Pinterest LinkedIn

Documento tratto da Comunicato O-I Inviata alla stampa per la diffusione al pubblico Ufficio Stampa: agenzia Ad Personam sas Contatto: Marilde Motta Tel. 0381.910104 contatti@adpersonam.euwww.adpersonam.eu

SOMMARIO: O-I, leader mondiale del packaging in vetro, propone di seguito tre casi di bottiglie speciali realizzate per aziende operanti nel settore degli spirits. Il primo caso, dedicato ai brandy alla frutta Gut Schwechow della distilleria tedesca Mecklenburg, illustra le motivazioni e le caratteristiche di una nuova bottiglia nata per potere essere etichettata automaticamente. Il secondo caso riguarda la nuova bottiglia in vetro con angoli squadrati di Hankey Bannister Scotch Whisky che è parte integrante della strategia di riposizionamento di questa marca in un segmento più alto. Il terzo caso, infine, riguarda la nuova bottiglia creata per il 150.mo del bitter olandese Sonnema Barenburg destinata all’uso in casa.

Riferimento temporale: febbraio 2011-02-03

LA NUOVA BOTTIGLIA IN VETRO DA 40 ML PER I BRANDY ALLA FRUTTA DELLE GUT SCHWECHOW

Le vendite dei premiati brandy alla frutta della distillerie Mecklenburger Obstbrand Gut Schwechow GmbH sono cresciute a tal punto che l’azienda ha dovuto introdurre un nuovo packaging tale da poter essere etichettato automaticamente. La distilleria, che ha sede nella regione del Mecklenburg in Germania, ha collaborato con O-I, leader mondiale del packaging in vetro, per realizzare la nuova bottiglia in vetro da 40 ml. “L’etichettatura delle nostre bottiglie avveniva manualmente e questa operazione cominciava a diventare costosa e inefficiente” spiega Richard Hartinger, proprietario della distilleria e della tenuta Mecklenburger. Per questa ragione la società ha investito in un nuovo impianto di imbottigliamento con un sistema di etichettatura automatica cha ha comportato una nuova sfida, la bottiglia da 40 ml, usata fino a quel momento da Gut Schwechow per i suoi brandy alla frutta e liquori, era affusolata rendendo difficile l’etichettatura con le nuove macchine.

Per superare il problema la distilleria Gut Schwechow ha lavorato in stretta collaborazione con O-I per creare una nuova bottiglia in vetro, sempre da 40 ml, ma più corta della precedente, con un profilo leggermente curvato e un lungo collo. Il corpo della bottiglia si adagia su una base a forma di solido piedestallo. Nel punto in cui il corpo della bottiglia forma le spalle slanciate, che divengono subito un lungo collo, vi è un incavo in cu i è collocato un sigillo rosso. I colori del tappo a vite sono diversi per distinguere i prodotti. Il design della nuova bottiglia conserva una stretta rassomiglianza con le bottiglie da 200 ml e da 500 ml diGut Schwechow.“La prima impressione è molto importante quando si acquista>> dice Richard Hartinger. <<La nostra filosofia è di offrire prodotti premium in packaging dello stesso alto livello qualitativo. Questa è la ragione per cui abbiamo scelto una bottiglia distintiva in vetro e un sigillo rosso”.

Oltre all’aspetto elegante della bottiglia, il vetro ha proprietà fisico-chimiche molto importanti per Gut Schwechow. “Il vetro è omogeneo, ha una struttura compatta, questo significa che l’alcol non può evaporare”, afferma Hartinger che considera anche altri pregi di questo materiale come la capacità di proteggere il sapore e la purezza del contenuto oltre al fatto che può essere integralmente riciclato all’infinito senza perdita di qualità.L’utilizzo di un packaging premium in vetro riflette l’alta qualità dei brandy alla frutta e liquori di Gut Schwechow insigniti di premi. Nel 2008 il liquore Schwechower Obstbrand ha vinto la medaglia d’oro della Società Agricola Tedesca insieme con altri brandy alla frutta (banana, pera, lampone) della stessa distilleria. Nello stesso anno è stata conferita al liquore Schwechower Sanddorngeist la medaglia d’argento mentre quella di bronzo è andata ai brandy alla ciliegia e alla prugna.

