Pinterest LinkedIn

Filippo Taddia e Anna Quartuccio vincono l’edizione 2014 di Caffè Letterario e Fuori Fuoco Moak. Sabato (11 ottobre ndr) Paola Maugeri ha presentato la Serata di Premiazione del Caffè Letterario e di Fuori Fuoco, i due concorsi promossi da Caffè Moak, conquistando la platea in una cornice quasi surreale tra palme, neve e caffè e resa suggestiva dalle musiche rock&roll di Annette and the Bradipos e dalle letture dell’attore modicano Alessandro Romano, che ha saputo trascinare il pubblico nel mondo dei racconti premiati.

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF
La cerimonia ha avuto inizio con la proclamazione dei vincitori di Fuori Fuoco, il contest internazionale di fotografia, grande novità di quest’anno. La giuria, presieduta dal maestro fotografo Cesare Colombo -e composta dal fotografo Massimo Siragusa, Cinzia Ferrara, vicepresidente AIAP(Associazione Italiana per la Comunicazione Visiva), Matteo Maggiore, consigliere ADCI (Art Directors Club Italiano), Marco Lentini, grafico di Caffè Moak e da Laura Leonelli, giornalista per la “Domenica” de Il Sole 24 Ore e Panorama Travel -non ha avuto dubbi su a chi assegnare il primo premio: alla giovane Marianna Quartuccio, milanese, che nella sequenza di scatti “Caffè, storie incrociate”– si legge nella motivazione -“esprime la classicità e la contemporaneità, attraverso una certa pienezza nel controllo dell’inquadratura..”.

“E se la fotografia – ha detto nel suo intervento la Leonelli – oggi ha più forza nel raccontare ed emozionare, attraverso le immagini, una storia o un reportage”, lo scrittore e presidente di giuria del Caffè Letterario Donato Carrisi ha invece “rivendicato” il potere della scrittura, dove “in un racconto solo con le parole si può conoscere l’atteso finale di una storia”. Una cosa è certa: – ed è questo l’obiettivo di Moak Cultura – riuscire a comunicare un messaggio o raccontare una storia attraverso diverse forme d’arte, come la scrittura e la fotografia. Ed è ciò che è riuscito ad esprimere il 1° classificato di Caffè Letterario, il ferrarese Filippo Taddia, in “Il caffè è assolutamente vietato”, “un racconto – questa la motivazione -ben giocato tra umorismo e nostalgia, che ricostruisce un ambiente di provincia con personaggi nitidi”. A consegnare i premi (ciascuno del valore di 1500 euro) ai due vincitori, il presidente di Caffè Moak Giovanni Spadola e la moglie Livia. Sul podio di Fuori Fuoco anche Fabiano Venturelli, di Crema, 2° classificato con l’opera fotografica “Affollata Solitudine”; il terzo premio è andato, invece, allo sciclitano Guglielmo Giulio Nifosì con il minireportage “Pròcèdò”.

gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS
gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS

Ad aggiudicarsi il secondo premio della XIII Edizione di Caffè Letterario, il racconto “Il caffè sospeso” del giovane napoletano Ivan Scherillo. Il secondo posto è andato invece a Matteo Pistone con l’opera “Nighthawk ristretto”, che ha anche vinto il Quadrato della Palma della quarta edizione del Premio Belgiorno, per essere stato lo scrittore più giovane e talentuoso del concorso. I dieci racconti selezionati dalla giuria di Donato Carrisi, Paolo Di Stefano, Gianluca Morozzi e Gianni Cascone, saranno pubblicati nell’antologia “I racconti sul caffè”, mentre le cinque opere finaliste di Fuori Fuoco saranno divulgate da Moak in tutto il mondo attraverso mostre fotografiche o campagne pubblicitarie. “L’edizione 2014 – afferma Annalisa Spadola, Direttore Marketing di Caffè Moak – ha messo in luce anche quest’anno giovani artisti emergenti, che avranno l’opportunità di farsi conoscere e di divulgare le loro opere. Anche l’iniziativa di indire la prima edizione di Fuori Fuoco, è stato un modo per promuovere una forma d’arte, come la fotografia, la cui passione coinvolge sempre più giovani. La scelta di Paola Maugeri, anima rock e storicamente vicina ai giovani, non poteva che essere azzeccata. Un ringraziamento va anche ai nostri partner Vivai Faro, Cantine Planeta e Dir’Arte, eccellenze siciliane che, come noi, amano condividere e diffondere cultura”.

 

Ufficio Stampa: sara.dipietro@caffemoak.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina