Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La denominazione di origine “Terre di Pisa DOC” (in apertura la mappa della DOC presa da www.quattrocalici.it) è una delle più importanti e recenti DOC della regione Toscana, per le provincia di Pisa . Esiste ed è passata a DOC dal 2011. I vini della Terre di Pisa DOC vengono prodotti a partire dai vitigni Sangiovese, Cabernet sauvignon, Merlot, Syrah, Vititngi idonei alla coltivazione per la regione Toscana.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Ad oggi questa doc  è forse meno conosciuta dei suoi illustri vicini del Chianti e del Bolgheri, ma ciò non toglie che questi vini si stiano ritagliando il loro spazio, non solo in Italia ma anche all’estero.

Ne è un esempio la Cantina Fattoria Fibbiano, che in questi anni sta crescendo sia in Italia che all’estero.

L’azienda, che si trova nella valle dell’Era, vicino a Terricciola, era proprietà della famiglia Gherardi del Testa Barasaglia di nobile lignaggio e le sue origini si datano intorno al 1300.

Queste zone furono sede di grandi insediamenti etruschi, la stessa Terricciola nasceva come antichissimo borgo, interamente circondato da torri difensive.

Nella Fattoria di Fibbiano, proprio sulla collina, sono presenti alcune tombe e ritrovamenti di quella civiltà che costituì il principio della cultura toscana.

Oggi i vini Terre di Pisa grazie a loro si trovano in ben 30 paesi , come Stati Uniti e Canada per citarne alcuni. E ci si muove in direzione Asia, con un ufficio commerciale ad  Hong Kong .

Ma la cosa positiva è che l’azienda non pensa solo a se stessa, ma si fa anche ambasciatrice della sua terra portando agli onori pure i colleghi.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Ne sono un esempio gli eventi organizzati dalla cantina sul territorio, aperti a tutti, su cui  il patron della Fattoria Fibbiano Matteo Cantoni dichiara:  “Avremo potuto fare una serata solo Fattoria Fibbiano e invece abbiamo voluto  estendere l’invito anche ai  competitor. Penso sia la prima volta che accade e ne siamo felici. E’ questa secondo me la vera svolta. Il progetto che stiamo portando avanti con la Camera di Commercio di Pisa è un progetto che vuole coinvolgere tutte le aziende di Pisa, perché il territorio si promuove solo se si fa squadra. Fare una serata chiudendoci nella nostra azienda non era il nostro obiettivo. Ecco perché ho coinvolto Lischeto, Calugi, Rosi e altri, tutti competitor, che però possono crescere insieme a noi  con l’obiettivo di mettere insieme ciò che abbiamo, per diventare tutti più forti rafforzando il territorio di Pisa“.

Insomma, un nome forte quello di Pisa può catturare moltissimi sia in Italia che all’estero, e se dietro ad ottimi vini ci sono aziende disposte a farsi capofila di un movimento, i risultati non smetteranno di migliorare.

+info:
www.fattoria-fibbiano.it/WINE/site.php?language=ita&ID_menu=3

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

3 + 7 =