideale per un bere semplice e conviviale. Espressione autentica dei vitigni autoctoni a bacca bianca del cuore dell’Emilia, Bollicino abbina alla freschezza aromatica una veste giovane ed informale, che esprime al meglio l’originalità del sapore. Nato nelle colline tra le province di Modena e Bologna nel cuore dell’Emilia, Bollicino presenta un’immagine innovativa, un nome accattivante e una veste giovane e informale. Il prodotto si inserisce in un segmento, quello dei vini bianchi frizzanti, che nella Grande Distribuzione sta realizzando ottime performances, trainato dagli importanti risultati del Prosecco e del Pignoletto, vitigno che nell’ultimo anno ha fatto registrare i tassi di crescita più alti del mondo del vino nel canale moderno. La volontà è quella di proporre un prodotto con la qualità di un vino DOC, al giusto prezzo, ad un target geograficamente molto ampio per far conoscere Donelli Vini non solo per il Lambrusco, ma anche per le altre tipologie a bacca bianca del territorio emiliano di cui l’azienda vuole essere espressione.

Nuovi formati, un kit esclusivo e utili vademecum per attrezzature sempre ben pulite attendono i visitatori allo stand pulyCAFF. Alla sesta edizione di TriestEspresso Expo, che si svolge dal 25 al 27 ottobre presso la Fiera di Trieste, Asachimici attende i visitatori al padiglione H area 20, nei pressi dell’area gare, per presentare la sua ricca gamma di prodotti per la pulizia della macchina espresso e del macinadosatore, tra cui alcune novità nate all’insegna di un utilizzo sempre più semplice, preciso ed economico. Come il monodose da 25 ml di pulyMILK: versato in 500 ml di acqua fredda, permette di pulire al meglio la lancia vapore e il cappuccinatore automatico. È un nuovo formato pensato per offrire la massima praticità d’uso, senza sprechi o dubbi sui dosaggi; il suo utilizzo inoltre permette un risparmio di ben il 30% di materiale plastico rispetto a un flacone di uguale contenuto.

Tanti appuntamenti dentro e fuori fiera all’insegna della cultura del caffè. In stand l’opportunità di realizzare prove e identificare i giusti parametri per la migliore estrazione di ogni miscela. Si svolge dal 25 al 27 ottobre presso la Fiera di Trieste la sesta edizione di TriestEspresso expo, la fiera B2B della filiera del caffè, un appuntamento che unisce alla presenza delle più qualificate aziende del settore, un ricco calendario di eventi collaterali.

Inizio di autunno ricco di soddisfazioni per Lipton Ice Tea Italia che sulla fanpage Facebook raggiunge e supera i 100.000 likes grazie alla campagna advertising lanciata a giugno e supportata da una creatività frizzante firmata Imille. L’ottimo traguardo raggiunto sulla fanpage di Lipton Ice Tea è stato supportato anche dal lancio del contest estivo “Cool Mission” e dalla gestione della community (da maggio a cura di Imille) caratterizzata da un piano editoriale coinvolgente ed un tone of voice affine al target giovane del brand. Stay Cool sì è trasformato nel tormentone dell’estate 2012 per Lipton Ice Tea, che ironizzando sulle vicissitudini quotidiane, propone un punto di vista positivo e cool strappando sempre un sorriso ai suoi fans.

Il birrificio Stronzo con sede a Copenhagen, ha annunciato il nuovo prodotto sulla sua pagina Facebook, dove è stato accolto da decine di commenti divertiti. La descrivono come “sfacciata, un po’ troppo abbronzata”, ricca “di note di frutta e spezie”, ma con “un lungo retrogusto molto amaro” Si tratta di una birra prodotta da un birrificio artigianale danese che si è dato un nome ‘particolare’: ’Stronzo brewing company’. E lo ha fatto proprio con l’intenzione di ricalcare l’insulto italico.

Il campo di battaglia per il mercato del caffè in capsule si è spostato negli ultimi due anni dai negozi alle aule dei tribunali. Il numero crescente di contese giudiziarie ha alzato la posta in gioco tra Nestlé, produttrice delle capsule Nespresso, e le aziende rivali. Nestlé sta compiendo comprensibilmente grandi sforzi per proteggere il suo prodotto di punta Nespresso, che ha registrato vendite per 3,5 miliardi di franchi l’anno scorso e una forte crescita anche nella prima metà del 2012. I margini di guadagno sono stimati al 30%, un terzo in più rispetto ad altri prodotti di caffè. Altrettanto comprensibile il tentativo compiuto da diverse altre aziende per conquistare delle proprie fette su un mercato in piena espansione, come quello del caffè in capsule. Molte società hanno cercato negli ultimi anni di raggiungere questo obbiettivo, producendo cialde compatibili con le macchine per caffè utilizzate da Nespresso.

Un’edizione, tutta a colori, davvero da non perdere e con tante novità. La prima è che cambia nome. Si chiama BIBENDA 2013 Il Libro Guida ai Migliori Vini e Ristoranti d’Italia, redatta dall’Ais, l’Associazione italiana sommelier di Roma guidata da Franco Maria Ricci. Il cambio del titolo è stato fatto perché erano ancora in troppi a pensare che contenesse la descrizione di duemila vini, anziché i reali ventimila. Avrà 256 pagine in più dello scorso anno, per un totale di 2048, pur mantenendo il medesimo peso. Dal lato dei vini le aziende pubblicate sono 1700, di cui 419 (24 in più dell’anno precedente)” premiate con i 480 Cinque Grappoli, fiore all’occhiello dei 20.000 vini degustati. Piemonte e Toscana si confermano ancora una volta come le regioni a maggior numero di vini premiati, 99 e 97 rispettivamente. Ben 1659 sono invece i ristoranti, 16 premiati con i Cinque Baci e 18 con il riconoscimento di Ristorante dell’Anno. Per ordinare una copia: http://www.bibenda.it

La “community” Brau Beviale è una rete consolidata, un’atmosfera amichevole ma allo stesso tempo professionale dove avrete l’opportunità di coltivare ed estendere i vostri contatti con partner colleghi o concorrenti, il tempo per una buona chiacchierata per mantener così attivi scambi e opinioni. A Norimberga si presentano circa 1.400 espositori nei settori di materie prime di alta qualità per bevande, tecnologie e macchinari d’avanguardia, lavorazioni e imbottigliamento, soluzioni per la logistica e l’imballaggio Una visita necessaria per ottenere informazioni sui nuovi prodotti innovativi e rinfrescanti! Un tema importante di quest’anno è senza dubbio l’uso efficiente delle materie prime e delle risorse.

Una delle regioni più piccole d’Italia, tradizionalmente attiva e appassionata nella produzione di vino, alla quale da qualche anno abbiamo riservato una parte specifica della nostra Guida Vini d’Italia, per evidenziare l’interessante realtà enologica che presenta. Sulle belle colline che dall’interno corrono verso la costa adriatica, fino a Campomarino, sorgono la maggioranza delle aziende vinicole, ma negli ultimi anni sono nate cantine anche su nuovi territori dell’interno montuoso e verde.

“Trentacinque milioni di euro dei Fondi OCM Vino per promuovere il vino di qualità nel mondo, con circa 15 tappe realizzate in tutto il globo, dal 2009 ad oggi e altre 11 tappe nel 2013. E’ questo l’impegno dell’Istituto Grandi Marchi per conquistare i mercati chiave per la viticoltura italiana: non solo mercati storici come Usa e Canada, ma anche Giappone, Cina, fino alla Russia e al Sud Est asiatico”. Così Chiara Lungarotti, consigliere dell’Istituto Grandi Marchi – l’associazione che riunisce le 19 cantine simbolo del vino italiano di qualità – al convegno “Competizione globale nel mercato del vino: sistemi Paesi a confronto” in corso oggi al Festival della Diplomazia di Spoleto, di cui l’Istituto è co-organizzatore della sessione dedicata all’enologia italiana.

Sei appuntamenti, tutti nella giornata di sabato 27 ottobre, porteranno il Tai Rosso e la gastronomia vicentina alla manifestazione di Slow Food. Pad. 1, stand A020-B019. Ben sei appuntamenti, cadenzati nel corso della giornata, per scoprire il Tai Rosso abbinato ai prodotti tipici del territorio vicentino. Il Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza sarà infatti presente all’Osteria allestita nello spazio espositivo della Regione Veneto, padiglione 1, stand A020 – B019. Protagonista assoluto sarà il Tai Rosso, il vino autoctono emblema dei Colli Berici, che nell’ambito della rassegna La cucina Veneta tra il mare e la montagna sarà abbinato al piatto Maneghi di patata americana di Valliera, preparato dal ristorante Alla Rosa di Adria (Rovigo). Si tratta di gnocchi di patate americane conditi con burro fuso, zucchero e cannella, preparati tradizionalmente ad ottobre nel polesine, in particolare nella frazione di Valliera di Adria. La degustazione sarà ripetuta per quattro volte: alle ore 12.30, 14, 19 e 20.30.

Bianchi Vending Group, leader nella produzione di distributori automatici, sarà presente alla prossima fiera Triestespresso Expo 2012 e per l’occasione saà lieta di presentare alcune novità. Tra queste: Gaia Fresh Milk (distributore automatico di bevande calde, caffè espresso e cappuccino con latte fresco), Vista (Nuovi distributori automatici refrigerati a spirale), Relooking LEI400 (con un nuovo design integrato una nuova porta piatta), Duo, 2 In 1, Caffè & Acqua (un unico e innovativo distributore di bevande multiple).

Già nel suo nome è racchiuso il leit motiv: non ha certo bisogno di presentazioni Weekend Donna, l’edizione autunnale dell’evento dedicato all’universo femminile e alle sue passioni che, già forte dell’affermazione delle sue quattro edizioni milanesi, si terrà dal 12 al 14 Ottobre presso la Nuova Fiera di Roma. E tra le passioni non c’è forse anche quella per il caffè, quello buono della migliore tradizione italiana? Caffè Haiti Roma sarà presente con il suo… appassionato staff presso l’area di Les Chefs Blancs, prestigiosa scuola di cucina diretta dai co-founders Giulia Steffanina e Sandro Masci, al padiglione 14 stand A31-A33.

E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che va fermata la lobby delle aranciate senza arance. Con l’entrata in vigore in tempi certi della nuova norma, duecento milioni di chili di arance all’anno in più saranno “bevute” dai 23 milioni di italiani che consumano bibite gassate, il che significa cinquantamila chili di vitamina C in più. Una decisione che – sostiene la Coldiretti – concorre a migliorare concretamente la qualità dell’alimentazione e a ridurre le spese sanitarie dovute alle malattie connesse all’obesità in forte aumento. Finalmente si cambia una norma che permette di vendere l’acqua come fosse succo sulla base di una legge nazionale ormai datata (Legge n. 286 del 1961) con la quale si prevede che le bevande al gusto di agrumi possono essere colorate a condizione che esse – sottolinea la Coldiretti – contengano appena il 12 per cento di succo di agrumi vero.

Nei giorni scorsi si è inaugurato MUMAC, il museo della macchina per caffè. La collezione più ricca e completa a livello internazionale di macchine per caffè. Commissionato dal Gruppo Cimbali per celebrare i suoi 100 anni di attività, il museo è allestito in un moderno spazio, di circa 1700 mq nell’ambito del sito produttivo di Binasco, un recupero industriale di grande pregio. Lo scopo primario dell’azienda, leader nel settore, è quello di creare un’esposizione permanente, aperta al pubblico, capace di offrire tutte le informazioni e gli approfondimenti sulla storia, la cultura e il design della macchina per caffè espresso. Questa raccolta della macchina per caffè rappresenta e tutela il patrimonio italiano in questo settore negli ultimi cento anni. La tecnologia e il design italiano sono infatti raccontati attraverso un percorso multimediale, ricco di stimoli audio-visivi, supportati da un compendio di documenti di grande rilievo storico.

Gruppo Co.ind presenta Coffeefeeling.it e Capsman 3d , un suggestivo sito web e un esilarante game per smartphone e tablet creati da aaugh® per Caffè Meseta. Fondato nei primi anni ’60 a Castel Maggiore (BO), il Gruppo Co.ind è oggi riconosciuto in Italia come una delle maggiori torrefazioni ed è leader nella produzione di caffè a marchio del distributore con oltre 12.000 tonnellate di caffè verde tostate e sette milioni di famiglie italiane servite ogni anno. Tra i marchi privati dell’azienda spicca caffè Meseta, caffè espresso italiano per eccellenza in espansione anche sui mercati internazionali e fortemente orientato a intraprendere strategie di visibilità attraverso le nuove tecnologie. Dopo il grande successo di Capsman arriva quindi Capsman 3D, il nuovo advergame ispirato dalla mascotte digitale di Caffè Meseta, un simpatico personaggio che deve superare ostacoli e sconfiggere insidiosi nemici aiutato dalla tua abilità e da … capsule biodegradabili. Capsman 3D è ottimizzato per smartphone e tablet Apple e Android ed è disponibile gratuitamente su App Store e Google play.

Dopo il lancio di Birra Dolomiti Speciale e il restyling grafico della Doppio Malto e Pils nei formati da 33 cl, Birra Dolomiti vuole concludere l’anno in bellezza, e per festeggiare il Natale e dare il benvenuto al 2013 si veste a festa. Per degli auguri esclusivi, è stato realizzato un elegante e prezioso cofanetto in legno, che verrà proposto in edizione limitata e che celebra l’unicità del progetto di filiera integrata locale da cui nasce Birra Dolomiti. Custodite come un tesoro all’interno della confezione, due birre pensate per momenti unici: Birra Dolomiti Speciale e una novità: Birra Dolomiti Rossa Doppio Malto, entrambe con un formato elegante ed importante da 75 cl e la presenza del tappo meccanico, come da tradizione. Birra Dolomiti Rossa Doppio Malto, è una birra rossa di tradizione, appartenente alla categoria delle doppio malto, dal colore ambrato con riflessi rossastri; è una birra importante da gustare nelle grandi occasioni. Il malto caramello caratterizza il gusto pieno e intenso, e l’aroma delicato si caratterizza per una miscela tra note di caramello e profumo di malto torrefatto, quasi a richiamare i dolci tipici fatti in casa nei periodi invernali. Ideale da gustare con i piatti tipici delle feste o per un piacevole dopo pasto e nei momenti di relax.

SIPO ha presentato per la prima volta durante l’ultima rassegna Macfrut 2012 la nuova linea di spremute di frutta fresca con marchio SI Drink per i canali Retail (dettaglio e grande distribuzione) e Horeca (ristorazione e comunità) del mercato italiano ed estero. Sette referenze, di cui 5 annuali (arancia bionda, mela, mela & kiwi, pompelmo rosa e ananas) e 2 stagionali (arancia rossa e mandarino), tutte realizzate con frutta di qualità extra e provenienti dalle zone più vocate del territorio italiano. Le due referenze stagionali saranno commercializzate da gennaio ad aprile a seconda della disponibilità delle materie prime, mentre le altre saranno in commercio durante tutti i mesi dell’anno. In formato bottiglietta in PET trasparente da 250 ml, le spremute sono senza coloranti, senza conservanti e senza l’aggiunta di acqua, zuccheri ed aromi e sono prodotte con la tecnica di stabilizzazione degli alimenti mediante alta pressione (AP), un procedimento non termico (spremitura a freddo) che garantisce la freschezza, il gusto naturale e tutte le proprietà organolettiche e antiossidanti della frutta fresca.

Kettmeir è uno dei nomi di spicco nella lunga tradizione enologica dell’Alto Adige sin dal 1919, in particolare dell’area collinare intorno al lago di Caldaro, dove una particolare tipologia del terreno e le alterne influenze del clima mediterraneo e alpino, donano ai vini un carattere inconfondibile. La storica sede e i vigneti, sulla famosa Strada del Vino, testimoniano l’antichissima cultura agricola e una lunga tradizione vinicola, insieme al concetto di produzione orientata alla qualità. L’assortimento comprende tutti i varietali tipici del territorio e rapporti di collaborazione pluridecennali con i viticoltori garantiscono ai nostri enologi uve di livello qualitativo eccellente provenienti dalle zone più vocate. L’obiettivo di Kettmeir è quello di produrre vini che esprimano la qualità e il carattere già sintetizzato nelle uve di partenza. Vini quindi con una chiara personalità, dal forte timbro varietale e territoriale.

Dalla partnership tra Kimbo, il caffè che da Napoli porta l’eccellenza dell’espresso nel mondo, e Gaggia, l’azienda leader nella produzione di macchine per il caffè professionali e domestiche, nasce Kompatta, la nuova macchina per capsule dallo stile italiano, per un’esperienza da assaporare e da condividere. Secondo player nel settore retail del mercato italiano, Kimbo offre così, a tutti coloro che amano il caffè buono come quello del bar, la possibilità di vivere e gustare tutto l’aroma e l’esclusività del “Kimbo Coffee Hour”: un momento di piacere sensoriale, personale o condiviso con gli amici, che è alla base della più autentica cultura del caffè rappresentata dal brand napoletano. Caratterizzata da un design compatto e funzionale, ma al tempo stesso elegante e contemporaneo, Kompatta porta in casa o in ufficio l’intenso piacere dell’espresso italiano all’insegna del gusto e della qualità.

Dopo diversi anni di studio, La Spaziale presenterà alla prossima TriestEspresso Expo 2012 una nuova soluzione tecnica dedicata all’erogazione del caffè espresso in monoporzione: già da alcuni mesi, infatti, grazie ad uno speciale sistema, tutte le macchine La Spaziale possono essere adattate alla preparazione di espresso con cialde e capsule. Con la semplice sostituzione del portafiltro e delle doccette qualsiasi macchina può erogare il caffè da cialde e capsule, consentendo a baristi e torrefattori un’assoluta flessibilità di utilizzo. Questo sistema aperto e adattabile è rivolto all’intero mercato dell’espresso, nel quale si registra una crescita costante e una forte attrattiva nei confronti del porzionato anche fuori casa.

Il Salone Internazionale del Gusto – al Lingotto Fiere di Torino dal 25 al 29 ottobre – è il luogo in cui si riuniscono le eccellenze alimentari d’Italia e del mondo, una concentrazione di prodotti, di storia, di territori. L’evento internazionale organizzato da Slow Food ha una caratteristica unica: da un lato sostiene l’educazione alimentare verso i cibi di qualità, dall’altro esalta le tradizioni e le identità, non solo un lavoro di recupero della memoria, ma anche la capacità di rinnovare un patrimonio ricchissimo del nostro Paese .In questo contesto Lavazza presenta una propria personalissima ricerca attraverso l’Italia dei caffè: sull’onda del progetto dei “Granai della Memoria” di Carlin Petrini, il Training Center Lavazza ha condotto una ricerca storica alla riscoperta di cinque ricette tipiche delle regioni italiane. Questi caffè regionali sono stati codificati e reinventati così da offrire al pubblico del Salone Internazionale del Gusto cinque ricette esclusive, ispirate alle parole di Petrini che descrive la memoria come “una miniera dalla quali tutti possano attingere”.

Lo staff di André Gayot, critico gastronomico tra i più famosi al mondo, ha stilato la lista delle 10 migliori birre autunnali, tra cui spicca la Cuvée des Trolls distribuita in Italia da Interbrau. André Gayot, critico gastronomico francese a cui si deve, ad esempio, la paternità del termine nouvelle cuisine, attraverso il proprio sito web www.gayot.com non è nuovo a stilare delle “top 10” su vari aspetti del lifestyle: dai ristoranti, agli hotel, ai luoghi di vacanza e così via fino ad arrivare ai film e alle automobili.Secondo Gayot l’autunno è una stagione che si sposa particolarmente bene con la birra, tanto da aver scelto di comporre una lista delle 10 birre al mondo particolarmente adatte alla stagione autunnale, divise per stile birrario, ripresa anche dal celebre sito di informazione www.foxnews.com. La migliore Belgian Strong Pale Ale è risultata la Cuvée des Trolls, prodotta dalla Brasserie Dubuisson, il birrificio più antico della Vallonia, famoso anche per la produzione delle birre Bush.

Il profumo inconfondibile di frutta secca, il corpo rotondo che abbraccia il palato, il gusto leggermente speziato si armonizzano nell’esperienza sensoriale della Birra d’Inverno Theresianer. Una birra speciale, leggermente speziata ottimo accompagnamento per i formaggi stagionati o per il cioccolato fondente, la Birra d’inverno è sublime sorseggiata da sola. Il Packaging 2012 è un suggestivo paesaggio innevato: alberi, case, finestre e luci accese nella notte rimandano ad un sogno lontano. Theresianer regala gustose suggestioni con Bierbrand: distillato ottenuto dalla distillazione a bagnomaria di una speciale birra Theresianer. Il risultato è una bevanda di rara personalità dal gusto ricco e morbido. Disponibile nella classica confezione grigia o nel “Bierbrand Gift” con i due calici da degustazione. Ma il calore di Theresianer non finisce qui, il Natale 2012 riserva una nuova specialità: la Birra di Natale, rotonda e corposa. Una doppio malto ad alta fermentazione, caratterizzata da sentori di albicocca e fiori di primavera, dal profumo equilibrato. La lunga stagionatura regala a questa birra una fine e raffinata gasatura, che si apprezza sorseggiata lentamente nelle fredde serate invernali.

Bilancio positivo per la vendemmia 2012 tra i filari del Sangiovese a Montalcino. Come ha commentato il Presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci «le caratteristiche emerse ci fanno sperare in un’annata dalle ottime possibilità di maturazione e affinamento, che potrà riservare piacevoli sorprese al termine dei quattro anni previsti dal disciplinare. In sostanza le gradazioni alcoliche sono risultate elevate, le acidità ottimali, così come i componenti polifenolici ben estraibili e in buon equilibrio». Anche il Rosso di Montalcino 2012 esprime tutte le proprie potenzialità, con un’ottima freschezza e il fruttato tipici di questo vino: «i produttori riuniti nel Consorzio si stanno impegnando sempre più nella produzione di questo vino, il quale sta conquistando una propria identità per proporsi quale valido prodotto in una fascia di mercato dove è importante il rapporto qualità/prezzo» ha spiegato il Presidente Bindocci.

Durante la manifestazione “Birre sotto la torre” che si svolge a Pontecurone (AL) una giuria popolare di oltre 400 persone votanti ha scelto la Niimbus, con mosto di uva Moscato, quale miglior birra del festival. E’ una grande soddisfazione – ci racconta Paola Bottero, la produttrice (cfr foto accanto) – in quanto a decretarne il successo è stato il pubblico, che l’ha preferita alle altre decine di birra artigianali presenti. Il nostro banchetto è stato letteralmente preso d’assalto ed anche l’altra nostra produzione in lizza, la Manico Rosso, ha ottenuto un buon successo. L’utilizzo del mosto di uva Moscato – continua Paola – le dona una ricchezza di profumi ed una morbidezza insolite e che spesso colpiscono chi, abituato alle più note produzioni industriali, non si aspetta tali caratteristiche da una birra.

Birrificio Angelo Poretti brinda alla nuova stagione invernale regalando agli amanti della birra di qualità la “7 luppoli Non filtrata Ambrata”. Si rinnova quindi l’appuntamento fisso con l’unicità di gusto delle sue stagionali che lo storico birrificio della Valganna riserva ai suoi affezionati. La nuova stagionale in edizione limitata nasce dall’incontro di 7 ricercate varietà di luppolo e sarà presentata in anteprima ad Eurochocolate 2012 abbinata ad un’altra speciale novità: i cioccolatini aromatizzati al luppolo firmati Denis Buosi. Giunta alla sua seconda edizione dopo il grande apprezzamento riscosso l’inverno scorso, la “7 luppoli Non filtrata Ambrata” quest’anno fa infatti la sua prima apparizione in pubblico nella cornice d’eccezione di Eurochocolate 2012 il festival del cioccolato più famoso d’Europa. L’eccellente qualità artigianale e il gusto unico della migliore tradizione birraria italiana si accostano così al cibo degli dèi, inaugurando un matrimonio audace e dando vita ad una sperimentazione di abbinamenti di gusto che apre nuovi orizzonti: la birra accanto e nel cuore del cioccolato.

Diageo Italia, società leader nella produzione, commercializzazione e distribuzione di bevande alcoliche, annuncia alcuni cambiamenti nella propria struttura organizzativa. Josè Aidar Neto già Amministratore Delegato Diageo Italia, ha completato il suo mandato di due anni e mezzo in Italia e ritornerà in Sud America. Tassos Evangelou, Amministratore Delegato Diageo Grecia, assume ad interim il ruolo di Amministratore Delegato Diageo Italia e Svizzera. Carlos Parra (cfr fotto allegata), già Direttore Vendite Diageo Italia, viene nominato Direttore Commerciale Diageo Italia con diretta responsabilità di tutte le funzioni commerciali. 38 anni, madrileno di nascita, in Italia dal 2000, Carlos Parra, prima di entrare in Diageo Italia, ha maturato esperienze manageriali in Danone Italia e in B.Braun Italia. Carlos Parra, sposato, due figli, è laureato in economia e commercio presso la universidad Carlos III di Madrid.

In occasione dell’uscita nelle sale italiane del capitolo finale di una delle saghe più seguite degli ultimi anni, The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 2, prevista per il prossimo 14 novembre, Pepsi lancia un nuovo concorso che da l’opportunità ai suoi consumatori di vincere fantastici premi e realizza delle lattine Limited Edition dedicate ai protagonisti del film. Dal prossimo 15 ottobre e fino al 15 gennaio del 2013 acquistando Pepsi da 1,5L e 2L, Pepsi Light da 1,5L e Pepsi Twist da 1,5L e partecipando al concorso, tutti i fan della saga potranno rivivere il sogno del film che ha stregato milioni di adolescenti in tutto il mondo . Chiamando il numero 06.91810486, oppure visitando il sito www.pepsi.it o la Fanpage Facebook di Pepsi Italia sarà possibile dimostrare di essere dei veri appassionati della saga, rispondendo correttamente ad una domanda sul film. Inserendo poi i dati dello scontrino, i partecipanti scopriranno immediatamente se hanno vinto uno dei fantastici premi messi in palio: due t-shirt originali del film al giorno, i due dvd di The Twilight saga: Breaking Dawn Parte 1 e Parte 2 alla settimana e ad estrazione finale, uno Smart TV e Sistema Home Theatre Samsung per rivedere tutti i film della saga.

Prenotate un appuntamento esclusivo con un vero campione con cui confrontarvi, lavorare, apprendere: è una delle tante opportunità offerte da uno stand decisamente insolito e vitale. La nuova edizione di Hostelco, in programma dal 17 al 21 ottobre al Gran Via Exhibition Centre di Barcellona – Spagna, è la sede ideale in cui scoprire quanto di nuovo c’è nel mondo della ristorazione, dell’ospitalità e delle collettività a livello internazionale, ma anche un’importante occasione per incontrare altri professionisti, scambiare informazioni e conoscenze, sondare nuovi mercati e prodotti. La stessa filosofia ha guidato la realizzazione dello spazio Dalla Corte: un vero concentrato di interessi all’interno del salone del caffè, allo stand 262.

Prosegue la sinergia tra Caffè Haiti Roma, AIAB, Coldiretti e Legambiente: domenica 7 Ottobre si è svolta in tutte le piazze d’Italia la Biodomenica, un’intera giornata dedicata al benessere in tutte le sue forme; a Roma ha avuto luogo presso la Città dell’Altra Economia a Testaccio, ed ha visto anche quest’anno la presenza della torrefazione più certificata, con le sue ultime novità in fatto di caffè e tisane.

L’Abruzzo è la regione con la più grande quantità di parchi naturali d’Europa, definita la regione verde: una ricchezza di paesaggi e territori incredibile, unita a una grande varietà pedoclimatica. Si passa dalla selvaggia costa dei trabocchi, lungo l’Adriatico, con i suoi scorci incantevoli, sassi bianchi, sabbia dorata e acque limpide, al dolce rincorrersi di colline e paesini incantati, sino all’asprezza rocciosa del Gran Sasso d’Italia e della Maiella con il suo clima rigido e montano.

Petroncini Impianti Spa, specializzata nella progettazione costruzione di impianti per la lavorazione del caffè, parteciperà alla prossima fiera di Triestespresso 2012 e per l’occasione avra modo di presentare una nuova Serie di Tostatrici Mod. TTR versione ” Compatta “, disponibile con capacità ciclo 120 kg – 240 kg – 400 kg. La nuova serie di Tostatrici Versione Compatta con ricircolo d’aria di tostatura Mod. TTR è la perfetta sintesi della secolare esperienza della Petroncini Impianti S.p.A che ha nella progettazione / produzione ed installazione di macchine per la torrefazione di caffè e la continua capacità di innovare tecnologicamente i propri prodotti tali da soddisfare le continue nuove esigenze di mercato . Gli innovativi elementi tecnologici contenuti nella nuova serie di Tostatrici versione Compatta TTR oltre che consentirne un semplece e versatile utilizzo rappresentano un importante contributo per la salvaguardia dell’ambiente visti i limitati consumi energetici e le ridotte emissioni in atmosfera . Inoltre la Tostatrice Mod .TTR proprio per la sua flessibilità di impiego puo’ essere utilizzata per la produzione di una larga gamma di caffè ma in particolar modo indicata per ottenere prodotti di alta qualità come, Espresso e Gourmet. Petroncini sarà presente a Triespresso allo stand G 15.

Zuegg, da sempre vicina anche ai più piccoli, li riporta indietro nel tempo con il grande concorso ‘Vinci L’Era Glaciale 4” con i Nettari ZUEGG 3×200 ml. Giocare e partecipare al concorso, organizzato in collaborazione con 20th Century Fox e il film animato in 3d “L’Era Glaciale 4. Continenti alla deriva” è semplice! Basta acquistare una confezione di Nettari di ZUEGG 3x200ml, collegarsi al sito www.zuegg.it e inserire il codice alfanumerico riportato all’interno del pack, unitamente ai propri dati. In palio tanti premi instant win, come 200 peluche Trudi e 200 cofanetti DVD della trilogia L’Era Glaciale, e ad estrazione finale, come 10 settimane bianche con Blu Hotel.

A Londra quest’estate non abbiamo vinto medaglie solo alle Olimpiadi. Lo abbiamo fatto anche al Great British Beer Festival, da decenni uno dei più importanti eventi mondiali dedicati alla birra, organizzato dalla gloriosa associazione Campaign for Real Ale (Camra) per l’occasione, e in coincidenza con i giochi olimpici, tornato alla sua “vecchia” sede: l’Olympia. Quasi cinquantamila visitatori, tra semplici appassionati e operatori di settore anglosassoni, si sono dati appuntamento nelle giornate del festival che può vantare la presenza di centinaia di birrifici britannici e una selezionata, quanto di qualità, partecipazione di birrifici europei e americani. Tra gli europei hanno brillato, per l’appunto, gli italiani selezionati dalla competenza diLorenzo Kuaska Dabove e Luca Giaccone, rispettivamente il più autorevole degustatore italiano e il coordinatore delle guida Slow Food alle Birre d’Italia. La squadra nazionale vedeva tra i protagonisti birrifici ormai famosi anche all’estero come Baladin, Birrificio Italiano, Barley, Montegioco, Birra del Borgo, Birra Amarcord e L’Olmaia.

Domenica 07 ottobre 2012 presso il Centro Commerciale “ I Papiri” di Siracusa si è svolta la seconda edizione della manifestazione Coffee Show Latte Art 2012 organizzata da Gaetano Bongiovanni dedicata ai cultori del caffè, agli appassionati di enogastronomia e agli operatori del settore . L’evento patrocinato dal Comune di Siracusa e da Siracusa Turismo con il contributo di Confindustria Siracusa ha visto la partecipazione dei campioni italiani di Latte Art Andrea Antonelli e Chiara Bergonzi i quali hanno deliziato il pubblico presente con la realizzazione di cappuccini decorati a forma di cuore, fiore, foglie e disegni vari.Grande attenzione è stata dedicata alla sanificazione, alla manutenzione ordinaria e straordinaria della macchina del caffè, nonché alle regole delle 5 M per ottenere un espresso a regola d’arte e delle 5 L per realizzare un cappuccino perfetto.

