Tag

Energia Rinnovabile

Browsing

Anche per il terzo trimestre del 2022 AB InBev, il più grande produttore mondiale di birra, ha registrato risultati finanziari positivi. A livello globale, infatti, ha conseguito una crescita dei volumi del 3,7%, che si è accompagnata ad un aumento dei ricavi del 12,1%. Anche l’EBITDA normalizzato ha segnato un incremento del 6,5%. Risultati che hanno concorso a chiudere i primi nove mesi dell’anno con il segno “+”: in particolare, i volumi sono aumentati del 3,3%, i ricavi dell’11,5% e l’EBITDA normalizzato del 7,0%. A livello europeo, continua a ripagare la strategia di premiumizzazione, con i brand Super Premium che hanno registrato una crescita a doppia cifra dei ricavi. Non solo, i marchi Premium e Super Premium hanno contribuito insieme a più della metà dei ricavi totali di AB InBev, con un aumento di +3pp rispetto ai livelli pre-pandemici. Questo grazie anche al ritorno dei consumatori nell’Horeca e ai festival come l’Oktoberfest, che mancava dal 2019. Grande attesa, in prospettiva, è riservata ai mondiali di calcio tra novembre e dicembre.

Ad un anno dalla pubblicazione della Carta della Sostenibilità – il documento all’interno del quale cameo ha definito i suoi impegni nei confronti dell’ambiente, delle persone e del buon cibo – l’azienda annuncia che l’obiettivo di neutralità climatica di tutti gli stabilimenti internazionali del gruppo di cui fa parte (emissioni “Scope 1” e “Scope 2” del Greenhouse Gas Protocol) sarà raggiunto entro la fine dell’anno. In Italia il traguardo è stato raggiunto già dal 2015 ma l’impegno dell’azienda non si è limitato a questo obiettivo: cameo, infatti, punta a ridurre la propria impronta di carbonio del 35% in tutte le aree di influenza dirette e indirette entro il 2030, per poi raggiungere la totale neutralità climatica entro il 2050.

Goglio, uno dei principali player internazionali nel packaging flessibile, ha ottenuto per i suoi stabilimenti produttivi europei, in Italia (Daverio, Cadorago e Milano) e in Olanda (Zaandam), la certificazione ISCC Plus dell’International Sustainability Carbon Certification, organizzazione multi-stakeholder nata per sostenere il passaggio all’economia circolare e alla bioeconomia.

Diageo ha annunciato i piani per una nuova distilleria da 245 milioni di dollari canadesi (circa 175 milioni di €) per sostenere la crescita del suo marchio Crown Royal Canadian Whisky, brand di whisky canadese più venduto al mondo. L’impianto, in grado di produrre fino a 20 milioni di litri di alcol assoluto all’anno, sarà situato su circa 400 acri a St. Clair Township, nell’Ontario, e comprenderà una distilleria, oltre a operazioni di miscelazione e stoccaggio.

Agricoltura di precisione, energia rinnovabile, lotta allo spreco attraverso il recupero dei sottoprodotti, packaging eco-sostenibili e trasporto ferroviario delle merci: sono queste le principali azioni di sostenibilità ambientale sulle quali Conserve Italia si è concentrata nel corso dell’ultimo anno, interventi rendicontati all’interno del Report di Sostenibilità 2021.

Il rispetto per l’ambiente di MANIVA è nelle sue stesse radici dell’azienda di Bagolino, nata ai margini del Parco Nazionale dell’Adamello-Brenta, all’interno di una comunità che vive simbioticamente il rapporto con la natura. Sempre attenta a preservare i delicati equilibri naturali che regolano il contesto ambientale dei suoi siti produttivi, MANIVA recentemente si è resa protagonista di alcuni progetti che ne hanno evidenziato la sua anima green.

Prendersi cura del pianeta e quindi dei consumatori, è ormai chiodo (giustamente) fisso delle aziende più importanti, in qualsiasi settore. Non fa eccezione quello del beverage, da tempo impegnato nella riduzione degli sprechi e nell’ottimizzazione delle risorse verso un futuro più sostenibile. Già detto di Coca-Cola, ormai lanciatissima nel canale green, in Europa è tempo di un gigantesco passo in avanti nel mercato birra.

Recentemente le pale dell’aerogeneratore di Chimay girano con il vento nel sito imbottigliamento. L’installazione di questa turbina eolica fa parte di un piano di sviluppo sostenibile progettato da Bières et Fromages de Chimay in collaborazione con Belgian Eco Energy BEE, una società belga attiva nello sviluppo di progetti di energia rinnovabile su misura.