Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Almeno 10 milioni di litri di birra saranno distrutti, perché non consumati in tempo a causa della quarantena, secondo Brasseurs de France.
La crisi del coronavirus ha portato anche in Francia alla chiusura di caffè, ristoranti, la cessazione delle attività turistiche e la cancellazione di tutti i festival, lasciando così oltre 10 milioni di litri di birra, principalmente in fusto, andare verso la scadenza.

Scarica gratis l'Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

 

Questi di dati forniti da Brasseurs de France, frutto di una consultazione condotta alla fine di aprile con i suoi 300 membri, che rappresentano il 98% della produzione francese.
Una perdita stimata in diversi milioni di euro

“La distruzione di questa birra avrà anche un costo significativo per le imprese”, ha affermato il sindacato, che fa appello alle autorità pubbliche.

Tra le molte misure richieste dai produttori di birra, gli aiuti per la “distruzione degli stock di birra”, come richiesto dai viticoltori di Bruxelles per il vino.

“Siamo un settore molto indebitato, dal momento che abbiamo investito 241 milioni di euro nello sviluppo nel 2019, una cifra significativa per un fatturato di poco più di 4 miliardi di euro”, ha dichiarato ‘AFP Maxime Costilhes, amministratore delegato di Brasseurs de France.

Fonte: Huffpost.fr

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

uno × 3 =