Pinterest LinkedIn

Anche il rito dell’aperitivo avrà la sua giornata mondiale, si chiama World Aperitivo Day, dedicata a uno dei simboli del made in Italy. Appuntamento il 26 maggio con un evento fisico alla Fondazione Feltrinelli a Milano, con un programma ricco di attività scandito da momenti di incontro e tasting, mentre sui social usando l’hashtag #WorldAperitivoDay, il pubblico potrà raccontare la propria interpretazione dell’Aperitivo ideale, realizzato secondo i principi del Manifesto dell’Aperitivo, un decalogo pensato e sottoscritto per l’occasione insieme alle Istituzioni.  Un evento ideato da Federico Gordini con MWW Group, che negli ultimi 12 anni ha realizzato format di successo, dalla Milano Food Week alla Milano Wine Week.

Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

L’aperitivo non è solo un rituale simbolo del lifestyle italiano, ma la prossima grande occasione di promozione delle nostre eccellenze a livello mondiale – ha spiegato Federico Gordini, presidente di MWW Group nella conferenza stampa del progetto- Quello dell’Aperitivo è un format che corrisponde a un valore di mercato che solo in Italia si è attestato nel 2019 a 4,5 miliardi di euro. E anche nel 2020-21, con la pandemia e le chiusure, gli italiani non hanno voluto rinunciare a questo rituale, che ha riscoperto la dimensione domestica con un boom dei consumi tra le mura di casa. Con le riaperture sono tornati poi a crescere anche i consumi fuori casa: nell’estate 2021 sono stati 170 milioni gli aperitivi bevuti, 15 milioni in più rispetto al 2020. Grandi numeri che non tengono neanche conto di una delle due componenti fondamentali dell’Aperitivo italiano: l’elemento Food, che da solo rappresenta uno dei più importanti beni italiani in termini di valori di mercato e di prestigio sia in Italia che all’estero.”

Federico Gordini

I partner coinvolti nel progetto e gli Ambassador di World Aperitivo Day, il 26 maggio si riuniranno per sottoscrivere il Manifesto dell’Aperitivo con l’obiettivo di individuare i valori fondanti di questo rito quotidiano dell’italianità. Impiego di prodotti di denominazione e di filiera che garantiscano il consumatore e tutelino l’originalità del Made in Italy nel mondo, valorizzazione del patrimonio enogastronomico regionale e la costruzione di una cultura dell’abbinamento dei nostri prodotti con quelli provenienti dalle tradizioni del food e del beverage di tutto il mondo. Due filoni fondamentali, l’importanza dell’accostamento tra Beverage e Food con abbinamenti proposti da celebri chef e autorevoli mixologist e sommelier e la scelta degli ingredienti, con la garanzia che “è Aperitivo se è Italiano almeno al 50%”.

“L’aperitivo è sorriso, è l’immancabile scusa per ritrovarsi o per un appuntamento, l’aperitivo non ha età, non ha suddivisione, è amicizia è divertimento è l’inizio di uno splendido proseguimento di serata” – ha commentato il Barman Filippo Sisti nella presentazione alla stampa a cui hanno partecipato gli chef Ambassador Andrea Berton, Daniel Canzian e Viviana Varese, il Sommelier del Ristorante Berton Luca Enzo Bertè e il Sommelier del Daniel Canzian Ristorante Silvio Toselli. Quella del 26 maggio sarà anche un’anteprima di Aperitivo Festival, il nuovo evento che, nel maggio 2023, renderà Milano il centro di un progetto internazionale che farà tappa nel corso dell’anno anche nei principali mercati mondiali dell’export, dagli USA alla Germania, dall’UK alla Cina, con il supporto dei main sponsor dell’evento, Carrefour e Candy.

+info www.aperitivofestival.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Santi Crinaia - Dal 1843 Passione Valpolicella

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina