Archivi

Agosto 2014

Browsing

Il vino italiano di grande qualità sarà nuovamente alla ribalta sul grande palcoscenico di New York in occasione del GALA ITALIA 30 che si terrà giovedì 19 febbraio 2015 nella Grand Ballroom del Pierre Hotel di New York. Si tratterà di una speciale edizione di quella che è unanimemente considerata la più importante manifestazione promozionale italiana che il 19 febbraio celebrerà il traguardo dei 30 anni. Il GALA ITALIA 30 che costituisce una iniziativa di grandissimo impegno, tradizione ed eccezionale rilievo, anche mediatico in favore dei vini italiani, si tiene infatti ininterrottamente negli USA sin dal 2 dicembre del 1985.

Dall’educazione al consumo moderato e consapevole alle campagne contro l’abuso, la lotta all’alcolismo potrebbe aver sempre più bisogno anche di una pillola, da assumere una volta al giorno, per aiutare a smettere di bere: con l’ok della sanità pubblica, potrebbe presto arrivare in Inghilterra. Secondo “The Independent”, è il Nalmefene il principio attivo in grado di controllare le voglie di alcol, già noto, ed in uso in Scozia.

Levissima diventa l’“Acqua dei Campioni” e scende in campo per sostenere i calciatori bianconeri aiutandoli a ritrovare, dopo le grandi sfide calcistiche, energia e vitalità grazie alla forza della sua purezza che da sempre la caratterizza. In più Levissima porta nel calcio anche i valori della sostenibilità poiché simbolo di questa importante partnership è la bottiglia da 1 Litro in PET con il 30% di origine vegetale capace di mantenere inalterate tutte le sue caratteristiche: leggero, infrangibile, perfettamente igienico e 100% riciclabile. Sarà proprio questa bottiglia ad accompagnare i giocatori negli allenamenti al campo sportivo di Vinovo, così come nelle importanti sfide sotto le luci dello Juventus Stadium o dei grandi palcoscenici internazionali e nelle emozionanti notti della Champion’s League.

Secondo un nuovo rapporto di Transparency Market Research, la domanda mondiale di acqua in bottiglia è destinata a crescere ad un tasso annuo del 8,7% in termini di ricavi nel periodo 2014-2020. Il mercato mondiale, del valore di $ 157.27 miliardi nel 2013, si prevede possa raggiungere $ 279.65 miliardi entro il 2020. Il mercato globale dell’acqua in bottiglia ha visto una forte crescita negli ultimi anni grazie ad una maggiore attenzione alla salute e al benessere e grazie anche al supporto delle nuove iniziative d’imballaggio.

Secondo i dati diffusi dall’Italian Wine & Food le importazioni italiani di vino sul mercato USA (il nostro più importante mercato straniero) nel primo semestre 2014 hanno fatto registrare un +0,7% in quantità e un +8% in valore sullo stesso periodo del 2013. Molto meglio della media delle importazioni americane che, nel complesso, hanno segnato -0,1% in quantità e +4,1% in valore. “Si tratta di un risultato estremamente positivo – sottolinea il presidente dell’Istituto, Lucio Caputo – dopo le contrazioni registrate nei primi mesi dell’anno”.

L’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac) continua nella sua opera di diffusione della cultura del caffè italiano in Asia. Tra fine agosto e metà settembre terrà infatti otto corsi di assaggio in Giappone, Corea e Cina. I corsi, alcuni di livello base e altri avanzato, saranno organizzati a Tokyo, Osaka, Seoul e Shanghai con la collaborazione dei partner locali. “L’Asia è certamente l’area del mondo in cui il bere caffè sta diffondendosi con maggiore rapidità e in questa cultura c’è naturalmente spazio per l’espresso italiano – commenta Luigi Odello, presidente Iiac – Ci sono quindi potenzialità interessanti per il nostro prodotto, ma la chiave essenzialmente è nell’approcciare in modo differenziato i mercati”.

Nella prima metà dell’anno il Gruppo ha registrato una crescita del fatturato del 4,7%, composta per il 2,9% dalla crescita interna reale e per l’1,8% dalla politica dei prezzi. Le vendite totali sono state di 43 miliardi di CHF. Il franco svizzero forte ha continuato ad avere un sostanziale impatto negativo (-8,8%) e a seguito dei disinvestimenti, al netto delle acquisizioni (-0,7%), ha portato il totale delle vendite ad un calo del 4,8%.