Con i suoi prodotti premium, Gut Schwechow sta capitalizzando sul trend in crescita dei consumatori disposti a pagare un prezzo più alto per prodotti che offrono un evidente valore aggiunto, un trend in sviluppo notato anche dall’industria tedesca degli spirit e dall’associazione degli importatori BSI (Bundesverband der Deutschen Spirituosen-Industrie und Importeure e.V.). Utilizzando i risultati delle ricerche di mercato, la BSI ha inoltre scoperto una crescente preferenza dei consumatori per prodotti di marca.La performance qualitativa di Gut Schwechow riflette lo sviluppo dell’azienda. Da quando nel 1991 Richard Hartinger acquistò la tenuta Schwechow e le terre confinanti, ha continuamente sviluppato la capacità produttiva della distilleria. Ha fatto il suo più recente investimento nel nuovo impianto di imbottigliamento sulla base di un mercato abbastanza sostenuto per il segmento degli spirit, nonostante la crisi economica, questo segmento ha visto solo una lieve flessione della domanda all’inizio del 2009 e uno stabile fatturato. Il consumo personale degli spirits in Germania è stato di 5,4 litri nel 2009, solo 1,8% in meno del 2008. Inoltre, secondo la BSI, i brandy alla frutta in Germania stanno accrescendo la loro quota nel mercato degli spirit.

undefinedundefinedundefined

BOTTIGLIE CON ANGOLI SQUADRATI PER IL NUOVO LOOK DEL WHISKY HANKEY BANNISTER.

O-I produce la nuova bottiglia di Hankey Bannister Scotch Whisky che è parte integrante della strategia di riposizionamento di questa marca in un segmento più alto. La nuova confezione, progettata da Navy Blue Design di Edinburgh, ha finiture di maggior pregio rispetto alla precedente. Karen Walker, direttore marketing di Inverhouse Distillers, proprietario del marchio Hankey, dice: “Ora la bottiglia

ha un aspetto appropriato e in linea con la marca. La precedente confezione non aveva abbastanza elementi stimolanti per competere nel segmento premium dei blended whisky”. La bottiglia ha una forma squadrata e decisa, le spalle hanno angoli netti, la parte frontale e posteriore sono ampie mentre i lati presentano una leggera rientranza per facilitare la presa della bottiglia.

L’anno di fondazione, il plurisecolare 1757, è impresso a sbalzo in un cartiglio posto all’altezza delle spalle e si staglia in rilievo come un medaglione di una collana. L’ampio pannello frontale è contraddistinto da due etichette appositamente ridisegnate, l’etichetta superiore mette in evidenza il brand Hankey Bannister, mentre quella sottostante esalta le tre varianti (Original, Regency invecchiato di 12 anni, Partner’s Reserve invecchiato 21 anni). Il lettering e la grafica riflettono l’antica storia della marca. Il whisky Hankey Bannister ha un grande successo in Sud Africa dove la nuova confezione aiuterà a mantenere le vendite a fronte della crescente concorrenza. La marcaè al secondo posto in Ucraina fra le marche di whisky scozzesi blended e sta avendo ottima accoglienza anche in Russia che è un mercato chiave in crescita.

Inverhouse ha rilanciato la marca Hakey negli USA utilizzando il nuovo packaging per ottenere un nuovo accordo di distribuzione. O-I ha recepito i concetti originali del progetto disegnato da Navy Blue Design per creare una gamma di quattro capienze. La capienza da 70 cl è la più venduta, è realizzata in vetro di peso alleggerito utilizzando il processo NNPB (narrow neck press and blow). Le capienze da un litro, 75 cl e 50 cl sono realizzate in proporzione e con lo stesso design utilizzando il tradizionale processo produttivo. Scott Gibb, manager del settore vendite di O-I in Scozia, afferma: “Si tratta di bottiglie difficili da produrre poiché hanno angoli netti, angoli multipli e due lunghe rientranze lungo i fianchi. Abbiamo prodotto diversi campioni per ottenere il corretto bilanciamento fra aspetto e funzionalità. La nostra competenza è stata dispiegata completamente per creare l’impatto desidera to dal team di design e marketing di Hankey Bannister”.

NUOVA BOTTIGLIA PER IL 150.MO DEL BITTER OLANDESE SONNEMA BARENBURG

I liquori a base di erbe sono di moda in Europa, in Olanda quello di gran lunga più amato è Sonnema Berenburg. E’ il numero uno nelle vendite in Frisia dove è prodotto dal 1860, appunto per celebrare il centocinquantesimo anniversario, la società ha chiesto a O-I di realizzare una speciale bottiglia nella capienza di 150 cl. La lunga storia di successo di questo amaro a base di erbe inizia nel 1860 quando i marinai navigavano nelle loro tradizionali barche (skûtsjes) riempite di torba dalla città di Dokkum nel nord dell’Olanda verso i porti a ovest. Ritornando da Amsterdam con pacchi di erbe, soprattutto quelle del commerciante Hendrik Beerenburg, per distillare una bevanda forte e benefica a base di erbe e brandy. A Fedde Sonnema, proprietario di un bar, i pacchi di erbe fornirono l’ispirazione per creare la propria versione della bevanda e venderla nel suo locale. Invece di copiare semplicemente la bevanda in uso, Sonnema studiò le erbe per creare il proprio distillato unico e gustoso. Il segreto mix di erbe, dopo una lenta macerazione, il filtraggio e l’aggiunta di alcol divenne il bitter Sonnema Berenburg dal caratteristico color ruggine. Il successo fu immediato e la produzione crebbe notevolmente essendo aumentata anche la richiesta di consumo domestico e non solo nei bar. Fin dall’inizio furono usate bottiglie in vetro pe la vendita dl distillato. Dopo l’unione con un’altra società produttrice di liquori, l’azienda di trasferì a Bolsward, sempre nella regione olandese della Frisia, dove la produzione continua ancora oggi, con la stessa ricetta e lo stesso procedimento produttivo di 150 anni fa.

