Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Chi ha detto che le attese in viaggio non possono essere piacevoli? Dimenticate stressanti ore buttati su fredde panchine a rigirarvi i pollici, addirittura addio alle imprecazioni in caso di partenze posticipate. Charlotte Voisey,  direttrice della sezione brand advocacy di William Grant & Son che gestisce marchi come Hendricks Gin e Glenfiddich, ha stilato una mini selezione dei bar d’aeroporto dove rilassarsi in attesa del prossimo volo. E magari la prossima quasi pregherete perché faccia un po’ di ritardo.

 

Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

ONE FLEW SOUTH, HARTSFIELD-JACKSON ATLANTA INTERNATIONAL AIRPORT – Tutto quello che qualsiasi bar d’aeroporto dovrebbe aspirare a essere. Si passano le porte scorrevoli e ci dimentica immediatamente di essere nel terminal E. Piuttosto sembra di sedere a un cocktail bar di alto rango, con servizio eccellente, drink curati e una gamma di distillati invidiabile. Aperto nel 2008, bar e ristorante, pregno dell’identità del sud degli USA con marmo rosa locale e legno di pino. Southernational è l’etichetta attribuita alla sua cucina, e la lista di cocktail propone classici e signature come il Midnight Train o il Simmering Effect: tequila, succo di lime, succo di pompelmo, sciroppo di pepe, soda e liquore al pompelmo.

One Flew South – Atlanta

ROOT DOWN, DENVER INTERNATIONAL AIRPORT – Nel mezzo delle montagne innevate del Colorado, Root Down riporta in pista la stessa filosofia di prodotti stagionali e sostenibili già presente nel ristorante del centro. I drink sono colorati e d’impatto, da provare il Beet Down con gin, Aperol, barbabietola, limone e menta; fianco a fianco con vini biodinamici e una gamma di birre locali come Odell, Great Divide e Upslope. Beverage a trecentosessanta gradi, interni vivaci, tasche per caricare dispositivi portatili a ogni seduta. Il massimo del comfort per una sosta in attesa di una coincidenza.

Root Down – Denver

TORTAS FRONTERA, CHICAGO O’HARE INTERNATIONAL AIRPORT – Lo chef Rick Bayless è a capo di un luogo sacro per una cucina messicana fresca e moderna, ricolma di ingredienti direttamente reperiti nelle fattorie locali. Sandwich e insalate cono la scommessa vincente da accompagnare a un buon vecchio Margarita; servizio caloroso e impeccabile, in un bar confortevole che a fatica contiene una pazzesca selezione di distillati d’agave. E se proprio non vi va di indulgere con un Mezcal Margarita o una Michelada, le agua frescas sono comunque una valida alternativa di qualità.

Tortas Frontera – Chicago

THE BIRD, COPENAGHEN AIRPORT – Un paradiso per gli amanti degli uccelli e del gin, con un’impressionante selezione di entrambe le cose. Ogni mese una bottiglia diversa sotto i riflettori, insieme a una cocktail list di assoluto rispetto, che spazia dal Puppy Passion, con passion fruit tonica al sambuco, allo Spanish Ginquisition, con olive, rosmarino e limone fresco. Le birre arrivano principalmente dal birrificio danese Kissmeyer, e includono la doppia IPA Stockholm Syndrome la bionda belga Young Lust. Per non farvi mancare nulla, un bel sandwich Britain-meets-Scandinavia, e siete pronti per il decollo.

The Bird – Copenaghen

AIRBRÄU, MUNICH AIRPORT – L’unico birrificio d’Europa situato in un aeroporto, giusto perché serviva una conferma in più su quanto seri fossero i tedeschi in fatto di birre. La produzione avviene in loco sotto lo sguardo vigile del mastro birraio René Jacobsen, disponibile ad accompagnare i viaggiatori in visite guidate e degustazioni; la gamma propone birre a tema “aereo”, come la Jetstream Pilsner, da gustare nel giardino aperto nel cuore dell’aeroporto. Un lusso vero e proprio, una boccata d’aria vitale prima di risalire sul prossimo aereo. E respirare bevendo birra è una gran cosa.

Airbrau – Monaco

Fonte: imbibemagazine.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

3 × 2 =