Pinterest LinkedIn

“L’Italia, oltre a essere riconosciuta come una delle nazioni con maggiore prospettiva di crescita nei mercati intervistati,  si conferma nuovamente come la più apprezzata dalle nuove generazioni. 

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Queste indicazioni lasciano presagire scenari futuri ancora più ambiziosi in una “partita a tre”, tra la storica Francia e la crescente Spagna.  Il nostro paese ha riscosso un  grande interesse anche all’estero, ed  in particolare negli Usa, con una recente novità: il Prosecco Rosé”, dichiara Matteo Lefebvre, direttore Sopexa Italia, agenzia internazionale specializzata nel Food & Drink, che ha presentato i risultati del Wine Trade Monitor 2021. Lo studio, condotto a livello internazionale in collaborazione con Wine in Paris offre una panoramica sui trend globali e le prospettive commerciali dei vini per i prossimi due anni.

Sopexa ha intervistato e raccolto le percezioni e previsioni di 1044 operatori del settore tra importatori, distributori, grossisti e retailer. Quest’anno, l’indagine comprende i principali mercati mondiali per le importazioni di vino in volume, portando il numero totale dei mercati esaminati a otto tra cui Belgio, Cina, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, e quest’anno anche Canada e Paesi Bassi.

Ecco le principali conclusioni dello studio:

Referenze: Quali vini in quali paesi?

Francia, Italia e Spagna ancora sul podio. Per gli intervistati di tutti i mercati, il 90% di loro continua a prediligere i vini francesi, rispetto all’82% che sceglie i vini italiani e il 76% quelli spagnoli. Questi ultimi due, assieme a quelli tedeschi, stanno diventando sempre più noti in Cina e Giappone.

I vini portoghesi si stanno affermando sui mercati internazionali, guadagnando il 5° posto nella classifica di preferenza tra i paesi di origini. I vini australiani invece perdono terreno rispetto all’ultima indagine del 2019, con uno scarto di 13 punti percentuali.

Sentiment del mercato: previsioni di crescita e positività

Nonostante la Brexit e i dazi imposti da Donald Trump nel 2019, oggi, i due terzi degli intervistati prevedono un’impennata delle vendite negli Stati Uniti e in Canada. I professionisti del settore in GermaniaCanada e Paesi Bassi sono i più ottimisti riguardo lo sviluppo del mercato nei prossimi due anni. L’ottimismo è cresciuto anche in Belgio e Stati Uniti.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Evoluzione delle vendite nei prossimi due anni

Il 53% degli intervistati si aspetta un buon andamento delle vendite dei vini francesi, il 49% per i vini italiani e il 37% per i vini spagnoli

  • In Cina, più della metà degli intervistati prevede una crescita in volume per i vini cileni e un declino dei vini australiani – un’opportunità di crescita per i vini francesi;
  • In Canada e nei Paesi Bassi si prevedono buone opportunità per i vini italiani;
  • In Belgio e negli Stati Uniti crescono le speranze per i vini spagnoli;
  • In Germania il 70% degli intervistati pronostica un aumento delle vendite dei vini locali a scapito di quelle dei concorrenti.

Le categorie di vino: le novità  

vini biologici, in cima alla classifica dal 2019, sono percepiti come la categoria più dinamica e che riscuote ancora molto interesse, mentre diminuisce leggermente il fascino dei vini regionali.

Continua il successo per i vini rosati, una tra le prime 3 categorie più performanti. Anche i vini Premium mostrano segnali di crescita nonostante le disparità di mercato.

Emergono invece nuove categorie di vini come, ad esempio gli Orange wines e in modo meno marcato i Pet Nat wines (pétillant naturel – naturalmente frizzante) in Canada e Giappone. Invece, negli Stati Uniti, crescono i vini aromatizzati.

 

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

 

Le regioni vinicole più dinamiche

Per quanto riguarda i vini bianchi, tre regioni francesi sono salite in cima alla classifica, Languedoc, Loire e Bourgogne;

Per i vini rossiBordeaux rimane in pole position davanti a Languedoc e Côtes du Rhône, quest’ultima auspica buone speranze in Asia;

Quanto ai rosé, la Provenza rimane il leader indiscusso seguito dai rosati della Languedoc e dell’Italia. Vale la pena notare che per la prima volta negli Stati Uniti, secondo gli intervistati, il rosé italiano ha superato il Languedoc al terzo posto;

Infine, tra i vini spumanti lo Champagne rimane al primo posto, seguito da ProseccoCava e Cremant.

I trend del momento

Accelerata dalla situazione pandemica globale, la crescita dell’e-commerce ha permesso maggiori vendite online negli ultimi anni. I Paesi che ne hanno beneficiato maggiormente sono: Europa, Usa, Canada e più specificamente Regno Unito.

La dinamicità dei formati di packaging: il commercio del vino ha registrato una crescita di utilizzo delle bottiglie da 75cl. Secondo gli intervistati, inoltre, dovrebbe aumentare anche il numero dei tappi a vite, con solo la Cina in controtendenza. Nei mercati anglosassoni – Usa, Canada e Regno Unito – le lattine sono al secondo posto in termini di crescita prevista.

Immagine e reputazione dei vini in base alla loro origine

In generale, è ancora la Francia che riporta la migliore performance, molto più avanti dei principali competitors, Italia (18%) e Germania (5%) in rispettivamente al secondo e terzo posto. Per gli intervistati, tuttavia, i vini italiani e spagnoli vengono scelti dalle nuovi generazioni per innovazione e ottimo rapporto qualità-prezzo.

Fonte: www.federvini.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina