Pinterest LinkedIn

Secondo il report di Beverage Marketing Corporation (la principale società USA di consulenza, ricerca e servizi sull’industria delle bevande) il mercato USA di tutte le bevande analcoliche (acque in bottiglia, più bibite analcoliche, più bevande fredde RTD, più bevande frutta) è in rallentamento nella crescita dei volumi nel 2020 e in calo a valore, con andamenti contrastanti tra i vari segmenti di prodotto. La pandemia di Covid-19 ha colpito alcuni segmenti più duramente di altri.

Il volume delle bevande analcoliche totali negli Stati Uniti è cresciuto di nuovo nel 2020, anche se solo di uno 0,5%, mentre le vendite al dettaglio in valore sono diminuite dell’1,7%. Anche se la pandemia di covid-19 potrebbe non essere stata l’unico fattore, è stato sicuramente il principale in quanto i consumatori hanno trascorso più tempo a casa, il che ha avuto un impatto enorme sui segmenti con consumi on-premise. Nel complesso, il volume di tutte le bevande analcoliche ha superato i 34,5 miliardi di galloni (ca. 131 miliardi di litri) nel 2020. Le vendite al dettaglio sono scese da 186,1 miliardi di dollari nel 2019 a 182,8 miliardi di dollari, soprattutto perché ristoranti, bar, stadi, teatri e altri luoghi in loco sono stati chiusi o limitati per gran parte dell’anno. In questo contesto insolito, alcuni segmenti, come l’acqua in bottiglia e i segmenti di nicchia, hanno continuato a crescere con entrambe sia a quantità che a valore, mentre altri, come le bibite gassate, il tè freddo e le bevande frutta , hanno registrato flessioni significative.

Mentre le bevande analcoliche gassate hanno continuato a rappresentare quattro dei cinque principali marchi di bevande per volume, le condizioni del coronavirus hanno comportato un calo delle vendite al dettaglio sia a volume che a valore (negli anni precedenti, il volume si è contratto ma le vendite sono rimaste su una traiettoria al rialzo). Il volume è stato di 11,6 miliardi di galloni, in calo rispetto ai 12,1 miliardi di galloni del 2019. Coca-Cola e Pepsi Cola hanno mantenuto la loro solita prima e seconda posizione tra i 10 principali marchi di bevande nel 2020, con Dr Pepper e Mountain Dew che si sono aggiudicati il ​​quarto e il quinto posto. Dr Pepper ha gestito una modesta crescita dei volumi durante l’anno, ma altri marchi leader (incluso Sprite al 6° posto) hanno registrato perdite di volume.

GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

Al contrario, l’acqua in bottiglia, che diversi anni prima aveva superato le bevande analcoliche gassate come la bevanda numero uno per volume, è cresciuta di nuovo nel 2020 e potrebbe aver visto un aumento della domanda durante la pandemia, soprattutto all’inizio quando i consumatori si sono focalizzati su elementi essenziali come i prodotti confezionati.  Inoltre, le caratteristiche principali della categoria acque – conveniente, salutare, naturale e senza calorie – attraggono costantemente i consumatori statunitensi. Il volume è aumentato di oltre il 4% e le vendite al dettaglio a valore sono aumentate di quasi il 5%. L’acqua in bottiglia ha avuto quattro voci tra i marchi leader nel 2020, ma solo uno di questi è cresciuto quando i consumatori si sono rivolti a marchi di fascia alta o di valore.

Sebbene ancora di dimensioni relativamente ridotte, i segmenti di nicchia più piccoli hanno ancora una volta avanzato in modo più robusto rispetto alla maggior parte di quelli tradizionali del mercato di massa. Per quanto riguarda sia le vendite a volume che a valore, il caffè ready-to-drink (RTD) e le bevande sportive in particolare si sono distinti nel 2020. Il caffè RTD ha registrato tassi di crescita a doppia cifra sia a volume che a valore nelle vendita al dettaglio. Le vendite a volume e a valore  delle bevande sportive sono cresciute entrambe a tassi che si avvicinano al 6% e Gatorade (comprese tutte le varianti del marchio) è diventato il terzo più grande marchio di bevande analcoliche fredde con quasi 1,3 miliardi di galloni. Le bevande energetiche e le acque arrichite e fuzionali hanno anche sovraperformato il mercato complessivo. Nonostante la loro crescita, nessun marchio di bevande energetiche, caffè RTD o acque addizionate/funzionali si è classificato tra i marchi leader in termini di volume. Nessun marchio di bevande alla frutta lo ha fatto.

Le bevande frutta, che avevano subito un restringimento negli anni prima della pandemia, sono ancora diminuite sia a valore che a volume nel 2020. Così come il tè RTD , che, come le bibite gassate, ha una significativa presenza. Quattro società rappresentavano tutti i principali marchi di soft drinks: PepsiCo 4 marchi, Coca-Cola 3 marchi, Nestlé Waters North America (NWNA) 2 marchi e Keurig Dr Pepper 1 marchio. L’elenco del prossimo anno sarà sicuramente diverso dal momento che Nestlé ha venduto la maggior parte della sua attività nel settore bevande nordamericana, compresi i suoi marchi che si classificano tra le prime 10 bevande analcoliche fredde del 2020.

Fonte: www.beveragemarketing.com/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Luksusowa Vodka - When Life Gives You Potatoes - importata e distribuita da Pallini SpA

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Acquitalia Acque Minerali Acquista

Scrivi un commento

20 − 14 =