Ancora positivo il consumo all’estero dei vini spumanti italiani nel primo semestre 2012: +9,2% il valore al consumo export, pari a+175 mil € base annua. E’ quanto emerge dalle periodiche consultazioni di Giampietro Comolli (cfr foto a fianco) per OVSE.org, grazie ai referenti in 48 paesi. L’Europa, che rappresenta ancora il 57% dei volumi e il 51% del valore globale di mercato, fa segnare un +7% in valore e un –2% nei volumi, con Francia, Spagna, Portogallo e Germania in calo e Svizzera, Norvegia, Svezia, Austria e UK in crescita. Germania e UK restano i principali mercati. Nei Paesi terzi l’export degli spumanti (per il 96% appannaggio del metodo italiano di Prosecco, Asti e Valdobbiadene) segna un +14% in volumi e + 17% in valore assoluto, con punte rappresentate da Giappone e Estremo Oriente attestati su +20% in valore e +11% in volumi. Numeri ancora piccoli in assoluto, ma interessanti: circa 2 milioni di bottiglie in più rispetto al 2011.

Domenica 7 Ottobre a Comunanza (Ascoli Piceno), ore 11.00. Durante la famosa mostra ornitologica, la folla di gente accalcata lungo il viale Dante si è vista tutto d’un tratto piombare dal cielo una pioggia di palloni colorati bianchi e rossi. I passanti, colti di sorpresa, hanno per un attimo distolto l’attenzione dalle bancarelle ed hanno iniziato un vero e proprio assalto alla palla; più di cento palloni ballonzolanti, centinaia di persone impazzite per dieci minuti di ordinaria follia. Dietro tutto ciò una frizzante iniziativa del Birrificio le Fate di Comunanza, che per l’occasione ha voluto promuovere cosi l’ultima cotta di birra pronta per le consegne Natalizie. +INFO: annibali@consulenzaziendale.it – www.consulenzaziendale.it

Fervono i preparativi per Expo Riva Hotel, prevista dal 27 al 30 gennaio 2013 nel quartiere fieristico di Riva del Garda (TN), appuntamento storico e irrinunciabile per il settore dell’hotellerie e della ristorazione. Sempre più imponente l’impegno per fare del visitatore l’unico vero protagonista dell’evento, proponendo attività e appuntamenti in cui possa essere coinvolto in prima persona. Attenti a cogliere i segni dell’evoluzione del settore, questa edizione proporrà il tema dell’accoglienza sostenibile a 360°, per una politica dell’ospitalità che metta davvero il cliente/ospite al centro di un sistema eco-sostenibile ed integrato. Una filosofia che non punta più alla sola riqualificazione strutturale in termini di bio-edilizia e di risparmio energetico ma un vero e proprio “sistema benessere” che coinvolga tutte le voci del business dell’accoglienza. Un evento quindi non solo interessante, ma anche utile all’operatore in cerca di idee e proposte che gli permettano di evolvere nel tempo e di creare valore aggiunto.

Kraft Foods Europe GmbH rileva il marchio Vitasnella da Danone per le categorie biscotti, sostituti del pane e snack, le stesse per le quali già possedeva il marchio in licenza. Il marchio Vitasnella si distingue per il profilo salutistico e dietetico dei suoi prodotti. Già nel gennaio scorso il gruppo aveva ceduto a Ferrarelle il marchio Vitasnella relativamente al settore acque. Resta invece in capo al gruppo Danone il marchio Vitasnella con riguardo a yogurt, formaggi e e dessert. Danone continua così il suo processo di focalizzazione sui prodotti lattieri freschi, sulla nutrizione infantile e medica

Sarà Montalcino la nuova sede del Movimento Turismo Vino nazionale: da domani la città del Brunello ospiterà la segreteria di MTV nello storico Palazzo Comunale. L’associazione che riunisce circa mille fra le più prestigiose cantine d’Italia sceglie così uno dei più grandi territori del vino italiano che ha fatto da apripista per l’enoturismo in Italia. Un fenomeno, quello dell’enoturismo, che secondo il Censis è uno dei segmenti turistici a maggior tasso di crescita nel Paese. “Montalcino è stata una delle prime realtà in Italia – sottolinea la presidente del Movimento Turismo Vino, Daniela Mastroberardino – a puntare sul connubio tra viaggi e vino per crescere, rendendo negli anni questa piccola area un brand territoriale conosciuto da milioni di enoappassionati. Ciò dimostra che il sistema ‘enoturismo’ funziona e può fare da volano allo sviluppo economico del territorio, dalle grandi realtà a quelle più piccole. Ed è proprio alle singole cantine, che sono la ricchezza del Movimento, che daremo una particolare attenzione – ha concluso la presidente Mastroberardino – promuovendo un percorso di crescita dell’enoturismo come ‘stile di vita’, attraverso eventi ed iniziative di forte carattere nazionale durante tutto l’anno, i nuovi media e gli strumenti offerti dal web 2.0”.

Marchesi de’ Frescobaldi è sempre più al passo con le esigenze dei consumatori evoluti ed è la prima azienda di vini a lanciare un’applicazione per Facebook che permette di recensire, in base ad emozioni e sensazioni personali, qualsiasi genere di vino, e di condividere le proprie recensioni con i propri amici. “Wine Emotion” – così si chiama l’applicazione, è accessibile da qualsiasi dispositivo mobile, e permette a chiunque, esperto e non, di recensire i propri vini preferiti (non necessariamente solo quelli di casa Frescobaldi), di avere un archivio di tutti i vini recensiti ed accedere a quello generale. A “degustare” l’applicazione è Luca Gardini, sommelier campione mondiale pronto a mettere il suo naso in versione virtuale a disposizione della rete per svelare le sue emozioni dietro ad un bicchiere di vino. Il super sommelier dall’anima pop, infatti, condivide l’obiettivo di Wine Emotion, e cioè quella di “raccontare” i vini e le emozioni legate ad una degustazione in modo semplice, comprensibile ed accessibile a tutti.

Un nuovo partner di prestigio per International Roller Cup. In occasione della quarta edizione della gara delle stelle del pattinaggio artistico a rotelle. Birra Menabrea Spa scende in pista con 600.000 bottiglie personalizzate, dedicate a International Roller Cup che si svolgerà il prossimo 2 dicembre al PalaPanini di Modena. Lo spettacolare contest di pattinaggio artistico a rotelle dimostra ancora una volta di saper proporre un modello vincente, non solo nello sport, conquistando l’attenzione di un brand d’eccellenza che rappresenta l’Italia nel mondo. “International Roller Cup esprime i valori nei quali crediamo: contenuti di altissimo livello, sana competizione e ricerca di innovazione – dichiara Franco Thedy, Amministratore Delegato di Birra Menabrea Spa – Abbiamo deciso di contribuire alla promozione dell’evento con una formula di grande impatto, che veicola l’immagine di International Roller Cup tramite la nostra birra.” Dalla fine di settembre sono infatti in distribuzione, su tutto il territorio nazionale, 600.000 bottiglie di Menabrea Bionda “150° anniversario”, con un collarino personalizzato per richiamare l’appuntamento del 2 dicembre con International Roller Cup.

L’Austria si è presentata ai buyers di tutto il mondo, con le sue eccellenze agro-alimentari, con la sua tradizione, l’innovazione e un grande impegno sociale. Lo ha fatto, in questi giorni a Vienna, in occasione del forum internazionale “Austrian Food & Marketplace 2012”, all’interno del quale hanno interagito in area B2B, circa 99 aziende produttrici austriache e 123 operatori internazionali, in rappresentanza delle principali catene della GDO, oltre a importatori e grossisti di Europa, Stati Uniti, Giappone e paesi emergenti. Il successo della manifestazione, organizzata dalla Camera Federale dell’Economia Austriaca in stretta collaborazione con le proprie strutture commerciali Advantage Austria WKO (110 uffici in 70 Paesi), con la cooperazione del Ministero delle Politiche Agricole, Forestali e la Gestione delle Acque nonché dell’AMA (AgrarMarket Austria, organismo che si propone di promuovere il marketing e l’export dell’industria agro-alimentare), pur mettendo in risalto che i mercati dei Paesi terzi siano sempre più saturi e competitivi, conferma che l’export di prodotti alimentari e bevande, rimane un elemento di forte attrattività, in tutti i principali comparti del “Made in Austria”, come l’industria dolciaria, quella della birra, delle bevande analcoliche, della carne e dei succhi di frutta.

Serata di gala alla Cantina Rotari per il brindisi inaugurale di AlpeRegis, il nuovo Trentodoc della maison trentina. Il Presidente Luca Rigotti, i vertici aziendali del Gruppo Mezzacorona ed in primis l’Amministratore Delegato Fabio Rizzoli, le autorità e gli operatori dell’informazione presenti hanno celebrato la nascita di questo speciale millesimato nato dalla migliore tradizione spumantistica trentina e dedicato agli amanti della buona cucina e del buon vivere. Il nome “AlpeRegis” evoca da un lato la figura regale di Rotari, il grande Re longobardo famoso per il suo Editto, e dall’altro il richiamo al territorio alpino che ha contribuito a renderlo leggendario fissando le sue gesta nella storia. AlpeRegis, prodotto per ora in 45.000 bottiglie, è a base esclusivamente di uve Chardonnay, la varietà che ha trovato nell’area dolomitica le ideali condizioni per la perfetta espressione del suo carattere.

Proprio nella giornata in cui ha visto la luce AlpeRegis, la Cantina Rotari ha inaugurato anche il Caveau Rotari, prezioso spazio dove sono raccolti i migliori Trentodoc della sua storia. La Cantina Rotari, nata nel 1975, ha progressivamente affinato la sua ricerca enologica legata alla spumantistica metodo classico e dall’inzio degli anni Novanta l’azienda ha focalizzato sempre di più il suo stile nell’esaltazione dell’eleganza, della pulizia e nella proposta di una identità precisa dei propri prodotti legati fortemente al territorio e alla valorizzazione del lavoro dei viticoltori. Pensato e realizzato come una biblioteca storica della Cantina Rotari, il Caveau ospita tutte le annate dal 1993 in avanti in una location speciale definita da un percorso di nicchie appositamente studiate. Attualmente il Caveau contiene 6.000 bottiglie.

Pieno successo per la Sicilia del vino di qualità al Wines of Sicily Tasting di Londra, organizzato dall’IRVOS il 2 ottobre nella prestigiosa Millbank Tower. La manifestazione si è articolata in un Walk Around Tasting, con la partecipazione dei principali buyers, ristoratori e giornalisti del Regno Unito, e in tre seminari di degustazione affidati alla Master Wine Angela Muir, che ha illustrato le peculiarità dei vitigni principe della viticoltura siciliana. Una formula di successo, interamente autoprodotta dall’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, che quest’anno ha registrato un incremento delle visite pari al 20%, e che ha annoverato ospiti quali i Master of Wine Lynne Sherriff, Tim Atkin, Susan Hulme, Nicholas Belfrage, Alex Hunt e John Hoskins, oltre ai rappresentanti di Marks & Spencer e della catena alberghiera Majestic.

Grande successo per la “tournée” di APÉ nei locali più importanti e famosi di Bologna (e non solo). L’innovativo format proposto da Conserve Italia ai food bar per preparare un aperitivo all’italiana, abbinando prodotti food e beverage di qualità con un servizio accurato e completo, ha coinvolto i principali locali di tendenza del capoluogo emiliano. L’APÉritour è stata infatti l’iniziativa itinerante che questa estate ha portato il format rivoluzionario di APÉ tra i principali e più famosi bar bolognesi, dove si concentrano le maggiori frequentazioni al momento dell’aperitivo, allo scopo di coinvolgere non solo i locali e i bar tender, ma anche i consumatori. Il progetto, semplice e conviviale, proprio secondo lo spirito di APÉ, ha toccato 5 grandi locali (Deluxe, Codivilla, Boavista, La Torinese, Gamberini) che rappresentano veri e propri punti di riferimento per aperitivi ed happy hour ad alta attrazione.

Dedicarsi quell’attimo speciale può fare la differenza durante la nostra giornata: una tazzina di caffè, un sorso ditè, un assaggio di cacao. Piccoli piaceri quotidiani per milioni e milioni di persone, tanto da generare un business che coinvolge tutto il mondo, dai paesi produttori a quelli trasformatori e consumatori. E che si troveranno, insieme, uno spazio dedicato a Host 2013, la manifestazione leader dell’Ho.Re.Ca, al quartiere fieramilano a Rho da venerdì 18 a martedì 22 ottobre 2013. L’abbraccio tra la storica presenza del caffè e le new entry tè e cacao è la novità assoluta per quest’area di Host, che risponde così alle più aggiornate richieste dei mercati internazionali nei suoi diversi canali – dalle Tea House ai bar, dalle pasticcerie e i ristoranti fino a hotel, resort e spa – valorizzando le prossimità di filiera. Nell’area saranno presenti le aziende che producono caffè, tè e cacao, macchine per la lavorazione, attrezzature e forniture per la somministrazione, aromi e sciroppi. Un’ulteriore, importante tessera che va ad arricchire il mosaico del concept Host: visione complessiva del settore con la capacità di capitalizzare i singoli segmenti e i loro punti di contatto.

Suona sempre più anacronistica la definizione di territorio emergente per la Campania del vino. Se è vero che la sua storia contemporanea di distretto è stata costruita solo nell’ultimo ventennio, o poco più, sono altrettanto innegabili le sue radici millenarie e un movimento straordinario che ogni anno propone nuovi protagonisti, conferme di sostanza, ritorni eccellenti, nelle aree di vocazione riconosciuta come in quelle ancora da scoprire in pieno. Al di là di numeri e punteggi, ci si annoia difficilmente in una regione che ha tanto da offrire anche in funzione tavola: vini gastronomici, dotati di brio e sapore, che declinano un patrimonio ampelografico per molti versi impareggiabile.

Anche aranciate e limonate e tutte le bibite a base di agrumi con nomi di fantasia (ad esempio la ‘Fanta’) avranno l’obbligo, come i succhi, di contenere il 20% di frutta. Lo prevede un emendamento ‘bipartisan’ approvato al dl sanità, presentato vari deputati della commissione Agricoltura. La ratio è “Mai più aranciate senza arance”. Con questa norma, quindi, non solo i succhi di frutta (come già previsto nel decreto) ma anche le bevande analcoliche a base di frutta con nomi di fantasia dovranno contenere questa quantità minima. Le bevande con contenuto di frutta inferiore potranno rimanere sugli scaffali dei supermercati ancora ”per otto mesi” dopo l’entrata in vigore della legge. E le bibite con i nomi che richiamano la frutta, altra modifica introdotta oggi, non potranno più contenere ”concentrato o liofilizzato o sciroppato del frutto o delle frutta di cui alla denominazione”. Le Regioni, poi, per ”incoraggiare il consumo di prodotti naturali”, potranno promuovere la distribuzione di frutta fresca in distributori automatici nelle scuole

Grande successo ottenuto dallo Champagne Marguerite Guyot alla Giornata Champagne che ha avuto luogo martedì scorso a Roma. La Cuvée Extase Blanc de Blancs Grand Cru, millesimato 2002, si è infatti aggiudicata il primo posto assoluto tra quasi duecento etichette di Champagne nella classifica stilata da Scatti di Gusto. “Questo elegantissimo prodotto da Chardonnay, unisce toni minerale a note di mandarino e mela. Sapido e strutturato. Chiude gessoso.”: questa la motivazione dei due esperti, Carlo Bertilaccio e Maurizio Valeriani, che ha fatto assegnare alla Maison Marguerite Guyot “4 scatti e secchio”, ossia il massimo punteggio realizzabile. La Cuvée Extase Marguerite Guyot, monovitigno Chardonnay di grande espressività aromatica, eccezionale persistenza e magnifica eleganza., è il “petalo d’oro” della margherita a cinque petali, simbolo della Maison Marguerite Guyot. Ogni suo petalo assume infatti il colore dell’emozione che vuole rappresentare.

La birra ceca guarda al mercato italiano con nuovo interesse. E l’interesse è reciproco. Dopo ampie fluttuazioni nell’import dalla Repubblica Ceca registrate tra il 2005 e il 2009, il flusso sembra assestarsi su un trend di crescita più regolare e solido, basato sulla richiesta di grossisti e locali per un prodotto di nicchia, ma famoso nel mondo per la sua storia centenaria. «Il concetto di birra buona è nel mondo da sempre collegato con i Paesi Cechi», spiega l’ambasciatore della Repubblica Ceca in Italia, Petr Burianek, che cita le tre principali destinazioni del prodotto: mercato interno (ai cechi va il record di consumo di birra pro capite con 154 litri l’anno), visitatori e turisti che portano la fama della birra nel mondo, esportazioni trainate da giganti del settore. Il nuovo fermento, però, non viene dai colossi birrai, ma dai tanti piccoli e medi birrifici legati alla tradizione e alle materie prime di alta qualità per le quali la Repubblica Ceca è da sempre vocata. Igor Holub, membro fondatore dell’unione di birrifici e delle malterie ceche e proprietario di una importante malteria, spiega infatti che «la bontà della birra ceca sta nelle materie prime: malto, acqua, luppolo e lievito». Dall’orzo viene il malto, l’anima della birra, e l’estratto residuo del malto infonde il sapore pieno della autentica birra boema. Metà del malto ceco viene richiesto in altri Paesi e questo testimonia la sua unicità. Il luppolo di Saaz è un’altra eccellenza. Ingredienti e ricetta, frutto di secoli di tradizione birraia, hanno portato nel 2008 il Paese intero (non un singolo territorio o prodotto) al riconoscimento dell’Indicazione geografica protetta da parte dell’Unione Europea.

Per celebrare il 30° Anniversario della prima produzione di Ron Barceló Imperial nasce l’esclusiva Riserva Speciale: Ron Barceló Imperial Premium Blend. L’ultimo gioiello della Famiglia Barceló, in edizione limitata, è il risultato della nobile miscela tra selezionate riserve di Imperial e alcuni tra i rum più invecchiati prodotti dalla famosa Licorera Ron Barceló L’attento processo di produzione assegnato ad un gruppo di “Mastri Roneros”, l’utilizzo delle migliori canne da zucchero, l’invecchiamento in selezionate botti di quercia bianca e botti di Château d’Yquiem, prestigiosa cantina con più di quattro secoli di storia, sono il segreto di questo straordinario rum. Il sapore morbido e rotondo, l’aroma intenso e avvolgente di frutta secca, vaniglia, burro, cioccolato, caffè e un piacevole retrogusto piccante, sono solo alcune delle ricche sfumature di questo nobile rum. La bottiglia in cristallo, autentico pezzo da collezione, mostra con orgoglio il numero 30° grazie al color ambrato del rum, il cofanetto che riporta la bottiglia in rilievo dona quel tocco in più di preziosità, rendendolo perfetto per un regalo speciale.

A.C. Milan e Interbrau, azienda specializzata nella distribuzione di birra di alta gamma, hanno siglato oggi un accordo in base al quale l’azienda di Padova diventa Official Supplier del Club più titolato al mondo. A siglare il contratto Adriano Galliani, Vice Presidente Vicario e Amministratore Delegato del Milan e Sandro Vecchiato, proprietario e Amministratore Delegato di Interbrau. Con loro Giuseppe Ciocchetti, Direttore Generale di Infront Italy, l’advisor che affianca la squadra rossonera nella ricerca, selezione e gestione degli sponsor. Interbrau è l’azienda madre del gruppo Brew Invest che con un fatturato di 65 milioni di euro e oltre 100 addetti è il gruppo di riferimento italiano per le Specialità Birrarie di alta gamma. La società è stata fondata nel 1959 da Luigi Vecchiato a cui si affiancano i figli Sandro e Michele: sotto la loro guida aumenta il numero di brand rappresentati e distribuiti in Italia e all’estero. Oggi Interbrau distribuisce tra le più note e prestigiose birre tedesche, belghe, francesi, americane e italiane.

Intesa è un Gruppo consortile a cui fanno capo oltre 80 aziende specializzate nella distribuzione all’ingrosso canale Horeca, dislocate su tutto il territorio nazionale, comprese le isole. Il Consorzio da sempre persegue un concetto di distribuzione qualificata, ponendosi come un partner qualificato tra le maggiori industrie del beverage e della distribuzione. Elemento distintivo di Intesa è l’innovazione, proponendosi quindi come un Gruppo pioniero ed antesignano, conquistando la leadership tra i Gruppi Horeca.

Domenica 21 ottobre presso il Bait de Vach, tra i terrazzamenti vitati di Cembra, sgargianti nei colori dell’autunno, si terrà un concerto di fine vendemmia con canti tradizionali e musiche suggestive, organizzato dai Cembrani D.O.C. Parteciperanno all’evento il Coro Castion, il Coro Antiche Tradizioni Cembrane, la Fanfara Alpina di Cembra e il Coro Alpino di Berbenno della Valtellina. Durante la giornata i Cembrani D.O.C. ospiteranno Walter Nicoletti e le riprese del programma di Girovagando in Trentino. La manifestazione prenderà il via dopo le 11:00 con la preparazione della polenta e della carne, per un pranzo e un pomeriggio in musica accompagnato dagli ottimi vini, spumanti e grappe dei Cembrani D.O.C.

In occasione della nuova apertura del Marchini Movie di Venezia – la prestigiosa Caffetteria Pasticceria che verrà inaugurata Mercoledì 10 ottobre 2012 – Hausbrandt regala un’esperienza tutta italiana ai coffee lovers internazionali e non solo: la vera Colazione all’italiana. Grazie alle caffettiere Moka elettriche (Bialetti) posizionate sui singoli tavoli, ogni Cliente potrà gustarsi un buon caffè moka appena fatto! Una novità assoluta, pensata non solo per i turisti stranieri ma anche per i connazionali legati alla buone tradizioni del Bel Paese, che avranno così modo di vivere l’esperienza della colazione tipica.Questa è solo una delle tante piacevoli ed originali novità pensate da Hausbrandt per il Marchini Movie, un progetto nato dalla Famiglia Vio, presente a Venezia da oltre 40 anni e che, dal 1974 è famosa per le innumerevoli collezioni di successo di dolci tradizionali di alta qualità; Hausbrandt, con le sue miscele più prestigiose, è il caffè scelto da questa grande impresa familiare, che deve il suo nome alla cura delle proprie tradizioni e la bontà dei prodotti.

Untitled Association e Birra Menabrea S.p.A hanno il piacere di annunciare la vittoria di Ignazio Morello (Cosenza, 1980) al Menabrea Art Prize 2012, premio finalizzato alla promozione di artisti italiani emergenti non ancora rappresentati da gallerie.La giuria composta da Lorenzo Bruni, curatore, Firenze; Federica Schiavo, gallerista, Roma; Giorgio Angella, collezionista, Roma; Paola Maina, ufficio stampa Birra Menabrea; Giulia Ferracci, curatore MAXXI, Roma e Paolo Canevari, artista, Roma, è stata chiamata a designare il vincitore della seconda edizione del Menabrea Art Prize il quale si aggiudica il premio in denaro di Euro 2000 e la riproduzione dell’etichetta su una edizione limitata di prodotto della prestigiosa azienda biellese.

Il Gruppo Bracca, azienda bergamasca leader nella produzione di acque minerali, sostiene con un’etichetta studiata appositamente la decima edizione di BergamoScienza, rassegna di divulgazione scientifica con numerosissimi eventi gratuiti dedicati a bambini, ragazzi e curiosi di ogni età. Dopo il successo della passata edizione con 118.000 presenze da tutta Italia la scienza torna protagonista a Bergamo dal 5 al 21 ottobre 2012 con conferenze, tavole rotonde, incontri con Premi Nobel, scienziati di fama e ricercatori. L’etichetta riporta il marchio dell’evento, arricchito quest’anno da un richiamo al decimo anniversario della manifestazione, con le date e il rimando al sito web. Lo sfondo raffigura un pianeta, riprendendo l’immagine coordinata dell’edizione 2012, che prevede molti appuntamenti dedicati al tema dello spazio.

Secondo quanto riporta un articolo del Wall Street Journal, il colosso americano del fast food, McDonald’s, ha depositato il proprio nome come marchio di un “caffè macinato e in chicchi”. Stando a quanto si legge sul sito internet dell’ufficio americano di brevetti e marchi, la domanda è stata presentata il 18 settembre. Secondo il Wall Street Journal, l’iniziativa potrebbe indicare la volontà del gigante degli hamburger di lanciarsi nella vendita di pacchetti di caffè ai consumatori, seguendo l’esempio di alcuni suoi concorrenti. Dunkin’ Donuts vende già il caffè che porta il suo nome, mentre Starbucks ha iniziato a lanciare in commercio una macchina del caffè così come pacchetti di caffè monoporzionato. Tuttavia, il marchio potrebbe essere stato depositato semplicemente allo scopo impedire ad un concorrente di utilizzarlo per il caffè.

Quando ottobre arriva, in Oltrepò Pavese è tempo di BirrArt. Alla quarta edizione la rassegna di birra artigianale è diventata una piacevole consuetudine che quest’anno convoglierà all’Area Fieristica di via Truffi a Casteggio (PV) migliaia di appassionati per un appuntamento consolidato ma sempre nuovo, che si presta a diversi piani di lettura: cultura, gastronomia, divertimento, intrattenimento, informazione e prevenzione convivono amabilmente nella stessa atmosfera. Da giovedì 11 a domenica 14 ottobre protagonista assoluta sarà la birra – rigorosamente artigianale – in tutte le varianti sul tema, interpretata e reinterpretata da 19 microbirrifici provenienti da tutta Italia scelti a comporre la squadra della 4ª edizione di BirrArt, organizzata dall’Associazione Pavese Amici della Birra. La sfida del 2012 gioca sulla proposta che promette emozioni, novità e nuove esperienze gustative all’insegna del sapere che poggia sulla cultura dei mastri birrai, artisti nell’applicare pratiche antiche a tecnologie moderne. La birra artigianale è oggi bandiera di un gusto naturale – sempre più apprezzato dai consumatori – che ben si abbina ai prodotti gastronomici della tradizione locale. Ecco perché a BirrArt non mancheranno gliespositori “food”, 15 testimoni della tipicità italiana a suggellare, con la loro presenza, l’incontro tra la qualità e il sapore.

Il 18 per cento degli italiani può tirare un sospiro di sollievo. Perché da oggi le persone che soffrono di calcoli renali e coliche avranno un rimedio in più, e anche naturale, per combattere le enormi sofferenze provocate dalla patologia: bere mezzo bicchiere di succo di limone ogni giorno. Uno studio clinico dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo rivela: “si avvia a certificare che le coliche si possono prevenire bevendo mezzo bicchiere di succo di limone al giorno. Meglio dei farmaci perché non ha controindicazioni”. Lo studio, condotto con il sostegno del Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa Igp, è stato illustrato oggi nei dettagli a Bergamo nella sede del prestigioso Istituto di Villa Camozzi. Il lavoro avviato nel 2008 ha coinvolto medici, ricercatori, scienziati e per la prima volta direttamente gli agricoltori, per dimostrare le proprietà del limone nella prevenzione e nella cura di questa particolare malattia, ancora meglio dei farmaci comunemente utilizzati, che mostrano effetti collaterali non tollerati da quasi un terzo dei fruitori.

Ben 201, il 30,3% dei 663 totali recensiti, sono i locali che quest’anno la Guida di Identità Golose – in collaborazione con Birra Moretti – segnala con il logo del boccale per aver proposto un’interessante carta delle birre o essersi distinti per l’utilizzo della birra in cucina. Il Baffo Moretti diventa così garante dell’arte del mangiar bene in accompagnamento con la birra da sempre sinonimo di qualità. Come d’abitudine la guida assegna una serie di riconoscimenti speciali ad alcuni chef esordienti. Tra questi il Premio Birra in Cucina, conferito da Birra Moretti al giovane chef italiano che si è distinto per un utilizzo innovativo della birra, sia in abbinamento ai piatti sia in ricettazione. Il vincitore di quest’anno è Christian Milone della Trattoria Zappatori di Pinerolo (Torino).

Molinari Italia spa, leader di mercato nel segmento della sambuca con il Brand Molinari extra, ha acquisito il marchio VOV e la distilleria Giacomo Ceschia srl con l’obiettivo di rilanciare gli storici marchi ed entrare in mercati complementari. Entrambi i marchi si inseriscono coerentemente nel portafoglio prodotti Molinari dal punto di vista qualitativo e del profilo di immagine. Vov, marchio leader nel segmento dei liquori all’uovo, nato nel 1845 per iniziativa di G.B.Pezziol, ancora oggi prodotto secondo la ricetta originaria del fondatore, viene presentato al mercato nella sua versione originale “VOV zabajone”, ed a breve nella variante ready to drink “Bombardino”. E’un prodotto trasversale e versatile, adatto a diverse occasioni e modalità di consumo.

Domenica 7 ottobre undicesima edizione di Grapperie Aperte, la manifestazione nazionale promossa dall’Istituto Nazionale Grappa e dall’Istituto Grappa Piemonte che accompagna turisti e curiosi nell’affascinante mondo della distillazione con visite guidate agli impianti. La “Signora Grappa” sarà la Regina indiscussa di questa edizione con un programma interamente dedicato al nostro distillato di bandiera, che verrà declinato in molteplici aspetti. Negli “Abbinamenti d’Autore”, i più pregiati distillati si sposeranno con gli sfiziosi cioccolatini alla Grappa della Cioccolateria Artigiana Guido Gobino di Torino. Sarà inoltre presentata la nuova HISTORIA 94, una Grappa di Nebbiolo da Barolo in edizione limitata, invecchiata lungamente in pregiate botti di Rovere di Slavonia, la cui etichetta è stata realizzata nel 2012 dall’artista Beppe Pasciutti di Sartirana Lomellina (PV).

Da millenni fa parte della vita quotidiana di interi popoli. Insieme al caffè, è la bevanda calda più bevuta al mondo. È il tè, apprezzato per il suo gusto quanto per le proprietà salutari: per fare un pieno di energia naturale dopo il fitness in palestra? Una tazza di tè nero, grazie alla sua teina a rapido assorbimento. Contrastare i radicali liberi, gli ossidanti o il colesterolo? Niente di meglio del tè verde, ricco di flavonoidi. E, per il massimo gusto con il massimo relax, provare il tè bancha giapponese, per natura povero di caffeina. Mille sfumature per un settore ricco di potenzialità di business, che farà nel 2013 il suo grande debutto in Host, il marketplace B2B leader in Italia e tra i primi al mondo nell’Ho.Re.Ca, da giovedì 18 a martedì 22 ottobre 2013 al quartiere fieramilano a Rho (Milano). Un’area dedicatarisponderà alle più aggiornate richieste dei mercati internazionali, arricchendo con un’importante tessera il mosaico del concept Host: visione complessiva del settore con la capacità di valorizzarne i singoli segmenti e i loro punti di contatto. Saranno presenti le aziende che producono tè, macchine per la lavorazione, attrezzature e forniture per la somministrazione, aromi e sciroppi, in una sezione che trae vantaggio dalleprossimità di filiera con il caffè.

Il gruppo Kraft Foods Inc. al di fuori degli USA cambia il proprio nome in Mondelēz International, Inc. La Kraft Foods è stata finora la più grande azienda alimentare statunitense, la seconda al mondo dopo la Nestlé. Ad agosto del 2011 la società aveva annunciato che a partire dalla fine del 2012 si sarebbe divisa in due: una parte, denominata Kraft Foods Group, che manterrà il nome della casa madre continuando a occuparsi dei prodotti sul mercato americano, mentre l’altra sarà appunto la Mondelēz International, che si occuperà degli snack dolci e salati e bevande a livello mondiale fuori degli USA. Il gruppo ha annunciato lo scorporo ufficiale e definitivo delle proprie attività nel settore alimentare negli Stati Uniti, avvenuto il 1° ottobre e quindi la nuova Mondelēz International diventa operativa a pieno titolo sul resto del mondo.

Amos Field Reid e Lasse Oiva, recentemente laureatesi al Royal College of Art di Londra hanno sviluppato Velopresso, un veicolo ingegnoso e sostenibile per la vendita di caffè sulla strada che ha già vinto un premio di design, incluso il riconoscimento della famosa casa del design italiano Pininfarina. Il Velopresso è una fusione che celebra l’energia umana e sensoriale, i piaceri della vecchia tecnologia e della nuova tecnologia, biciclette e caffè, ingegneria ed estetica. Il risultato è una innovativa caffetteria mobile che funziona a pedali e consente la vendita di caffè espresso e dei suoi derivati, senza alcun impatto ambientale, assenza di emissioni di carbonio, nessun rumore.