A partire dall’anno prossimo McDonald’s entrerà sul mercato del caffè confezionato USA con delle confezioni di caffè tostato in grani, macinato e cialde a marchio Mc Cafè. E’ dal 2012 che il colosso americano del fast food aveva depositato il marchio McCafè anche per il caffè . L’operazione dovrebbe svolgersi in partnership con il gruppo Kraft

Secondo un nuovo rapporto di Zenith International, il mercato dei refrigeratori di acqua nei Paesi dell’Europa Occidentale ha continuato a crescere dell’1% nel 2013, portandosi a 2,8 milioni di unità. Il numero dei refrigeratori di acqua di rete (point of use) è aumentato del 4% l’anno scorso, mentre c’è stato un calo del 1% per i refrigeratori di acqua in boccioni che rappresentano ora una quota del 57% del totale mercato, contro il 58% nel 2012.

Caffè d’orzo, in tazza grande. Se ne sente ordinare al bar di caffè come questo, e non certamente per risparmiare, ma fino a qualche decina di anni fa i surrogati del caffè come orzo, malto, segale o cicoria erano una realtà obbligata – e l’unico modo di sostituire i preziosi chicchi di arabica o robusta (surrogato significa non a caso proprio questo). Oggi ritornano, per questioni di gusto e sull’onda della tendenza vintage.

Quanto può essere elegante un bicchiere per bevande realizzato in cartoncino? Può essere un oggetto banale, bianco ed anonimo, ma anche termoresistente e promotore di un marchio. Tutto dipende dal tipo di struttura, materiale e livello di trasformazione si intenda utilizzare. Iggesund Paperboard, volendo testare i limiti di ciò che è possibile realizzare, ha progettato un bicchiere double wall, a doppia parete, comune sul mercato. La struttura double wall permette di utilizzare due materiali, uno per il bicchiere interno, e l’altro per il mantello esterno, entrambi impiegati come barriera termica e supporto per la promozione del marchio.

Secondo quanto emerge dai dati resi noti dal Comitato Italiano Caffè (CIC) in occasione dell’ultimo World of Coffee di Rimini, in Italia, se da una parte si registra un leggero calo dei consumi, dall’altra si assiste ad una crescita dell’export, segno che il made in Italy del food è ancora uno dei punti di forza del nostro Paese e che nel mondo si riconosce sempre di più l’eccellenza dei maestri torrefattori italiani nella lavorazione di una materia prima che viene da lontano.

Nella sua 23esima relazione annuale sul mercato dell’acqua in bottiglia nel Regno Unito, Zenith International ha resto noto come tale settore sia cresciuto del 10,1% nel 2013, registrando una produzione di 2,770 miliardi di litri, per un valore al dettaglio di 2.300 milioni di sterline. I volumi di acqua in bottiglia oggi rappresentano il 19% di tutte le bevande analcoliche consumate dai britannici e, rispetto a 30 anni fa, sono cresciuti di 50 volte.

La vendemmia è l’occasione più suggestiva per scoprire i vini di un territorio così importante e vitale per la civiltà della vite e la produzione del vino di qualità in Sicilia. Mandrarossa a Menfi ha realizzato un progetto produttivo centrato sull’innovazione enologica e la valorizzazione dei diversi terroir. Protagonisti assoluti del Mandrarossa Vineyard Tour sono i vini, i vigneti e i viticoltori che li coltivano con immutata passione. Nei tre giorni di degustazione, dal 29 al 31 agosto, tante le occasioni offerte ai winelovers per degustare l’intera gamma dei Vini Mandrarossa e scoprirne la qualità e la storia.

Qual è il reale impatto sull’ambiente dei processi produttivi dell’acqua in bottiglia? E in che modo le aziende si adoperano per ridurre tale impatto? A cercare di fare chiarezza su questi aspetti è l’EFBW, la Federazione europea delle acque in bottiglia, che spiega tra l’altro cosa sta facendo l’industria dell’imbottigliamento sul versante della responsabilità ambientale.

Gran Moro, lo storico gelato su stecco di Antica Gelateria del Corso, si ricopre di croccante e pregiato cioccolato firmato Perugina, da sempre sinonimo di arte cioccolatiera italiana, per un’esperienza di gusto unica che coccola ed appaga in qualsiasi momento della giornata. Il Gran Moro Variegato all’Amarena è la novità di quest’anno e va ad aggiungersi al Gran Moro Granellato e al Gran Moro Bianco Variegato Caffè, entrambi impreziositi dalla copertura di cioccolato Perugina.

Sale il consumo di birra nel periodo estivo, quando si beve preferibilmente chiara, nelle tipologie lager o pils. Secondo le stime di AssoBirra, l’associazione che rappresenta i produttori italiani di birra e malto del mercato italiano, , nei 120 giorni della stagione estiva, il consumo medio di birra in Italia sarà tra i 7,5-8 milioni di ettolitri, oltre il 47% delle vendite totale annue annue. Una delle combinazioni più di successo in questo periodo è quello tra birre e verdure. Riportiamo i consigli e i suggerimenti del giornalista e gastronomo Marco Bolasco autore di una preziosa guida intitolata “Locali con Orto amici della birra”

Sembra infatti che il termine cappuccino prenda il nome dal frate dell’ordine dei cappuccini Marco da Aviano, inviato nel 1683 dal Papa a Vienna con l’obiettivo di convincere le potenze europee ad una coalizione militare contro i Turchi che la stavano assediando. Riconosciuto come il salvatore dell’Europa dal pericolo musulmano, pare sia stato lui ad aver inventato il cappuccino: durante il soggiorno in città il religioso -si dice- entrò in un caffètteria, ma non riuscendo a bere il caffè così forte, chiese qualcosa per addolcirlo. “Kapuziner!” esclamò un cameriere vedendo lo strano intruglio di latte bevuto dal frate..

Molto è stato detto e scritto su tutti i media. Non entriamo nel merito dei fatti, non conoscendoli nel dettaglio ed essendo essi tuttora oggetto di indagini da parte di autorità e tecnici. Noi vignaioli indipendenti italiani riteniamo sia importante proporre una riflessione, perché fra le moltissime parole spese su questa vicenda il termine vignaiolo è stato utilizzato spesso a sproposito e in maniera confusa, dimostrando che ancora oggi a questa figura non viene riconosciuta un’identità chiara. In questi giorni è stato deciso che i vignaioli fossero i potenziali colpevoli dell’accaduto, in un caotico attacco ad una categoria che esiste e opera da sempre nei territori di tutta Italia, con grave danno per quanti agiscono con coscienza e insieme alle loro famiglie vivono di questo lavoro.

Il caffè biologico è coltivato senza sostanze chimiche, e con rispetto nei confronti dell’ambiente, quindi senza disboscare per ottenere più chicchi di caffè. I concimi usati sono naturali e le pratiche agronomiche sono eco-friendly. L’uso dei pesticidi è bandito. Se poi il caffè biologico è venduto anche con la filosofia del rispetto delle persone (senza sfruttare i lavoratori), allora si parla di commercio equosolidale (Fare Trade) e in quest’ambito il caffè ha sempre assunto un ruolo centrale.

Sorseggiare un caffè di sabato mattina allo stand-container di “Terrone Coffee” nel piccolo ma vivace Netil Market di Hackney, dopo una lunga chiacchierata con il suo “ideatore” Edy, è un’esperienza simile al trovarsi davanti a una bella fotografia. Ti rendi conto di come quello che, in maniera superficiale, consideravi “solo un caffè”, sia in realtà il risultato di una serie incredibile (per chi non sia esperto del settore, ovviamente) di fattori curati nei minimi dettagli: dalla qualità e la provenienza dei chicchi alle tecniche di torrefazione, dal tipo di macchina (in questo caso una splendida La Marzocco) alla quantità di miscela, tempo d’infusione e temperatura dell’acqua!

MSC Crociere organizza una serie limitata di allettanti viaggi attraverso i sapori e i segreti del vino. Saranno tre le crociere a tema previste nei prossimi mesi, durante le quali gli ospiti, sia a terra sia a bordo, potranno deliziare i loro palati e affinare le loro conoscenze enologiche attraverso una serie di attività itineranti con svolgimento nel corso della crociera: in programma conferenze, condotte da esperti professionisti, i quali durante le escursioni guideranno i partecipanti in degustazioni di vini locali previste presso rinomate aziende vinicole.

Un nuovo importante successo per Cimaio, etichetta pluripremiata della Cantina CasalFarneto del Gruppo Togni, che ha ottenuto la Corona dalla Guida Vini Buoni d’Italia 2015 del Touring Club, il massimo riconoscimento che la guida attribuisce ai vini. A vincere la selezione è stato il Cimaio Marche IGT Bianco annata 2011, che ha convinto le commissioni giudicanti: ottenuto da uve botritizzate (fungo che attacca e metabolizza la buccia dell’uva, formando una muffa spessa e consistente), vendemmiate in avanzato stato di maturazione, si caratterizza per la sua grande e avvolgente struttura. Maturato poi per più di 2 anni in piccole botti di rovere, si abbina bene a qualsiasi tipo di formaggio, o a piatti molto decisi e saporiti ed è ottimo come vino da fine pasto e meditazione.

Continuano le soddisfazioni per i vini e l’ospitalità della tenuta Duca di Dolle. Il prosecco Docg biologico Extra Dry è stato infatti insignito della Gran Menzione al concorso “Biodivino”, riservato ai vini biologici, nell’ambito del premio enologico internazionale “La Selezione del Sindaco”, organizzato dall’Associazione Nazionale Città del Vino. Il Concorso si è tenuto dal 30 maggio al 1 giugno scorsi al Museion di Bolzano, dove circa 70 commissari, di cui la metà provenienti dall’estero, hanno esaminato gli oltre 1.000 campioni di vino pervenuti e provenienti da tutta Italia, oltre che da Paesi europei della rete di Recevin, le Città del Vino d’Europa, con una forte rappresentanza portoghese.

Sul piano commerciale il primo semestre 2014 ha segnato un nuovo successo per Nuova Simonelli. Il fatturato è aumentato di circa il 15% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e a tale risultato – come ha sottolineato il direttore commerciale, Cosimo Libardo – ha contribuito il successo delle macchine di “fascia alta e medio alta”, sulle quali l’azienda ha investito in termini di ricerca, innovazione tecnologica e design. Investimenti che hanno contribuito anche ad elevare ulteriormente l’affidabilità dei prodotti e a diminuire gli interventi tecnici, sia nel post vendita, sia – ha sottolineato il responsabile qualità, Gionatan Mazzaferro – al momento del collaudo.

Nel primo semestre 2014, le vendite nette del Gruppo sono state pari a € 686,1 milioni, in diminuzione del -1,8%, attribuibile a una variazione organica positiva pari a +3,8%, un effetto cambi pari a -6,5%, dovuto alla svalutazione della maggior parte delle valute funzionali delle società del Gruppo, e un effetto perimetro pari a +0,9%, attribuibile all’effetto netto di acquisizioni e accordi distributivi. Il margine lordo è stato € 365,5 milioni, in calo del -2,1% (+3,4% variazione organica) pari al 53,3% delle vendite. L’EBIT è stato € 121,2 milioni, in aumento del +0,6% e pari al 17,7% delle vendite. L’utile netto del Gruppo del primo semestre 2014 è stato di € 57,3 milioni, in diminuzione del -0,5%. Al 30 giugno 2014 l’indebitamento finanziario netto è pari a € 1.099,1 milioni (€ 852,8 milioni al 31 dicembre 2013), grazie alla buona generazione di cassa conseguita nel periodo, dopo il pagamento del dividendo pari a € 46,1 milioni e un investimento complessivo nelle acquisizioni di Forty Creek Distillery Ltd. e Fratelli Averna S.p.A., perfezionate a giugno 2014, per complessivi € 237,3 milioni.

Con la crescita della domanda per il vino, tendenzialmente in aumento ma sensibilmente spostata verso nuovi mercati e nuovi consumatori, la sfida attuale per le aziende vinicole mondiali è quella di adattarsi a scenari in continua evoluzione. E’ il trend che emerge dall’ultimo Rapporto Trimestrale del Vino di Rabobank (www.rabobank.com), secondo il quale, sembra che la fortuna aiuterà coloro che faranno affidamento sull’innovazione e saranno capaci di “fiutare” il nuovo che avanza: nelle nuove segmentazioni del mercato, nei nuovi stili di vino, nel marketing e nella distribuzione. E sarà un approccio “consumer-centric”, così definito dal team Food & Agribusiness Research del gruppo finanziario olandese, la chiave per conquistare le nuove generazioni dei wine lovers e per tenere d’occhio le tendenze di consumo in continua mutazione.

Il Consiglio di Amministrazione della Parmalat Spa che ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014. Il fatturato netto si attesta a 2.617,9 milioni di euro, in aumento di 23,2 milioni (+0,9%) rispetto ai 2.594,8 milioni dei primi sei mesi del 2013. Il margine operativo lordo e’ pari a 184,4 milioni di euro, in diminuzione di 9,8 milioni (-5,1%) rispetto ai 194,2 milioni del primo semestre 2013. L’utile del Gruppo e’ pari a 88,9 milioni di euro, in diminuzione di 16,5 milioni rispetto ai 105,4 milioni del primo semestre 2013. Le disponibilita’ finanziarie nette sono pari a 975,2 milioni di euro, in diminuzione di 90,4 milioni rispetto ai 1.065,6 milioni del 31 dicembre 2013.

Secondo l’”Istituto Nazionale della Nutrizione”, il latte è, insieme ai suoi derivati (yogurt, latticini e formaggi) un alimento fondamentale per una dieta equilibrata. I nutrizionisti, infatti, lo classificano al secondo posto fra i cinque gruppi di alimenti che sono alla base di una corretta alimentazione. Latte, latticini e yogurt hanno la principale funzione di fornire al nostro organismo calcio prontamente assimilabile e proteine di alto valore biologico. Bastano 250 ml di latte al giorno per assicurare al nostro corpo quasi il 40% del suo fabbisogno quotidiano di calcio e, quindi, per mantenere ossa e denti in buona salute. Importantissimo in tutte le fasi della vita, il latte svolge una funzione preziosa ed insostituibile soprattutto in due particolari momenti del nostro ciclo biologico: nell’infanzia ed in età matura.

Il Gruppo Caffo riporta sul mercato il Succ’Agro di Borsci, un liquore naturale a base di scorze di limone fresche e non trattate, che porta con sé i profumi del Mediterraneo. Succ’Agro riconquisterà presto il suo posto di rilievo tra i prodotti tipici pugliesi e nel panorama nazionale dei liquori di limoni, grazie al rilancio dell’azienda rilevata dal gruppo calabrese. Dopo aver riportato nel mondo l’Elisir San Marzano, la Caffo si sta ora occupando degli altri marchi storici della Borsci.

Birreria artigianale fondata nel 1984 a Portland (Oregon) dai fratelli Widmer che dopo aver vissuto in Germania negli anni ‘70 decidono di tornare a Portland per cominciare l’esperienza con le birre artigianali e in particolare come pionieri delle Hefeweizen in stile americano. Upheaval IPA è il risultato di una ricerca incessante; prodotta con sei diverse tipologie di luppolo e tre malti. Al palato scatena un’esplosione di luppolo e una marcata amarezza. E’ una birra equilibrata, ingannevolmente semplice. Un’audace IPA non filtrata che sorprende.

Il mercato complessivo del bar caffè del Regno Unito è stimato in 16.501 punti e continua a mostrare una forte crescita delle vendite del 6,4% rispetto allo scorso anno con fatturato totale £ 6,2 miliardi. Secondo il definitivo rapporto di Allegra Strategies Project Café13 UK, il segmento delle catena di caffè a marchio ha registrato un fatturato di 2, 6 miliardi £ attraverso 5.531 punti vendita, offrendo una impressionante crescita delle vendite del 9,3%

I consumi alimentari delle famiglie italiane mantengono un trend negativo anche nella prima metà di quest’anno. E’ quanto emerge dai dati Panel Famiglie ISMEA-GfK/Eurisko che indicano, rispetto al primo semestre 2013, una flessione degli acquisti domestici dell’1,5% in quantità e dell’1,2% in valore. Rispetto a quanto osservato nel 2013 si accentua la flessione nel reparto dei lattiero-caseari (-5,0% i volumi d’acquisto), con riduzioni soprattutto per latte e formaggi freschi, e in quello dell’ortofrutta (-1,6%), nonostante la generale riduzione dei prezzi.

Nonostante la crisi economico-finanziaria, il mercato italiano del bio continua a crescere, confermando una dinamica positiva in atto ormai dal 2005. Il Panel famiglie Ismea-Gfk/Eurisko indica, nei primi cinque mesi di quest’anno, un forte aumento degli acquisti di prodotti biologici in Italia: più 17% in valore su base annua, un risultato in netta controtendenza rispetto alla dinamica dei consumi alimentari, scesi dell’1,4%.

