Pinterest LinkedIn

Taglio del nastro per Kebhouze, con il primo store della catena di kebab di Gianluca Vacchi che ha alzato la serranda oggi a Milano in via Paolo Sarpi 53. Un’apertura tanto attesa che non sarà l’unica per quest’anno, con altre 3 insegne a dicembre tra Milano e Roma, prima dello sviluppo per il 2022 che prevede l’apertura di 20 locali in Italia e all’estero.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

 

Con Kebhouze un ingresso importante per Gianluca Vacchi nel mondo del food, l’imprenditore molto popolare soprattutto tra i social con 41 milioni di followers tra Instagram e TikTok!  ha deciso di puntare sul kebab dando il via a una catena. “Non esiste un food brand di kebab al mondo come Kebhouze, sarà un’esperienza del tutto nuova – dichiara Gianluca Vacchi – C’è un problema di diffidenza verso il kebab. Lo avevo anche io,dopo aver assaggiato il kebab per la prima volta in vita mia alle nostre prove food, mi sono reso conto che in realtà non c’è un piatto più semplice di questo: piadina, carne e qualche condimento a scelta. Ovviamente ho richiesto che ogni ingrediente e materia prima utilizzata siano di massima qualità”.

Gianluca Vacchi

Domenica 5 dicembre l’inaugurazione del primo store a Milano in via Paolo Sarpi 53 con tanti ospiti speciali, entusiasmo e lunghe file fuori dal locale. Nelle due settimane successive apriranno altri 3 store a Milano in Corso Buenos Aires 77 e Via Vigevano 41 e lo store di Roma all’interno del centro commerciale Euroma2. Il format è pronto a sbarcare in altre tre regioni all’inizio del 2022: Piemonte, Sicilia, Liguria, insieme ad altre aperture di di locali a Roma e Milano, un piano aperture ambizioso per Kebhouze con un team operativo di giovani soci tra cui Oliver Zon, che ha sottolineato la mentalità imprenditoriale di Vacchi stile modello americano.

Un menù con kebab di pollo 100% italiano e una versione premium, con il kebab di carne di black angus, anteprima assoluta. Grande novità per vegetariani e vegani, grazie a una partnership con Planted, azienda svizzera che produce kebab 100% vegetale da proteine di piselli, disponibile sin da subito. Non solo classica piadina, da Kebhouze sarà possibile gustare la carne kebab nella versione Burger. Una sezione a parte è dedicata al pollo fritto, in versione nuggets, “chicken popcorn” e vegan e alle patatine fritte e onion rings. Oltre all’originale Keb Sauce, il colosso mondiale delle salse Heinz è partner ufficiale di Kebhouze, quindi ci sarà una grande varietà di salse all’interno degli store.

Attenzione anche alla sostenibilità ambientale, con un food packaging è completamente eco-friendly, comprese le acque naturali in tetrapack brandizzate Kebhouze. Sostenibilità anche in chiave di economica locale, Gianluca Vacchi e soci hanno scelto di valorizzare aziende italiane, da cui viene fornita tutta la carne, e dei produttori locali, con cui ad esempio si è instaurata una collaborazione sulla produzione di due diverse birre artigianali che saranno presenti in store a marchio Kebhouze. Kebhouze  sta già spopolando sui social con oltre 30.000 follower tra Instagram e TikTok, con un grande protagonista Keb, la mascotte di Kebhouze e “socio” dispettoso di Gianluca Vacchi. Kebhouze sarà presente su tutte le piattaforme di delivery come Glovo, Deliveroo, Just Eat e Uber Eats. Tutto il packaging brandizzato per il delivery e take away è eco-friendly, a partire dall’acqua Kebwater in Tetrapake e alla birra in lattina Kebeer.

www.kebhouze.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Surgiva Acqua Minerale - Dalla purezza dei ghiacciai eterni alle tavole dei migliori ristoranti

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

due + tre =