Visitando il salone internazionale delle tecnologie per le bevande e gli alimenti liquidi dal 16 al 20 settembre 2013, tutte le aziende di imbottigliamento, i tecnici, gli studi di ingegneria e i costruttori di impianti potranno trovare spunti e suggerimenti. Li attende una rassegna di sistemi di riempimento moderni che offrono massima flessibilità, assoluta sicurezza microbiologica del prodotto e facilità di utilizzo, garantendo la riduzione dei consumi energetici e un’elevata disponibilità delle macchine e degli impianti. Come appare il futuro nel campo delle macchine e delle apparecchiature per l’imbottigliamento? Venite a scoprirlo a drinktec 2013. A drinktec 2013, in programma dal 16 al 20 settembre 2013 nel Centro Fieristico di Monaco di Baviera, sono attesi circa 1.500 espositori da oltre 70 Paesi e circa 60.000 visitatori da più di 170 nazioni.

Leonardo Di Vincenzo, mastro birraio e mente di Birra del Borgo, ha in serbo un prodotto davvero bizzarro per la specialità di ottobre: la Old Antonia è una IPA che raggiunge il 10% di volume alcolico pur rimanendo molto bevibile. L’ennesima sfida vinta dal birrificio reatino.Ogni volta che inizia un nuovo mese, sono moltissimi gli appassionati di birra impazienti di conoscere ed assaggiare le produzioni speciali di Birra del Borgo, le cosiddette “Bizzarre”.E quella di ottobre è davvero molto Bizzarra: questa volta Leonardo Di Vincenzo ha estratto dal cilindro una Indian Pale Ale assolutamente particolare e innovativa.L’obiettivo che ha guidato la realizzazione di questo prodotto era quello di produrre una IPA che fosse al tempo stesso molto alcolica ma anche assolutamente bevibile ed elegante. Il risultato è stato perfettamente centrato con la Old Antonia: una birra che si è già guadagnata la definizione di “Imperial IPA” per i suoi 10 gradi alcolici.

Dal 19-28 al ottobre 2012 un’occasione imperdibile per scoprire la gamma Antica Cioccolateria e i nuovi CioccoCappuccini Eraclea. Eraclea, la storica marca leader della cioccolata calda all’italiana, parteciperà con uno stand nel Centro Storico di Perugia all’edizione 2012 di Eurochocolate, l’irrinunciabile e attesissimo appuntamento per tutti gli amanti del cioccolato. Presso lo stand Eraclea i visitatori di Eurochocolate potranno immergersi in un viaggio sensoriale attraverso tutte le deliziose cioccolate della gamma Antica Cioccolateria, una linea che si distingue per gli ingredienti accuratamente selezionati, i cacao migliori e l’inconfondibile consistenza densa e cremosa della vera cioccolata all’italiana, quella inventata dalla storica marca Eraclea. La gamma propone ben 32 gusti, articolati tra Cioccolata Fondente, al Latte o Bianca con irresistibili abbinamenti per soddisfare i gusti più diversi e la voglia di varietà. Sarà possibile degustare i gusti più tradizionali e acquistare tutti i 32 gusti della linea tra i quali gli abbinamenti più originali proposti dalla selezione Qualità Unica, che utilizza alcuni ingredienti tipici della gastronomia italiana, come ad esempio il pistacchio di Bronte, il peperoncino di Calabria o le nocciole del Piemonte. In occasione di Eurochocolate 2012 presso gli stand Eraclea sarà possibile anche assaggiare una delle novità della linea Antica Cioccolateria per l’autunno/inverno 2012: i nuovi CioccoCappuccini Eraclea. Un cappuccino di cioccolata goloso, con la morbidezza della schiuma di latte, senza caffeina, una novità tutta da provare.

Un espresso soave, con corpo leggero e dal raffinato e dolce retrogusto. Dall’esperienza Lavazza nasce Soavemente, la nuova miscela Lavazza A Modo Mio 100% arabica, morbida ed equilibrata. Soavemente è la prima proposta in un’area di gusto mild alla quale Lavazza dedica una nuova famiglia di prodotti espresso, i Delicati, ideati per chi ama un gusto più morbido e leggero. Elegante, con il suo bouquet di aromi floreali, Soavemente è la miscela giusta per chi cerca un espresso delicato da gustare in ogni momento della giornata. Questa nuova miscela arricchisce così ulteriormente la possibilità di scelta per la pausa espresso, offrendo agli appassionati un nuovo orizzonte di gusto, garantito dall’eccellenza di Lavazza, da sempre attenta alla qualità e alle esigenze dei consumatori.

Acqua Minerale San Benedetto continua a legare il suo nome alla Maratona d’Italia “Memorial Enzo Ferrari”, tra i principali eventi podistici italiani giunta alla 25° edizione ed in programma a Carpi domenica 14 Ottobre. La gara partirà da Carpi passando per Campogalliano, Modena e Soliera e tornando di nuovo a Carpi, nella bellissima e suggestiva Piazza Martiri. Un percorso suggestivo nel suo snodarsi nel verde dell’Emilia Romagna e aperto ad atleti professionisti e amatoriali. La Maratona vedrà anche quest’anno San Benedetto in veste di Fornitore Ufficiale dissetando i partecipanti con l’Acqua Minerale Naturale nel formato da mezzo litro e con Libera, l’acqua San Benedetto nel formato pratico e funzionale grazie al tappo Pull&Push ed alla bottiglia squeezable, studiata su misura per gli sportivi. All’interno delle bottiglie il prezioso equilibrio di minerali e oligoelementi dell’acqua San Benedetto, l’acqua oligominerale che, per le sue caratteristiche, è particolarmente adatta ad un consumo quotidiano: può favorire la digestione, la diuresi, è indicata per le diete povere di sodio e può essere utilizzata per la preparazione degli alimenti dei lattanti.

La formazione professionale targata Scae approda per la prima volta a TriestEspresso Expo: dal 25 al 27 ottobre, nell’ambito della fiera italiana leader per la filiera dell’espresso organizzata da Aries, troveranno spazio anche i workshop certificati e le educational session della Speciality Coffee Association Europe. Un calendario serrato, che propone per ogni data della tre-giorni triestina proposte formative ritagliate sulle esigenze degli operatori del settore, siano essi torrefattori, buyer, baristi o altre figure che ruotano attorno alla filiera dell’espresso.Si inizia già dalla mattina di giovedì 25 ottobre con un approfondimento su come avviare il proprio espresso bar, per proseguire con 5 ore di “cuptasting”: ovvero gettare le basi per l’assaggio, percepire differenze qualitative e quantitative in differenti tipi di caffè ed essere in grado di descriverle.

L’ Associazione Campionati Italiani Baristi ha annunciato che Dalla Corte sarà sponsor delle finali dei campionati italiani di Latte Art e Coffee in Good Spirits per le edizioni 2013 e 2014, con la macchina dc pro; il primo appuntamento è al Sigep, il Salone della gelateria e pasticceria in programma a RiminiFiera dal 19 al 23 gennaio 2013. Dal 2006 Dalla Corte è sponsor ufficiale delle finali mondiali di WLA e WCIGS: un compito svolto dapprima con la macchina espresso Evolution (2009-2011) e da quest’anno al 2014 con la dc pro.

Si terrà il 19 novembre la terza edizione della giornata dedicata al settore horeca. Strategie economico finanziarie per avere successo e innovazione i temi della prossima edizione, ricca di contenuti e suggerimenti per le imprese del fuori casa. Il credito è considerato un problema da oltre l’80% degli imprenditori della distribuzione. Allo stesso tempo generare il cash fl ow necessario per la presenza sul mercato e lo sviluppo commerciale dell’attività è preoccupazione comune a tutti gli imprenditori del fuori casa: gestori, ristoratori, albergatori, manager f&b. Questi i temi attorno ai quali ruoterà la terza edizione del Summit Horeca organizzato dal Gruppo 24 ORE in collaborazione con le riviste Bargiornale, Pianetahotel, Ristoranti Imprese del Gusto e Ristorazione Collettiva. E per la prima volta i nostri esperti siederanno sul palco per rispondere in diretta alla domande dal pubblico: da come gestire i rapporti con i fornitori e le banche alle opportunità legate ai micropagamenti fino alle formule di successo per un marketing a misura di horeca.

È Host, al quartiere fieramilano a Rho da venerdì 18 a martedì 22 ottobre 2013, l’appuntamento per eccellenza per gli Operatori di tutto il mondo in un segmento chiave dell’Ho.Re.Ca., il caffè. Le aziende internazionali del settore scelgono Host per la sua formula unica: valorizzando le sinergie tra comparti affini, Host dà vita a un vero e proprio marketplace e innesca un circolo virtuoso tra le esigenze degli espositori e dei visitatori professionali. Anche in un momento non facile per l’economia, Host 2013 si riconferma manifestazione leader mondiale per il caffè. In un’area dedicatasi incontrerà e farà business l’intera filiera, dal prodotto verde alla lavorazione, dai macchinari ai prodotti correlati: tostatura, miscele e degustazione; produttori, importatori, macinatori e torrefattori internazionali; macchine per le diverse lavorazioni e per l’espresso; dolcificanti e bustine di zucchero; altri prodotti quali spezie e sciroppi.

Con 67 marchi e 190 cuvée, si apre oggi a Roma alle 14 presso il Complesso di Santo Spirito la più grande degustazione di Champagne mai organizzata in Italia. L’evento, riservato a professionisti del vino e della ristorazione provenienti da tutta Italia, propone ogni anno un numero rappresentativo di marchi di Maison e di Vigneron della Champagne presenti sul mercato italiano. Sono state 7,6 milioni le bottiglie di Champagne affluite sul mercato italiano nel 2011 con una crescita del 6,3% rispetto all’anno precedente. L’Italia rappresenta per lo Champagne il sesto mercato a volume e il quinto a valore (Francia esclusa) e si colloca tra i Paesi che più apprezzano il vino della regione vinicola francese. La classifica mondiale dei maggiori appassionati dello Champagne vede al primo posto il Regno Unito con 34,5 milioni di bottiglie seguito dagli Stati Uniti e dalla Germania, rispettivamente con 19,4 e 14,2 milioni di bottiglie.