Oggi giorno l’azienda vende oltre 2 milioni di bottiglie all’anno del suo famoso distillato di erbe a cui si sono aggiunti “soco” (composto dal brandy Sonnema Berenburg e coke), pensato per un target giovane, e Sonnema Vodkaherb che riscuote grandi consensi sul mercato USA e in Asia. Nonostante il successo acquisito, alcuni anni fa la società ha deciso il riposizionamento di mercato di Sonnema Beremburg, come spiega Marjan de Jong brand manager: “Non era strettamente necessario giacché abbiamo un ampio e fedele parco clienti e abbiamo picchi di vendita stagionali, Sonnela è infatti estremamente popolare in inverno per chi pratica pattinaggio e in estate per chi pratica la nautica”. Ma come accade per i liquori a base di erbe in tutta Europa, questo tipo di liquori hanno difficoltà a raggiungere un target di consumatori più giovane. “Molti giovani lo considerano un prodotto per anziani” conclude Marjan de Jong. Con accurate attività di marketing Sonnema Beremburg è riuscito a cambiare questa percezione e a creare interesse anche presso il pubblico dei giovani adulti. Oltre a lanciare i mixed drink a base di Sonnema Beremburg, sono state svolte attività nei pub e la marca è stata posizionata in abbinamento a eventi frequentati dai giovani.

“Un importante fattore in questa trasformazione è stata la rivisitazione in chiave moderna del packaging” spiega Robert Bot, direttore della produzione. “La vecchia confezione, una bottiglia in vetro verde smerigliata, con una etichetta che rappresentava una veduta montana e un vecchio dalla lunga barba, non rappresentava più l’immagine che volevamo dare”. Insieme all’agenzia DesignBridge e a O-I abbiamo sviluppato il nuovo concetto di packaging. Il risultato è una bottiglia in vetro verde lavorata a sbalzo sulla pare alta delle spalle, dove spicca la scritta Anno 1850, e sul corpo della bottiglia, dove sono impressi in altro rilievo dei fili d’erba e il logo Sonnema per ricordare gli ingredienti usati dal fondatore Fedde Sonnema. “La bottiglia non solo a un aspetto più moderno, ma comunica anche la qualità del prodotto Sonnema” spiega Patrick Waegemakers, manager del segmento spirit di O-I che è stato coinvolto nel progetto fin dall’inizio e ha assicurato che gli aspetti tecnici della produzione seriale fossero presi in considerazione nella progettazione del design. Anche l’etichetta della bottiglia è stata ridisegnata, conservando solo la piccola immagine stilizzata del vecchio personaggio per ricordare la tradizione della marca. Le nuove bottiglie sono disponibili nelle capienze da 50 cl e da un litro, ma in occasione della ricorrenza dei 150 anni di fondazione, Sonnema ha aggiunto anche la speciale capienza da 150 cl. Prodotta da O-I, la capienza da 150 cl è alta ben 35 cm e differisce dalle altre solo per il processo produttivo necessario alla formazione della bottiglia. “La bottiglia per la speciale ricorrenza è destinata all’uso in casa e segue il trend in atto che vede il successo di bottiglie di grandi dimensioni per il segmento spirit” conclude Marjan de Jong.

INFOFLASH/O-I

Owens-Illinois, Inc. (NYSE: OI) è il maggiore produttore al mondo di contenitori in vetro e il partner preferito di molti dei principali produttori di alimenti e bevande a livello globale. Con un fatturato di 6,6 miliardi di dollari USA nel 2010, la società ha sede a Perrysburg in Ohio, Stati Uniti, e impiega oltre 24.000 dipendenti che operano in 81 stabilimenti situati in 21 paesi. O-I offre soluzioni di confezionamento in vetro sostenibili, efficaci e sicure a un mercato globale in crescita.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.o-i.com

+info: Ufficio Stampa: agenzia Ad Personam Marilde Motta Tel. 0381.910104 – contatti@adpersonam.euwww.adpersonam.eu

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

tre × uno =