Il prossimo anno la sinergia tra Vinitaly e i saloni Sol&Agrifood ed Enolitech, in programma dal 22 al 25 marzo 2015, sarà ancora più stretta, per offrire ai professionisti del vino in arrivo da 120 Paesi una panoramica completa della produzione italiana, fatta di vini di qualità, tradizione alimentare e tecnologie innovative: un unicum inimitabile che segna la differenza tra Italia e resto del mondo. Già aperte le iscrizioni ed iniziata l’attività di incoming di buyer internazionali, in collaborazione con le associazioni di categoria e le aziende vitivinicole.

“Il succo si ribella”, è questo il pay-off creato per la nuova linea di succhi biologici DiFrutta proposti sul mercato dalla società Bevande Futuriste di Treviso. Una gamma che vuole alzare gli standard qualitativi imposti dal mercato, e stabilire un nuovo modo di bere sano e naturale. DiFrutta nasce da un’idea organica di mondo dove la terra, come una grande madre, dona i suoi preziosi frutti, ciascuno con le proprie caratteristiche nutrizionali.

Acqua Valmora, l’acqua minerale povera di sodio ideale per tutta la famiglia, lancia un nuovo concorso dal 1° di agosto al 15 ottobre. Partecipare al “Grande Concorso con Valmora vinci Zoom”, è semplicissimo: basta ritagliare 10 prove d’acquisto, presenti in tutte le confezioni da 6 bottiglie da 1,5 l. di Acqua Valmora e compilare la scheda da scaricare dal sito www.valmora.it

Dolomia corona l’esperienza di partnership intrapresa con l’Adunata Nazionale degli Alpini 2014. L’azienda di Cimolais, infatti, ha consegnato in beneficenza parte del ricavato della vendita di Acqua Dolomia, personalizzata in edizione e numero limitati per l’evento nazionale degli Alpini, e ha distribuito i premi del concorso grafico rivolto alle scuole di Pordenone. La donazione di 4.200 euro è stata devoluta all’associazione ANFFAS ONLUS di Pordenone, che gestisce il centro “Giulio LOCATELLI” che accoglie persone disabili in condizioni di gravità.

Da oggi lunedì 4 agosto 2014, l’azienda simbolo del Salento è on line con il nuovo portale quartacaffe.com, frutto di un’attività di restyling complessiva, nuove tecnologie, nuova grafica, nuovi contenuti e la massima integrazione con il mondo dei social network. Per questo progetto, l’Azienda ha puntato sul software libero: grazie a questa tecnologia open source, aperta e condivisa dagli utenti della rete, è possibile creare, come è noto, dei prodotti e servizi con performance superiori rispetto a quelli del software commerciale, ottenendo allo stesso tempo grande versatilità e flessibilità.

Dopo più di due anni di assenza, Nonno Nanni torna in televisione con il suo Stracchino che vola, divenuto ormai un “piccolo grande mito” per tutti gli appassionati di spot televisivi. Il marchio Nonno Nanni, conosciuto e apprezzato dai consumatori per l’alta qualità dei suoi formaggi freschi, sarà protagonista di una campagna pubblicitaria sulle principali reti televisive nazionali. In programmazione da domenica 10 agosto, gli spot, della durata di 15 e 30 secondi, andranno in onda sui canali nazionali di Rai, Mediaset e La 7. La campagna pubblicitaria è stata creata dall’agenzia No Advertising di Milano, diretta da Fulvio Nardi, mentre la casa di produzione è la Chocolat, sempre di Milano.

Si svolgerà a settembre l’edizione 2014 di Cocco…Wine, goloso e consolidato evento monferrino organizzato dall’associazione Go Wine con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cocconato. Le bellezze di questo Comune, a nord di Asti, saranno valorizzate in due giorni di festa attraverso degustazioni ed approfondimenti, ospiti e musica che invaderanno il centro storico confermando ancora una volta la vocazione turistica, le qualità viticole e le ambizioni enologiche di quella che viene definita storicamente come la “Riviera del Monferrato”. Sabato 6 settembre (dalle ore 17 alle 24) e domenica 7 settembre (dalle 16 alle 20) il centro storico ospiterà il banco d’assaggio dei vini e dei prodotti tipici delle aziende di Cocconato, del Monferrato e non solo.

Il mercato nel mese di luglio fa riscontrare una performance negativa del -3,96% a volumi e del -1,07% a valore, registrando un andamento progressivo dall’inizio dell’anno a volumi del -0,46% e a valore del +1,24%. Il calo più accentuato si registra nel Nord ovest con -5,59 % a volume e –4,28% a valore nel mese in questione anche se in termini progressivi quest’area mantiene ancora dei dati positivi (+0,08% a volume e +2,17% a valore).

A seguito dell’accordo siglato a inizio anno con un’importante società di import agroalimentare russa, oggi Trentingrana Dop è sugli scaffali delle più importanti catene della GDO e nel canale Ho.Re.Ca. Riscontro più che positivo da parte dei consumatori e degli operatori del settore che, a pochi mesi dall’avvio della distribuzione, hanno già fatto i primi riordini: questo il primo feedback dall’esportazione dell’eccellenza trentina in Russia.

PROCAP, uno dei principali operatori europei nel settore dei tappi di plastica e dei sistemi di chiusura, presenta 63 PROSLIT, una chiusura standard a prova d’inviolabilità per contenitori in HDPE, COEX e PET con collo da 63 millimetri. L’innovativa chiusura è stata progettata espressamente per contenitori di prodotti agro-chimici di grandi dimensioni con l’obiettivo di migliorare la sicurezza generale del prodotto per gli utilizzatori finali. È stata presentata per la prima volta a Interpack 2014, la fiera leader per i processi e gli imballaggi che si è tenuta a Dusseldorf in maggio.

Alza il sipario Calici di Stelle, la grande festa del vino dell’estate organizzata in tutta Italia dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Città del Vino. Da domani e fino al 10 agosto la kermesse animerà centinai di cantine, piazze e centri storici con degustazioni, spettacoli, musei aperti e ‘cene stellari’ sulle note della più celebre canzone di Domenico Modugno, ‘Nel blu dipinto di blu’. Dall’arte alla danza, dai banchi d’assaggio sul mare alle degustazioni nei rifugi di Cortina d’Ampezzo, dagli scatti social alle osservazioni astronomiche in compagnia dell’Unione Astrofili Italiani, per sei giorni il connubio vino-musica-cultura incontra da Nord a Sud la magia dei territori sotto le stelle, aspettando la notte di San Lorenzo.

Foster’s, nata nel 1886 a Melbourne, è distribuita in Italia da Dibevit Import. Distribuita in più di 150 Paesi e scelta ogni giorno da ben 15 milioni di amanti della birra, Foster’s è l’australiana più conosciuta al mondo. Nasce a Melbourne nel 1886 dal sogno dei fratelli William e Ralph Foster di creare una birra leggera e moderna che potesse rinfrescare gli abitanti del caldo, “nuovissimo continente”.

La vocazione storica e culturale di Torino, considerata la capitale del caffè dall’800, trova nuovo vigore nella nascita di una partnership tra Caffè Vergnano e Eataly per cambiare volto e gestione all’elegante caffetteria del Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana di Torino. Due marchi d’eccellenza, quindi, per restituire il giusto lustro ad uno dei luoghi di ritrovo più frequentati della capitale piemontese, dai torinesi e dai numerosi turisti che ogni anno visitano il tempio della Settima Arte.

Da poco più di un mese Birra del Borgo, il microbirrificio di Leonardo di Vincenzo, che tra i primi ha reso celebre la dimensione artigianale della birra italiana, ha inaugurato a Roma, in via Silvestro Gherardi 19, un nuovo beer shop a insegna “La Bottega di Birra del Borgo”. Ne La Bottega sarà possibile trovare un’ampia scelta delle birre del celebre micro birrificio reatino,ma anche una piccola selezione di altre birre sia italiane che straniere.

Quando le forbici tagliano una nuova confezione di caffè, ancora prima di vedere la polvere scura e compatta veniamo investiti da un aroma inconfondibile che pervade le nostre narici: forte, intenso, corposo, deciso, persistente… fugace come una sensazione che rischiamo di non ritrovare una seconda volta. Soprattutto quando fa caldo, soprattutto quando non lo si termina molto velocemente, soprattutto se lo si conserva nel modo sbagliato, il caffè perde il suo aroma – o peggio ancora finisce per sapere di qualcosa d’altro.

Si rafforza il polo del gusto all’italiana del gruppo illy. La holding Illy, oltre al 100% di illy spa, ha il 100% di Domori (cioccolato), il 77% di Damman Frère (the selezionati), il 100% di Mastrojanni (vini Brunello di Montalcino), il 40% della cuneese Agrimontana (confetture e marrons glacès) e il 5% delle gelaterie che fanno capo a Gromart. L’anno scorso l’intero Polo del gusto illy ha realizzato ricavi consolidati per ca. 410 milioni, in crescita del 4,3%. Il caffè (parte dominante del giro d’affari) è cresciuto “solo” del 3,7% mentre i ricavi di Damman Frères sono aumentati di oltre il 10%, Domori dell’8%, Agrimontana del 6,4% e Mastrojanni del 22%

Nei giorni 3-4-5 ottobre andrà in scena la nuova edizione 2014 di EurHop Beer Festival – Il Salone Internazionale della Birra Artigianale. Per la nuova edizione si è deciso di dare ancora più spazio alle eccellenze italiane ed estere allargando l’offerta birraria e creando dei momenti di incontro, degustazione e didattica sul mondo della birra artigianale. La location sarà ancora una volta la splendida cornice del Salone delle Fontane all’Eur, che per l’occasione sarà ampliata con l’utilizzo dell’intero piazzale esterno.

Il sole 24 ore del 31.07.14 riferisce che Oswald Zuegg (vedi foto a fianco), che attualmente controlla il 72% della società di famiglia, vorrebbe rilevare la parte restante delle quote azionarie e puntare al 100% dell’azienda. Le trattative, secondo fonti bancarie, sono in corso e forse il nodo potrebbe sciogliersi entro la fine dell’anno. Il fratello, 67enne, di Oswald, Hiltraud, ha un pacchetto dell’11,35% mentre quello del 70enne Mark Tilmann è del 5,59% e quello del 32enne Maerk Lucas arriva all’11,35%.

Il Consiglio di Amministrazione della Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. – società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, attiva nella produzione e commercializzazione di latte fresco, derivati e prodotti ultrafreschi – ha approvato oggi i risultati consolidati al 30 giugno 2014. Nel primo semestre del 2014, la società ha registrato ricavi netti consolidati pari a 51,1 milioni di Euro, in crescita del 5% rispetto ai 48,7 milioni di Euro registrati al 30/6/2013. A tale incremento delle vendite ha contribuito l’avvio delle esportazioni in Cina avvenuto nel mese di febbraio scorso attraverso la stipula di un accordo commerciale pluriennale con uno dei principali gruppi importatori di food&beverage cinese che potrà trovare pieno effetto nel prossimo semestre.

Un primo semestre 2014 positivo per il Franciacorta che cresce sia in Italia che all’estero, rispetto al primo semestre 2013, registrando un incremento del 9,6% con un volume totale di bottiglie di 5.292.468. Buoni i risultati in Italia, con una crescita dell’8,5%; sebbene il Nord Italia mantenga il primato delle vendite, prosegue la tendenza positiva nel Sud Italia dove si registra un buon incremento nel numero di bottiglie vendute.

La linea DIVO di Italia Formaggi, società con sede in UK e fondata da Gennari Spa e Dalter Alimentari Spa, leader in produzione e confezionamento di formaggi, ha vinto il premio “Best Dairy Packaging Design” ai World Dairy Innovation Awards 2014, concorso che FoodBev Media organizza dal 2007 per celebrare l’eccellenza e l’innovazione in tutte le categorie dell’industria casearia mondiale.

Il 16 e il 17 agosto 2014 avrà luogo la “Coppa Forst 1857” che vedrà sfidarsi i migliori golfisti nello splendido Pevero Golf Club, uno dei campi da golf più belli al mondo grazie al suggestivo panorama della Costa Smeralda. Birra FORST continua così il suo sostegno al fianco del mondo sportivo. Tanti i golfisti che hanno già confermato la loro presenza a questi 2 giorni di sport e sana competizione.

Gatorade, lo sport drink numero uno al mondo, cambia volto. Lo annuncia la multinazionale PepsiCo che – nell’ambito di una strategia complessiva orientata al rinnovamento del proprio portafoglio prodotti – ha presentato la nuova bottiglia Gatorade “Kenny” da 500 ml in PET, appositamente progettata per garantire una migliore fruibilità durante la pratica sportiva. Un restyling completo che passa anche per l’etichetta – completa del nuovo logo G. evocativo della visual identity del prodotto – la cui applicazione, per il mercato italiano, sarà gestita tramite l’innovativa tecnologia formsleeve+ targata Sacmi.

Quest’anno Marie Brizard ha conquistato con i suoi liquori ben 5 medaglie all’International Wine & Spirit Competition. L’International Wine & Spirit Competition (IWSC), istituita nel 1969, valuta i prodotti alcolici provenienti da oltre 80 Paesi di tutto il mondo.