Lo straordinario successo della Fabbrica della Birra Tenute Collesi non si arresta. A settembre, durante la premiazione al World Beer Awards di Londra il birrificio artigianale di Apecchio, nonostante l’agguerrita concorrenza, ha visto aggiudicare il titolo di miglior birra scura europea nella categoria Belgian Style Strong alla sua Imper Ale Nera. La Imper Ale Nera è una birra dal colore scuro, non pastorizzata e ad alta fermentazione. La sua rifermentazione naturale in bottiglia crea una schiuma soffice e vellutata color cappuccino. Al naso rievoca sentori di cioccolato, caffè e lievito. Al palato si presenta liscia, con sapori di uvetta, prugne, caramello, malto e un tocco di liquirizia. Una birra ben equilibrata, ricca e raffinata, ottima se degustata in abbinamento a carni rosse alla griglia, a fiorentine, a tagliate e a formaggi stagionati.

Il caldo torrido non aiuta a rialzare i consumi delle bevande fuori casa, già in crisi da qualche tempo, e questo preoccupa. Preoccupa perché se le persone non bevono neanche quando fuori ci sono 40° all’ombra significa che la crisi persiste, eccome. Basti pensare che il quadrimestre maggio-agosto, che dai pubblici esercizi viene considerato come il periodo più importante dell’anno, si è chiuso, infatti, con una flessione negativa del -0,76% a volume rispetto al periodo corrispondente all’anno precedente e che coinvolge trasversalmente tutte le merceologie, le aree geografiche e i canali di consumo. E anche se la percentuale potrebbe sembrare bassa, dobbiamo considerare, appunto, che la stagione climatica è stata una delle più calde degli ultimi anni e che quindi le condizioni climatiche favorevoli non sono state sufficienti a mitigare gli effetti di una crisi nei consumi beverage degli ultimi 12 mesi.

Lo scorso 27 settembre 2012, a Napoli, un nutrito gruppo di distributori di bevande, associati DIAL, sono intervenuti alla presentazione di Conserve Italia dove il focus primario è stata la presentazione di “Apè, Aperitivo all`Italiana” ed alle sue potenzialità di sviluppo. La splendida cornice del golfo di Napoli ha accompagnato gli invitati, poi, ad un ricco aperitivo allestito con i prodotti APÈ e la gamma beverage di DERBY BLUE e BE4MIX. Durante l`evento Giovanni Marco Esposito, del Gruppo Dial, ha dichiarato: «Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa, un evento che oltre a promuovere le novità di un nostro partner storico, quale Conserve Italia – specie nei suoi brand Yoga e Derby – mira a rafforzare sempre di più il legame tra l`azienda e distribuzione. Il valore aggiunto che possiamo trasmettere al punto vendita è rappresentato proprio da questa simbiosi che altrimenti, in sua assenza, limita il rapporto sinergico ad un “semplice” rapporto commerciale e di convenienza. I soci Di.Al., sempre più attenti allo sviluppo di un assortimento in linea con le tendenze Ho.re.ca., non possono che essere entusiasti dell`iniziativa Apè e delle possibilità che Conserve Italia sta offrendo ai propri clienti».

Bière du Démon è un nome che a molti non risulterà nuovo. La birra francese ha conosciuto un periodo di successo negli scorsi anni, ma nonostante gli ottimi risultati in termini di mercato, Patrick d’Aubreby e Alain Dessy (rispettivamente capo e mastro birraio dell’azienda francese) hanno deciso di non passare ad una produzione di tipo industriale e di rimanere legati a metodi di lavorazione tradizionali, al fine di garantire con certezza una qualità assoluta anche a dispetto delle quantità prodotte. La Bière di Démon viene realizzata nel birrificio Brasseurs de Gayant, fondato nel 1919 a Douai, nel nord della Francia, che in quasi un secolo di attività è rimasto azienda a conduzione familiare e sempre legato a metodi di produzione artigianali. Il risultato di questa attenzione quasi maniacale ad ogni dettaglio del processo di birrificazione, permette ai Brasseurs de Gayant di ottenere birre davvero uniche, dalla personalità decisa e dal gusto inimitabile, in grado di offrire un’esperienza particolare a chi le assaggia. Come nel caso della Bière du Démon o della “sorella” La Démon, ma anche dell’altra perla del birrificio francese, ovvero la Bière Du Désert.

Cambio ai vertici del Gruppo Birra Peroni, tra le aziende leader nel settore dell’industria della birra. È stata ufficializzata, infatti, la nomina di Daniel Grass in qualità di nuovo Direttore Marketing & Innovation di una delle aziende simbolo del made in Italy. Grass, 36 anni, cresciuto in Germania e sposato con due figli, ha vissuto negli ultimi 16 anni in Gran Bretagna, Stati Uniti, Svizzera, Sudafrica e Spagna, prima di approdare in Italia. Di altissimo livello il suo curriculum vitae: dopo una proficua carriera in Procter & Gamble, dal 2000 al 2007, è entrato a far parte del Gruppo SABMiller in qualità di Manager Marketing & Innovation per l’Area Europa e successivamente è stato nominato Direttore Marketing della Compania Cervecera de Canarias (SABMiller). Ora è al vertice dell’Area Marketing & Innovation del Gruppo Birra Peroni. “Questo incarico – ha dichiarato Daniel Grass – è per me una sfida professionalmente stimolante, che accetto con molto entusiasmo. Sono felice di poter mettere la mia esperienza al servizio di un Gruppo con marchi come Peroni, della grande storia italiana e con Nastro azzurro, oggi uno dei marchi italiani più riconosciuti all’estero.”

‘I vent’anni di successo internazionale dell’Amarone’. E’ questo il tema della tappa americana organizzata dall’associazione Famiglie dell’Amarone d’Arte in collaborazione con la rivista Wine Spectator, in programma domani 2 ottobre alla New York Public Library. Una giornata all’insegna dell’Amarone e dell’eccellenza ‘made in Valpolicella’, con un seminario/degustazione e un walk-around tasting rivolti a giornalisti e opinion leader del settore. Nella celebre biblioteca newyorkese, visitata ogni anno da 15 milioni di persone, le Famiglie dell’Amarone e Wine Spectator, incontreranno il trade americano – secondo mercato di sbocco per l’Amarone dell’associazione che riunisce 12 famiglie produttrici storiche – composto da ristoratori, operatori alberghieri, sommelier e liquor store.

Dalla fusione di Salone del Gusto e Terra Madre trae giovamento anche il grande universo delle bevande. Produttori di succhi, distillati, bibite e liquori provenienti dalle longitudini più remote incontrano appassionati e cultori che, attraverso le aree tematiche del Mercato e il ricco programma di Laboratori del Gusto, possono finalmente conoscere i segreti all’origine della loro produzione. Non solo accompagnamento al cibo, ma veri e propri alimenti, le cui ricette impiegano varietà di frutti, cereali e vegetali della biodiversità locale e le cui lavorazioni originali prevedono conoscenze e tecniche inimitabili dall’industria. Ecco qualche assaggio…

Le Distillerie Branca festeggiano i 120 anni della Botte Madre di Stravecchio, grande prodotto italiano, regalandoci Magnamater, acquavite di vino unica nel suo genere, arricchita dal profumo, dalla raffinatezza e dall’intensità che gli conferiscono un gusto autentico, profondo e appagante. Dopo il sapiente processo di distillazione – qualità patrimonio delle Distillerie Branca – di ottimi vini, selezionati in base alla loro attitudine a dare un buon distillato e il lungo invecchiamento nelle botti di rovere delle storiche cantine di Milano, 7 pregiatissime acquaviti sono state accuratamente e minuziosamente selezionate per dar vita a un blend unico ed eccellente. Nella Botte Madre, costruita nel 1892 e da allora sempre attiva, le note organolettiche delle acquaviti, dopo ulteriore lungo periodo di maturazione durante il quale i composti tipici dell’aroma si armonizzano con le sostanze cedute lentamente dal legno, hanno ammorbidito le spigolosità ed equilibrato le loro caratteristiche. Il risultato è un acquavite tutta italiana dove l’insieme delle componenti olfattive e gustative coinvolgono i sensi in un’esperienza davvero unica.

Giovedì 4 ottobre 2012 alle 17 appuntamento per giornalisti e operatori con la degustazione dei marchi di piccoli e medi birrifici all’Ambasciata della Repubblica Ceca a Roma. La birra “pils” è capostipite del 90% delle birre prodotte oggi nel mondo. L’acqua povera di minerali, il luppolo di Zatec, una terra vocata alla produzione birraia. Secoli di storia hanno fatto il resto. Oggi la Repubblica Ceca vanta una produzione pari a quella belga, superiore ai 17 milioni di ettolitri, in larga parte destinata al mercato interno. Negli ultimi quattro anni le importazioni di birra ceca in Italia sono più che raddoppiate ma la birra artigianale prodotta dai birrifici della Repubblica Ceca rimane un prodotto di nicchia e si sta facendo conoscere anche grazie al carico di storia e qualità che l’accompagna.

Quest’anno la Guida Vini d’Italia 2013 di Gambero Rosso ha premiato come ”Viticoltore dell’anno” Nicodemo Librandi (cfr foto) , che, insieme al fratello Antonio, mantiene in vita la cantina omonima da ben quattro generazioni, non solo con la produzione dei pregiati vini, ma soprattutto con la coltivazione dei vitigni che, all’interno del panorama delle viticolture dell’intero territorio cirotano, si afferma anche come vero e proprio laboratorio di studio. Il premio ai Librandi deriva proprio dallo straordinario lavoro che hanno svolto, cercando e reimpiantando varietà autoctone, che sembravano scomparse, hanno modificato i sistemi di coltura per ottenere uva di miglior qualità, hanno avviato processi di innovazione introducendo vitigni come Sauvignon, Cabernet, Chardonnay, che ben si sono adattati nell’ideale posizione geografica che guarda al mar Jonio ed ha alle spalle la Sila.

Aumentano i Tre Bicchieri in Toscana. A premiare, vale la pena sottolinearlo, un lavoro straordinario, nei tanti e diversi territori che la caratterizzano. Piccole e grandi aziende compongono un mosaico policromo, capace di offrire ai diversi palati, ai molteplici gusti, il vino ideale. Al top Bolgheri, che ha potuto contare come pochissime altre zone nel Paese su un grande 2009. Tanto che da questo millesimo arriva il Rosso dell’Anno, il Bolgheri Sassicaia. A chi pensasse a una banalità il caldo invito ad assaggiare quello che per noi è un vino perfetto. Ma non solo Sassicaia. Il territorio porta a casa, tra vini a denominazione e non, ben dieci premi. Bene anche a Montalcino dove sia il 2007 che il 2006, con i vini Riserva, si possono considerare ottime annate. In generale si può dire che qui i vini son tornati a parlare il sangiovese, una lingua che stava andando perduta, e allo stesso tempo a rivelare un territorio che nella sua ampiezza e complessità dà vini che raccontano di Sangiovese, anche qui declinati a seconda di versanti e altitudini, che hanno maggiore struttura e austerità di quelli di altre zone. Come ad esempio il Chianti Classico, dove il Sangiovese, soprattutto quando lasciato esprimere nella sua autenticità, è invece più leggiadro e sinuoso, e fa della tensione e della croccantezza il suo linguaggio.