Pinterest LinkedIn

Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano ha approvato le informazioni finanziarie aggiuntive al 30 settembre 2023. Le vendite nette sono cresciute del +9,8% attestandosi a €2.201,3 milioni con una crescita organica del +10,5%. L’utile del gruppo  prima delle imposte è di €445,2 milioni, in calo del -1.7%.

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: “Nel complesso, la nostra forte performance è continuata nei nove mesi, grazie alla dinamica positiva dei brands, in particolare aperitivi, tequila e bourbon, nonché all’aumento dei prezzi, presente su tutto il portafoglio. L’andamento rispecchia anche la prevista normalizzazione nel terzo trimestre e l’impatto delle condizioni climatiche avverse in Europa. Guardando al resto del 2023, ci attendiamo che la performance dei ricavi rifletterà la forza dei nostri brands chiave con una continua sovraperformance del settore nei principali mercati di riferimento, l’effetto prezzo positivo e la continua normalizzazione della crescita dei volumi. In concomitanza, ci aspettiamo che i margini riflettano gli aumenti di prezzo, l’evoluzione del mix di vendita in relazione alla stagionalità del business, la normalizzazione dell’inflazione sui costi di produzione, nonché i continui investimenti volti a rafforzare le capacità commerciali del Gruppo. Su base annua, confermiamo la nostra guidance di margine EBIT rettificato stabile in percentuale sulle vendite nette a livello organico nonostante l’attuale macroambiente volatile. Inoltre, prevediamo che il trend negativo del cambio continui, riflettendo l’indebolimento del dollaro statunitense e di altre valute chiave dei mercati emergenti, nonché l’apprezzamento del peso messicano. Nel medio termine, rimaniamo fiduciosi di continuare a realizzare una forte espansione organica del fatturato e dei margini, sfruttando il miglioramento del mix e l’allentamento dell’inflazione dei costi di produzione.”

Bob Kunze-Concewitz

Risultati al 30 settembre 2023-Sintesi

  • Vendite nette pari a €2.201,3 milioni, con una variazione totale pari al +9,8%. Crescita organica del +10,5%, nei primi nove mesi dell’anno, grazie alla dinamica sostenuta dei brand, in particolare degli aperitivi, tequila e premium bourbon, nonché all’effetto prezzo molto positivo in tutto il portafoglio. La performance organica nel terzo trimestre (+4,4%) riflette l’attesa normalizzazione, nonché la base di confronto molto sfavorevole (terzo trimestre 2022: +18,6%, beneficiando del secondo round dell’aumento dei prezzi) e a condizioni meteorologiche avverse nei principali mercati europei, in particolare in Italia.
  • EBIT rettificato è stato €520,5 milioni, pari al 23,6% delle vendite nette, con una variazione totale del +5,7%.
    • Crescita organica del +10,8% nei primi nove mesi, con un’espansione organica della marginalità di +10 punti base, di cui: diluizione del margine lordo (-10 punti base) a causa della continua inflazione sui costi dei materiali, solo in parte mitigata dall’effetto prezzo positivo e dal mix, spese di pubblicità e promozione accrescitive (+50 punti base), a seguito di condizioni climatiche molto avverse, che hanno avuto un impatto sulle attivazioni estive. Costi di struttura diluitivi (-40 punti base), che rispecchiano i continui investimenti nella struttura di business e assetti commerciali, incluso il futuro avviamento della route-to-market in Grecia.
    • Crescita organica del +3,3% nel terzo trimestre, con una diluizione del margine di -20 punti base, in gran parte influenzata dai costi di struttura, che sono cresciuti più rapidamente delle vendite.
    • Effetto cambio negativo (-6,1% o -€30.1 milioni), dovuto principalmente all’effetto transazionale del peso messicano che ha penalizzato i costi della tequila, nonché al deprezzamento del dollaro statunitense e del peso argentino. L’effetto perimetro è stato positivo (+1,1%, pari a €5,4 milioni).
  • Utile del Gruppo prima delle imposte rettificato, pari a €473,8 milioni, in calo del -2,0%. Utile del Gruppo prima delle imposte rettificato escludendo gli oneri non realizzati sui cambi, raggiunge €485,9 milioni, in aumento del +2,1%. Utile del Gruppo prima delle imposte è stato pari a €445,2 milioni, in calo del -1.7%.
  • Indebitamento finanziario netto pari a €1.815,6 milioni al 30 settembre 2023, in aumento di €260,3 milioni rispetto al 31 dicembre 2022 (valori riclassificati in seguito all’esercizio di purchase price allocation di Wilderness Trail Distillery), dato che la generazione di cassa positiva è stata più che compensata principalmente dagli investimenti relativi ai progetti per rafforzare la capacità produttiva del Gruppo, e dal pagamento del dividendo. Il multiplo di debito finanziario netto rispetto all’EBITDA rettificato su base mobile è pari a 2,6 volte al 30 settembre 2023, rispetto a 2,4 volte al 31 dicembre 2022.

+info: www.camparigroup.com

Scheda e news:
Davide Campari-Milano

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

2 × quattro =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina