Pinterest LinkedIn

GNT ha pubblicato dei dati verificati esternamente che dimostrano la riduzione del 19% dell’impronta carbonica (carbon footprint) media per i sui coloranti alimentari EXBERRY® Coloring Foods a base vegetale nel primo anno del suo piano di sostenibilità.

L’azienda è il primo fornitore di coloranti alimentari a rilasciare una Greenhouse Gas Verification Statement (dichiarazione di verifica dei gas serra), con l’obiettivo di diventare leader nel suo settore in materia di sostenibilità.

La dichiarazione di verifica analizza in dettaglio la carbon footprint di GNT dal 2019 al 2021. L’ispezione di SGS ha verificato e validato i dati sulle emissioni secondo lo standard ISO14064, riconosciuto a livello internazionale, che include le emissioni di anidride carbonica, metano e protossido di azoto in sei diverse categorie di rendicontazione.

Di conseguenza, l’azienda è ora in grado di fornire ai clienti le informazioni di riferimento complete sull’impatto ambientale a livello aziendale per EXBERRY® Coloring Foods.

Nel 2022, GNT ha annunciato di voler raggiungere 17 obiettivi di sostenibilità nel corso del decennio. Tra questi, la riduzione del 25% della carbon footprint della gamma di prodotti EXBERRY® tra il 2020 e il 2030 e la riduzione delle emissioni di CO2 equivalenti degli stabilimenti di almeno il 50%.

I nuovi dati dimostrano che l’azienda sta facendo progressi significativi verso questi obiettivi. I volumi di produzione hanno registrato un aumento a due cifre tra il 2020 e il 2021, ma la carbon footprint complessiva di GNT è rimasta invariata. Ciò significa che l’impronta carbonica media per chilogrammo di coloranti EXBERRY® Coloring Foods è diminuita di quasi il 20% nel corso di un anno.

Rutger de Kort, Sustainability Manager di GNT Group, ha dichiarato: “Siamo impegnati a stabilire nuovi standard di sostenibilità e la dichiarazione di verifica dei gas serra evidenzia il lavoro svolto finora. Questa verifica esterna dei nostri dati sulle emissioni ci consente di creare fiducia e di comunicare i nostri sforzi in modo davvero trasparente.”

La dichiarazione di verifica dei gas serra mostra che l’impronta carbonica totale di GNT è diminuita di 3.427 tonnellate metriche, passando a 38.656 tra il 2019 e il 2021. Ciò è dovuto in gran parte all’utilizzo di energia elettrica verde nei siti di produzione, che rappresenta un importante passo avanti nell’impegno di ridurre del 50% le emissioni di CO2 equivalente nei propri stabilimenti.

I maggiori responsabili della impronta carbonica di GNT sono le emissioni dirette di gas naturale e le emissioni indirette legate all’acquisto di calore e vapore. Anche le emissioni legate ai beni acquistati – come materie prime, ingredienti e imballaggi – e ai flussi di rifiuti sono fattori importanti.

Rutger de Kort ha aggiunto: “Il passaggio all’energia elettrica verde ha prodotto miglioramenti importanti, ma dobbiamo andare oltre per raggiungere i nostri obiettivi. Il nostro traguardo principale ora è cercare di porre fine alla nostra dipendenza dal gas per generare calore e vapore. Stiamo già lavorando su come elettrificare il processo, compreso l’uso di pompe di calore industriali e altre nuove tecnologie, come la filtrazione. Stiamo inoltre utilizzando i nuovi dati per individuare ulteriori possibilità di ridurre la nostra impronta carbonica in settori quali il trasporto e l’acquisto di merci”.

Adatti a quasi tutti gli alimenti e bevande, i coloranti alimentari EXBERRY® Coloring Foods sono ottenuti da frutta, verdura e piante non OGM con metodi di lavorazione fisica. Le colture sono coltivate da agricoltori che lavorano nell’ambito della catena di approvvigionamento verticale di GNT, utilizzando metodi sostenibili.

Per ulteriori informazioni sul piano di sostenibilità di GNT, visitate il sito:
exberry.com/en/sustainability-report-2021/

EXBERRY® by GNT reveals significant carbon footprint reductions in first Greenhouse Gas Verification Statement

GNT has published externally verified data showing it reduced the average carbon footprint of its plant-based EXBERRY® Coloring Foods by 19% in the first year of its sustainability plan.

The company becomes the first Coloring Foods supplier to issue a Greenhouse Gas Verification Statement as it aims to become the leader in its field on sustainability.

The statement details GNT’s carbon footprint from 2019 to 2021. The auditor SGS verified the emissions data according to the internationally recognized ISO14064 standard, which includes emissions from carbon dioxide, methane, and nitrous oxide across six different reporting categories.

As a result, the company can now provide comprehensive, benchmarked information on EXBERRY® Coloring Foods’ organizational footprint to customers.

In 2022, GNT announced that it plans to achieve a total of 17 sustainability targets over the course of the decade. These include cutting the environmental footprint for EXBERRY® product ranges by 25% between 2020 and 2030 as well as reducing its factories’ CO2-equivalent emissions by at least 50%.

The new figures show the company is making significant progress toward those aims. Production volumes saw a double-digit increase between 2020 and 2021, but GNT’s overall carbon footprint remained flat. This meant the average footprint per kilogram of EXBERRY® Coloring Foods decreased by nearly a fifth over the course of the year.

Rutger de Kort, Sustainability Manager at GNT Group, said: “We’re committed to setting new standards on sustainability and the Greenhouse Gas Verification Statement highlights the work we’ve done so far. This external verification for our emissions data enables us to build trust and communicate our efforts in a truly transparent manner.”

The Greenhouse Gas Verification Statement shows GNT’s total carbon footprint dropped by 3,427 metric tons to 38,656 between 2019 and 2021. This is largely due to the use of green electricity at its production sites, which represents an important step in its efforts to reduce CO2-equivalent emissions at its factories by 50%.

The biggest contributors to GNT’s carbon footprint are direct emissions from natural gas and indirect emissions related to the purchase of heat and steam. Emissions related to purchased goods – such as raw materials, ingredients, and packaging – and waste streams are also important factors.

Rutger de Kort added: “The move to green electricity has delivered major improvements, but we need to go further to achieve our goals. Our main focus now is trying to end our reliance on gas to generate heat and steam. We’re already working on ways to electrify the process, including the use of industrial heat pumps and other new technologies, such as filtration. We’re also using the new data to identify further possibilities to cut our carbon footprint in areas including transportation and purchased goods.”

Suitable for almost any food and drink application, EXBERRY® Coloring Foods are made from non-GMO fruits, vegetables, and plants using physical processing methods. The crops are grown by farmers working as part of GNT’s vertical supply chain using sustainable methods.

For more information on GNT’s sustainability plans, visit:
exberry.com/en/sustainability-report-2021/

Scheda e news:
GNT Italia S.r.l.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

20 − sei =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina